Strada statale 374 di Summonte e di Montevergine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 374
di Summonte e di Montevergine
Strada Statale 374 Italia.svg
Denominazioni successiveStrada provinciale ex SS 374 di Summonte (in provincia di Avellino)
Strada provinciale 43 ex SS 374 di Summonte e di Montevergine (in provincia di Benevento)
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniCampania Campania
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioTorelli
FineCampizze
Lunghezza36,270[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 1/02/1962 - G.U. 97 del 13/04/1962[2]
GestoreTratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Regione Campania, che ha ulteriormente devoluto le competenze alla Provincia di Avellino e alla Provincia di Benevento)

La ex strada statale 374 di Summonte e di Montevergine (SS 374), ora strada provinciale ex SS 374 di Summonte (SP ex SS 374)[3] in provincia di Avellino e strada provinciale 43 ex SS 374 di Summonte e di Montevergine (SP 43)[4], è una strada provinciale italiana che collega la zona di Avellino con il confine settentrionale della provincia lambendo il parco regionale del Partenio.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

L'arteria ha inizio in località Torelli, frazione di Mercogliano, distaccandosi dalla strada statale 7 bis di Terra di Lavoro. Il tracciato prosegue in direzione nord costeggiando il massiccio del Partenio, raggiungendo la stessa Mercogliano, Ospedaletto d'Alpinolo (da dove parte la diramazione per il santuario di Montevergine), Summonte, Sant'Angelo a Scala, Pietrastornina e Roccabascerana.

Da qui la strada devia verso ovest, entrando nel comune di Pannarano, exclave della provincia di Benevento, dalla quale riesce proseguendo per San Martino Valle Caudina, Cervinara e Rotondi.

A questo punto la strada devia nettamente verso nord, raggiungendo la strada statale 7 Via Appia all'altezza di Campizze, frazione della stessa Rotondi.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 17 ottobre 2001 la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Campania, che nella stessa data ha ulteriormente devoluto le competenze alla Provincia di Avellino e alla Provincia di Benevento per le tratte territorialmente competenti[5].

Strada statale 374 dir di Montevergine[modifica | modifica wikitesto]

Strada statale 374 dir
di Montevergine
Strada Statale 374dir Italia.svg
Denominazioni successiveStrada provinciale ex SS 374 dir di Montevergine
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniCampania Campania
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioOspedaletto d'Alpinolo
FineSantuario di Montevergine
Lunghezza11,000[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 1/02/1962 - G.U. 97 del 13/04/1962[2]
GestoreTratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Regione Campania, che ha ulteriormente devoluto le competenze alla Provincia di Avellino)

La ex strada statale 374 dir di Montevergine (SS 374 dir), ora strada provinciale ex SS 374 dir di Montevergine (SP ex SS 374 dir)[3], è una strada provinciale italiana che raggiunge il santuario di Montevergine.

Rappresenta la diramazione della SS 374 che all'altezza di Ospedaletto d'Alpinolo, si stacca per salire sul massiccio del Montevergine e raggiungere il santuario, posto nel comune di Mercogliano.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 17 ottobre 2001 la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Campania, che nella stessa data ha ulteriormente devoluto le competenze alla Provincia di Avellino[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Campania (PDF), su gazzette.comune.jesi.an.it.
  2. ^ a b Decreto ministeriale dell'1/02/1962
  3. ^ a b Bilancio di Previsione per l'anno 2005 - Relazione, Provincia di Avellino, p. 39 (archiviato dall'url originale il 6 maggio 2006).
  4. ^ PCTC - Allegato n. 3: Stradario della provincia di Benevento (PDF), Provincia di Benevento.
  5. ^ a b D.G.R. 2149 del 30/12/2005 (PDF), Regione Campania - B.U. 9 del 20/02/2006.