Soddì

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Soddì
comune
(IT) Soddì
(SC) Soddìe
Soddì – Stemma
Soddì – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Oristano-Stemma.svg Oristano
Amministrazione
SindacoGreta Pes (lista civica "Innovazione per Soddí") dal 10/06/2018
Territorio
Coordinate40°07′47″N 8°52′41″E / 40.129722°N 8.878056°E40.129722; 8.878056 (Soddì)Coordinate: 40°07′47″N 8°52′41″E / 40.129722°N 8.878056°E40.129722; 8.878056 (Soddì)
Altitudine250 m s.l.m.
Superficie5,24 km²
Abitanti119[1] (30-9-2018)
Densità22,71 ab./km²
Comuni confinantiAidomaggiore, Boroneddu, Ghilarza
Altre informazioni
Cod. postale09080
Prefisso0785
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT095078
Cod. catastaleI778
TargaOR
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti(IT) soddiesi
(SC) soddiesos
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Soddì
Soddì
Soddì – Mappa
Posizione del comune di Soddì all'interno della provincia di Oristano
Sito istituzionale

Soddì (Soddie in sardo) è un comune italiano di 119 abitanti della provincia di Oristano in Sardegna. Il comune sorge a 250 metri sul livello del mare nella regione storica del Barigadu.

Dal suo centro abitato si può osservare il vicino lago Omodeo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area fu abitata già dall'epoca nuragica, per la presenza sul territorio di numerosi nuraghi,

Nel Medioevo appartenne al Giudicato di Arborea e fece parte della curatoria di Guilcier, o Gilciber, detta più tardi Ozier Real. Alla caduta del giudicato (1410) passò sotto il dominio aragonese. Nel 1416 tutto il Gilciber e i territori della curatoria di Parte Barigadu vennero concessi in feudo a Valore di Ligia, un arborense che aveva tradito il giudice di Arborea Ugone III nel corso delle guerre tra Aragona e Arborea; quando però Valore e suo figlio Bernardo si recarono a prendere possesso del feudo, vennero uccisi insieme alla loro scorta a Zuri. Più tardi entrò a far parte del marchesato di Sedilo, di cui seguì le sorti fino al 1839, quando il sistema feudale venne abolito e il paese fu riscattato agli ultimi feudatari e divenne un comune amministrato da un sindaco e da un consiglio comunale.

Sino al 1979 il paese è stato una frazione del comune di Ghilarza.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT[3] al 31 dicembre 2010 la popolazione straniera residente era di 15 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La variante del sardo parlata a Soddì è riconducibile alla Limba de mesania.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2018.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Statistiche demografiche ISTAT

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sardegna