Gesico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gesico
comune
(IT) Gèsico
(SC) Gèsigu
Gesico – Stemma Gesico – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaSud Sardegna
Amministrazione
SindacoCinzia Porceddu (lista civica) dal 6-6-2016
Territorio
Coordinate39°36′56.07″N 9°06′26.82″E / 39.615574°N 9.107451°E39.615574; 9.107451 (Gesico)Coordinate: 39°36′56.07″N 9°06′26.82″E / 39.615574°N 9.107451°E39.615574; 9.107451 (Gesico)
Altitudine300 m s.l.m.
Superficie25,62 km²
Abitanti847[2] (31-8-2017)
Densità33,06 ab./km²
Comuni confinantiEscolca (isola amministrativa di San Simone), Guamaggiore, Guasila, Mandas, Selegas, Suelli, Villanovafranca
Altre informazioni
Cod. postale09040
Prefisso070
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT111026
Cod. catastaleD994
TargaSU[1]
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti(IT) gesichesi
(SC) gesighesus
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Gesico
Gesico
Gesico – Mappa
Posizione del comune di Gesico
nella provincia del Sud Sardegna
Sito istituzionale

Gesico (Gèsigu in sardo[3]) è un comune italiano di 847 abitanti della provincia del Sud Sardegna, nella subregione della Trexenta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Area abitata fin dall'epoca nuragica per la presenza nel territorio di alcuni nuraghi, nel medioevo appartenne al Giudicato di Cagliari e fece parte della curatoria di Siurgus. Alla caduta del giudicato (1258) fu conquistato dai pisani sotto il dominio della famiglia dei conti della Gherardesca, e poi, intorno al 1324, passò agli aragonesi. La villa, che aveva inviato i suoi rappresentanti al parlamento convocato dal re d'Aragona Pietro IV il cerimonioso a Cagliari nel 1355, divenne sotto gli aragonesi un feudo e per un certo tempo fu posseduto dalla famiglia Carroz. Nel 1368 fu feudo dei Puyalt, quindi dei d’Eril e dei Sanna e, nel XVIII secolo, venne compresa nel marchesato di San Tomaso, feudo prima dei Cervellon, e poi dei Nin Zatrillas, ai quali fu riscattato nel 1839 con la soppressione del sistema feudale.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Tra i luoghi di interesse presenti nel territorio di Gesico si segnalano:

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La variante del sardo parlata a Gesico è il campidanese occidentale.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

A circa tre chilometri a sud-est del centro abitato è presente la stazione di Gesico, situata lungo il tracciato della ferrovia Cagliari-Isili: lo scalo è collegato da relazioni (espletate dall'ARST) aventi termine a Monserrato a sud ed a Mandas e Isili a nord.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigla provvisoria definita dal Consiglio di Stato con parere n° 1264 del 30 maggio 2017, in attesa di recepimento nella tabella allegata al Regolamento del codice della strada
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 303.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN249435019
Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna