Strada statale 444 del Subasio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 444
del Subasio
Strada Statale 444 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniUmbria Umbria
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioGualdo Tadino
FineAssisi
Lunghezza33,172[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 3/06/1964 - G.U. 183 del 27/07/1964[2]
GestoreTratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Regione Umbria, che ha poi ulteriormente devoluto le competenze alla Provincia di Perugia)

La ex strada statale 444 del Subasio (SS 444), ora strada regionale 444 del Subasio (SR 444)[3], è una strada regionale italiana che attraversa il territorio della provincia di Perugia.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La strada ha origine nel centro abitato di Gualdo Tadino, in un tratto ormai dismesso dalla strada statale 3 Via Flaminia. Il percorso procede uscendo dal centro abitato in direzione ovest, incrociando il nuovo tracciato della stessa SS 3 e deviando poco dopo, in località Cerqueto, in direzione sud. La strada a questo punto sale lentamente di altitudine, attraversando diverse frazioni del territorio gualdese (Pastina, Grello, Osteria di Morano) ed arrivando al valico di Monte Mezzo (820 m s.l.m.) nel comune di Valfabbrica.

Da qui la strada ridiscende lentamente entrando nel territorio comunale di Assisi e nel parco del Monte Subasio, terminando il suo percorso nel centro cittadino, innestandosi sulla ex strada statale 147 di Assisi.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001, la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Umbria che ha poi ulteriormente devoluto le competenze alla Provincia di Perugia mantenendone comunque la titolarità[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Individuazione delle rete stradale di interesse regionale - Regione Umbria (PDF), su gazzette.comune.jesi.an.it.
  2. ^ Decreto Ministeriale del 3/06/1964
  3. ^ SR n° 444 - Del Subasio, Regione Umbria.
  4. ^ L.R. n. 3 del 2/03/1999[collegamento interrotto], Regione Umbria - B.U. ed. str. 15 del 10/03/1999.