Strada statale 296 della Scafa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada regionale 296
della Scafa
Strada Statale 296 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniLazio Lazio
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioAeroporto di Roma-Fiumicino
Fineex SS 8 presso Ostia
Lunghezza5,000[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 20/07/1960 - G.U. 238 del 28/09/1960[2]
GestoreANAS

La ex strada statale 296 della Scafa (SS 296), ora strada regionale 296 della Scafa (SR 296)[3], è una strada regionale che collega l'aeroporto di Roma-Fiumicino con Ostia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La strada statale 296 venne istituita nel 1960[2].

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 1º febbraio 2002 la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Lazio, che ha ulteriormente devoluto le competenze alla Provincia di Roma[4]; dal 5 marzo 2007 la società Astral ha acquisito la titolarità di concessionario della strada[5].

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La strada ha inizio nei pressi dell'aeroporto di Roma-Fiumicino, da una rotonda dalla quale è possibile anche raggiungere l'A91 Roma-Fiumicino. La strada lungo l'intero percorso è a doppia carreggiata con due corsie per senso di marcia, e la prima parte di tracciato si sviluppa con un viadotto che permette di attraversare alcuni ostacoli artificiali e naturali, quali il vecchio tracciato della linea ferroviaria Roma–Fiumicino, la via Portuense e il canale di Traiano.

Giunti quindi sull'Isola Sacra, la strada prosegue con un rettilineo in direzione sud-est, e vede la presenza di diversi semafori che regolano le poche intersezioni a raso presente lungo il suo percorso. In questo tratto, la strada è anche affiancata da una complanare funzionale al traffico locale e all'eliminazione degli accessi privati sulla strada stessa.

La strada supera quindi il fiume Tevere, che segna anche il confine tra i comuni di Fiumicino e Roma, mediante il ponte Tor Boacciana e finisce per innestarsi sulla ex strada statale 8 Via del Mare a metà strada tra Ostia e Ostia Antica.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Lazio (PDF), su gazzette.comune.jesi.an.it.
  2. ^ a b Decreto ministeriale del 20/07/1960
  3. ^ Astral - Le strade in gestione [collegamento interrotto], su astralspa.it.
  4. ^ L.R. 14 del 6/8/1999 (artt. 124-125) (ZIP), Regione Lazio.
  5. ^ Deliberazione n. 17/2010/PRS (PDF), Corte dei conti, 13-15.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]