Strada statale 445 della Garfagnana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 445
della Garfagnana
Strada Statale 445 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniToscana Toscana
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioSS 12 presso Chifenti
FineSS 63 presso Gassano
Lunghezza71,169[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 12/02/1964 - G.U. 87 dell'8/04/1964[2]
GestoreTratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Regione Toscana che ha devoluto le competenze alla Provincia di Lucca e alla Provincia di Massa e Carrara)

La ex strada statale 445 della Garfagnana (SS 445), ora strada regionale 445 della Garfagnana (SRT 445)[3], è una strada regionale italiana.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La strada inizia a Chifenti, in comune di Borgo a Mozzano diramandosi dalla strada statale 12 dell'Abetone e del Brennero. Risalendo il corso del fiume Serchio percorre la Garfagnana attraversando i centri abitati di Calavorno, Ghivizzano, Piano di Coreglia, Ponte all'Ania, Fornaci di Barga, Castelvecchio Pascoli, Ponte di Campia, Castelnuovo di Garfagnana, Camporgiano e Piazza al Serchio.

Oltrepassa quindi il passo dei Carpinelli (840 m s.l.m.) e scendendo in Lunigiana si innesta nella strada statale 63 del Valico del Cerreto nei pressi del paese di Gassano, nel comune di Fivizzano.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001 la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Toscana che ha poi devoluto le competenze alla Provincia di Lucca e alla Provincia di Massa e Carrara per le tratte territorialmente competenti[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Toscana (PDF), su gazzette.comune.jesi.an.it.
  2. ^ Decreto ministeriale del 12/02/1964
  3. ^ Programma pluriennale investimenti viabilità di interesse regionale 2002-2007, Regione Toscana. URL consultato il 20 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2012).
  4. ^ L.R. 10 dicembre 1998, n. 88 (artt. 22-33) (PDF), Regione Toscana (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2012).