Strada statale 324 del Passo delle Radici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 324
del Passo delle Radici
Strada Statale 324 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniEmilia-Romagna Emilia-Romagna
Toscana Toscana
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioSilla
FineCastelnuovo di Garfagnana
Lunghezza108,942[1][2] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 1/02/1962 - G.U. 97 del 13/04/1962[3]
GestoreTratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Provincia di Bologna, alla Provincia di Modena e alla Provincia di Lucca)

La ex strada statale 324 del Passo delle Radici (SS 324), ora strada provinciale 324 R del Passo delle Radici (SP 324 R)[4][5] in Emilia-Romagna e strada provinciale 72 del Passo delle Radici (SP 72)[6] in Toscana, è una strada provinciale che collega l'alta valle del Reno con la Garfagnana

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Ha origine a Silla, frazione di Gaggio Montano, da un tratto ormai dismesso della strada statale 64 Porrettana. Nel primo tratto la strada segue il percorso del fiume Silla, superando l'innesto della ex strada statale 623 del Passo Brasa, fino a Lizzano in Belvedere. Mantenendo un percorso alquanto tortuoso, entra nella provincia di Modena dove raggiunge in sequenza Fanano, Sestola, Montecreto, Riolunato e Pievepelago dove incrocia la strada statale 12 dell'Abetone e del Brennero.

Continuando in direzione ovest, la strada supera il bivio per Frassinoro (dove si innesta la ex strada statale 486 di Montefiorino) e procede verso il passo delle Radici (1.529 m s.l.m), valicando il quale entra in Toscana.

La strada devia quindi verso sud, ripiegando in direzione di Castiglione di Garfagnana e Castelnuovo di Garfagnana dove termina, innestandosi sulla ex strada statale 445 della Garfagnana.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001 la gestione del tratto emiliano è passata dall'ANAS alla Regione Emilia-Romagna che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Bologna e alla Provincia di Modena per le tratte territorialmente competenti[7]; la gestione del tratto toscano è passata dall'ANAS alla Regione Toscana che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Lucca[8].

Strada particolarmente apprezzata dai mototuristi, in virtù dei paesaggi spettacolari che attraversa e delle innumerevoli curve.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Emilia Romagna (PDF), su gazzette.comune.jesi.an.it.
  2. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Toscana (PDF), su gazzette.comune.jesi.an.it.
  3. ^ Decreto ministeriale dell'1/02/1962
  4. ^ ARS strade provinciali e comunali provincia di Bologna[collegamento interrotto], Regione Emilia-Romagna.
  5. ^ ARS strade provinciali e comunali provincia di Modena, Regione Emilia-Romagna (archiviato dall'url originale il 21 aprile 2011).
  6. ^ Classificazione funzionale rete IP (PDF), Provincia di Lucca.
  7. ^ L.R. 4 maggio 2001, n. 12 (art. 164), Regione Emiila-Romagna - B.U. 58 del 7 maggio 2001 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2013).
  8. ^ D.C.R. 19 dicembre 2000, n. 274, Regione Toscana. URL consultato il 22 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2012).