Strada statale 540 di Valdambra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 540
di Valdambra
Strada Statale 540 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniToscana Toscana
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioLevane
FineSS 73 presso Colonna del Grillo
Lunghezza22,845[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 12/04/1967 - G.U. 135 del 31/05/1967[2]
GestoreTratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Provincia di Arezzo e alla Provincia di Siena)

La ex strada statale 540 di Valdambra (SS 540), ora strada provinciale 540 Valdambra (SP 540)[3] in Provincia di Arezzo, e strada provinciale 540 di Val d'Ambra (SP 540)[4] in Provincia di Siena, è una strada provinciale italiana di collegamento interprovinciale.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La strada ha origine nella località di Levane, frazione divisa tra i comuni di Montevarchi e Bucine, staccandosi dalla ex strada statale 69 di Val d'Arno.

Proseguendo in direzione sud, l'arteria segue a ritroso il corso del fiume Ambra, toccando le località di Bucine, Capannole e Ambra. Dopo aver superato Pietraviva, la strada entra nel territorio senese, innestandosi sulla strada statale 73 Senese Aretina nei pressi di Colonna del Grillo.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001, la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Toscana che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Arezzo e della Provincia di Siena per le tratte territorialmente competenti[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Toscana (PDF), su gazzette.comune.jesi.an.it.
  2. ^ Decreto ministeriale del 12/04/1967
  3. ^ Strade gestite (2º Reparto Valdarno, 2ª zona - Laterina), Provincia di Arezzo (archiviato dall'url originale il 10 maggio 2006).
  4. ^ Classificazione delle strade provinciali (JPG)[collegamento interrotto], Provincia di Siena.
  5. ^ D.C.R. 19 dicembre 2000, n. 274, Regione Toscana. URL consultato il 31 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2012).