Strada statale 26 della Valle d'Aosta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 26
della Valle d'Aosta
Strada Statale 26 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Italia - mappa strada statale 26.svg
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioChivasso
FineColle del Piccolo San Bernardo
Lunghezza156,344[1] km
Provvedimento di istituzioneLegge 17 maggio 1928, n. 1094
GestoreANAS
Vicino al bivio per il Villair, l'autostrada A5 e la SS 27, a Teppe (Quart)

La strada statale 26 della Valle d'Aosta (SS 26) (in francese, route nationale 26 de la Vallée d'Aoste) è un'importante strada statale italiana. Ha inizio a Chivasso, dalla ex strada statale 11 Padana Superiore, e si dirige verso nord su un tracciato pianeggiante e rettilineo; tocca i comuni di Caluso, Candia Canavese, Mercenasco, Strambino e Romano Canavese, dove scavalca il torrente Chiusella; intersecata l'autostrada A4/A5 arriva poi ad Ivrea.

Il ponte sul Chiusella

Da qui fino a Villeneuve la strada corre sulla riva sinistra del fiume Dora Baltea e parallela all'autostrada A5, attraversando Montalto Dora, Borgofranco d'Ivrea, Settimo Vittone e giunge dopo pochi km in Valle d'Aosta; il passaggio dal Piemonte alla regione valdostana avviene alla progressiva chilometrica 48,205. Il primo comune ivi toccato è Pont-Saint-Martin; proseguendo verso nord, la strada ha pendenze modesta, in quanto si trova nella valle centrale tra le montagne. Passati i comuni di Donnas, la chiusa di Bard, Hône, Arnad, Verrès e Montjovet, inizia la breve salita della "Mongiovetta", che porta a Saint-Vincent e poi a Châtillon. Attraversando poi Chambave, Champagne (Verrayes) e Nus, arriva alle porte di Aosta, dove si allarga a due corsie per senso di marcia nei comuni di Quart e Saint-Christophe. Superato il capoluogo valdostano tramite una circonvallazione, ora divenuta a tutti gli effetti strada cittadina (prendendo i nomi di corso Ivrea, via Roma e via Parigi), con numerose rotonde, e dopo il bivio che dà origine alla strada statale 27 del Gran San Bernardo, la SS26 prosegue verso ovest e attraversa Sarre, Saint-Pierre, Villeneuve, Arvier, Léverogne (frazione di Arvier), passa vicino a Derby (frazione di La Salle), attraversa Le Pont (frazione di La Salle), Morgex, fino ad arrivare a Pré-Saint-Didier, dove ci si può immettere sulla strada statale 26dir della Valle d'Aosta. Su un tracciato tipicamente montano si prosegue oltre e, attraversando La Thuile, si arriva dopo pochi km al Confine di Stato con la Francia al Colle del Piccolo San Bernardo. In territorio francese, la strada prosegue come route nationale 90 (RN90).

Al Villair de Quart, presso il bivio per l'autostrada A5 e la SS 27

Strada statale 26 dir della Valle d'Aosta[modifica | modifica wikitesto]

Strada statale 26dir
della Valle d'Aosta
Strada Statale 26dir Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniValle d'Aosta
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioPré-Saint-Didier
FineTraforo del Monte Bianco
Lunghezza10,474[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 31/03/1959 - G.U. 130 3/06/1959[1]
GestoreANAS

La strada statale 26 dir della Valle d'Aosta (SS 26 dir), è una strada statale italiana. Funge da collegamento tra la strada statale 26 della Valle d'Aosta, nel comune di Pré-Saint-Didier, e il traforo del Monte Bianco. Nel suo breve tracciato raggiunge Courmayeur, dopo cui, percorsi pochi chilometri, si arriva in Francia tramite il traforo del Monte Bianco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Elenco delle strade statali e delle autostrade, ANAS, 1992

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti