Loculi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Loculi
comune
Loculi – Stemma Loculi – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Nuoro-Stemma.png Nuoro
Amministrazione
SindacoAlessandro Luche (lista civica) dal 6-6-2016
Territorio
Coordinate40°24′N 9°37′E / 40.4°N 9.616667°E40.4; 9.616667 (Loculi)Coordinate: 40°24′N 9°37′E / 40.4°N 9.616667°E40.4; 9.616667 (Loculi)
Altitudine26 m s.l.m.
Superficie38,15 km²
Abitanti516[1] (30-9-2017)
Densità13,53 ab./km²
Comuni confinantiGaltellì, Irgoli, Lula
Altre informazioni
Cod. postale08020
Prefisso0784
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT091040
Cod. catastaleE646
TargaNU
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantiloculesi
Patronosan Pietro Apostolo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Loculi
Loculi
Loculi – Mappa
Posizione del comune di Loculi
all'interno della provincia di Nuoro
Sito istituzionale

Loculi (Lòcula in sardo[2]) è un comune italiano di 516 abitanti della provincia di Nuoro, situato a 26 metri sul livello del mare, nella piana attraversata dal fiume Cedrino e circondata da colline. Fa parte della X Comunità Montana "Baronie". Dista 34 km da Nuoro.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del paese potrebbe derivare dal termine latino locus (bosco sacro), come sembra confermare il persistere in epoca cristiana dell'agiotoponimo di San Lussorio in località Su Santuariu (il Santuario) presso una grotta che si apre nelle falde selvose del Monte Albo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'area fu abitata già in epoca prenuragica, nuragica e romana, per la presenza sul territorio di varie testimonianze archeologiche.

Durante il medioevo apparetenne al Giudicato di Gallura e fece parte della curatoria di Orosei. Nel 1296, con la morte dell'ultimo giudice Nino Visconti, il territorio passa sotto il controllo diretto della repubblica di Pisa, e successivamente, nel 1323, sotto il dominio aragonese. In quell'epoca Loculi fu incorporata nella baronia di Orosei, feudo regio, di cui condivise le sorti e la storia fino al riscatto avvenuto nel 1839 con la soppressione del sistema feudale.

Nel territorio di Loculi era la Baronia di Lopè, che comprendeva i salti di Birido, Lopè, Planus e San Martino, di cui era barone il vescovo di Galtellì.

Dal 1927 al 1946 formò, con le vicine Galtellì, Irgoli e Onifai, un’unica entità comunale di Irgoli - Galtellì.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La variante del sardo parlata a Loculi è quella nuorese baroniese.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
6 giugno 1993 27 aprile 1997 Salvatore Fois Democrazia Cristiana Sindaco [4]
27 aprile 1997 13 maggio 2001 Michele Ruiu lista civica di centro-sinistra Sindaco [5]
13 maggio 2001 28 maggio 2006 Salvatore Fois lista civica di centro-destra Sindaco [6]
28 maggio 2006 15 maggio 2011 Vincenzo Secci lista civica "Rinnovamento" Sindaco [7]
15 maggio 2011 5 giugno 2016 Vincenzo Secci lista civica "Pro Locula" Sindaco [8]
5 giugno 2016 - Alessandro Luche lista civica "Insieme per Crescere" Sindaco [9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2017.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 358.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Comunali 06/06/1993, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  5. ^ Comunali 27/04/1997, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  6. ^ Comunali 13/05/2001, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  7. ^ Comunali 28/05/2006, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  8. ^ Comunali 15/05/2011, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  9. ^ Comunali 05/06/2016, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN243256802
Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna