San Gavino Monreale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Gavino Monreale
comune
(IT) San Gavino Monreale
(SC) Santu 'Èngiu
San Gavino Monreale – Stemma San Gavino Monreale – Bandiera
San Gavino Monreale – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Provincia Sud Sardegna
Amministrazione
Sindaco Carlo Tomasi (lista civica) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 39°33′N 8°48′E / 39.55°N 8.8°E39.55; 8.8Coordinate: 39°33′N 8°48′E / 39.55°N 8.8°E39.55; 8.8
Altitudine 54 m s.l.m.
Superficie 87,4 km²
Abitanti 8 747[1] (31-07-2015)
Densità 100,08 ab./km²
Comuni confinanti Gonnosfanadiga, Pabillonis, Sanluri, Sardara, Villacidro.
Altre informazioni
Cod. postale 09037
Prefisso 070
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 106014
Cod. catastale H856
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti sangavinesi
Patrono santa Chiara
Giorno festivo 12 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Gavino Monreale
San Gavino Monreale
Sito istituzionale
Chiesa di Santa Chiara

San Gavino Monreale (Santu ‘Engiu in sardo) è un comune italiano di 8.747 abitanti[1] della provincia del Sud Sardegna.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

San Gavino Monreale è una cittadina della Sardegna situata nel cuore del Campidano. Il paese è bagnato a nord dal rio Pardu.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Feste e manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Per la tradizionale vocazione alla coltivazione dello zafferano, di cui è tra i maggiori produttori regionali e nazionale, nel mese di novembre si svolge la Sagra dello Zafferano, la più importante a livello regionale dedicata a questo prodotto.

La domenica e il martedì prima del Mercoledì delle Ceneri si svolge da decenni il carnevale Sangavinese con la sfilata dei carri allegorici. Grazie all'abilità con la cartapesta degli artisti locali i carri di San Gavino sono ritenuti tra i più belli della Sardegna e l'uso di realizzarne con caratteristiche simili si sta diffondendo in molti comuni, più o meno limitrofi.

Ogni anno dal 9 al 13 del mese di agosto, ricorre la Festa in onore di Santa Chiara d'Assisi, Vergine, patrona di San Gavino Monreale, con eventi religiosi e civili. Il 13 di agosto, poi, all'interno dei festeggiamenti in onore di Santa Chiara, a cura dell'Associazione Turistica Pro Loco locale, si svolge la giornata dell'Emigrato dedicata ai sangavinesi emigrati da San Gavino per qualsiasi motivo. Anche per la festa di Santa Teresa, a settembre, e per quella di Santa Lucia, a dicembre, si tengono festeggiamenti sia di base religiosa che di base civile.

Persone legate a San Gavino Monreale[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio Serci , musicista

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Per diversi decenni l'economia della cittadina si è retta sulle attività industriali insediate presso la cittadina e nella vicina area industriale di Villacidro. La fonderia di San Gavino è stata una delle più importanti realtà industriali del territorio, ma la chiusura di numerose fabbriche del Villacidrese e la sempre più povera produzione all'interno della fonderia hanno reso necessario ricostruire l'economia della cittadina.

Oggi la realtà economica è prevalentemente caratterizzata da piccole e medie imprese, prevalentemente agricole, piccoli negozi e dallo sviluppo del settore terziario. Numerosi uffici pubblici, le scuole(liceo linguistico, liceo delle Scienze Umane, liceo scientifico) e il locale ospedale Nostra Signora di Bonaria sono i luoghi di maggior impiego delle risorse umane nel terziario cittadino. Il settore primario, l'agricoltura, tiene a livello di produzione di massa, atta alla commercializzazione del prodotto. La cittadina è celebre, a livello nazionale, per lo zafferano, raccolto da molti privati ed è, dal 1990 circa, il secondo distretto sardo del riso. Il turismo non è ancora particolarmente valorizzato ed è quindi poco diffuso.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

L'interno della stazione di San Gavino

Il centro è attraversato dalla ferrovia Cagliari-Golfo Aranci, che in passato si estendeva nella parte ovest dell'abitato, e che dal 2007 (anno di apertura della nuova stazione di San Gavino) passa alla periferia est del paese. È ubicato lungo la Strada Statale 197, attraverso la quale è collegata ai centri di Guspini e Sanluri. Altre strade provinciali collegano il paese ai centri di Villacidro, Pabillonis e Sardara.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 luglio 2015.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • San Gavino Monreale, su Sito web istituzionale, Amministrazione comunale. URL consultato il 1º gennaio 2011.
  • San Gavino Monreale, su Sardegna Turismo, Regione Autonoma della Sardegna. URL consultato il 20 novembre 2008.
  • Comune di San Gavino Monreale, su I comuni della Sardegna in rete, Regione Autonoma della Sardegna. URL consultato il 20 novembre 2008.
  • San Gavino Monreale, su Sardegna Digital Library, la memoria digitale della Sardegna, Regione Autonoma della Sardegna. URL consultato il 20 novembre 2008.
  • San Gavino Monreale . Net, su Notizie ed approfondimenti su San Gavino Monreale, San Gavino Monreale . Net. URL consultato l'11 gennaio 2009.
  • Insàs, su Insàs • Note a piè di pagina sulla storia di San Gavino Monreale, Enrico Sanna. URL consultato il 5 luglio 2013.
Controllo di autorità VIAF: (EN147922134
Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna