III millennio a.C.

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il III millennio a.C. inizia il 1º gennaio dell'anno 3000 a.C. e termina il 31 dicembre dell'anno 2001 a.C. incluso. Nella prima metà del III millennio si assiste a un progressivo passaggio all'età del bronzo (Asia centro-occidentale, Europa, Egitto, Cina)[1]. All'inizio del millennio risalgono le collezioni più antiche di tavolette di Uruk, documenti amministrativi e raccolte sistematiche di caratteri (pittografici e ideografici): rappresentano i primordi della scrittura.[2]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Asia[modifica | modifica wikitesto]

Medio Oriente[modifica | modifica wikitesto]

Africa[modifica | modifica wikitesto]

Egitto[modifica | modifica wikitesto]

Formazione dell'Antico Regno, intorno al XXX secolo a.C., con capitale Menfi. Costruzione delle piramidi.

Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • In Germania e lungo i laghi alpini svizzeri e nell'Italia settentrionale la popolazione viveva in villaggi su palafitte.
  • Nel periodo del III millennio nella valle del Po tra Piacenza e Modena, Reggio e Parma, si sviluppò la cultura delle terramare.
  • Inizio della civiltà Nuragica in Sardegna. Costruzione Nuraghi semplici.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Invenzioni, scoperte, innovazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Nuovo Atlante storico Zanichelli, ed. Zanichelli, Bologna, 2000, ISBN 88-08-12390-1, p. 9.
  2. ^ a b Il Nuovo Atlante storico Zanichelli, ed. Zanichelli, Bologna, 2000, ISBN 88-08-12390-1, p. 12.
  3. ^ a b Il Nuovo Atlante storico Zanichelli, ed. Zanichelli, Bologna, 2000, ISBN 88-08-12390-1, p. 11.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]