Saint-Nicolas (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Saint-Nicolas
comune
(IT) Comune di Saint-Nicolas
(FR) Commune de Saint-Nicolas
Saint-Nicolas – Stemma Saint-Nicolas – Bandiera
Saint-Nicolas – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneValle d'Aosta-Stemma.svg Valle d'Aosta
ProvinciaNon presente
Amministrazione
SindacoDavide Sapinet (lista civica Pour le pays) dal 24/05/2010
Lingue ufficialiFrancese, italiano
Territorio
Coordinate45°43′N 7°10′E / 45.716667°N 7.166667°E45.716667; 7.166667 (Saint-Nicolas)Coordinate: 45°43′N 7°10′E / 45.716667°N 7.166667°E45.716667; 7.166667 (Saint-Nicolas)
Altitudine1 200 m s.l.m.
Superficie15,46 km²
Abitanti310[1] (30-6-2018)
Densità20,05 ab./km²
FrazioniVens, Cerlogne, Chez Louitoz, Clavel, Fossaz Dessous, Fossaz Dessus, La Cure, Chaillod, Ravoise, Persod, Petit Sarriod, Grand Sarriod, Gerbore, Ferrère, Gratillon, Lyveroulaz, Évian
Comuni confinantiArvier, Avise, Saint-Pierre, Villeneuve
Altre informazioni
Cod. postale11010
Prefisso0165
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT007061
Cod. catastaleH672
TargaAO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona F, 4 032 GG[2]
Nome abitantisaint-nicolaëns
Patronosan Nicola
Giorno festivo9 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Saint-Nicolas
Saint-Nicolas
Saint-Nicolas – Mappa
Posizione del comune di Saint-Nicolas all'interno della Valle d'Aosta
Sito istituzionale

Saint-Nicolas è un comune italiano di 310 abitanti della Valle d'Aosta.

Citazioni[modifica | modifica wikitesto]

(FR)

«À quoi bon des châteaux ? J'aime mieux des greniers.
Ce qui charme les yeux, ne remplit pas la bouche.
Avoir assez de pain ; voilà ce qui me touche !
(...) Si mes épis dorés ne faisaient ma richesse,
Je produirais alors mes titres de noblesse.
(...) Je trouve le repos au sommet des montagnes.
Et je cultive en paix mes fertiles campagnes.
Riche de mes moissons, je nourris mes enfants,
Et je fais vivre ailleurs des milliers d'habitants.»

(IT)

«A cosa servono i castelli? Amo di più i fienili
Ciò che affascina gli occhi, non riempie la bocca.
Avere abbastanza pane; ecco cosa mi emoziona!
(...) Se le mie spighe dorate non fossero la mia ricchezza,
Produrrei titoli di nobiltà.
(...) Trovo il mio riposo sulle cime delle montagne.
E coltivo in pace le mie fertili campagne.
Con i miei ricchi raccolti nutro i miei figli,
E lascio vivere altrove migliaia di persone.»

(Léon-Clément Gérard, La Vallée d'Aoste sur la scène - 1862[3])

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Le piramidi di terra

A fianco al paese scorre il torrente Gaboé, che dà vita al particolare fenomeno geologico dei calanchi, qui detti "piramidi di terra". Sono numerosi i percorsi attrezzati per mountain bike e le passeggiate che partono dal paese, come quelle nel "Bois de la Tour", il bosco corredato dal percorso didattico-naturalistico del promontorio sopra il paese.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

In passato questo luogo era denominato Cyvoix (in francese, ca. da questa parte della voce), opposto a Voix (= voce), che indicava l'attuale comune di Rhêmes-Saint-Georges, per l'eco prodotta dalle pareti della val di Rhêmes. La parola greca Rhêma, che denomina la valle, ha lo stesso significato. A partire dal 1400 circa, i due comuni hanno preso il nome del Santo Patrono[5].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Amedeo IV di Savoia nel 1244 concesse a Guglielmo Sarriod di costruire una casaforte nella frazione di Sarriod, da cui deriva il nome della nobile famiglia.[6]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • i calanchi detti piramidi di terra[7]
  • il bosco - parco didattico "Bois de la Tour"
  • il monumento a Jean-Baptiste Cerlogne
  • Nel villaggio di Sarriod sorgeva in epoca medievale la Casaforte dei Sarriod[8]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Biblioteche[modifica | modifica wikitesto]

In Frazione Fossaz Dessous ha sede la biblioteca comunale.

Musei[modifica | modifica wikitesto]

A Saint-Nicolas si trovano tre musei:

Il Centre d'études francoprovençales (CEFP)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Centre d'études francoprovençales.
Il Centre d'études francoprovençales "René Willien".

Nel villaggio di Fossaz-dessus si trova la sede di uno dei più importanti centri di studio della lingua francoprovenzale.

Il Musée Joseph Gerbore[modifica | modifica wikitesto]

Il museo Gerbore (Musée Joseph Gerbore), situato al villaggio di Lyverloulaz, ha come scopo di presentare l'impatto della meccanizzazione dell'agricoltura sulla vita dei Valdostani, attraverso l'esperienza di Joseph Gerbore. Questo progetto museale, finanziato dal comune di Saint-Nicolas, dalla regione Valle d'Aosta e dall'Unione europea, ha permesso l'allestimento della mostra Le temps des pionniers, nella Maison de la Tôr, al centro del villaggio di Lyveroulaz.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Artigianato[modifica | modifica wikitesto]

Importante e tipica è la lavorazione del legno finalizzata alla realizzazione di vari oggetti, quali statuine e sabot.[10]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
26 giugno 1985 24 maggio 1990 Giovanni Gerbore - Sindaco [11]
24 maggio 1990 29 maggio 1995 Giovanni Gerbore - Sindaco [11]
29 maggio 1995 8 maggio 2000 Bruno Domaine - Sindaco [11]
8 maggio 2000 9 maggio 2005 Bruno Domaine lista civica Sindaco [11]
9 maggio 2005 24 maggio 2010 Bruno Domaine lista civica Sindaco [11]
24 maggio 2010 11 maggio 2015 Louis Albert Henry lista civica Sindaco [11]
26 maggio 2015 in carica Davide Sapinet Sindaco [11]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte della Comunità Montana Grand Paradis.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2018.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Comune di Saint-Nicolas - Storia
  4. ^ Le zone sismiche in Italia: Valle-Aosta, statistica 2006, www.abspace.it
  5. ^ Abbé Joseph-Marie Henry, Vieux noms patois de localités valdôtaines, Imprimerie catholique, Aosta, 1936.
  6. ^ André Zanotto, Castelli valdostani, Quart (AO), Musumeci, 2002 [1980], p. 139, ISBN 88-7032-049-9.
  7. ^ Comune di Saint-Nicolas
  8. ^ André Zanotto, Castelli valdostani, Quart (AO), Musumeci, 2002 [1980], p. 139, ISBN 88-7032-049-9.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 1, Roma, A.C.I., 1985, p. 3.
  11. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN241224475 · GND (DE4686831-8