Baratili San Pietro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Baratili San Pietro
comune
Baratili San Pietro – Stemma Baratili San Pietro – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Provincia di Oristano-Stemma.svg Oristano
Amministrazione
Sindaco Alberto Pippia (lista civica) dall'11-6-2017
Territorio
Coordinate 39°59′34″N 8°33′20″E / 39.992778°N 8.555556°E39.992778; 8.555556 (Baratili San Pietro)Coordinate: 39°59′34″N 8°33′20″E / 39.992778°N 8.555556°E39.992778; 8.555556 (Baratili San Pietro)
Altitudine 11 m s.l.m.
Superficie 6,1 km²
Abitanti 1 315[1] (28-2-2017)
Densità 215,57 ab./km²
Comuni confinanti Oristano, Riola Sardo, San Vero Milis, Zeddiani, Nurachi.
Altre informazioni
Cod. postale 09070
Prefisso 0783
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 095011
Cod. catastale A621
Targa OR
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti baratilesi
Patrono san Pietro
Giorno festivo 29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Baratili San Pietro
Baratili San Pietro
Baratili San Pietro – Mappa
Posizione del comune di Baratili San Pietro all'interno della provincia di Oristano
Sito istituzionale

Baratili San Pietro (Boàtiri in sardo) è un comune italiano di 1 315 abitanti della provincia di Oristano in Sardegna, nella regione del Campidano di Oristano, ad una distanza di meno di 10 km dalla costa marina, in cui spiccano incontaminati i paesaggi della penisola del Sinis.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Territorio abitato in epoca fenicia, dipendente da Tharros, nel Medioevo appartenne al Giudicato d'Arborea e fece parte della curatoria del Campidano di Oristano, col solo nome di Baratili. Nel 1410 entrò a far parte del Marchesato di Oristano, concesso prima ai Cubello e poi a Leonardo Alagon. Alla definitiva sconfitta degli arborensi divenne un feudo aragonese. Nel 1767 fu incorporato nel Marchesato d'Arcais, feudo dei Flores Nurra, ai quali fu riscattato nel 1838.

Nel 1864 la denominazione del Comune divenne quella di Baratili San Pietro. Nel 1927 il comune fu soppresso e aggregato a quello di Riola Sardo. Recuperò la propria autonomia nel 1945.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]


Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Gastronomia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è particolarmente rinomato per un vino bianco da dessert, la "Vernaccia", nome del vitigno tipico che domina i paesaggi pianeggianti. Annualmente, nel periodo di agosto, si svolge la tipica sagra, nominata "sagra della vernaccia"

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 28 febbraio 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna