Orani (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orani
comune
Orani – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Provincia di Nuoro-Stemma.png Nuoro
Amministrazione
Sindaco Antonio Fadda (lista civica) dal 6-6-2016
Territorio
Coordinate 40°14′58″N 9°10′42″E / 40.249444°N 9.178333°E40.249444; 9.178333 (Orani)Coordinate: 40°14′58″N 9°10′42″E / 40.249444°N 9.178333°E40.249444; 9.178333 (Orani)
Altitudine 521 m s.l.m.
Superficie 130,43 km²
Abitanti 2 885[1] (31-7-2016)
Densità 22,12 ab./km²
Comuni confinanti Benetutti (SS), Bolotana, Illorai (SS), Mamoiada, Nuoro, Oniferi, Orotelli, Ottana, Sarule
Altre informazioni
Cod. postale 08026
Prefisso 0784
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 091061
Cod. catastale G084
Targa NU
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti oranesi
Patrono sant'Andrea Apostolo
Giorno festivo 30 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Orani
Orani
Orani – Mappa
Posizione del comune di Orani nella provincia di Nuoro
Sito istituzionale

Orani (Orane in sardo) è un comune italiano di 2 885 abitanti della provincia di Nuoro che si trova a 521 m s.l.m..

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Tradizione e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Una coppia di Orani in abito tipico. L'uomo indossa la classica Sa Berritta, il copricapo che completa il costume sardo (foto d'epoca)

Le principali feste del paese sono:

  • San Daniele, 12-13-14 ottobre, animata da un comitato di giovani e meno giovani che organizzano tre giornate all'insegna delle tradizioni e del divertimento.
  • Carnevale, dai fuochi di Sant'Antonio abate fino al martedì grasso, con la comparsa delle tipiche maschere de "sos Bundos".[3]
  • Sant'Andrea, patrono del paese.
  • Cortes Apertas, fine settembre inizio ottobre.
  • Nostra Signora di Gonare, 8 settembre.
  • Corpus Domini, giugno.

Persone legate a Orani[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaci di Orani[4][modifica | modifica wikitesto]

periodo sindaco
1663 Francesco Gavino Corda
1670 Gabriele Cavada
1697 Pietro Quirico Esgrechio
1702 Giovanni Matteo Mura Esgrechio
1703 Francesco Ignazio Guiso
1709 Giovanni Antioco Salis Satta
1710 Pietro Cosseddu Modolo
1711 Pietro Angioi
1721 Giovanni Antioco Cadello
1733 Giovanni Maria Angioi Gaia
1770 Bartolomeo Sini Tola
1788 Antioco Mastio
1789 Giovanni Angelo Niffoi
1801 Giuseppe Satta
1803 Pietro Paolo Cosseddu
1807 Giacomo Seu
1809 Antioco Angioi
1811 Pasquale Siotto
1813 Salvatore Brundu
1814 Battista Bande
1815 Giovanni Ollolai
1816 Pietro Paolo Fadda
1818 Pietro Paolo Siotto
1819 Pietro Semidei
1820 Antioco Angioi
1821 Giovanni Piu
1822 Antonio Mereu
1823 Pasquale Siotto
1824 Salvatore Cossu
1825 Giuseppe Sechi Carta
1826 Salvatore Cosseddu Modolo
1827 Pietro Paolo Siotto Pintor*
1828 Filippo Nieddu
1829 Salvatore Porcu
1830 Simone Marcello
1831 Salvatore Brundu
1832 Antonio Siotto Pintor
1833 Salvatore Pirisi
1834 Antonio Mereu
1835 Andrea Porcu
1836 Agostino Balloi
1837 Filippo Nieddu
1838 Battista Ortu Tanai
1839 Pietro Paolo Siotto
1840 **
1857 Pietro Paolo Siotto Salvai***
1858 Michelangelo Balloi
1859 Michelangelo Balloi
1862 Michelangelo Balloi
1863 Michelangelo Balloi
1865 Francesco Pirisi Siotto
1866 Francesco Pirisi Siotto
1867 Francesco Pirisi Siotto
1868 Nicolò Meloni
1869 Nicolò Meloni
1870 Giovanni Siotto Marcello
1871 Giovanni Siotto Marcello
1872 Giovanni Siotto Marcello
1873 Giovanni Siotto Marcello
1874 Giovanni Siotto Marcello
1875 Giovanni Siotto Marcello
1876 Vincenzo Maninchedda
1877-1881 Giuseppe Bande Satta
1882-1885 Bardilio Delitala
1887-1888 Antioco Mastio
1891-1892 Luigi Siotto
1894 Michele Dessolis
1895 Vincenzo Maninchedda
1896 Ignazio Sequi
1897 Cesare Siotto
1898-1902 Antonio Pirisi
1903-1911 Giuseppe Maninchedda
1912 Giovanni Sequi
1915 Cesare Zichi
1916 Pietro Paolo Siotto
1919 Pietro Paolo Meloni
1921 Giovanni Angioi
1921-1923 Commissario Prefettizio
1923 Antonio Luigi Siotto
1923-1925 Cosimo Pirisi
1926 Podestà Ludovico Gatti
1929 Podestà Luigi Rubeddu
1931 Podestà Paolo Veronesi
1932 Comm. Pref. Pietro Paolo Meloni
1932-1935 Comm. Pref. Luigi Cauglia
1936-1939 Comm. Pref. Emidio Ruggeri
1940 Comm. Pref. Donato Musillo
1940-1941
1941-1942 Comm. Pref. Gavino Cambosu
1942-1943 Comm. Pref. Tito Aru
1943-1944 Comm. Pref. Aristide Piga
1944-1945 Sindaco Luigi Cauglia
1945-1946 Comm. Pref. Franco Aloisio
1946 Sindaco Francesco Mastio
1947-1952 Francesco Fiori
1952-1960 Piero Merlini
1960 Luigi Aru
1964 Pietro Giglioli
1966 Giovanni Maria Cusinu
1970 Gonario Gianoglio
1972 Salvatore Murru
1975 Giovanni Maria Cusinu
1980 Peppino Pes
1985 Angelo Mura
1988 Giulio Chironi
1990 Tonino Rocca
1995 Celestina Coi
2000 Pasquale Sulis

*Zio di don Giovanni Siotto Pintor, padre di Pietro Paolo Siotto Salvai.

**Per il 1840 sono riportati i seguenti sindaci: Sequi, Salvatore Cosseddu Modolo, Antonio Francesco Cauglia, Antonio Giuseppe Scanu, Piero Pirisi, Sebastiano Pirisi, Pietro Paolo Siotto, Bartolomeo Mastio, Felice Ordioni, Pietro Pirari, Giuseppe Sechi Carta, Antonio Siotto Pintor e Pietro Paolo Siotto Salvai

***Cugino in primo grado di don Giovanni Siotto Pintor

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Artigianato[modifica | modifica wikitesto]

Tra le attività economiche più tradizionali e rinomate vi sono quelle artigianali, che si distinguono per la produzione di cassapanche e per l'arte della tessitura.[5][6]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è la Polisportiva Orani Calcio che milita nel girone E sardo di 2ª Categoria. I colori sociali sono l'azzurro ed il verde.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 luglio 2016.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Carnevale di Orani | Sardegna Grandi Eventi, su www.sardegnagrandieventi.it. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  4. ^ Giacomino Zirottu - Orani: storia e testimonianze di un popolo - Solinas ed.
  5. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 3, Roma, A.C.I., 1985, p. 21.
  6. ^ Autunno in Barbagia, nel weekend cortes apertas ad Orani e Austis, sardiniapost.it. URL consultato il 19 giugno 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna