Strada statale 340 Regina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'antica strada Regina che collegava Como e Chiavenna, vedi Antica Via Regina.
Strada statale 340
Regina
Strada Statale 340 Italia.svg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regioni Lombardia Lombardia
Province Como Como
Italia - mappa strada statale 340.svg
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio Como
Fine Confine di Stato con la Svizzera nel comune di Valsolda
Lunghezza 50,317[1] km
Provvedimento di istituzione D.M. 1/02/1962 - G.U. 97 del 13/04/1962[2]
Gestore ANAS
Percorso
Mappa SS 340.png

La strada statale 340 Regina (SS 340) è una strada statale italiana il cui percorso si snoda interamente nella provincia di Como, in Lombardia, seguendo ancora, pur modificato, il tracciato dell'antica Antica Via Regina.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La strada comincia a Como staccandosi dalla ex strada statale 35 dei Giovi nel punto in cui essa abbandona la sponda del Lario. Costeggia la riva occidentale del lago, con percorso a volte stretto e tortuoso, sino a Menaggio, noto centro costiero, attraversando i paesi rivieraschi tra i quali vi sono alcune località conosciute a livello internazionale, tra cui Cernobbio, Moltrasio, Laglio, Brienno, Argegno, Colonno, Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra, Tremezzo e Griante.

Tra Cernobbio e Torriggia (frazione di Laglio) è stata realizzata alla fine degli anni sessanta, con lo scopo di snellire la grande mole di mezzi in transito specialmente nei periodi di affluenza turistica, una variante con pochi incroci a raso e senza attraversamenti di centri abitati, che corre a mezza costa parallela alla vecchia statale. Tuttavia, con l'espansionismo urbanistico degli ultimi decenni, sono state realizzate numerose abitazioni anche lungo la nuova variante, che quindi è stata di fatto declassata da strada a scorrimento veloce ad una strada urbana, con limite di velocità variabile tra i 50 ed i 70 km/h e senza limitazioni al transito di pedoni e ciclisti, tranne che nella galleria che oltrepassa la cittadina di Cernobbio, dove tale limitazione è in vigore. Una ulteriore variante, in galleria, riservata ai veicoli ai motore, è stata realizzata anche per evitare l'attraversamento del centro di Brienno.

A Menaggio la strada abbandona il lago di Como, la cui sponda occidentale continua a essere percorsa da una diramazione, la strada statale 340 dir Regina. La SS 340 sale invece in direzione di una sella che immette nel piano, una striscia di territorio pianeggiante a est del ramo orientale del Ceresio, raggiungendo Porlezza, situata alla sua estremità. Da Porlezza inizia a costeggiare la sponda del ramo di nord-est del Lago di Lugano, con un percorso caratterizzato da sede stradale più stretta preceduto da una lunga galleria. Oltre la località Oria (frazione del comune di Valsolda), è situata la dogana e, poco più avanti, il Confine di Stato con il Canton Ticino (Svizzera). Prima di Oria alla dogana con il Canton Ticino è stato aperto un tunnel di modo di evitare l'attraversamento di Oria.

Sono previsti lavori di ampliamento della sede stradale per soddisfare le esigenze di traffico turistico e dei lavoratori frontalieri. L'intera estensione della SS 340 è a carreggiata unica con una corsia per senso di marcia; tuttavia in certi punti particolarmente stretti, non esiste divisione in corsie.

I primi 2,100 km sono stati ceduti al comune di Como.

Strada statale 340 dir Regina[modifica | modifica wikitesto]

Strada statale 340 dir
Regina
Strada Statale 340dir Italia.svg
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regioni Lombardia Lombardia
Dati
Classificazione Strada statale
Inizio Menaggio
Fine SS 36 presso Piantedo
Lunghezza 29,258[1] km
Provvedimento di istituzione D.M. 1/02/1962 - G.U. 97 del 13/04/1962[2]
Gestore ANAS

La strada statale 340 dir Regina (SS 340 dir), è una strada statale italiana.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a Menaggio come diramazione della SS 340 di cui costituisce la prosecuzione lungo la sponda occidentale dell'alto Lario. Il tracciato è piuttosto tortuoso in quanto segue l'andamento geografico del lago; inoltre, la sua scorrevolezza è limitata dai numerosi attraversamenti di centri costieri che tuttavia ne fanno, assieme all'ambiente circostante, un percorso suggestivo e pittoresco.

Oltre Menaggio, il cui centro è ora evitato tramite una variante a scorrimento veloce in galleria riservata ai veicoli a motore, i paesi successivamente attraversati sono nell'ordine: San Siro, Cremia, Pianello del Lario, Musso (in galleria), Dongo, Gravedona e Domaso. A Gera Lario, situato all'estremità settentrionale del lago, prende a seguire per un breve tratto il fiume Mera, attraversandolo poco oltre Sorico attraversando il Ponte del Passo. La strada taglia quindi il Pian di Spagna, lembo di pianura alluvionale che andò a separare in epoca storica il lago di Como dal lago di Mezzola, un tempo uniti, e si innesta sulla strada statale 36 del Lago di Como e dello Spluga presso lo svincolo di Piantedo (nei pressi di Colico).

Sono in corso sulla SS 340 dir alcuni importanti lavori di ammodernamento. Concluso quello della variante tra San Vito e Dongo, realizzata in galleria. Tali opere si sono rese necessarie per snellire la grande mole di traffico che in taluni momenti dell'anno si riversa sulla strada che rappresenta l'unica arteria che serve la sponda del lago.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]