Provincia di Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nuovo ente, vedi Città metropolitana di Roma Capitale.
Provincia di Roma
ex provincia
Provincia di Roma – Stemma Provincia di Roma – Bandiera
Palazzo Valentini, sede della ex Provincia.
Palazzo Valentini, sede della ex Provincia.
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Amministrazione
Capoluogo Roma
Data di istituzione 15 ottobre 1870
Data di soppressione 31 dicembre 2014 [1]
Territorio
Coordinate
del capoluogo
41°53′35″N 12°28′58″E / 41.893056°N 12.482778°E41.893056; 12.482778 (Provincia di Roma)Coordinate: 41°53′35″N 12°28′58″E / 41.893056°N 12.482778°E41.893056; 12.482778 (Provincia di Roma)
Superficie 5 363,28[1] km²
Abitanti 4 331 856[2] (30-06-2014)
Densità 807,69 ab./km²
Comuni 121 comuni
Province confinanti Frosinone, Latina, L'Aquila, Rieti, Viterbo
Altre informazioni
Cod. postale 00118-00199 (Roma), 00010-00069 (provincia)
Prefisso 06, 0761, 0765, 0766, 0774, 0769 (Saxa Rubra)
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 IT-RM
Codice ISTAT 058
Targa ROMA, RM
PIL procapite (nominale) 32 688
Cartografia

Provincia di Roma – Localizzazione

Sito istituzionale

La provincia di Roma è stata, fino al 31 dicembre 2014, una provincia italiana, la più popolosa del Paese[3]. Situata nel Lazio, il capoluogo era Roma e, dal 1º gennaio 2015, le è succeduta amministrativamente la Città metropolitana di Roma Capitale, la quale ha giurisdizione sull'intero territorio dell'ex provincia, composta di 121 comuni.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La provincia di Roma con i suoi oltre 5 000 k, copriva quasi un terzo del territorio del Lazio. Geograficamente occupava tutta la zona pianeggiante dell'Agro Romano e della Valle del Tevere e dell'Aniene fino ai monti Sabini, Monti Lucretili, Monti Ruffi, Monti Affilani e Monti Simbruini a cui si aggiungono le zone montuose dei Monti della Tolfa e dei Monti Sabatini a nord-ovest, la zona dei monti Tiburtini, Monti Prenestini, la zona dei Colli Albani e delle propaggini settentrionali dei monti Lepini e l'alta valle del Sacco a sud-est. Il limite ovest della provincia era rappresentato dal Mar Tirreno su cui si sviluppava per circa 130 km il Litorale Romano da Civitavecchia a Torre Astura.

Nel territorio si trovano diversi laghi, quasi tutti di origine vulcanica, che si concentrano nella zona nord-ovest dei monti Sabatini ed in quella sud-est dei Colli Albani. Quasi un quarto (1 287 k) della sua superficie rientrava nel comune di Roma. I confini amministrativi della provincia soppressa corrispondono a quelli della attuale Città metropolitana, a nord con la provincia di Viterbo, a nord-est con la provincia di Rieti, ad est con la provincia dell'Aquila e la provincia di Frosinone, a sud-est con la provincia di Latina e ad ovest e a sud con il mar Tirreno.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Storia del Lazio.

La provincia di Roma venne istituita nel 1870 in seguito alla conquista dello Stato Pontificio da parte del Regno d'Italia. Inizialmente era suddivisa nei cinque circondari di Roma, di Civitavecchia, di Frosinone, di Velletri e di Viterbo, corrispondenti alle vecchie delegazioni pontificie[4]. Le prime elezioni provinciali si tennero il 13 novembre.[5]

Nel 1923 venne aggregato alla provincia di Roma il circondario di Rieti, già appartenente alla provincia di Perugia[6].

Nel 1927 il territorio provinciale venne fortemente ridotto per l'istituzione delle nuove provincie di Frosinone, di Rieti e di Viterbo[7]; dopo pochi mesi i comuni di Amaseno, Castro dei Volsci e Vallecorsa vennero ceduti alla provincia di Frosinone, e il comune di Monte Romano alla provincia di Viterbo[8].

Nel 1934 il territorio provinciale venne ulteriormente ridotto per l'istituzione della nuova Provincia di Latina.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Qualità della vita[modifica | modifica wikitesto]

Anno Qualità della Vita (Sole 24 Ore) Qualità della Vita (Italia Oggi) Rapporto Ecosistema Urbano (Legambiente)
2008 28º (−20) 29º (+29) 55º (+5)
2009 24º (+4) 82º (−53) 70º (−15)


Economia[modifica | modifica wikitesto]

Agricoltura[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Utilizzazione dei terreni Ettari
1 Pascoli utilizzati 46.647,13
2 Boschi cedui 30.382,02
3 Altri erbai 19.665,14
4 Frumento duro 18.886,42
5 Olive per olio 16.280,04
6 Erba medica 12.750,7
7 Boschi a fustaia 9.744,56
8 Prati permanenti 8.928,88
9 Vite 7.205,63
10 Ortive in piena aria 3.830,46

Secondo i dati ISTAT del 2010,[9] con riferimento alle coltivazioni legnose, superfici pratose, a pascolo e boschive escluse, preponderante è la coltivazione di frumento, olive per olio e vite.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Prefetti della provincia di Roma.

Elenco dei presidenti della Provincia fino alla sua soppressione[10], dopo la quale subentrano i sindaci della Città Metropolitana.

Periodo Presidente Partito Carica Note
29 novembre 1998 25 maggio 2003 Silvano Moffa Alleanza Nazionale Presidente
26 maggio 2003 11 febbraio 2008 Enrico Gasbarra La Margherita, poi PD Presidente
12 febbraio 2008 27 aprile 2008 Marisa Troise Zotta Commissario prefettizio
28 aprile 2008 29 dicembre 2012 Nicola Zingaretti Partito Democratico Presidente
30 dicembre 2012 1º ottobre 2013 Umberto Postiglione Commissario prefettizio
1º ottobre 2013 31 dicembre 2014 Riccardo Carpino Commissario prefettizio

Comuni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Armoriale dei comuni della provincia di Roma.
Gonfalone della Provincia di Roma

Appartenevano alla provincia di Roma i seguenti 121 comuni:

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Comunità montane[modifica | modifica wikitesto]

Nella provincia di Roma sono presenti cinque comunità montane.

Cittadini stranieri[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2010 i cittadini stranieri residenti in provincia di Roma sono 442 818. I gruppi più numerosi sono quelli di:

fonte Istat

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN155365550 · GND: (DE4473043-3 · BNF: (FRcb11932804j (data)