Statistiche della Serie A

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Serie A.

Questa voce raccoglie statistiche e record significativi del campionato italiano di calcio di Serie A dalla stagione 1929-1930.

Questa lista è suscettibile di variazioni e potrebbe non essere completa o aggiornata.

Evoluzione del campionato di Serie A a girone unico[modifica | modifica wikitesto]

Al campionato di Serie A, hanno preso parte rispettivamente:

Campionati disputati[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1929-30 sono stati disputati 90 campionati a girone unico:

  • 36 campionati con 18 squadre (l'ultimo nel 2003-04)
  • 30 campionati con 16 squadre (l'ultimo nel 1987-88)
  • 23 campionati con 20 squadre (compreso l'attuale)
  • 1 campionato con 21 squadre (l'unico nel 1947-48)

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Attuale[modifica | modifica wikitesto]

Sono 20 le squadre che partecipano al campionato di Serie A 2021-2022. La seguente tabella indica l'anno dell'ultimo approdo nel massimo torneo nazionale.

Squadra in Serie A dal
Atalanta 2011-2012
Bologna 2015-2016
Cagliari 2016-2017
Empoli 2021-2022
Fiorentina 2004-2005
Genoa 2007-2008
Inter 1929-1930
Juventus 2007-2008
Lazio 1988-1989
Milan 1983-1984
Napoli 2007-2008
Roma 1952-1953
Salernitana 2021-2022
Sampdoria 2012-2013
Sassuolo 2013-2014
Spezia 2020-2021
Torino 2012-2013
Udinese 1995-1996
Venezia 2021-2022
Verona 2019-2020

Storico[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni, debutto, ultima partecipazione e stato attuale delle società[modifica | modifica wikitesto]

L'Inter, qui nella formazione campione d'Italia 2009-10, è l'unica squadra ad aver preso parte a tutte le edizioni del torneo (90).

Sono 67 le squadre ad aver preso parte ai 90 campionati di Serie A a girone unico che sono stati disputati a partire dalla stagione 1929-1930 fino alla stagione 2021-2022 compresa:

Squadra Presenze Debutto Ultima apparizione Campionato 2021-2022
Inter 90 1929-1930 2021-2022 Serie A
Juventus 89 1929-1930 2021-2022 Serie A
Roma 89 1929-1930 2021-2022 Serie A
Milan 88 1929-1930 2021-2022 Serie A
Fiorentina 84 1931-1932 2021-2022 Serie A
Lazio 79 1929-1930 2021-2022 Serie A
Torino 78 1929-1930 2021-2022 Serie A
Napoli 76 1929-1930 2021-2022 Serie A
Bologna 75 1929-1930 2021-2022 Serie A
Sampdoria 65 1946-1947 2021-2022 Serie A
Atalanta 61 1937-1938 2021-2022 Serie A
Genoa 55 1929-1930 2021-2022 Serie A
Udinese 49 1950-1951 2021-2022 Serie A
Cagliari 42 1964-1965 2021-2022 Serie A
Verona 31 1957-1958 2021-2022 Serie A
Bari 30 1931-1932 2010-2011 Serie C
L.R. Vicenza 30 1942-1943 2000-2001 Serie B
Palermo 29 1932-1933 2016-2017 Serie C
Parma 27 1990-1991 2020-2021 Serie B
Triestina 26 1929-1930 1958-1959 Serie C
Brescia 23 1929-1930 2019-2020 Serie B
SPAL 19 1951-1952 2019-2020 Serie B
Livorno 18 1929-1930 2013-2014 Eccellenza
Catania 17 1954-1955 2013-2014 Serie C
Chievo 17 2001-2002 2018-2019 Attività giovanile
Ascoli 16 1974-1975 2006-2007 Serie B
Padova 16 1929-1930 1995-1996 Serie C
Lecce 16 1985-1986 2019-2020 Serie B
Empoli 14 1986-1987 2021-2022 Serie A
Venezia 13 1939-1940 2021-2022 Serie A
Alessandria 13 1929-1930 1959-1960 Serie B
Cesena 13 1973-1974 2014-2015 Serie C
Como 13 1949-1950 2002-2003 Serie B
Modena 13 1929-1930 2003-2004 Serie C
Novara 13 1936-1937 2011-2012 Attività giovanile
Perugia 13 1975-1976 2003-2004 Serie B
Pro Patria 12 1929-1930 1955-1956 Serie C
Foggia 11 1964-1965 1994-1995 Serie C
Avellino 10 1978-1979 1987-1988 Serie C
Sassuolo 9 2013-2014 2021-2022 Serie A
Reggina 9 1999-2000 2008-2009 Serie B
Siena 9 2003-2004 2012-2013 Serie C
Lucchese 8 1936-1937 1951-1952 Serie C
Sampierdarenese 8 1934-1935 1942-1943 Non più attiva[N 10]
Piacenza 8 1993-1994 2002-2003 Serie C
Catanzaro 7 1971-1972 1982-1983 Serie C
Cremonese 7 1929-1930 1995-1996 Serie B
Mantova 7 1961-1962 1971-1972 Serie C
Pescara 7 1977-1978 2016-2017 Serie C
Pisa 7 1968-1969 1990-1991 Serie B
Varese 7 1964-1965 1974-1975 Non più attiva
Pro Vercelli 6 1929-1930 1934-1935 Serie C
Messina 5 1963-1964 2006-2007 Serie C
Casale 4 1930-1931 1933-1934 Serie D
Salernitana 3 1947-1948 2021-2022 Serie A
Crotone 3 2016-2017 2020-2021 Serie B
Lecco 3 1960-1961 1966-1967 Serie C
Legnano 3 1930-1931 1953-1954 Serie D
Reggiana 3 1993-1994 1996-1997 Serie C
Spezia 2 2020-2021 2021-2022 Serie A
Ancona 2 1992-1993 2003-2004 Serie C
Benevento 2 2017-2018 2020-2021 Serie B
Frosinone 2 2015-2016 2018-2019 Serie B
Ternana 2 1972-1973 1974-1975 Serie B
Carpi 1 2015-2016 Da definire
Pistoiese 1 1980-1981 Serie C
Treviso 1 2005-2006 Eccellenza

Partecipazioni per regione[modifica | modifica wikitesto]

Regione N. Squadre Partecipazioni totali
  Lombardia 11 Atalanta, Brescia, Como, Cremonese, Inter, Lecco, Legnano, Mantova, Milan, Pro Patria, Varese 314
  Emilia-Romagna 9 Bologna, Carpi, Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Reggiana, Sassuolo, SPAL 168
Toscana-Bandiera2.png Toscana 7 Empoli, Fiorentina, Livorno, Lucchese, Pisa, Pistoiese, Siena 141
  Piemonte 6 Alessandria, Casale, Juventus, Novara, Pro Vercelli, Torino 203
  Veneto 6 Chievo, Padova, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza 108
  Liguria 4 Genoa, Sampdoria, Sampierdarenese, Spezia 130
  Campania 4 Avellino, Benevento, Napoli, Salernitana 91
  Lazio 3 Frosinone, Lazio, Roma 170
  Puglia 3 Bari, Foggia, Lecce 57
Flag of Sicily.svg Sicilia 3 Catania, Messina, Palermo 51
  Calabria 3 Catanzaro, Crotone, Reggina 19
Flag of Friuli-Venezia Giulia.svg Friuli-Venezia Giulia 2 Triestina, Udinese 75
  Marche 2 Ancona, Ascoli 18
  Umbria 2 Perugia, Ternana 15
  Sardegna 1 Cagliari 42
  Abruzzo 1 Pescara 7
Flag of Basilicata.svg Basilicata 0
Flag of Molise.svg Molise 0
Flag of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige 0
Flag of Valle d'Aosta.svg Valle d'Aosta 0

Sono 3 le regioni ad aver avuto almeno una squadra partecipante in tutte le 90 edizioni della Serie A fin qui disputate:

  • Lombardia (Inter mai retrocessa in Serie B);
  • Piemonte (nella stagione 2006-07, quando la Juventus disputò l'unica stagione in Serie B - le restanti sempre in massima serie - il Torino partecipava alla Serie A);
  • Lazio (nella stagione 1951-52, quando la Roma disputò l'unica stagione in Serie B - le restanti sempre in massima serie - la Lazio partecipava alla Serie A).

Fra le altre 6 regioni esordienti alla prima (1929-30) delle 90 edizioni della Serie A fin qui disputate, la Toscana non ha avuto nessuna squadra rappresentata in massima serie solamente nella stagione 1993-94, mentre l'Emilia-Romagna è presente in 87 edizioni (le prime 53 disputate, fino alla stagione 1982-83, e le successive 34 a partire dall'edizione 1987-88).

Esordio in Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Retrocessioni[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Retrocessioni Prima retrocessione Ultima retrocessione
Brescia 13 1931-1932 2019-2020
Atalanta 11 1937-1938 2009-2010
Bari 11 1932-1933 2010-2011
Lecce 9 1985-1986 2019-2020
Palermo 9 1935-1936 2016-2017
Verona 9 1957-1958 2017-2018
Genoa 8 1933-1934 1994-1995
Livorno 7 1930-1931 2013-2014
Empoli 6 1987-1988 2018-2019
Modena 6 1931-1932 2003-2004
Napoli 6 1941-1942 2000-2001
Pescara 6 1977-1978 2016-2017
Torino 6 1958-1959 2008-2009
Venezia 6 1946-1947 2001-2002
Ascoli 5 1975-1976 2006-2007
Cagliari 5 1975-1976 2014-2015
Catania 5 1954-1955 2013-2014
Cesena 5 1976-1977 2014-2015
Como 5 1952-1953 2002-2003
Cremonese 5 1929-1930 1995-1996
Foggia 5 1966-1967 1994-1995
Lazio 5 1960-1961 1984-1985
Padova 5 1929-1930 1995-1996
Pisa 5 1968-1969 1990-1991
Udinese 5 1954-1955 1993-1994
L.R. Vicenza 5 1947-1948 2000-2001
Bologna 4 1981-1982 2013-2014
Novara 4 1936-1937 2011-2012
Sampdoria 4 1965-1966 2010-2011
Varese 4 1965-1966 1974-1975
Alessandria 3 1936-1937 1959-1960
Catanzaro 3 1971-1972 1982-1983
Fiorentina 3 1937-1938 2001-2002
Legnano 3 1930-1931 1953-1954
Mantova 3 1964-1965 1971-1972
Parma 3 2007-2008 2020-2021
Perugia 3 1980-1981 2003-2004
Piacenza 3 1993-1994 2002-2003
Pro Patria 3 1932-1933 1955-1956
SPAL 3 1963-1964 2019-2020
Ancona 2 1992-1993 2003-2004
Benevento 2 2017-2018 2020-2021
Chievo 2 2006-2007 2018-2019
Crotone 2 2017-2018 2020-2021
Frosinone 2 2015-2016 2018-2019
Lecco 2 1961-1962 1966-1967
Lucchese 2 1938-1939 1951-1952
Messina 2 1964-1965 2006-2007
Milan 2 1979-1980 1981-1982
Reggiana 2 1994-1995 1996-1997
Reggina 2 2000-2001 2008-2009
Salernitana 2 1947-1948 1998-1999
Siena 2 2009-2010 2012-2013
Ternana 2 1972-1973 1974-1975
Triestina 2 1956-1957 1958-1959
Avellino 1 1987-1988
Carpi 1 2015-2016
Casale 1 1933-1934
Juventus 1 2005-2006
Sampierdarenese 1 1939-1940
Pistoiese 1 1980-1981
Pro Vercelli 1 1934-1935
Roma 1 1950-1951
Treviso 1 2005-2006
Inter 0 Nessuna retrocessione
Sassuolo 0 Nessuna retrocessione
Spezia 0 Nessuna retrocessione

Albo d'oro del campionato italiano[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro del campionato italiano di calcio.
La Juventus, qui nella formazione campione d'Italia 2012-13, è la squadra più titolata del calcio italiano con 36 scudetti.

Titolo più recente[modifica | modifica wikitesto]

Primo titolo[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie consecutive[modifica | modifica wikitesto]

Prospetto dei piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 23 maggio 2021.

Campionato di I livello (119 edizioni) Serie A (89 edizioni)
Squadra Titoli 1º posto 2º posto 3º posto Podi Pres. Titoli 1º posto 2º posto 3º posto Podi Pres.
Juventus 36 37 21 12 70 115 34 35 17 9 61 88
Inter 19 19 15 14 48 107 17 17 15 14 46 89
Milan 18 18 16 16 50 113 15 15 15 15 45 87
Genoa 9 9 4 2 15 82 0 0 1 1 2 54
Torino 7 8 8 5 21 96 5 5 6 5 16 77
Bologna 7 7 4 3 14 90 5 5 3 3 11 74
Pro Vercelli 7 7 1 0 8 24 0 0 0 0 0 6
Roma 3 3 14 7 24 91 3 3 14 7 24 88
Napoli 2 2 8 10 20 79 2 2 8 10 20 75
Lazio 2 2 6 7 15 91 2 2 3 7 12 78
Fiorentina 2 2 5 6 13 85 2 2 5 6 13 83
Cagliari 1 1 1 0 2 41 1 1 1 0 2 41
Sampdoria 1 1 0 1 2 64 1 1 0 1 2 64
Verona 1 1 0 0 1 45 1 1 0 0 1 30
Casale 1 1 0 0 1 18 0 0 0 0 0 4
Novese 1 1 0 0 1 3 0 0 0 0 0 0
US Milanese 0 0 2 1 3 15 0 0 0 0 0 0
Vicenza 0 0 2 0 2 39 0 0 1 0 1 30
Livorno 0 0 2 0 2 29 0 0 1 0 1 18
Alba Roma 0 0 2 0 2 7 0 0 0 0 0 0
Internazionale Torino 0 0 2 0 2 2 0 0 0 0 0 0
Udinese 0 0 1 2 3 55 0 0 1 2 3 48
Parma 0 0 1 2 3 30 0 0 1 2 3 27
Venezia 0 0 1 1 2 23 0 0 0 1 1 12
Triestina 0 0 1 0 1 28 0 0 1 0 1 26
Sampierdarenese 0 0 1 0 1 18 0 0 0 0 0 8
Pisa 0 0 1 0 1 17 0 0 0 0 0 7
Perugia 0 0 1 0 1 13 0 0 1 0 1 13
Fortitudo 0 0 1 0 1 10 0 0 0 0 0 0
Torinese 0 0 1 0 1 7 0 0 0 0 0 0
Savoia 0 0 1 0 1 5 0 0 0 0 0 0
Atalanta 0 0 0 3 3 65 0 0 0 3 3 60
Andrea Doria 0 0 0 2 2 23 0 0 0 0 0 0
Padova 0 0 0 1 1 27 0 0 0 1 1 16
Modena 0 0 0 1 1 27 0 0 0 1 1 13
Alessandria 0 0 0 1 1 25 0 0 0 0 0 13
Totale 117 119[N 11] 123[N 12] 96[N 13] 338 - 88 89[N 14] 94[N 15] 87[N 16] 270 -

Piazzamenti delle squadre nella Serie A a girone unico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro del campionato italiano di calcio.

1º posto[modifica | modifica wikitesto]

(*) 34 vittorie della Serie A più un 1º posto nel 2005 con titolo revocato

Ultima volta 1º posto[modifica | modifica wikitesto]

Prima volta 1º posto[modifica | modifica wikitesto]

1º posto consecutivo[modifica | modifica wikitesto]

  • Juventus: 9 volte (2011-12; 2012-13; 2013-14; 2014-15; 2015-16; 2016-17; 2017-18; 2018-19; 2019-20)
  • Juventus: 5 volte (1930-31; 1931-32; 1932-33; 1933-34; 1934-35)
  • Inter: 5 volte (2005-06; 2006-07; 2007-08; 2008-09; 2009-10)
  • Torino: 4 volte (1942-43; 1946-47; 1947-48; 1948-49)
  • Milan: 3 volte (1991-92; 1992-93; 1993-94)
  • Bologna: 2 volte (1935-36; 1936-37)
  • Inter: 2 volte (1952-53; 1953-54)
  • Juventus: 2 volte (1959-60; 1960-61)
  • Inter: 2 volte (1964-65; 1965-66)
  • Juventus: 2 volte (1971-72; 1972-73)
  • Juventus: 2 volte (1976-77; 1977-78)
  • Juventus: 2 volte (1980-81; 1981-82)
  • Juventus: 2 volte (1996-97; 1997-98)
  • Juventus: 2 volte (2001-02; 2002-03)

2º posto[modifica | modifica wikitesto]

Ultima volta 2º posto[modifica | modifica wikitesto]

2º posto consecutivo[modifica | modifica wikitesto]

  • Fiorentina: 4 volte (1956-57; 1957-58; 1958-59; 1959-60)
  • Inter: 3 volte (1932-33; 1933-34; 1934-35)
  • Milan: 3 volte (1970-71; 1971-72; 1972-73)
  • Roma: 3 volte (2005-06; 2006-07; 2007-08)
  • Juventus: 2 volte (1946-47; 1947-48)
  • Juventus: 2 volte (1952-53; 1953-54)
  • Torino: 2 volte (1976-77; 1977-78)
  • Napoli: 2 volte (1987-88; 1988-89)
  • Milan: 2 volte (1989-90; 1990-91)
  • Juventus: 2 volte (1999-00; 2000-01)
  • Roma: 2 volte (2013-14; 2014-15)
  • Napoli: 2 volte (2017-18; 2018-19)

3º posto[modifica | modifica wikitesto]

Ultima volta 3º posto[modifica | modifica wikitesto]

3º posto consecutivo[modifica | modifica wikitesto]

  • Atalanta: 3 volte (2018-19; 2019-20; 2020-21)
  • Napoli: 2 volte (1932-33; 1933-34)
  • Torino: 2 volte (1935-36; 1936-37)
  • Milan: 2 volte (1952-53; 1953-54)
  • Lazio: 2 volte (1955-56; 1956-57)
  • Milan: 2 volte (1962-63; 1963-64)
  • Inter: 2 volte (1989-90; 1990-91)
  • Milan: 2 volte (2008-09; 2009-10)

Ultimo posto[modifica | modifica wikitesto]

Campioni d'inverno[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo, puramente statistico, di «campione d'inverno» è appannaggio dei club in testa alla classifica al termine del girone d'andata di un campionato.

Nelle 89 edizioni della Serie A tenutesi fino al 2021, solo due squadre campioni d'inverno (la Juventus nel 1935-36 e il Liguria nel 1938-1939) non risultarono classificate nelle prime tre a fine campionato; sempre nello stesso periodo, in 58 occasioni la capolista a metà campionato, o una di esse, fu campione d'Italia a fine torneo o si piazzò al primo posto in caso di titolo revocato (65%); la percentuale è leggermente più alta nell'epoca dei 3 punti, a partire dalla stagione 1994-95: nel 67% delle volte (18 su 27 campionati) la squadra campione d'inverno ha poi terminato il torneo da primatista.

Ai fini della determinazione dei campioni d'inverno, non sono applicabili i criteri della classifica avulsa, in quanto validi soltanto per stabilire le posizioni finali nel campionato (motivo per cui possono verificarsi ex aequo fra due o più squadre, circostanza accaduta sei volte), e non sono conteggiabili a posteriori i punti conseguiti nelle partite rinviate nel girone d'andata e fatte disputare nel corso del girone di ritorno (ragion per cui, nel 1929-30 e nel 2003-04, la squadra che ha conquistato il "titolo" ha beneficiato del vantaggio di aver giocato una gara in più rispetto alla seconda classificata).

Campione d'inverno[modifica | modifica wikitesto]

Titoli più recenti di campione d'inverno[modifica | modifica wikitesto]

Campione d'inverno consecutivo[modifica | modifica wikitesto]

  • Juventus: 4 volte (1975-78; 2012-15)
  • Inter: 4 volte (2007-10)
  • Bologna: 3 volte (1939-41)
  • Milan: 3 volte (1992-94)
  • Inter: 2 volte (1953-54; 1961-62; 1966-67)
  • Juventus: 2 volte (1930-31; 1972-73; 1997-98; 2005-06; 2019-20)
  • Milan: 2 volte (1964-65)
  • Cagliari: 2 volte (1969-70)
  • Napoli: 2 volte (1987-88)
  • Roma: 2 volte (2001-02)

Record di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Imbattibilità[modifica | modifica wikitesto]

Assoluta[modifica | modifica wikitesto]

Serie aperta domenica 26 maggio 1991: Milan-Parma 0-0
Serie chiusa domenica 21 marzo 1993: Milan-Parma 0-1

Casalinga[modifica | modifica wikitesto]

Serie aperta domenica 31 gennaio 1943: Torino-Juventus 2-0
Serie chiusa domenica 6 novembre 1949: Torino-Juventus 1-3

(°) Sono incluse le 20 partite del Campionato di Divisione Nazionale 1945-1946

Esterna[modifica | modifica wikitesto]

Serie aperta domenica 1º settembre 1991: Ascoli-Milan 0-1
Serie chiusa domenica 31 ottobre 1993: Sampdoria-Milan 3-2

Intero campionato[modifica | modifica wikitesto]

In questa sezione sono presi in considerazione solo i campionati di Serie A.

Maggior numero di partite consecutive senza subire gol[modifica | modifica wikitesto]

  • 10 giornate

Juventus nel 2015-2016

Serie aperta domenica 17 gennaio 2016: Udinese-Juventus 0-4
Serie chiusa: domenica 20 marzo 2016: Torino-Juventus 1-4;

Juventus nel 2017-2018

Serie aperta sabato 6 gennaio 2018: Cagliari-Juventus 0-1
Serie chiusa: sabato 31 marzo 2018: Juventus-Milan 3-1

Maggior numero di partite consecutive in testa al campionato di Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Serie aperta domenica 12 settembre 2004: Brescia-Juventus 0-3
Serie chiusa per declassamento all'ultimo posto in Serie A 2005-2006 e retrocessione in Serie B a campionato concluso

Vittorie, pareggi e sconfitte[modifica | modifica wikitesto]

Maggior numero di vittorie complessive

Maggior numero di vittorie casalinghe

Maggior numero di vittorie in trasferta

Maggior numero di vittorie consecutive: 17 - Inter nel 2006-2007

Serie aperta il 25 ottobre 2006: Inter-Livorno 4-1
Serie chiusa il 28 febbraio 2007: Inter-Udinese 1-1

Maggior numero di vittorie consecutive senza subire gol: 9 - Juventus nel 2017-2018

Serie aperta il 6 gennaio 2018: Cagliari-Juventus 0-1
Serie chiusa il 17 marzo 2018: Spal-Juventus 0-0

Maggior numero di vittorie consecutive casalinghe: 33 - Juventus dal 2015-2016 al 2016-2017

Serie aperta il 4 ottobre 2015: Juventus-Bologna 3-1
Serie chiusa il 6 maggio 2017: Juventus-Torino 1-1

Maggior numero di vittorie consecutive in trasferta: 12 - Roma dal 2016-2017 al 2017-2018

Serie aperta il 12 febbraio 2017: Crotone-Roma 0-2
Serie chiusa il 26 novembre 2017: Genoa-Roma 1-1

Maggior numero di vittorie consecutive da inizio campionato: 10 - Roma nel 2013-2014

Serie aperta il 25 agosto 2013: Livorno-Roma 0-2
Serie chiusa il 3 novembre 2013: Torino-Roma 1-1

Maggior numero di sconfitte consecutive da inizio campionato: 14 - Benevento nel 2017-2018

Serie aperta il 20 agosto 2017: Sampdoria-Benevento 2-1
Serie chiusa il 3 dicembre 2017: Benevento-Milan 2-2

Maggior numero di vittorie consecutive da inizio campionato senza subire gol: 5 - Juventus nel 2014-2015

Serie aperta il 30 agosto 2014: Chievo-Juventus 0-1
Serie chiusa il 5 ottobre 2014: Juventus-Roma 3-2

Maggior numero di vittorie consecutive dall'inizio del girone di ritorno 11 - Inter nel 2020-2021[1]

Serie aperta il 30 gennaio 2021: Inter-Benevento 4-0
Serie chiusa il 18 aprile 2021: Napoli-Inter 1-1

Maggior numero di vittorie consecutive contro la stessa squadra: 13
Milan contro Chievo dal 2005-2006 al 2013-2014:[2]

Serie aperta il 9 aprile 2006: Milan-Chievo 4-1
Serie chiusa il 10 novembre 2013: Chievo-Milan 0-0

Juventus contro Atalanta dal 2009-2010 al 2016-2017:[3]

Serie aperta il 7 novembre 2009: Atalanta-Juventus 2-5
Serie chiusa il 28 aprile 2017: Atalanta-Juventus 2-2

Maggior numero di squadre battute in campionato da un club sia all'andata che al ritorno in una singola stagione: 14 su 19 - Juventus nel 2013-2014

Maggior numero di squadre battute in campionato da un club in una singola stagione: 19 su 19 - Juventus nel 2013-2014; 2014-2015; 2015-2016; 2016-2017; 2017-2018 - Inter e Milan nel 2020-2021

Maggior numero di partite consecutive senza pareggi: 38 (33 vittorie, 5 sconfitte) - Juventus dal 2015-2016 al 2016-2017

Serie aperta il 28 febbraio 2016: Juventus-Inter 2-0
Serie chiusa il 5 marzo 2017: Udinese-Juventus 1-1

Maggior numero di sconfitte in un campionato della squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Maggior numero di pareggi in un campionato della squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Minor numero di vittorie in un campionato della squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Minor numero di pareggi in un campionato della squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Minor numero di sconfitte in un campionato della squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Punti[modifica | modifica wikitesto]

Totali[modifica | modifica wikitesto]

  • campionati a 16 squadre con 2 punti per vittoria: 51 punti - Juventus nel 1976-77
Rapporto di 2,46 punti a partita usando l'attuale sistema di calcolo
  • campionati a 18 squadre con 2 punti per vittoria: 58 punti - Inter nel 1988-89
Rapporto di 2,47 punti a partita usando l'attuale sistema di calcolo
  • campionati a 18 squadre con 3 punti per vittoria: 82 punti - Milan nel 2003-04
Rapporto di 2,41 punti a partita
  • campionati a 20 squadre con 2 punti per vittoria: 63 punti - Torino nel 1946-47
Rapporto di 2,39 punti a partita usando l'attuale sistema di calcolo
  • campionati a 20 squadre con 3 punti per vittoria: 102 punti - Juventus nel 2013-14
Rapporto di 2,68 punti a partita
  • campionato a 21 squadre con 2 punti per vittoria: 65 punti - Torino nel 1947-48
Rapporto di 2,35 punti a partita usando l'attuale sistema di calcolo

In casa[modifica | modifica wikitesto]

  • campionati a 16 squadre con 2 punti per vittoria: 29 punti - Torino nel 1975-76
Percentuale 96,66%
Percentuale 97,05%
  • campionati a 18 squadre con 3 punti per vittoria: 47 punti - Juventus nel 1997-1998
Percentuale 92,15%
  • campionati a 20 squadre con 2 punti per vittoria: 37 punti - Torino nel 1948-49
Percentuale 97,36%
  • campionati a 20 squadre con 3 punti per vittoria: 57 punti - Juventus nel 2013-14
Percentuale 100,00%
  • campionato a 21 squadre con 2 punti per vittoria: 39 punti - Torino nel 1947-48
Percentuale 97,50%

In trasferta[modifica | modifica wikitesto]

  • campionati a 16 squadre con 2 punti per vittoria: 24 punti - Juventus nel 1976-77
Percentuale 80,00%
  • campionati a 18 squadre con 2 punti per vittoria: 27 punti - Milan nel 1963-64
Percentuale 79,41%
  • campionati a 18 squadre con 3 punti per vittoria: 38 punti - Milan nel 2003-04
Percentuale 74,50%
  • campionati a 20 squadre con 2 punti per vittoria: 32 punti - Juventus nel 1949-1950
Percentuale 84,21%
Percentuale 85,96%
  • campionato a 21 squadre con 2 punti per vittoria: 26 punti - Torino nel 1947-1948
Percentuale 65,00%

Nel girone d'andata[modifica | modifica wikitesto]

  • campionati a 16 squadre con 2 punti per vittoria: 26 punti (Juventus 1975-76 e 1985-86)
  • campionati a 18 squadre con 2 punti per vittoria: 31 punti (Milan 1992-93)
  • campionati a 18 squadre con 3 punti per vittoria: 42 punti (Milan e Roma 2003-04)
  • campionati a 20 squadre con 2 punti per vittoria: 34 punti (Juventus 1949-50)
  • campionati a 20 squadre con 3 punti per vittoria: 53 punti (Juventus 2018-19)
  • campionato a 21 squadre con 2 punti per vittoria: 31 punti (Milan 1947-48)

Nel girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

  • campionati a 16 squadre con 2 punti per vittoria: 26 punti (Juventus 1976-77 e 1980-81)
  • campionati a 18 squadre con 2 punti per vittoria: 31 punti (Milan 1961-62)
  • campionati a 18 squadre con 3 punti per vittoria: 40 punti (Milan 1998-99 e 2003-04; Juventus 2000-01 e 2001-02)
  • campionati a 20 squadre con 2 punti per vittoria: 34 punti (Torino 1946-47)
  • campionati a 20 squadre con 3 punti per vittoria: 52 punti (Juventus 2015-16)
  • campionato a 21 squadre con 2 punti per vittoria: 36 punti (Torino 1947-48)

Nell'anno solare[modifica | modifica wikitesto]

In questa lista vengono conteggiati solamente i punti ottenuti in Serie A.[N 17]

Maggior numero di punti in un anno solare:

Rapporto di 2,42 punti a partita

Miglior rapporto di punti a partita in un anno solare:

Rapporto di 2,66 punti a partita[N 20]

Rapporto di punti a partita assoluto[modifica | modifica wikitesto]

Usando l'attuale sistema di calcolo (3 punti per vittoria).

  • Intero campionato: 2,68 punti a partita - Juventus nel 2013-14 (102 punti)
Percentuale 89,48%
Percentuale 100,00%
Percentuale 85,96%

Minor numero di punti della squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Distacco sulle seconde classificate[modifica | modifica wikitesto]

Reti[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di gare consecutive in gol complessive: 44 (Juventus: dalla 10ª giornata 2016-17 alla 16ª giornata 2017-18)
  • Maggior numero di gare consecutive in gol in casa: 76 (Torino: dall'8ª giornata 1946-47 alla 3ª giornata 1950-51)
  • Maggior numero di gare consecutive in gol in trasferta: 28 (Juventus: dalla 12ª giornata 2016-17 alla 27ª giornata 2017-18)
  • Maggior numero di gare consecutive con almeno due gol segnati: 17 (Milan: dalla 37ª giornata 2019-20 alla 15ª giornata 2020-21)

Prolificità[modifica | modifica wikitesto]

Media di una marcatura segnata ogni 36 minuti di gioco (media gol a partita 2,50)
Media di una marcatura segnata ogni 32,21 minuti di gioco (media gol a partita 2,79)
Media di una marcatura segnata ogni 28,98 minuti di gioco (media gol a partita 3,11)
Media di una marcatura segnata ogni 28,8 minuti di gioco (media gol a partita 3,13)

Invulnerabilità[modifica | modifica wikitesto]

Media di una marcatura subita ogni 245,45 minuti di gioco (media gol a partita 0,37)
Media di una marcatura subita ogni 204 minuti di gioco (media gol a partita 0,44)
Media di una marcatura subita ogni 171 minuti di gioco (media gol a partita 0,53)
Media di una marcatura subita ogni 109,09 minuti di gioco (media gol a partita 0,83)

Migliore differenza reti[modifica | modifica wikitesto]

  • campionati a 16 squadre: 37 gol Torino nel 1942-43 (68 gol realizzati e 31 gol subiti), e 1976-77 (51 gol realizzati e 14 gol subiti)
  • campionati a 18 squadre: 60 gol Juventus nel 1932-33 (83 gol realizzati e 23 gol subiti), e Fiorentina 1958-59 (95 gol realizzati e 35 gol subiti)
  • campionati a 20 squadre: 73 gol Milan nel 1949-50 (118 gol realizzati e 45 gol subiti)
  • campionato a 21 squadre: 92 gol Torino nel 1947-48 (125 gol realizzati e 33 gol subiti)

Attacchi e difese[modifica | modifica wikitesto]

Miglior attacco[modifica | modifica wikitesto]

Miglior difesa[modifica | modifica wikitesto]

Peggior attacco[modifica | modifica wikitesto]

Peggior difesa[modifica | modifica wikitesto]

Squadra campione con migliore attacco e migliore difesa[modifica | modifica wikitesto]

Soltanto in 19 occasioni la squadra che ha vinto il campionato ha avuto allo stesso tempo il migliore attacco e la migliore difesa:

  • Juventus: 9 volte (1932-33, 1951-52, 1980-81, 1981-82, 2001-02, 2002-03*, 2004-05, 2013-14, 2014-15)
  • Inter: 4 volte (1939-40*, 1988-89, 2008-09*, 2009-10)
  • Milan: 4 volte (1950-51*, 1954-55, 1956-57*, 1992-93*)
  • Torino: 2 volte (1947-48, 1975-76)

In tre sole occasioni la squadra con il migliore attacco e la miglior difesa non riuscì a vincere il campionato:

  • Roma: 2 volte (1930-31, 2003-04)
  • Torino (1976-77)

(*) Miglior attacco, miglior difesa o entrambi a pari merito con altre squadre

Capocannonieri Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Marcatori dei campionati italiani di calcio.

Numero di capocannonieri per squadra[modifica | modifica wikitesto]

Doppiette (due giocatori della stessa squadra in testa alla classifica cannonieri)[modifica | modifica wikitesto]

Nelle stagioni sopra citate in cui si sono verificate queste doppiette, solo il Torino nel 1975-1976 ha vinto il campionato.

(*) A pari merito con Roberto Bettega (Juventus)

Dall'inizio del girone unico nel 1929-1930 in ventisette occasioni il capocannoniere (o uno dei capocannonieri) del campionato faceva parte della squadra campione d'Italia. In un solo caso, nel campionato 1995-1996, il capocannoniere (Igor Protti del Bari) faceva parte di una squadra retrocessa.

Altri[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Torino nella stagione 1942-1943 e la Juventus nella stagione 2015-16 sono le uniche squadre, in tutti i campionati di Serie A a girone unico, ad aver vinto lo scudetto dopo aver perso le prime due gare iniziali (Ambrosiana-Torino 1-0 e Torino-Livorno 1-2 per il Torino nel 1942-43 e Juventus-Udinese 0-1 e Roma-Juventus 2-1 per la Juventus nel 2015-2016).
  • La Juventus è l'unica squadra ad aver superato il tetto dei 100 punti in classifica in un torneo di Serie A, grazie ai 102 punti totalizzati nella stagione 2013-2014 (record nel campionato italiano e sesto assoluto a livello europeo).
  • L'Inter e la Juventus sono le uniche due squadre ad aver superato il tetto dei 100 punti in Serie A in un anno solare, grazie ai 104 punti totalizzati dall'Inter nel 2021 e ai 101 punti totalizzati dalla Juventus nel 2018.
  • L'Inter e la Pro Vercelli sono le uniche squadre, tra quelle che hanno partecipato alla Serie A, che non sono mai state promosse in massima serie. Specificamente, il sodalizio lombardo è l'unico sempre presente in A e, insieme al Sassuolo e allo Spezia, non è mai retrocesso da questa serie. Il club piemontese è, invece, l'unica compagine ad aver militato in Serie A fin dalla sua fondazione (1929) che è stata relegata in cadetteria senza poi ottenere la promozione in massima categoria (gli altri club retrocessi dalla A e mai risaliti sono il Casale, l'Avellino, la Pistoiese, il Treviso e il Carpi, i quali hanno esordito nella serie rispettivamente nel 1930, nel 1978, nel 1980, nel 2005, e nel 2015).
  • In tre occasioni una squadra (intesa come sezione calcistica di un club) ha vinto lo scudetto nell'anno del centenario della propria istituzione; la prima volta capitò alla Juventus nel 1996-1997, poi al Milan nel 1998-1999, e infine all'Inter nel 2007-2008. Se, tuttavia, prendiamo come riferimento il centesimo anniversario di fondazione delle società in quanto tali, all'elenco precedente va aggiunta la Lazio, vincitrice del campionato nel 1999-2000.[N 21]
  • Durante la partita del 23 aprile 2016 tra Inter e Udinese (3-1), per la prima volta nella storia della Serie A tra i 22 giocatori scesi in campo dal primo minuto non ne compare nessuno di nazionalità italiana.[4]
  • Il massimo numero di turni in anticipo in cui è arrivata la matematica vittoria del campionato è di 5, record condiviso tra Torino (1946-1947), Fiorentina (1955-1956), Inter (2006-2007) e Juventus (2018-2019);[5] la Fiorentina è l'unica ad averlo fatto in un campionato a 18 squadre, mentre le altre in tornei a 20 squadre.
  • Il Milan nel 2020-2021 è la squadra che si è vista assegnare il maggior numero di rigori (20) in una singola stagione[6].

Record di calciatori[modifica | modifica wikitesto]

In grassetto i giocatori ancora in attività in Serie A.

Record di presenze[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Classifica di presenze in Serie A.

Classifica presenze in Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Gianluigi Buffon è il giocatore più presente nella storia del torneo.

Primi 24 giocatori per numero di presenze assolute in Serie A:

Statistiche aggiornate al 23 gennaio 2022.

  1.   Gianluigi Buffon 657
  2.   Paolo Maldini 647
  3.   Francesco Totti 619
  4.   Javier Zanetti 615
  5.   Gianluca Pagliuca 592
  6.   Dino Zoff 570
  7.   Pietro Vierchowod 562
  8.   Roberto Mancini 541
  9.   Samir Handanovič 537
      Silvio Piola 537
  10.   Enrico Albertosi 532
  11.   Gianni Rivera 527
  12.   Fabio Quagliarella 520
  13.   Giuseppe Bergomi 519
  14.   Alberto Gilardino 514
  15.   Ciro Ferrara 500
  16.   Giovanni Galli 496
  17.   Tarcisio Burgnich 494
  18.   Goran Pandev 493
      Andrea Pirlo 493
  19.   Giuseppe Favalli 486
  20.   Giancarlo De Sisti 478
      Alessandro Del Piero 478
      Angelo Peruzzi 478

Presenze consecutive in Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Il record appartiene a Dino Zoff il quale dal 1972 al 1983 disputò 332 partite consecutive in Serie A, con le maglie di Napoli (2 presenze) e Juventus (330 presenze).[7]

Numero di campionati di Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Presenze per squadra in Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Paolo Maldini è il giocatore con più presenze nella stessa squadra (Milan).

Maggior numero di retrocessioni dalla Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Fabio Pecchia, 5 (Sampdoria 1998-1999, Torino 1999-2000, Napoli 2000-2001, Como 2002-2003, Ascoli 2006-2007)

Giocatori pluriscudettati[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Calciatori plurivincitori del campionato italiano.

Classifica per scudetti vinti in Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Primi 13 giocatori per numero di scudetti vinti nella Serie A a girone unico:[N 22]

  1.   Gianluigi Buffon 10
  2.   Leonardo Bonucci 9
  3.   Giorgio Chiellini 9
  4.   Andrea Barzagli 8
  5.   Giovanni Ferrari 8
  6.   Giuseppe Furino 8
  7.   Roberto Bettega 7
  8.   Alessandro Costacurta 7
  9.   Ciro Ferrara 7
  10.   Stephan Lichtsteiner 7
  11.   Paolo Maldini 7
  12.   Claudio Marchisio 7
  13.   Gaetano Scirea 7

Maggior numero di campionati di Serie A vinti consecutivamente[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio Chiellini, 9 (con la Juventus)[9]

Campionati di Serie A vinti per squadra[modifica | modifica wikitesto]

Cannonieri[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Classifica dei marcatori della Serie A.
Silvio Piola è il miglior marcatore nella storia del campionato.

Numero di reti[modifica | modifica wikitesto]

Primi 11 giocatori per numero di reti assolute in Serie A:

Statistiche aggiornate al 19 luglio 2020.

  1.   Silvio Piola 274
  2.   Francesco Totti 250
  3.   Gunnar Nordahl 225
  4.   Giuseppe Meazza 216
  5.     José Altafini 216
  6.   Antonio Di Natale 209
  7.   Roberto Baggio 205
  8.   Kurt Hamrin 190
  9.   Giuseppe Signori 188
  10.   Alessandro Del Piero 188
  11.   Alberto Gilardino 188

Militanza[modifica | modifica wikitesto]

Francesco Totti è primo nella classifica dei gol segnati con la stessa maglia (Roma).
  • Più gol in Serie A con la stessa squadra: Francesco Totti, 250 (con la Roma dal 4 settembre 1994 al 25 settembre 2016)
  • Più partite senza segnare una sola rete in Serie A (eccetto i portieri): Francesco Janich, 425 (Atalanta 38, Lazio 93, Bologna 294)[10][11]
  • Maggior numero di squadre in Serie A nelle quali uno stesso calciatore ha realizzato gol:

Nicola Amoruso, 12: Sampdoria (1993-1994), Padova (1995-1996), Juventus (1996-1999), Perugia (1999-2000), Napoli (2000-2001), Como (2003), Modena (2003-2004), Messina (2004-2005), Reggina (2005-2008), Torino (2008), Parma (2009), Atalanta (2010);

Marco Borriello, 12: Empoli (2003), Reggina (2004-2005), Sampdoria (2005-2006), Treviso (2006), Milan (2006-2007), Genoa (2007-2008), Roma (2010-2011), Juventus (2012), Carpi (2015-2016), Atalanta (2016), Cagliari (2016-2017), SPAL (2017-2018)[12]

Marcature consecutive[modifica | modifica wikitesto]

Tempo di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Marcatori più giovani[modifica | modifica wikitesto]

I 20 calciatori più giovani ad aver segnato in Serie A[18][N 27]

  1.   Amedeo Amadei 15 anni e 287 giorni (Serie A 1936-1937, Roma)
  2.   Gianni Rivera 16 anni e 68 giorni (Serie A 1959-1960, Alessandria)
  3.   Pietro Pellegri 16 anni e 72 giorni (Serie A 2016-2017, Genoa)
  4.   Gino Colaussi 16 anni e 243 giorni (Serie A 1930-1931, Triestina)
  5.   Renato Buso 16 anni e 304 giorni (Serie A 1986-1987, Juventus)
  6.   Roberto Mancini 16 anni e 311 giorni (Serie A 1981-1982, Bologna)
  7.   Khouma El Babacar 17 anni e 3 giorni (Serie A 2009-2010, Fiorentina)
  8.   Bruno Nicolè 17 anni e 14 giorni (Serie A 1956-1957, Padova)
  9.   Giorgio De Giorgis 17 anni e 21 giorni (Serie A 1974-1975, Sampdoria)
  10.   Silvio Piola 17 anni e 34 giorni (Serie A 1930-1931, Pro Vercelli)
  11.   Stefano Okaka 17 anni e 38 giorni (Serie A 2006-2007, Roma)
  12.   Giambattista Moschino 17 anni e 60 giorni (Serie A 1955-1956, Novara)
  13.   Richmond Boakye 17 anni e 65 giorni (Serie A 2009-2010, Genoa)
  14.   Moise Kean 17 anni e 88 giorni (Serie A 2016-2017, Juventus)
  15.   Mario Corso 17 anni e 97 giorni (Serie A 1958-1959, Inter)
  16.   Amad Diallo 17 anni e 108 giorni (Serie A 2019-2020, Atalanta)
  17.   Giuliano Fiorini 17 anni e 117 giorni (Serie A 1974-1975, Bologna)
  18.   Adolfo Agosti 17 anni e 129 giorni (Serie A 1929-1930, Cremonese)
  19.   Alessandro Capponi 17 anni e 129 giorni (Serie A 1936-1937, Lazio)
  20.   Giancarlo Bacci 17 anni e 129 giorni (Serie A 1948-1949, Lucchese)

Marcatori più anziani[