Strada statale 56 di Gorizia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 56
di Gorizia
Strada Statale 56 Italia.svg
Denominazioni precedentiStrada statale 56 di Aidussina
Denominazioni successiveStrada regionale 56 di Gorizia
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniFriuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
SS 56 percorso.png
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioUdine
FineGorizia
Lunghezza41,808 km
Provvedimento di istituzioneLegge 17 maggio 1928, n. 1094
GestoreFriuli Venezia Giulia Strade

La ex strada statale 56 di Gorizia (SS 56), ora strada regionale 56 di Gorizia (SR 56), è una strada regionale del Friuli-Venezia Giulia che collega Udine a Gorizia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La strada statale 56, in origine detta "di Aidussina", venne istituita nel 1928 con il seguente percorso: "Gorizia - Aidussina - Zolla - Confine jugoslavo verso Kalce."[1]

Nel 1932 il tracciato della strada venne prolungato da Gorizia a Udine, e la strada assunse la nuova denominazione "di Gorizia e di Aidussina".[2]

Nel 1942, in seguito all'annessione del territorio sloveno, la strada statale 56 venne prolungata dall'ex confine italo-jugoslavo alla località di Kalce, dove confluiva nella SS 58.[3]

In seguito alla modifica dei confini conseguente al trattato di Parigi del 1947, gran parte della strada venne assegnata alla Jugoslavia.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La SS 56 di Gorizia parte dall'abitato di Udine, in Piazzale Gabriele D'Annunzio, scorre verso sud tramite Viale Palmanova e giunge, dopo 4km, alla rotonda di Paparotti, dove ha origine la strada regionale 352 di Grado per Grado. Taglia la pianura orientale friulana attraverso Buttrio, Manzano e San Giovanni al Natisone (il cosiddetto Triangolo della sedia). Superato il fiume Iudrio, entra in provincia di Gorizia. Passa la città di Cormons, poi le località di Capriva del Friuli, Mossa e Lucinico per terminare al confine con la Slovenia. Caratteristica della strada è il fatto di non passare nei centri urbani, ma di evitarli superandoli all'esterno.

Passando per il Triangolo della sedia, il più importante distretto industriale friulano, subisce un pesante traffico commerciale che dovrebbe venir ridotto dalla costruzione in breve di una nuova strada ad essa parallela, ma a valle delle località interessate, avente come scopo il collegamento rapido con l'autostrada A23.

Dal 1º gennaio 2008 la competenza sull'intera arteria è passata alla regione Friuli-Venezia Giulia che la gestisce tramite la Friuli Venezia Giulia Strade S.p.A.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legge 17 maggio 1928, n. 1094
  2. ^ Regio decreto 13 agosto 1932, n. 1149, in materia di "Classificazione delle strade Udine-Gorizia e Udine-Tricesimo-Bivio Taboga nella rete delle strade statali"
  3. ^ Le Strade statali della Dalmazia e della provincia di Lubiana, in Le Strade (Milano, Consociazione Turistica Italiana), anno XXIV, nº 8, agosto 1942, pp. 261-262.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti