Monticello Conte Otto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monticello Conte Otto
comune
Monticello Conte Otto – Stemma
Chiesa di San Matteo apostolo a Cavazzale
Chiesa di San Matteo apostolo a Cavazzale
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Vicenza-Stemma.png Vicenza
Amministrazione
Sindaco Claudio Benincà (centrodestra) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate 45°36′N 11°35′E / 45.6°N 11.583333°E45.6; 11.583333 (Monticello Conte Otto)Coordinate: 45°36′N 11°35′E / 45.6°N 11.583333°E45.6; 11.583333 (Monticello Conte Otto)
Altitudine 42 m s.l.m.
Superficie 10,24 km²
Abitanti 9 098[2] (31-12-2015)
Densità 888,48 ab./km²
Frazioni Cavazzale, Vigardolo[1]
Comuni confinanti Bolzano Vicentino, Dueville, Sandrigo, Vicenza
Altre informazioni
Cod. postale 36010
Prefisso 0444
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 024067
Cod. catastale F675
Targa VI
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Cl. climatica zona E, 2 376 GG[3]
Nome abitanti monticellesi
Patrono Natività di Maria
Giorno festivo 8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Monticello Conte Otto
Monticello Conte Otto
Posizione del comune di Monticello Conte Otto all'interno della provincia di Vicenza
Posizione del comune di Monticello Conte Otto all'interno della provincia di Vicenza
Sito istituzionale

Monticello Conte Otto (Monteçèlo Cónte Óto in veneto[4]) è un comune italiano di 9 098 abitanti[2] della provincia di Vicenza in Veneto.

Il centro più popoloso ed importante del comune è Cavazzale, dove si trovano i principali servizi pubblici ed attività commerciali. La sede municipale è però rimasta a Monticello Conte Otto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Storia del territorio vicentino.

Toponimi[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della località "Monticello Conte Otto" deriva da quello del conte Ottone, che la ottenne in feudo dal vescovo di Vicenza[5]. Monticello Conte Otto è nominato nel 1118 e, quando divenne comune, si chiamava Monticellum Domini Octonis (piccolo monte, da quel rilievo del terreno che ancora oggi si può notare a nord della scuola materna parrocchiale; Domini Octonis, del Signore Ottone, dal nome del feudatario Ottone Bonamici).

"Cavazzale" significa capo, termine, perché lì terminava il bosco della città di Vicenza.

"Vigardolo" deriva dal latino vicus, cioè villaggio.

Medioevo[modifica | modifica wikitesto]

La piú antica notizia relativa alla presenza di un castello a Vigardolo è reperibile nei Confinii colturarum, redatti nel 1277[6], anno nel quale il castello doveva essere in efficienza, mentre nel 1435 veniva già indicato come castrum antiquum, nel senso di castello abbandonato e diroccato[7].

I documenti successivi, che riguardano i beni della famiglia Valmarana a Vigardolo, ivi compresa la casa con la roggia nei pressi del castello diroccato, fanno ritenere che esso sorgesse sull'area in seguito occupata dalla cinquecentesca Villa Valmarana. L'ipotesi è confortata dalla poderosa struttura di base dell'edificio, dal modo in cui sono disposte le adiacenze e dal fatto che la villa dispone di sotterranei — da tempo inagibili — di chiara origine medioevale[8].

Nell’Alto Medioevo il territorio di Monticello era quasi del tutto coperto di bosco, da paludi e acquitrini, anche per le esondazioni del fiume Astico. Dopo la deviazione del fiume verso est, nel XII secolo cominciarono il disboscamento e la bonifica, e quindi l’insediamento dei primi abitanti, che si organizzarono dando vita a tre piccole comunità rurali con propria organizzazione amministrativa, con a capo il decano, due governatori e alcuni consiglieri[9].

Nel 1353 - durante la signoria scaligera - Monticello ottenne importanti privilegi dal Comune di Vicenza, dovendo a sue spese condurre l’acqua della roggia Tribolo nelle fosse della città di Vicenza in Borgo Scroffa, fino alla Porta di Santa Lucia. Sembra che questo flusso sia stato mantenuto fino al XVIII secolo; probabilmente il canale fu interrato durante i lavori di costruzione del Cimitero Maggiore della città.

L'abitato di Cavazzale è nominato per la prima volta nel 1262 nel Register possessionum che il Comune di Vicenza redasse dopo che si era liberato della signoria di Ezzelino III da Romano; si diede un'organizzazione comunale fra la fine del XV e l’inizio del XVI secolo.

Vigardolo è pure nominato per la prima volta nel 1262, quando aveva già una propria organizzazione comunale e, probabilmente, anche la chiesa, che già esisteva nel 1297. La chiesa di Monticello fu invece costruita nel 1359 da Clemente della famiglia Thiene, feudataria del luogo, e quella di Cavazzale fu edificata tra il 1482 e il 1485 dagli abitanti della località[9].

Età moderna[modifica | modifica wikitesto]

Sotto il dominio della Serenissima - alla quale Vicenza si era sottomessa nel 1404 - la popolazione viveva esclusivamente di agricoltura, lavorando la terra di proprietà in gran parte dei conti Thiene a Monticello, dei conti Valmarana a Vigardolo e dei conti Conte e dei conti Garzadori a Cavazzale.

Età contemporanea[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1807 l’organizzazione amministrativa dei tre piccoli comuni fu radicalmente cambiata dal governo francese che, soppressi quelli di Vigardolo e Cavazzale, costituì l’attuale comune di Monticello Conte Otto entro gli attuali confini, con una superficie di 10,19 km² e una popolazione di 1099 abitanti.

Nell'Ottocento sul territorio nacquero le prime industrie - la manifattura ceramica a Monticello nel 1830 e un canapificio a Cavazzale nel 1876 - che diedero lavoro e benessere a molte famiglie e favorirono il graduale e costante aumento della popolazione.

Nel secondo dopoguerra, nonostante la chiusura del canapificio nel 1957, si sviluppò un gran numero di piccole industrie e botteghe artigiane, mentre al posto del canapificio sorse una grande industria, la SIVI, attività che furono fonte di lavoro per centinaia di operai e impiegati, con la conseguenza di un notevole benessere economico e sviluppo del settore terziario. Corrispondentemente si ebbe un imponente sviluppo edilizio, con forte aumento della popolazione residente[9].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo, nel capoluogo
  • Chiesa parrocchiale dei Santi Floriano e Valentino, a Vigardolo
  • Chiesa parrocchiale di San Matteo Apostolo, a Cavazzale

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Villa Valmarana Bressan a Vigardolo

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[10]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

A Monticello, capoluogo e frazioni, vi sono tre scuole dell'infanzia, tre scuole primarie e una scuola secondaria inferiore.

A Cavazzale vi è anche la Biblioteca civica "Dino Buzzati", che fa parte della rete di biblioteche vicentine.

Persone legate a Monticello Conte Otto[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2009 2014 Monica Settimo Sindaco
2014 in carica Claudio Benincà Uniti Con Voi Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ambito calcistico la squadra del paese è la Junior Monticello, nata nell'estate 2010 dopo la fusione fra Palladiana Vigardolo e Cavazzale e che milita nella Terza Categoria della provincia di Vicenza. La Junior Monticello può vantare anche una squadra di calcio a 5, che partecipa al campionato di Serie D Veneto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Monticello Conte Otto - Statuto.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Toponomastica Padana (PDF), La Libera Compagnia Padana. URL consultato il 5 settembre 2015.
  5. ^ Mantese, 1952, pp. 157-58
  6. ^ Nei quali si legge: "iterum incipit fossatus... in flumine Triboli partim de sopra fossatum Castri de Vigardulo dimittendo castrum et villam de Vigardulo de foris versus mane..."
  7. ^ Questa espressione si trova in un atto d'investitura dalla badessa benedettina Verde Repeta a Nicolò Valmarana de una pecia terre... posita in contracta dicte ville prope castrum antiquum dicte ville
  8. ^ Antonio Canova e Giovanni Mantese, I castelli medievali del vicentino, Accademia Olimpica, Vicenza, 1979,pp. 88-89}}
  9. ^ a b c Sito del Comune - Storia
  10. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Comune di Monticello Conte Otto, Poeti e scrittori di Monticello Conte Otto, Fara Vicentino : Grafiche Leoni, 2005
  • Giovanni Bressan, Monticello Conte Otto, Cavazzale, Vigardolo: memorie storiche, Monticello Conte Otto, 1982
  • Giovanni Bressan, Mariano Illetterati, Vittorio Giacomin, Cavazzale e i Roi, Marostica, Banca Popolare Di Marostica, 2000
  • Giovanni Bressan, Toponomastica antica del comune di Monticello Conte Otto, Monticello Conte Otto, 1998
  • Vittorio Giacomin, Le ville di Monticello Conte Otto
  • Vittorio Giacomin, Renzo Perini, Villa Valmarana Bressan, Vigardolo, 1992
  • Mariano Illetterati, Andrea Muraro, Galliano Rosset, Astichello e dintorni: la vita, la storia e l'arte della comunita di Cavazzale lungo le sponde del fiume amato dal poeta Giacomo Zanella, Vicenza, Editrice veneta, 2006
  • Giovanni Mantese, Memorie storiche della Chiesa vicentina, I, Dalle origini al Mille, Vicenza, Accademia Olimpica, 1952 (ristampa 2002).
  • Giovanni Mantese, Memorie storiche della Chiesa vicentina, II, Dal Mille al Milletrecento, Vicenza, Accademia Olimpica, 1954 (ristampa 2002).
  • Giovanni Mantese, Memorie storiche della Chiesa vicentina, III/1, Il Trecento, Vicenza, Accademia Olimpica, 1958 (ristampa 2002).
  • Danilo Pellegrin, Monticello Conte Otto: immagini e storia, Vicenza, Editrice veneta, 2008
  • Davino Pesce, Monticello co. Otto e la sua storia, Vicenza, Tip. Commerciale, 1922

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN141786676
Vicenza Portale Vicenza: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Vicenza