Strada statale 359 di Salsomaggiore e di Bardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 359
di Salsomaggiore e di Bardi
Strada Statale 359 Italia.svg
Denominazioni successive Strada provinciale 359 R di Salsomaggiore e Bardi
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regioni Emilia-Romagna Emilia-Romagna
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio Fidenza
Fine Bedonia
Lunghezza 92,000[1] km
Provvedimento di istituzione Legge 17 maggio 1928, n. 1094 (da Fidenza a Salsomaggiore, come SS 9 bis) - D.M. 1/02/1962 - G.U. 97 del 13/04/1962[2] (da Salsomaggiore a Bedonia, come SS 359)
Gestore Tratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Provincia di Parma e alla Provincia di Piacenza)

La ex strada statale 359 di Salsomaggiore e di Bardi (SS 359), ora strada provinciale 359 R di Salsomaggiore e Bardi (SP 359 R)[3][4], è una strada provinciale italiana che collega Fidenza con l'alta Val di Taro.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a Fidenza, dalla strada statale 9 Via Emilia, e si dirige verso sud-ovest raggiungendo le località di Salsomaggiore Terme e Pellegrino Parmense. Il tracciato inizia quasi a confondersi con il confine tra la provincia di Parma e quella piacentina, toccando Bore e attraversando il passo del Pelizzone (1029 m s.l.m.) per scendere verso Bardi.

La strada risale quindi il percorso del torrente Ceno, varca il passo di Montevaca (805 m s.l.m.) e arriva infine a Bedonia.

Fra il 1890 e il 1937 un tratto della strada fu interessato dal passaggio della tranvia Salsomaggiore-Borgo San Donnino (l'odierna Fidenza), poi sostituita dalla ferrovia.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001 la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Emilia-Romagna, che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Parma e della Provincia di Piacenza per le tratte territorialmente competenti[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]