Suni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima antilope, vedi Neotragus moschatus.
Suni
comune
(IT) Sùni
(SC) Sùne
Suni – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Oristano-Stemma.svg Oristano
Amministrazione
SindacoAngelo Demetrio Cherchi (lista civica) dal 31-5-2015
Territorio
Coordinate40°16′51.01″N 8°33′00.71″E / 40.280835°N 8.550196°E40.280835; 8.550196 (Suni)Coordinate: 40°16′51.01″N 8°33′00.71″E / 40.280835°N 8.550196°E40.280835; 8.550196 (Suni)
Altitudine340 m s.l.m.
Superficie47,46 km²
Abitanti1 051[2] (31-10-2018)
Densità22,14 ab./km²
Comuni confinantiBosa, Flussio, Modolo, Pozzomaggiore (SS), Sagama, Sindia (NU), Tinnura
Altre informazioni
Cod. postale09090
Prefisso0785
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT095087
Cod. catastaleL006
TargaOR
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti(IT) sunesi
(SC) sunesos
PatronoSanta Maria della Neve
Giorno festivo5 agosto[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Suni
Suni
Suni – Mappa
Posizione del comune di Suni all'interno della provincia di Oristano
Sito istituzionale

Suni (Sune in sardo) è un comune italiano di 1 051 abitanti della provincia di Oristano in Sardegna, nella antica regione della Planargia. Fa parte della diocesi di Alghero-Bosa. Dista 53 km da Alghero e 58 km da Oristano.

Nuraghe Nurradeo

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area fu abitata già in epoca prenuragica, nuragica e romana, per la presenza sul territorio di numerose testimonianze archeologiche, tra cui domus de janas, necropoli ipogeiche e nuraghi.

Nel medioevo appartenne al Giudicato di Torres e fece parte della curatoria della Planargia. Alla caduta del giudicato (1259) venne governato dai Malaspina e successivamente (1308) entrò a far parte del Giudicato di Arborea. Intorno al 1420 passò sotto il dominio del Regno di Sardegna aragonese e divenne un feudo, concesso inizialmente alla famiglia Villamarina, per poi essere incorporato nel XVIII secolo dai Savoia insieme a Flussio nel marchesato della Planargia, feudo dei Paliaccio. Fu riscattato agli ultimi feudatari nel 1839 con la soppressione del sistema feudale.

Ai sensi della Legge Regionale n. 10 del 13 ottobre 2003, che ha ridefinito le circoscrizioni delle nuove province sarde, il comune di Suni è passato dalla Provincia di Nuoro alla Provincia di Oristano.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La variante del sardo parlata a Suni è quella logudorese centrale o comune.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ comune.suni.or.it, http://www.comune.suni.or.it/dettagli.aspx?c=1&sc=8&id=2&tbl=eventi. URL consultato il 26 settembre 2018.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 ottobre 2018.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN235741307
Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna