Neoneli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Neoneli
comune
(IT) Neonèli
(SC) Neunèle
Neoneli – Stemma
Neoneli – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Oristano-Stemma.svg Oristano
Amministrazione
SindacoSalvatore Cau (lista civica) dal 31/05/2015
Territorio
Coordinate40°03′55″N 8°56′49″E / 40.065278°N 8.946944°E40.065278; 8.946944 (Neoneli)Coordinate: 40°03′55″N 8°56′49″E / 40.065278°N 8.946944°E40.065278; 8.946944 (Neoneli)
Altitudine554 m s.l.m.
Superficie48,01 km²
Abitanti682[1] (30-11-2017)
Densità14,21 ab./km²
Comuni confinantiArdauli, Austis (NU), Nughedu Santa Vittoria, Ortueri (NU), Sorgono (NU), Ula Tirso
Altre informazioni
Cod. postale09080
Prefisso0783
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT095032
Cod. catastaleF867
TargaOR
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona D, 1 686 GG[2]
Nome abitanti(IT) neonelesi
(SC) neunelesos
Patronosan Pietro
Giorno festivo29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Neoneli
Neoneli
Neoneli – Mappa
Posizione del comune di Neoneli all'interno della provincia di Oristano
Sito istituzionale

Neoneli (Neunele in sardo) è un comune italiano di 682 abitanti della provincia di Oristano in Sardegna, nella regione storica del Barigadu.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Area abitata fin dall'epoca prenuragica e nuragica per la presenza nel territorio di alcune domus de janas e di alcuni nuraghi, nel medioevo appartenne al Giudicato di Arborea e fece parte della curatoria di Parte Barigadu. Alla caduta del giudicato (1420) passò sotto il dominio aragonese. Fu dato in feudo alla famiglia De Jana fino al 1462, e poi a Da Silva che lo possedettero con il titolo di conti di Montesanto fino al XVIII secolo. Nel 1774, in epoca sabauda, formò un marchesato, concesso in feudo a Pietro Ripoll. Il feudo rimase ai Ripoll fino al 1837, quando passò ai Sanjust, per il matrimonio di Maria Angela Ripoll e Carlo Enrico Sanjust, barone di Teulada.

Il paese fu riscattato agli ultimi feudatari nel 1839, con la soppressione del sistema feudale.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La variante del sardo parlata a Neoneli è riconducibile alla Limba de mesania.

Tradizione e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Maschere carnevalesche di Neoneli a Nuoro nel 2003

Il paese ogni anno nel mese di agosto organizza una festa della durata di quattro giorni in località S'Angelu.
Nel periodo di carnevale si svolge il Ritus calendarium con una sfilata di maschere tradizionali sarde. Dal 2010 si svolge la sagra della fregula e della cassola nei primi giorni di ottobre; dal 2016 la sagra è diventata festival letterario e ha cambiato il nome in Licanias.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246316377 · WorldCat Identities (EN246316377
Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna