Strada statale 210 Fermana-Faleriense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Strada statale 210
Fermana Faleriense
Strada Statale 210 Italia.svg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioniMarche Marche
ProvinceFermo Fermo
Dati
ClassificazioneStrada statale
InizioPorto San Giorgio
FineAmandola
Lunghezza55,164[1] km
Provvedimento di istituzioneD.M. 22/05/1958 - G.U. 180 del 26/07/1958[2]
GestoreANAS (fino al 2001);

Provincia di Ascoli Piceno (fino al 2010);

Provincia di Fermo
Percorso
Località serviteFermo

La ex strada statale 210 Fermana Faleriense (SS 210), ora strada provinciale 239 (SP 239)[3], è una strada provinciale italiana che collega la costa adriatica con i monti Sibillini.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

La strada ha inizio a Porto San Giorgio dove si distacca dalla strada statale 16 Adriatica, puntando alla volta di Fermo. Esce quindi dalla città in direzione ovest e attraversa il fiume Tenna, risalendone il percorso sulla sponda sinistra. Attraversa così i territori comunali di Monte Urano, Rapagnano, Magliano di Tenna, Montegiorgio e Falerone, prima di superare nuovamente il corso d'acqua e passare così sulla sponda destra dove attraversa il centro abitato di Servigliano.

Proseguendo nella risalita del fiume, attraversa quindi i territori di Santa Vittoria in Matenano, Monte San Martino e Smerillo, prima di giungere ad Amandola dove si innesta sulla ex strada statale 78 Picena.

In seguito al decreto legislativo n. 112 del 1998, dal 2001, la gestione è passata dall'ANAS alla Regione Marche[4]: in realtà su sollecitazione di quest'ultima, la strada è passata di proprietà alla Provincia di Ascoli Piceno[5]. Con l'istituzione della Provincia di Fermo per scorporo dalla Provincia di Ascoli Piceno, dall'aprile 2010 la gestione è passata alla neonata provincia[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]