Strada statale 53 Postumia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 53
Via Postumia
Strada Statale 53 Italia.svg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regioni Veneto
Mappa della Strada statale 53Via Postumia
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio Vicenza
Fine Portogruaro
Lunghezza 116,600 km
Provvedimento di istituzione Legge 17/05/1928 n°1094[1]
Gestore Tratte ANAS: da Vicenza a Cittadella; dal 2001 il rimanente tratto è passato alla Regione Veneto, che ha affidato le competenze alla Veneto Strade S.p.A.

La strada statale 53 Postumia è una strada statale italiana che attraversa il Veneto centro-orientale collegando Vicenza a Portogruaro. Con il decreto legislativo n. 112 del 1998 dal 2001, la tratta tra Cittadella e Portogruaro è passato dalla gestione dell'ANAS a quella della Regione Veneto (rappresentata dalla società Veneto Strade S.p.A.) e, di conseguenza, è stata declassificata a strada regionale (SR 53 Postumia)[2].

La denominazione "Postumia" è impropria poiché l'infrastruttura non ha nulla a che vedere con l'antica via Postumia, una strada consolare romana che scorre più a nord e di cui attualmente alcuni tratti in Provincia di Treviso sono percorribili come strada provinciale 102 Postumia Romana[3].

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Via Postumia.

Il tratto tra Castelfranco e Treviso è conosciuto anche come "Strada Castellana".

La SR53 nel tratto tangenziale a Treviso

Percorso[modifica | modifica sorgente]

L'infrastruttura, la statale Postumia attuale, parte da Vicenza, dalla periferia nordest della città, e prosegue verso est toccando i comuni di Bolzano Vicentino, San Pietro in Gu, Carmignano di Brenta, Fontaniva (il centro abitato non viene più toccato dopo la costruzione di una variante nel 2004), Cittadella, Castelfranco Veneto (che viene tagliato da una circonvallazione), Vedelago, Istrana, Paese.

Poco prima di Treviso, la strada piega verso sud in modo da bypassarne il centro storico attraverso la cosiddetta tangenziale di Treviso, strada a scorrimento veloce a carreggiate separate e con due corsie per senso di marcia.

Giunta a Lanzago di Silea la, strada prosegue attraverso Olmi, San Biagio di Callalta, Fagarè della Battaglia. Attraversa il Piave poco prima di Ponte di Piave e raggiunge Oderzo. Anche qui è stata realizzata una circonvallazione per evitare al traffico pesante di attraversare il centro storico.

Raggiunge poi Gorgo al Monticano, Motta di Livenza, Annone Veneto e Summaga, arrivando infine a Portogruaro dove si immette nella strada statale 14 della Venezia Giulia.

Problemi[modifica | modifica sorgente]

Con gli anni la strada si è rivelata assolutamente inadeguata a sostenere il grande volume di traffico che la attraversa. Da anni inoltre subisce lavori di sistemazione per limitarne la pericolosità (particolarmente evidente nel caso degli attraversamenti pedonali ad esempio). La vittima più illustre di questa strada è stata lo scrittore Italo Svevo: vi perì nel 1928 in prossimità di Motta di Livenza.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Elenco delle Strade Statali e delle Autostrade, ANAS, 1992
  2. ^ http://www.consiglioveneto.it/crvportal/pdf/pratiche/8/pda/PDA_0056/1000_5Ftesto_20presentato_20_28parte_20003_20di_205_29.pdf
  3. ^ Provincia di Treviso, stradario
trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti