Strada statale 65 della Futa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 65
della Futa
Strada Statale 65 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniToscana Toscana
Emilia-Romagna Emilia-Romagna
SS 65 percorso.png
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioFirenze
FineBologna
Lunghezza106,900 km
Provvedimento di istituzioneLegge 17 maggio 1928, n. 1094
GestoreTratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Regione Toscana e alla Regione Emilia-Romagna, che hanno ulteriormente devoluto le competenze alla Provincia di Firenze e alla Provincia di Bologna)

La ex strada statale 65 della Futa (SS 65), ora strada regionale 65 della Futa (SR 65), in Toscana, o strada provinciale 65 della Futa (SP 65), in Emilia-Romagna, è una strada regionale e provinciale italiana.

Una Ferrari California percorre la SP 65 durante la Mille Miglia del 2012. Foto scattata al km 89 presso Pianoro (BO). Ben visibile è ancora la vecchia denominazione SS 65)

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La strada statale 65 venne istituita nel 1928 con il seguente percorso: "Firenze - Passo della Futa - Bologna."[1]

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001, la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Toscana e alla Regione Emilia-Romagna, che hanno ulteriormente devoluto le competenze alla Provincia di Firenze e alla Provincia di Bologna. Quest'ultima ha denominato la strada come provinciale (SP 65) non essendoci in Emilia-Romagna la classificazione di strada regionale.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a Firenze ed è uno dei più importanti collegamenti con Bologna. Esce a nord della città toscana con il nome di "via Bolognese" e attraversa la frazione di Pratolino del comune di Vaglia, prosegue nei comuni di Vaglia, lambendone l'abitato, San Piero a Sieve, Barberino del Mugello, valica il Passo della Futa, tocca ancora Covigliaio ed entra in Emilia dopo aver valicato il Passo della Raticosa. In territorio emiliano tocca Monghidoro, Loiano, Pianoro e arriva a Bologna, a sud della città (nel Quartiere Savena), assumendo inizialmente la denominazione di "via Toscana" e proseguendo fino al centro della città con il percorso della storica via Santo Stefano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti