Strada statale 131 Diramazione Centrale Nuorese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Strada statale 131
Diramazione Centrale Nuorese
Strada Statale 131dir-centr Italia m.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
Regioni  Sardegna
Province  Oristano
  Nuoro
  Sassari
Italia - mappa strada statale 131 d.c.n..svg
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioSS 131 presso Abbasanta
FineSS 729 presso Olbia
Lunghezza144,000[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 24/06/1972 - G.U. 268 13/10/1972[2]
GestoreANAS
La 131 dcn presso Olbia

La strada statale 131 Diramazione Centrale Nuorese[2] (SS 131 d.c.n.) è una importante strada statale italiana della Sardegna che, diramandosi dalla strada statale 131 Carlo Felice (bivio di Abbasanta nel cuore della Sardegna), porta a Nuoro, e a Olbia. La 131 Dcn è di particolare interesse in quanto collega le attigue aree del nuorese, come Baronie (Orosei, Galtellì), Mamoiada, Dorgali e di Bitti, nonché il capoluogo provinciale stesso, con le arterie stradali principali per il Porto e l'Aeroporto di Olbia, infrastrutture di riferimento e più vicine. Inoltre grazie all'innesto con la SS 129 Trasversale Sarda, anche tramite la SP 27 a Ottana, è la via più veloce per il Porto di Porto Torres o l'Aeroporto di Alghero-Fertilia.

Nonostante il suo tracciato sia di superstrada ad alto scorrimento, la statale è classificata come strada extraurbana secondaria, avente limite di velocità 90 km/h. In alcuni tratti è classificata come strada extraurbana principale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo progetto di collegare la città di Nuoro al capoluogo sardo con una strada a 4 corsie risale al piano della Cassa per il Mezzogiorno degli anni 1950/1962. La Cassa aveva già approvato il progetto di massima della Cagliari-Oniferi-Nuoro e si accingeva ad approvare anche la Nuoro Siniscola e il collegamento con la Strada statale 125 Orientale Sarda per Olbia.[3] Negli anni 70 viene inaugurata[2]

Il primo tratto costruito, inizialmente a due sole corsie, una per senso di marcia, inaugurato nel 1968, collega la SS 131 all'altezza di Abbasanta con Ottana ed il suo nuovo polo chimico industriale (Anic-Montefibre) per poi proseguire da qui per Nuoro, al cui ingresso si congiunge con la SS 389 proveniente da Bitti- Orune . Il vecchio tracciato a 2 corsie si snoda all'altezza del paese di Sedilo, costeggiando il lago Omodeo e il rinomato santuario di San Costantino, ove tutti gli anni si corre la famosissima "Ardia" a cavallo. Ciò, prima della sua variazione e dell'ampliamento con la trasformazione dell'arteria che, dal 1978 diviene a 4 corsie, scostandosi in diversi punti dal vecchio tracciato e proprio all'altezza di Sedilo, con la realizzazione della nuovissima Galleria "Santu Antine". Il tracciato originario è una strada caratterizzata da scarsa segnaletica e dotata solo recentemente, a metà degli anni 2000 dello spartitraffico centrale.

Nel 1984 fu aperto il tratto di circa 11 km, che mancava a congiungere i due tronconi a 4 corsie (Abbasanta-Nuoro sud e Nuoro Nord-Siniscola/Posada), e che ora consente di arrivare fino a Posada evitando di attraversare la città di Nuoro e dover percorrere diversi kilometri di curve della s.p.24 (vecchia Nuoro-Siniscola). È un tratto di strada molto panoramico , formato da diversi alti viadotti ed inizia con la galleria di Pratosardo, e arriva fino al bivio di Nuoro- Orune in località Marreri.

Nel corso della fine degli anni 1980 e dei primi anni 1990, furono progettati e realizzati parte degli ultimi 40 km, che avrebbero collegato Siniscola ad Olbia. Intanto, verso l'anno 2000, sono partiti i lavori per rendere sicuro il tratto Nuoro-Siniscola, con la messa in posa dello spartitraffico e l'allargamento delle corsie. Nella primavera del 2005, fu finalmente completato l'ultimo tratto mancante, i 9 km che separavano San Teodoro dalla piccola frazione di Ovilò: si tratta di un tracciato con ampie gallerie e lunghi viadotti e a basso impatto ambientale e visivo.

Nel corso della fine del 2006 fu realizzato lo spartitraffico centrale anche nel tracciato Abbasanta-Nuoro.I lavori sono caratterizzati da lunghe pause e dalla realizzazione di tratti non collegati tra loro, cosicché la strada per Olbia attraverso un continuo alternarsi di "strada vecchia" e "strada nuova", vede finalmente il suo definitivo completamento alla fine del primo decennio degli anni 2000.

La SS 131 d.c.n. oggi appare come una moderna strada nel tratto Olbia-Posada; nonostante l'allargamento delle corsie, nel tratto Posada-Abbasanta molti sono ancora i punti in cui le carreggiate sono effettivamente strette e la guida può risultare pericolosa. Sono del tutto assenti gli incroci a raso, anche se lo svincolo di Ottana è sprovvisto di corsie di accelerazione e decelerazione.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La SS 131 d.c.n. ha origine nel comune di Abbasanta, dalla strada statale 131 Carlo Felice, e in quanto superstrada non attraversa nessun centro abitato ma ha numerose uscite per poter arrivare nei comuni e nelle strade limitrofe al suo tracciato: Ghilarza, Soddì, Sedilo (dopo il quale entra nel nuorese), Ottana, Oniferi e Nuoro (strada statale 129 Trasversale Sarda).

Superata l'uscita per Nuoro, la strada prosegue verso nord-est e si trovano le uscite per Orune, Lula-Dorgali, Siniscola (sud e nord), Posada-Torpè e Posada nord. Entra quindi nella provincia di Sassari, in comune di Budoni; la prima uscita è quella di Limpiddu, quindi Budoni (parallela alla strada statale 125 Orientale Sarda), Agrustos e San Teodoro. Termina infine poco a sud di Olbia, dopo le uscite di Ovilò, Santa Giusta, Loiri-Porto San Paolo e Trudda, immettendosi sulla circonvallazione di Olbia in corrispondenza dello svincolo sulla SS 729 Sassari-Olbia.

Dettaglio[modifica | modifica wikitesto]

Strada Statale 131dir-centr Italia m.svg
Diramazione Centrale Nuorese
Tipo Indicazione km Provincia
AB-Kreuz-blau.svg Italian traffic signs - strada europea 25.svg Strada Statale 131 Italia.svg Carlo Felice
Cagliari - Oristano - Macomer - Sassari
0,0 OR
AB-AS-blau.svg Abbasanta
Fordongianus
1,8
AB-AS-blau.svg Ghilarza
Sorradile
4,8
AB-AS-blau.svg Aidomaggiore 8,9
AB-AS-blau.svg Italian traffic signs - icona mare fiume lago.svg Lago Omodeo 10,8
AB-AS-blau.svg Sedilo Sud 13,3
AB-AS-blau.svg Sedilo Nord 15,2
AB-AS-blau.svg Olzai
Teti
19,8 NU
AB-AS-blau.svg Ottana
Strada Statale 128 Italia.svg Centrale Sarda - Strada Statale 129 Italia.svg Trasversale Sarda - Bolotana
26,1
AB-AS-blau.svg Orotelli - Orani
Strada Statale 537 Italia.svg di Ghilarza
31,8
AB-AS-blau.svg Orotelli 38,0
AB-AS-blau.svg Strada Statale 128 Italia.svg Centrale Sarda
Oniferi - Macomer
40,1
AB-AS-blau.svg Strada Statale 129 Italia.svg Trasversale Sarda
Macomer - Sassari
42,1
AB-AS-blau.svg Strada Statale 389 Italia.svg Strada statale 389 var Nuoro-Lanusei - Nuoro 50,1
AB-AS-blau.svg Nuoro-La Solitudine
Orune
60,9
AB-AS-blau.svg Lula - Bitti - Dorgali
Oliena - Orosei
70,3
AB-AS-blau.svg Siniscola - Orosei
Lodè
93,5
AB-AS-blau.svg Strada Statale 125 Italia.svg Orientale Sarda - Siniscola
Orosei
98,2
AB-AS-blau.svg Posada - Torpè
Strada Statale 125 Italia.svg Orientale Sarda
103,4
AB-AS-blau.svg Strada Statale 125 Italia.svg Orientale Sarda
Posada - Budoni
106,5
AB-AS-blau.svg Strada Statale 125 Italia.svg Orientale Sarda - Budoni Sud 111,4 SS
AB-AS-blau.svg Strada Statale 125 Italia.svg Orientale Sarda - Budoni Nord
Agrustos
115,6
AB-AS-blau.svg San Teodoro
Strada Statale 125 Italia.svg Orientale Sarda
122,3
AB-AS-blau.svg Ovilò - Padru
San Teodoro
129,8
AB-AS-blau.svg Vaccileddi - Santa Giusta 131,4
AB-AS-blau.svg Trudda - La Castagna
Loiri
136,1
AB-Kreuz-blau.svg Italian traffic signs - strada europea 840.svg Strada Statale 729 Italia.svg Sassari-Olbia
Olbia - Sassari - Porto Torres - Alghero
144,0
Italian traffic signs - strada a viabilità ordinaria.svg Circonvallazione di Olbia
Italian traffic signs - icona mare fiume lago.svg Costa Smeralda - Arzachena - Golfo Aranci
144,0

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Il lungo rettifilo di Ottana, direzione ovest
Il lungo rettifilo fra il monte Pitzinnu e la valle di Marreri, direzione ovest

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Adeguamento dei canoni e dei corrispettivi dovuti per l'anno 2012 per la pubblicità stradale, su stradeanas.it, ANAS, p. 26.
  2. ^ a b c Elenco delle strade statali e delle autostrade, ANAS, 1992
  3. ^ 4 - La Viabilità 1950-1942 (PDF), su aset.acs.beniculturali.it, p. 339 (346).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]