Villa Sant'Antonio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la frazione di Visso in provincia di Macerata, vedi Villa Sant'Antonio (Visso).
Villa Sant'Antonio
comune
(IT) Villa Sant'Antònio
(SC) Sant'Antòni
Villa Sant'Antonio – Stemma Villa Sant'Antonio – Bandiera
Villa Sant'Antonio – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Oristano-Stemma.svg Oristano
Amministrazione
SindacoFabiano Frongia (lista civica) dal 31-5-2015
Territorio
Coordinate39°51′31.89″N 8°54′05.09″E / 39.858858°N 8.901415°E39.858858; 8.901415 (Villa Sant'Antonio)Coordinate: 39°51′31.89″N 8°54′05.09″E / 39.858858°N 8.901415°E39.858858; 8.901415 (Villa Sant'Antonio)
Altitudine249 m s.l.m.
Superficie19,05 km²
Abitanti349[1] (30-11-2018)
Densità18,32 ab./km²
Comuni confinantiAlbagiara, Assolo, Asuni, Mogorella, Ruinas, Senis
Altre informazioni
Cod. postale09080
Prefisso0783
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT095048
Cod. catastaleI298
TargaOR
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti(IT) santantonesi
(SC) santantonesus
Patronosant'Antonio abate
Giorno festivo17 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Villa Sant'Antonio
Villa Sant'Antonio
Villa Sant'Antonio – Mappa
Posizione del comune di Villa Sant'Antonio all'interno della provincia di Oristano
Sito istituzionale

Villa Sant'Antonio (Sant'Antoni o Sant'Antoni Arruìnas in sardo) è un comune italiano di 349 abitanti della provincia di Oristano in Sardegna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area fu abitata già in epoca prenuragica, nuragica e romana, per la presenza sul territorio di alcune domus de janas e menhir, di alcuni nuraghi e di alcune tombe di epoca romana.

Il paese attuale è di origine recente. Agli inizi del XVIII secolo fu trovata presso una sorgente una statua di Sant'Antonio Abate; si costruì allora nella località un oratorio e vi si stabilirono alcune famiglie. Nel 1720 venne siglato l'atto di vassallaggio alla baronia di Senis, alla quale il paese fu incorporato, feudo dei Nin Zatrillas, ai quali venne riscattato nel 1839 con la soppressione del sistema feudale.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Si trova nella regione dell'Alta Marmilla. Sorge sulle colline delimitate a sud dalla Giara di Assolo, a est dal fiume "Imbessu", a nord dal "Grighine" e a Ovest dalla "Bradaxiana" di Usellus.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio è ricco di sorgenti e di importanti resti archeologici: menhir, domus de janas, nuraghi e siti romani tra i quali:

  • il menhir di Carabassa
  • il menhir di Monte Cuccuru Tundu
  • il menhir di Tuttiricchiu
  • la domus de Janas di Genna Salixi
  • la domus de janas di Is Forrus
  • la domus de janas di Maccettu o Trunch'e Pani
  • il nuraghe Arruda
  • il nuraghe Bruncu Mannu
  • il nuraghe Crannaiou
  • il nuraghe Ispei
  • il nuraghe s'Enna'e sa Pira
  • il nuraghe Su Moguru
  • la tomba romana o medioevale di Maccettu o Trunch'e Pani.

Tra gli edifici religiosi si annota la chiesa di Sant'Antonio Abate.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La variante del sardo parlata a Villa Sant'Antonio è il campidanese occidentale.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il centro è dedito all'agricoltura e alla pastorizia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2018.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna