Orani (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orani
comune
Orani – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Nuoro-Stemma.png Nuoro
Amministrazione
SindacoAntonio Fadda (lista civica) dal 6-6-2016
Territorio
Coordinate40°14′58″N 9°10′42″E / 40.249444°N 9.178333°E40.249444; 9.178333 (Orani)Coordinate: 40°14′58″N 9°10′42″E / 40.249444°N 9.178333°E40.249444; 9.178333 (Orani)
Altitudine521 m s.l.m.
Superficie130,43 km²
Abitanti2 885[1] (31-7-2016)
Densità22,12 ab./km²
Comuni confinantiBenetutti (SS), Bolotana, Illorai (SS), Mamoiada, Nuoro, Oniferi, Orotelli, Ottana, Sarule
Altre informazioni
Cod. postale08026
Prefisso0784
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT091061
Cod. catastaleG084
TargaNU
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantioranesi
Patronosant'Andrea apostolo
Giorno festivo30 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Orani
Orani
Orani – Mappa
Posizione del comune di Orani
all'interno della provincia di Nuoro
Sito istituzionale

Orani (Orane in sardo) è un comune italiano di 2 885 abitanti della provincia di Nuoro che si trova a 521 m s.l.m..

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La variante del sardo parlata a Orani è quella nuorese.

Tradizione e folclore[modifica | modifica wikitesto]

Foto d'epoca di una coppia di Orani in abito tipico. L'uomo indossa la classica Sa Berritta, il copricapo che completa il costume sardo

Le principali feste del paese sono:

  • San Daniele, 12-13-14 ottobre, animata da un comitato di giovani e meno giovani che organizzano tre giornate all'insegna delle tradizioni e del divertimento.
  • Carnevale, dai fuochi di Sant'Antonio abate fino al martedì grasso, con la comparsa delle tipiche maschere de "sos Bundos".[3]
  • Sant'Andrea, patrono del paese.
  • Cortes Apertas, fine settembre inizio ottobre.
  • Nostra Signora di Gonare, 8 settembre.
  • Corpus Domini, giugno.

Persone legate a Orani[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaci di Orani[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Sindaci di Orani.
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 16 aprile 2000 Celestina Coi lista civica di centro-sinistra Sindaco [4]
16 aprile 2000 8 maggio 2005 Pasquale Sulis lista civica di centro-sinistra Sindaco [5]
8 maggio 2005 30 maggio 2010 Franco Pinna lista civica Sindaco [6]
30 maggio 2010 31 maggio 2015 Franco Pinna lista civica "Continuità e Rinnovamento" Sindaco [7]
31 maggio 2015 5 giugno 2016 Franco Niffoi lista civica "Unatterorane" Sindaco elezione nulla[8]
6 giugno 2016 - Antonio Fadda lista civica "Pro Orane" Sindaco [9]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Artigianato[modifica | modifica wikitesto]

Tra le attività economiche più tradizionali e rinomate vi sono quelle artigianali, che si distinguono per la produzione di cassapanche e per l'arte della tessitura.[10][11]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra di calcio della città è la Polisportiva Orani Calcio che milita nel girone E sardo di 2ª Categoria. I colori sociali sono l'azzurro ed il verde.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 luglio 2016.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Carnevale di Orani | Sardegna Grandi Eventi, su www.sardegnagrandieventi.it. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  4. ^ Comunali 23/04/1995, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  5. ^ Comunali 16/04/2000, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  6. ^ Comunali 08/05/2005, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  7. ^ Comunali 30/05/2010, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  8. ^ Comunali 31/05/2015, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  9. ^ Comunali 05/06/2016, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  10. ^ Atlante cartografico dell'artigianato, vol. 3, Roma, A.C.I., 1985, p. 21.
  11. ^ Autunno in Barbagia, nel weekend cortes apertas ad Orani e Austis, su sardiniapost.it. URL consultato il 19 giugno 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna