Strada statale 623 del Passo Brasa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 623
del Passo Brasa
Strada Statale 623 Italia.svg
Denominazioni successiveStrada provinciale 623 del Passo Brasa
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniEmilia-Romagna Emilia-Romagna
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioModena
Fineex SS324 presso Crociale
Lunghezza80,230[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 12/12/1970 - G.U. 59 del 08/03/1971[2]
GestoreANAS (1971-2001)

La ex strada statale 623 del Passo Brasa (SS 623), ora strada provinciale 623 del Passo Brasa (SP 623)[3], era una strada statale italiana che attraversa i territori di due province emiliane, quella Modena e quella di Bologna. Attualmente è classificata come strada provinciale.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Ha origine nella città di Modena da cui si allontana in direzione sud-est dove, costeggiando il fiume Panaro, raggiunge Spilamberto e Vignola. Da qui l'arteria prosegue in direzione sud verso l'Appennino Tosco-Emiliano, raggiungendo i centri modenesi di Guiglia e Zocca.

Entra quindi nella provincia bolognese, tocca Castel d'Aiano e raggiunge il passo Brasa superato il quale scende verso Gaggio Montano. Termina il suo percorso innestandosi sulla ex strada statale 324 del Passo delle Radici.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Già contemplata nel piano generale delle strade aventi i requisiti di statale del 1959[4], è solo col decreto del Ministro dei lavori pubblici del 15 luglio 1971 che viene elevata a rango di statale (a meno del tratto Crocelle-Silla già sotteso alla strada statale 324 del Passo delle Radici classificata precedentemente) con i seguenti capisaldi d'itinerario: "Innesto strada statale n. 9 a Modena - San Damaso - Spilamberto - Vignola - Zocca - Castel d'Aiano - innesto strada statale n. 324 in località Crociale"[2].

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001, la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Emilia-Romagna che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Modena e della Provincia di Bologna per le tratte territorialmente competenti[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]