Strada statale 581 di Massafra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 581
di Massafra
Strada Statale 581 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniPuglia Puglia
Dati
ClassificazioneStrada provinciale
InizioMassafra
FineSP 48 presso San Vito dei Normanni
Lunghezza61,500[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 28/11/1968 - G.U. 41 del 15/02/1969[2]
GestoreTratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Provincia di Brindisi e alla Provincia di Taranto)

La ex strada statale 581 di Massafra (SS 581), ora strada provinciale 102 ex SS 581 Tratto Ceglie Messapica - Confine Taranto (SP 102) nel tratto tra il confine con la Provincia di Taranto e Ceglie Messapica, strada provinciale 104 ex SS 581 Tratto Ceglie Messapica - San Michele Salentino (SP 104) nel tratto tra Ceglie Messapica e l'innesto con la SP 46 in Provincia di Brindisi[3], e strada provinciale ex SS 581 Massafra - Martina Franca (SP ex SS 581)[4], è una strada provinciale italiana che si sviluppa in Puglia.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

L'arteria ha inizio dalla strada statale 7 Via Appia, attraversa il centro abitato di Massafra per proseguire in direzione nord-est fino a raggiungere Martina Franca. Da questa esce in direzione sud-est entrando dopo pochi km nella Provincia di Brindisi. La strada arriva quindi a Ceglie Messapica, assumendo quindi est come direzione. Alle porte di San Michele Salentino, la strada devia per entrare nel centro abitato, superato il quale si innesta dopo pochi chilometri sulla SP 48 San Vito - Francavilla Fontana.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001 la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Puglia, che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Brindisi e della Provincia di Taranto per le tratte territorialmente competenti[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Puglia (PDF), su gazzette.comune.jesi.an.it.
  2. ^ Decreto ministeriale del 28/11/1968
  3. ^ Mappa della viabilità, Provincia di Brindisi.
  4. ^ Programma di impiego di strumentazione per la rilevazione della velocità[collegamento interrotto], Provincia di Taranto.
  5. ^ L.R. 20 del 30/11/2000 (art. 8-9), Regione Puglia - B.U. 147 del 13/12/2000.