Saint-Christophe (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saint-Christophe
comune
(IT) Comune di Saint-Christophe
(FR) Commune de Saint-Christophe
Saint-Christophe – Stemma Saint-Christophe – Bandiera
Saint-Christophe – Veduta
Panorama di Saint-Christophe. Al centro, il castello Passerin d'Entrèves
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneValle d'Aosta-Stemma.svg Valle d'Aosta
ProvinciaNon presente
Amministrazione
SindacoPaolo Cheney (Ensemble pour Saint-Christophe) dal 24/03/2010
Territorio
Coordinate45°45′N 7°21′E / 45.75°N 7.35°E45.75; 7.35 (Saint-Christophe)Coordinate: 45°45′N 7°21′E / 45.75°N 7.35°E45.75; 7.35 (Saint-Christophe)
Altitudine619 m s.l.m.
Superficie14,74 km²
Abitanti3 428[1] (30-11-2016)
Densità232,56 ab./km²
FrazioniAngelin, Bagnère, Bret, Chabloz, Champapon, Champ-d'Hône, Château d'Entrèves, Chaussod, Chef-Lieu, Clappey, Cognon, Condemine, Cort, Coutateppaz, La Crétaz, La Croix-Noire, Fontanalle, Gérardin, Gevé, Grand-Chemin, Grande-Charrière, Léméryaz, Loups, Maillod, Méladière, Meysettaz, Nicolin, Olleyes, Pallein, Parléaz, Pin, Prévot, Rouye, Senin, Sorreley, Thuvex, Veynes
Comuni confinantiAosta, Pollein, Quart, Roisan, Valpelline
Altre informazioni
Cod. postale11020
Prefisso0165
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT007058
Cod. catastaleH669
TargaAO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 904 GG[2]
Nome abitantisaint-christopherins (fr.)
crétoubleins (patois)
Patronosan Cristoforo
Giorno festivo25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Saint-Christophe
Saint-Christophe
Saint-Christophe – Mappa
Posizione del comune di Saint-Christophe all'interno della Valle d'Aosta
Sito istituzionale

Saint-Christophe (Sèn-Crétoublo in patois valdostano[3]) è un comune italiano di 3.428 abitanti della Valle d'Aosta.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

È situato all'adret della valle della Dora Baltea, a ridosso dell'agglomerazione del capoluogo regionale, Aosta, del quale le località Grand-Chemin, Croix-Noire e Grande-Charrière costituiscono la zona commerciale.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Essendo situato all'adret della valle, il comune gode di buona insolazione anche d'inverno. Temperature e precipitazioni sono paragonabili a quelle del capoluogo Aosta, immediatamente confinante.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale di San-Cristoforo;
  • Cappella di Veynes, dedicata a Saint Roch;
  • Cappella di Sorreley, dedicata a Saint Gothard;
  • Cappella di Senin, dedicata a Saint Michel e a Sainte Barbe;
  • Cappella di Parléaz, dedicata a Sainte Marguerite e a Saint Bernard;
  • Cappella di Nicolin, dedicata a Sainte Anne

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

L'ex casa e fattoria che furono della famiglia Roullet in località Chef-Lieu oggi ospita il complesso culturale-amministrativo del comune: hanno qui sede il municipio e la biblioteca. Il complesso è stato acquistato dall'amministrazione comunale dai Roullet e dopo il restauro durato dal 1985 al 1988, è entrato in uso nel 1996.

Aree naturali[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Saint-Christophe[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

Come nel resto della regione, anche in questo comune è diffuso il patois valdostano.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

In Località Chef-Lieu 4 ha sede la biblioteca comunale e l'auditorium comunale.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Il carnevale di Sorreley[modifica | modifica wikitesto]

Chiamato Carnaval de Chouelèy in patois valdostano, carnevale tipico tradizionale del villaggio di Sorreley[5].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte della Comunità Montana Mont Emilius.

Il municipio (in francese, Maison communale)

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
19 giugno 1985 30 maggio 1990 Augusto Bionaz uv Sindaco [6]
30 maggio 1990 29 giugno 1993 Augusto Bionaz uv Sindaco [6]
29 giugno 1993 29 maggio 1995 Ezio Pasquettaz uv Sindaco [6]
29 maggio 1995 8 maggio 2000 Paolo Cheney uv Sindaco [6]
8 maggio 2000 9 maggio 2005 Paolo Cheney lista civica Sindaco [6]
9 maggio 2005 19 marzo 2008 Augusto Bionaz lista civica Sindaco [6]
19 marzo 2008 24 maggio 2010 François Desandrè lista civica Sindaco [6]
24 maggio 2010 11 maggio 2015 Paolo Cheney lista civica Sindaco [6]
11 maggio 2015 in carica Paolo Cheney lista civica Sindaco [6]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio locale è denominata Associazione Sportiva Dilettantistica Vallée d'Aoste Saint-Christophe e milita nel campionato di Serie D.

Saint-Christophe è l'unico comune valdostano in cui si praticano tutti e quattro gli sport tradizionali valdostani: si gioca sia a fiolet, che a palet, a tsan e a rebatta.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2016.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 562.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ (FR) Il carnevale di Sorreley
  6. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/
  7. ^ Dati 2011. Cfr. Anna Maria Pioletti (a cura di), Giochi, sport tradizionali e società. Viaggio tra la Valle d'Aosta, l'Italia e l'Unione Europea, Quart (AO), Musumeci, 2012, pp. 74-100, ISBN 978-88-7032-878-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN233917414