Goni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il politico e imprenditore boliviano, vedi Gonzalo Sánchez de Lozada.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il quasi omonimo comune spagnolo, vedi Goñi.
Goni
comune
Goni – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaSud Sardegna
Amministrazione
SindacoGiovanni Maria Cabras (lista civica) dal 31-5-2015
Territorio
Coordinate39°34′42.73″N 9°17′07.52″E / 39.578537°N 9.285421°E39.578537; 9.285421 (Goni)Coordinate: 39°34′42.73″N 9°17′07.52″E / 39.578537°N 9.285421°E39.578537; 9.285421 (Goni)
Altitudine383 m s.l.m.
Superficie18,6 km²
Abitanti479[2] (31-8-2017)
Densità25,75 ab./km²
Comuni confinantiBallao, Escalaplano, Orroli, Silius, Siurgus Donigala
Altre informazioni
Cod. postale09040
Prefisso070
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT111029
Cod. catastaleE084
TargaSU[1]
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti(IT) gonesi
(SC) gonesus
Patronosan Giacomo apostolo
Giorno festivo25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Goni
Goni
Goni – Mappa
Posizione del comune di Goni
nella provincia del Sud Sardegna
Sito istituzionale

Goni è un comune italiano di 479 abitanti[2] della provincia del Sud Sardegna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Area abitata già nel IV - III millennio a.C. per la presenza nel territorio di importanti aree archeologice, e poi in epoca nuragica, nel medioevo appartenne al giudicato di Cagliari e fece parte della curatoria di Siurgus. Alla caduta del giudicato (1258) passò ai pisani, e successivamente (1324) agli aragonesi, sotto i quali divenne un feudo. Nel 1348, il re d'Aragona Pietro IV il Cerimonioso la trasformò in feudo e la assegnò a Guglielmo de Torres, giurisperito e assessore del governo di Cagliari. Nel 1552 appartenne a Tiberio Sanna, membro di una delle più antiche famiglie sarde legate da sempre alla causa aragonese. Incorporato successivamente (1747) nel marchesato di San Tommaso, fu un feudo dei Cervellon e successivamente dei Nin. A questi ultimi fu riscattato nel 1839 con la soppressione del sistema feudale.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Goni Prenuragica
Parco archeologico di Pranu Mattedu

Siti archeologici[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio del paese si trova l'importante sito archeologico di Pranu Muttedu.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigla provvisoria definita dal Consiglio di Stato con parere n° 1264 del 30 maggio 2017, in attesa di recepimento nella tabella allegata al Regolamento del codice della strada
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN282700573
Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna