Monte Albo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 40°31′48″N 9°36′08″E / 40.53°N 9.602222°E40.53; 9.602222

Monte Albo
MonteAlbo seen from SuTempiesu.jpg
Vista del monte Albo dalla fonte sacra di Su Tempiesu
ContinenteEuropa
StatiItalia Italia
Cima più elevataPunta Catirina e punta Turuddò (1.127 m s.l.m.)
Lunghezza13 km
Tipi di roccecalcare

Il monte Albo (in sardo monti Arvu) è un massiccio calcareo situato nella parte centro orientale della Sardegna, in provincia di Nuoro. È caratterizzato da una linea di cresta lunga ben 13 km, con un'altezza media superiore ai 1000 m.

I punti più alti sono punta Catirina e punta Turuddò. Queste due cime si trovano una di fronte all'altra ed hanno la particolare caratteristica di essere entrambe alte 1127 m. Le altre cime sopra i 1000 m sono:

  • punta Ferulargiu, 1057 m;
  • punta Romasinu 1055 m;
  • punta Su Mutrucone, 1050 m;
  • punta Gurturjos, 1042 m;
  • punta Cupetti, 1029 m.

È stato frequentato sin dall'antichità dall'uomo, che vi ha costruito anche dei nuraghi, il più noto dei quali è quello di Littu Ertiches.

La lunga catena del monte Albo

Sul monte Albo trovano il loro ambiente naturale l'aquila reale, il muflone, il cinghiale, l'astore sardo, il raro gracchio corallino, è presente un endemismo lo Speleomantes flavus. La flora è caratterizzata dalla presenza di arbusti rari come: Asfodelo giallo (Asphodeline lutea) - ed endemismi come la Campanula sarda (Campanula forsythii) - Violaciocca laciniata (Hesperis laciniata) - Lattuga del Monte Albo (Lactuca longidentata) - Crespolina corsa (Santolina corsica) - Betonica di Corsica (Stachys corsica) endemismo sardo-corso. La montagna è diventata una meta per gli escursionisti: lungo i costoni e attraverso i passi (Janna Portellìtos, 639 m) si possono ammirare suggestivi panorami.

Bibliografia

Ignazio Camarda - Ambiente e Flora del Monte Albo, Il Portico Editrice, Casale Monferrato, 1984

Autori Vari, - Monte Albo una montagna tra passato e futuro. M. Atti del Convegno - Lula 1986,(a cura di Ignazio Camarda) Carlo Delfino Editore, Sassari..