Talana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Talana
comune
Talana – Stemma Talana – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneSardegna-Stemma.svg Sardegna
ProvinciaProvincia di Nuoro-Stemma.png Nuoro
Amministrazione
SindacoFranco Tegas (lista civica) dal 31-5-2015
Territorio
Coordinate40°02′N 9°30′E / 40.033333°N 9.5°E40.033333; 9.5 (Talana)Coordinate: 40°02′N 9°30′E / 40.033333°N 9.5°E40.033333; 9.5 (Talana)
Altitudine682 m s.l.m.
Superficie118,68 km²
Abitanti1 046[1] (31-12-2015)
Densità8,81 ab./km²
Comuni confinantiBaunei, Lotzorai, Orgosolo, Triei, Urzulei, Villagrande Strisaili
Altre informazioni
Cod. postale08040
Prefisso0782
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT091088
Cod. catastaleL036
TargaNU
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti(IT) talanesi
(SC) talanesos
Patronosanta Marta
Giorno festivo29 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Talana
Talana
Talana – Mappa
Posizione del comune di Talana
all'interno della provincia di Nuoro
Sito istituzionale

Talana (Talàna in sardo) è un comune italiano di 1.046 abitanti della provincia di Nuoro in Sardegna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome, secondo il linguista e glottologo Massimo Pittau potrebbe essere di origine nuragica (significativa in tal senso la triplice ripetizione della a). Secondo lo stesso studioso, inoltre, Thalna, o Thalana sarebbe una divinità etrusca, dea della giovinezza. Pertanto si potrebbe supporre una presenza etrusca sul territorio, oppure un regolare e costante rapporto tra i nuragici della zona e popolazioni etrusche, tanto significativo da avere lasciato tracce nel nome stesso del paese.

L'area fu abitata in epoca prenuragica (presenza di tombe dei giganti) e nuragica (presenza di alcuni nuraghi).

La villa nel medioevo fece parte del giudicato di Cagliari, nella curatoria dell'Ogliastra, fino al 1258. Passò poi al giudicato di Gallura, quindi a Pisa, che conquistò il villaggio e il territorio. Successivamente, quando gli aragonesi nel 1323 attuarono la spedizione in Sardegna per la conquista dell'Isola, la zona fu occupata da Berengario Carroz. Il borgo fu poi annesso nel 1363 alla contea di Quirra, feudo dei Carroz, istituita in quell'anno dal Re d'Aragona Pietro IV il Cerimonioso. Nel 1603 la contea venne trasformata in marchesato, feudo prima dei Centelles e poi degli Osorio de la Cueva, ai quali fu riscattato nel 1839 con la soppressione del sistema feudale voluta da Carlo Alberto di Savoia.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

La variante del sardo parlata a Talana è il campidanese ogliastrino.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 16 aprile 2000 Francesca Murru liste civiche di centro-sinistra Sindaco [3]
16 aprile 2000 8 maggio 2005 Giordano Serra lista civica Sindaco [4]
8 maggio 2005 30 maggio 2010 Franco Tegas lista civica Sindaco [5]
30 maggio 2010 31 maggio 2015 Franco Tegas lista civica "Paris Po Talana" Sindaco [6]
31 maggio 2015 - Franco Tegas lista civica "Talana in Movimento" Sindaco [7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Comunali 23/04/1995, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  4. ^ Comunali 16/04/2000, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  5. ^ Comunali 08/05/2005, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  6. ^ Comunali 30/05/2010, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.
  7. ^ Comunali 31/05/2015, Ministero dell'interno. URL consultato il 16 agosto 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna