Strada statale 408 di Montevarchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 408
di Montevarchi
Strada Statale 408 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniToscana Toscana
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioSiena
FineMontevarchi
Lunghezza45,180[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 21/03/1963 - G.U. 133 del 20/05/1963[2]
GestoreTratte ANAS: nessuna (dal 2001 la gestione è passata alla Provincia di Siena e alla Provincia di Arezzo)

La ex strada statale 408 di Montevarchi (SS 408), ora strada provinciale 408 di Montevarchi (SP 408)[3][4], è una strada provinciale italiana di collegamento interprovinciale.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La strada ha origine a Siena, dove si innesta sulla ex strada statale 2 Via Cassia, per uscire dalla città in direzione nord-est superando la ferrovia Centrale Toscana.

Il tracciato raggiunge quindi il torrente Arbia nel comune di Castelnuovo Berardenga, risalendone per qualche chilometro il percorso, prima di abbandonarlo e seguire invece uno dei suoi affluenti, il Massello. Sul percorso si innesta quindi la ex strada statale 484 del Castello di Brolio, raggiunge poi Gaiole in Chianti e prosegue fino ad incrociare la ex strada statale 429 di Val d'Elsa presso l'abbazia di San Lorenzo a Coltibuono.

Entra quindi nella provincia aretina, dove lambisce Cavriglia e termina il proprio percorso a Montevarchi innestandosi sulla ex strada statale 69 di Val d'Arno.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001, la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Toscana che ha provveduto al trasferimento dell'infrastruttura al demanio della Provincia di Arezzo e della Provincia di Siena per le tratte territorialmente competenti[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]