Tenna (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tenna
Fiume Tenna Infernaccio 1.jpg
StatoItalia Italia
RegioniMarche Marche
Lunghezza70 km
Portata media7 m³/s
Altitudine sorgente1 178 m s.l.m.
NasceMonte Priora
42°54′42.11″N 13°14′05.7″E / 42.911697°N 13.234917°E42.911697; 13.234917
SfociaMare Adriatico
43°14′03.47″N 13°46′42.6″E / 43.234298°N 13.778499°E43.234298; 13.778499Coordinate: 43°14′03.47″N 13°46′42.6″E / 43.234298°N 13.778499°E43.234298; 13.778499

Il Tenna è un fiume a carattere torrentizio che scende dal versante Adriatico dell'Appennino, e scorre interamente nell'area centromeridionale della regione Marche.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome latino del fiume era Tinna, probabilmente derivato dal nome della divinità italica Tinia[1].

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Il Tenna nasce nel comune di Montefortino, in provincia di Fermo, e attraversa le Marche meridionali e più specificamente la Val Tenna, solcando per la gran parte del suo corso, la provincia di Fermo.

Da un punto di vista geopolitico è da rilevare che durante il suo corso, il fiume segna per un tratto il confine tra la provincia di Macerata e la provincia di Fermo.

Sorgenti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Gole dell'Infernaccio § Capotenna.

Fra le pendici del Monte Bove Sud e quelle delle Porche di Vallinfante, nel comune di Castelsantangelo sul Nera, nascono i vari rami che confluiscono nella sorgente (detta anche Capotenna) posta fra il Monte Priora e Monte Sibilla, nel cuore dei Monti Sibillini, compresi nell'appennino umbro-marchigiano.

Presso le sorgenti il consorzio idrico Tennacola ha predisposto una captazione per l'acquedotto che rifornisce diversi comuni delle province di Macerata e Fermo[2].

Letto del fiume Tenna tra gli scogli rocciosi dell'Infernaccio

Gole dell'Infernaccio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Gole dell'Infernaccio.

Dopo pochi chilometri dalle sorgenti, il Tenna entra nella Gola dell'Infernaccio, una delle tante gole interessanti dal punto di vista geologico, che caratterizzano l'Appennino umbro-marchigiano. In questa zona sorge l'Eremo di San Leonardo al Volubrio, che attira ogni anno turisti e pellegrini da tutta Italia.

Comuni bagnati[modifica | modifica wikitesto]

Comune Sponda Provincia
Montefortino Destra Fermo
Amandola Sinistra Fermo
Smerillo Destra Fermo
Monte San Martino Sinistra Macerata
Santa Vittoria in Matenano Destra Fermo
Penna San Giovanni Sinistra Macerata
Servigliano Destra Fermo
Falerone Sinistra Fermo
Belmonte Piceno Destra Fermo
Montegiorgio Sinistra Fermo
Grottazzolina Destra Fermo
Magliano di Tenna Sinistra Fermo
Ponzano di Fermo Destra Fermo
Rapagnano Sinistra Fermo
Fermo Destra Fermo
Monte Urano Sinistra Fermo
Sant'Elpidio a Mare Sinistra Fermo
Porto Sant'Elpidio Sinistra Fermo

Foce[modifica | modifica wikitesto]

Il fiume sfocia nel Mare Adriatico, tra la frazione Marina Faleriense di Porto Sant'Elpidio e Lido San Tommaso di Fermo, dopo un percorso di 70 km.

Affluenti[modifica | modifica wikitesto]

I principali affluenti del Tenna sono, in ordine secondo il tragitto:

tutti provenienti dal lato sinistro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RACCONTI DELLA MARCA. Il fiume e la città che non fu madre, in Terra di Marca, 19 luglio 2017. URL consultato il 9 ottobre 2017.
  2. ^ Tennacola spa - Servizio Idrico Integrato - Chi Siamo, su www.tennacola.it. URL consultato il 26 settembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Marche Portale Marche: accedi alle voci di Wikipedia che parlano delle Marche