Strada statale 60 del Monte Maggiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 60
del Monte Maggiore
Strada Statale 60 Italia.svg
Denominazioni precedentiStrada nazionale 5
Localizzazione
StatoItalia Italia
Strada Statale 60 mappa.svg
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioPisino (fino al 1936)
Parenzo (dal 1936)
FineCastua
Lunghezzafino al 1936: circa 48 km
Provvedimento di istituzioneLegge 17 maggio 1928, n. 1094
GestoreAASS

La strada statale 60 del Monte Maggiore (SS 60), era una strada statale italiana locata nel territorio appartenuto all'Italia tra le due guerre mondiali, più precisamente nel periodo tra il trattato di Rapallo del 12 novembre 1920 ed il trattato di Parigi del 10 febbraio 1947.

L'itinerario partiva da Pisino, e passando attraverso Mattuglie, raggiungeva quello che allora era il confine jugoslavo verso Castua.

Nel 1947 l'intera area è passata sotto giurisdizione jugoslava; oggi il territorio appartiene alla Croazia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La strada statale 60 venne istituita nel 1928 con il seguente percorso: "Pisino - Mattuglie - Confine jugoslavo verso Castua."[1]

Mappa delle modifiche alla rete delle strade statali istriane in seguito al R.D. 23 novembre 1936, n. 2177

Nel 1936 il tracciato della strada venne prolungato da Pisino a Parenzo, attraverso un tracciato in parte (da Pasino al bivio per Antignana) fino ad allora parte della SS 15, e per il resto classificato ex novo come strada statale.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legge 17 maggio 1928, n. 1094
  2. ^ Regio decreto 23 novembre 1936, n. 2177, in materia di "Nuove classifiche e declassifiche di strade nella rete statale dell'Istria"

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]