Montalto Dora

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Montalto Dora
comune
Montalto Dora – Stemma Montalto Dora – Bandiera
Montalto Dora – Veduta
Panorama di Montalto Dora dal Castello
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
SindacoRenzo Galletto (listacivica) dal 26/05/2019
Territorio
Coordinate45°29′N 7°52′E / 45.483333°N 7.866667°E45.483333; 7.866667 (Montalto Dora)
Altitudine252 m s.l.m.
Superficie7,36 km²
Abitanti3 401[1] (31-12-2018)
Densità462,09 ab./km²
Comuni confinantiBorgofranco d'Ivrea, Chiaverano, Fiorano Canavese, Ivrea, Lessolo
Altre informazioni
Cod. postale10016
Prefisso0125
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001160
Cod. catastaleF420
TargaTO
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 728 GG[3]
Nome abitantimontaltesi
Patronosant'Eusebio
Giorno festivoPrima domenica di agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montalto Dora
Montalto Dora
Montalto Dora – Mappa
Localizzazione del comune di Montalto Dora nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Montalto Dora (Montàut in piemontese) è un comune italiano di 3.401 abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Da Montalto Dora, in epoca romana, passava la via delle Gallie, strada romana consolare fatta costruire da Augusto per collegare la Pianura Padana con la Gallia.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il Castello[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Castello di Montalto Dora.

Il castello di Montalto D'ora, che si erge a quota 405 metri sul monte Crovero a Montalto Dora, risale alla metà del XII secolo; ha subito nei secoli molteplici distruzioni, riedificazioni e ristrutturazioni, sino ad assumere nel 1890, con il restauro progettato da Alfredo d'Andrade, l'aspetto che grosso modo ha conservato finora.
Oggi di proprietà privata, il castello è parte integrante del borgo di epoca romana su cui sorge. Ha pianta quadrata irregolare con una doppia cinta. Un'alta torre domina la parte interna intorno al mastio, l'annessa cappella, gli ambienti in parte visitabili e il camminamento di guardia. Nell'antichità funzionava da fortezza a guardia della piana lacustre di Ivrea e della strada che conduce in Valle d'Aosta.

La parrocchiale di Sant'Eusebio[modifica | modifica wikitesto]

Dall'anno 1242 Montalto era parrocchia, sotto questo titolo. Nel 1812 la chiesa parrocchiale di Sant'Eusebio fu ristrutturata ed abbellita, durante i lavori di costruzione della strada napoleonica per Aosta. All'interno della chiesa si conservano pitture del Visetti di Montanaro ed il sepolcreto dei Vallesa.[4]

La villa Casana[modifica | modifica wikitesto]

La villa fu fatta costruire dal Barone Valesa, il quale nel 1589 aveva ricevuto in dono dal duca Vittorio Amedeo I il feudo comitale di Montalto Dora come ricompensa dei servizi prestati in qualità di governatore durante l'assedio di Torino. Inizialmente il palazzo era un castello di residenza, molto modesto e con poco giardino. Intorno al 1818 il Conte Alessandro, maggiore generale delle Regie armate e ministro di Stato, con l'aiuto dell'architetto Giuseppe Maria Talucchi trasformò la residenza in un ampio e grandioso palazzo. Dell’antico splendore oggi è rimasto il secolare cedro dell’Atlante nella parte nord del giardino, visibile dalla strada lastricata che conduce al castello. Dal 1939 al 2003 la villa è stata sede del monastero benedettino di S. Michele, in cui risiedevano le suore cistercensi di semiclausura.

La chiesetta di San Rocco[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Chiesa di San Rocco (Montalto Dora).

Costruita tra la fine del XV e l'inizio del XVI secolo, la chiesa ha interesse storico ed artistico in virtù del ciclo di affreschi che ne ricopre quasi interamente le pareti interne.

I laghi Pistono e Nero[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Lago Pistono.

Nel territorio comunale si trovano due piccoli laghi creati nel Pleistocene dall'antico ghiacciaio che percorreva la valle della Dora: il lago Nero (299 m s.l.m., a nord del paese) e il lago Pistono (280 m s.l.m., a est).

L'aviosuperficie[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio comunale, parallelamente al fiume, è stata ricavata un'aviosuperficie, censita dalla cartografia aeronautica internazionale. Per la sua posizione è un punto di interesse aeronautico importante per chi proviene dalla Valle d'Aosta, o vi si dirige. La pista ha il fondo in erba, lunghezza di 620 metri e larghezza di 30 metri, con orientamento 14-32.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo comunale

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
28 febbraio 1986 29 maggio 1990 Vilmo Chiarotto Partito Comunista Italiano Sindaco [6]
29 maggio 1990 24 aprile 1995 Vilmo Chiarotto Partito Democratico della Sinistra, Partito Comunista Italiano Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Vilmo Chiarotto centro-sinistra Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Vilmo Chiarotto centro-sinistra Sindaco [6]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Renzo Galletto centro-sinistra Sindaco [6]
8 giugno 2009 25 maggio 2014 Renzo Galletto lista civica Sindaco [6]
25 maggio 2014 in carica Rita Ippolito lista civica: per Montalto Dora Sindaco [6]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è gemellato dal 9 settembre 2007 con il comune di Cannara, in provincia di Perugia, e con la città di Settimo Torinese, nella città metropolitana di Torino.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno nell'ultima domenica di novembre si svolge una sagra del cavolo verza, manifestazione che attira turisti da molte zone del nord Italia e che celebra il prodotto più noto dell'agricoltura locale.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La società di calcio Ivrea Montalto milita nel campionato di Terza Categoria. Il campo ha sede presso la zona delle regioni Ghiare e ha una capienza di 2100 posti. La società vanta un discreto settore giovanile a livello regionale.

La squadra di basket cittadina, Pallacanestro Montalto Dora, gioca nel campionato di Serie D.

La squadra di volley femminile, A.S.D. Pallavolo Montalto Dora, milita nel campionato di Serie C.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2018.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Guida Turistica - Comune di MONTALTO DORA (TO)
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Bibliografia:

M.A.Giusti, Naturalmente giardino. Il verziere di Montalto Dora, Pendragon, Bologna 2014.

M.A.Giusti. Montalto Dora. Giardino e parco di villa Vallesa, poi Casana, in Il risveglio del giardino a cura di Paolo Cornaglia

e Maria Adriana Giusti), Pacini Fazzi ed., Lucca 2015, pp. 116–125.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN244319326
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte