Nughedu Santa Vittoria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nughedu Santa Vittoria
comune
(IT) Nughèdu Santa Vittòria
(SC) Nughèdu Santa 'Itòria
Nughedu Santa Vittoria – Stemma Nughedu Santa Vittoria – Bandiera
Nughedu Santa Vittoria – Veduta
La chiesa parrocchiale
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Oristano-Stemma.svg Oristano
Amministrazione
SindacoFrancesco Mura (lista civica) dal 27/05/2013
Territorio
Coordinate40°06′04″N 8°57′05″E / 40.101111°N 8.951389°E40.101111; 8.951389 (Nughedu Santa Vittoria)Coordinate: 40°06′04″N 8°57′05″E / 40.101111°N 8.951389°E40.101111; 8.951389 (Nughedu Santa Vittoria)
Altitudine533 m s.l.m.
Superficie28,57 km²
Abitanti474[1] (30-11-2017)
Densità16,59 ab./km²
Comuni confinantiArdauli, Austis (NU), Bidonì, Neoneli, Olzai (NU), Sorradile
Altre informazioni
Cod. postale09080
Prefisso0783
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT095034
Cod. catastaleF974
TargaOR
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti(IT) nughedesi
(SC) nughedesos
PatronoSan Giacomo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Nughedu Santa Vittoria
Nughedu Santa Vittoria
Nughedu Santa Vittoria – Mappa
Posizione del comune di Nughedu Santa Vittoria all'interno della provincia di Oristano
Sito istituzionale

Nughedu Santa Vittoria è un comune italiano di 474 abitanti della provincia di Oristano in Sardegna, nella regione storica del Barigadu.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area fu abitata già in epoca prenuragica e nuragica, per la presenza nel territorio di diversi siti archeologici tra cui domus de janas, megalitismo e un protonuraghe.

Nel medioevo appartenne al Giudicato di Arborea e fece parte, con il nome di Nugheddu, della curatoria di Parte Barigadu. Alla caduta del giudicato (1420) passò sotto il dominio aragonese e divenne un feudo. Nel 1773 fu incorporato nel marchesato di San Vittorio, concesso insieme a Bidonì e Sorradile ai Todde. Venne riscattato nel 1839 ai Pes, ultimi feudatari, con la soppressione del sistema feudale.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Siti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

La necropoli prenuragica di Sas Arzolas de Goi

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Giacomo: è una chiesa seicentesca che si trova al centro del paese e ha la facciata divisa in due ordini da una cornice a dentelli, sottolineata da un corso di formelle in cui si alternano punte di diamante e rosette, presenta in asse con il rosone, un bel portale tardomanieristico a timpano curvilineo. L'interno della chiesa segue la tradizione gotico-catalana con un'aula mononavata con archi a sesto acuto e con cappelle laterali tra contrafforti. Le cappelle laterali sono voltate a botte e si raccordano all'aula mediante arconi a tutto sesto in conci lisci di trachite rossa;
  • novenario di San Basilio,
  • in località Pranu Santa Vittoria, dove in passato sorgeva un antico monastero benedettino, restano ancora oggi i ruderi della chiesa dedicata a santa Vittoria.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT[3] al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 9 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Romania 6 1,15%

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La variante del sardo parlata a Nughedu Santa Vittoria è riconducibile alla Limba de mesania.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Il museo naturalistico Oasi d'Assai si trova in una località detta Alamoju. All'interno del museo sono esposti reperti di fauna sarda, una riproduzione del territorio naturale della foresta, è presente una xiloteca ed una collezione di minerali e fossili di provenienza isolana. Il monte Santa Vittoria presso il bosco d'Assai ospita un'oasi faunistica dove sono presenti numerosi daini. Il bosco è caratterizzato dalla presenza di lecci e sughere secolari.

Feste[modifica | modifica wikitesto]

  • San Giacomo: 24-25 luglio
  • Sant'Anna: 26 luglio
  • San Basilio: dal 24 agosto al 1º settembre
  • Santa Vittoria: prima domenica di agosto
  • Sant’Antonio Abate: 16/17 gennaio

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Statistiche demografiche ISTAT

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna