Strada statale 596 dei Cairoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 596
dei Cairoli
Strada Statale 596 Italia.svg
Denominazioni successiveStrada provinciale ex SS 596 dei Cairoli
Strada provinciale 596 dei Cairoli
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniLombardia Lombardia
Piemonte Piemonte
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioA54 uscita Pavia Sud
ex SS 35 presso San Martino Siccomario
Fineex SS 11 presso Vercelli
Lunghezza62,141[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 27/11/1969 - G.U. 44 del 19/02/1970[2]
GestoreANAS (1970-2001)

La ex strada statale 596 dei Cairoli (SS 596), ora strada provinciale ex SS 596 dei Cairoli (SP ex SS 596)[3] in provincia di Pavia e strada provinciale 596 dei Cairoli (SP 596) in provincia di Vercelli[4] e in provincia di Novara[5], era una strada statale italiana che fungeva da collegamento interregionale: essa, nel suo antichissimo tracciato (pare che ricalchi un pezzetto della Via Francigena), univa seppur non in via direttissima, Pavia con Vercelli, attraversando la Lomellina e Mortara.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1867 con la prima classificazione, è divenuta provinciale, in parte per Pavia e in parte per Novara (Vercelli non faceva ancora provincia). Fu inserita nel piano generale delle strade aventi i requisiti di statale del 1959[6],ma solo col decreto del Ministro dei lavori pubblici del 27 novembre 1969 è stata elevata a rango di statale con i seguenti capisaldi d'itinerario: "Innesto strada statale n. 35 presso San Martino Siccomario - Groppello Cairoli - Mortara - Castello di Agogna - Robbio - Palestro - innesto strada statale n. 11 presso Casale Monferrato"[2].

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001, la gestione del tratto lombardo è passata dall'ANAS alla Regione Lombardia, ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Pavia[7]; la gestione del tratto piemontese è passata dall'ANAS alla Regione Piemonte che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Novara e alla Provincia di Vercelli per le porzioni territorialmente competenti[8].

Strada statale 596 dir dei Cairoli[modifica | modifica wikitesto]

Strada statale 596 dir
dei Cairoli
Strada Statale 596dir Italia.svg
Denominazioni successiveStrada provinciale ex SS 596 D1 Diramazione dei Cairoli
Strada provinciale 596 dir dei Cairoli
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniLombardia Lombardia
Piemonte Piemonte
Dati
ClassificazioneStrada statale
Inizioex SS 596 presso Castello d'Agogna
Fineex SS 31 presso Casale Monferrato
Lunghezza19,942[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 27/11/1969 - G.U. 44 del 19/02/1970[2]
GestoreANAS (1970-2001)

La ex strada statale 596 dir dei Cairoli (SS 596 dir), ora strada provinciale ex SS 596 D1 Diramazione dei Cairoli (SP ex SS 596 D1)[3] in provincia di Pavia e strada provinciale 596 dir dei Cairoli (SP 596)[9] in provincia di Alessandria, era una strada statale italiana che fungeva da collegamento interregionale tra la Lomellina e Casale Monferrato.

Inserita nel piano generale delle strade aventi i requisiti di statale del 1959[6], solo col decreto del Ministro dei lavori pubblici del 27 novembre 1969 è stata elevata a rango di statale con i seguenti capisaldi d'itinerario: "Castello di Agogna - innesto strada statale n. 31 presso Casale Monferrato" ed una lunghezza di 6,998 km[2].

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001, la gestione del tratto lombardo è passata dall'ANAS alla Regione Lombardia, ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Pavia[7]; la gestione del tratto piemontese è passata dall'ANAS alla Regione Piemonte che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Alessandria[8].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]