Serie A 2016-2017

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando gli altri tornei sportivi con lo stesso nome, vedi Serie A 2016-2017 (disambigua).
Serie A 2016-2017
Serie A TIM 2016-2017
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 115ª
Organizzatore Lega Serie A
Date dal 20 agosto 2016
al 28 maggio 2017
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula girone all'italiana
Risultati
Vincitore Juventus
(33º titolo)
Retrocessioni Empoli
Palermo
Pescara
Statistiche
Miglior marcatore Bosnia ed Erzegovina Edin Džeko (29)
Incontri disputati 380
Gol segnati 1 123 (2,96 per incontro)
Juventus FC - Serie A champions 2016-17 (edited).jpg
I bianconeri campioni d'Italia
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2015-2016 2017-2018 Right arrow.svg

La Serie A 2016-2017 è stata la 115ª edizione del massimo campionato italiano di calcio, l'85ª disputata a girone unico.

È stata vinta dalla Juventus, al suo 33º scudetto nonché 6º consecutivo — quest'ultimo un record nella storia della Serie A e dei maggiori campionati nazionali d'Europa.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato è iniziato nel fine settimana del 20 e 21 agosto 2016 e si è concluso il 28 maggio 2017.[1]. Si sono disputati 3 turni infrasettimanali: il 21 settembre, il 26 ottobre e il 22 dicembre 2016.[1] Il torneo ha osservato turni di sosta domenicali il 4 settembre, il 9 ottobre, il 13 novembre 2016 e il 26 marzo 2017 (per gli impegni della nazionale nelle qualificazioni ai Mondiali 2018).[1] La pausa natalizia ha interessato il periodo dal 23 dicembre al 7 gennaio,[1] mentre non si è disputato il turno infrasettimanale dell'Epifania, contrariamente alla stagione precedente.

Per quel che riguarda le società da segnalare l'esordio del Crotone, neopromosso dal campionato cadetto[2]; un'ulteriore novità è stata l'introduzione della moviola in campo a partire dal mese di ottobre, ovvero dalla 7ª giornata, sia pur in via totalmente sperimentale e senza alcun effetto sulle decisioni arbitrali.[3][4]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dal 1º luglio al 31 agosto)[modifica | modifica wikitesto]

La Juventus campione uscente segna le operazioni più importanti del mercato estivo: a fronte della cessione-record di Pogba al Manchester Utd per 105 milioni di euro — il più oneroso trasferimento nella storia del calcio[5] —, e della decisione del Real Madrid di esercitare la recompra su Morata, arrivano a rinforzare la retroguardia della Vecchia Signora lo svincolato Dani Alves, ex Barcellona, e Benatia dal Bayern Monaco, mentre dalle rivali Roma e Napoli i bianconeri prelevano rispettivamente il centrocampista Pjanić[6] e la punta Higuaín — quest'ultimo giunto a Torino per 90 milioni, cifra-record per il campionato italiano.[7] Perso il capocannoniere del precedente campionato, il Napoli punta su Milik, giovane attaccante prelevato dall'Ajax e messosi in evidenza all'Europeo di Francia 2016, cui fanno seguito gli acquisti di una nutrita schiera di prospetti come Diawara e Zieliński. La Roma ridisegna soprattutto il suo reparto arretrato con vari innesti stranieri, tra cui il centrale Fazio dal Tottenham; giunge inoltre in giallorosso, dal Torino, l'esterno Bruno Peres.

Gonzalo Higuaín, passato nell'estate 2016 dal Napoli alla Juventus per 90 milioni di euro, diventa l'acquisto più costoso nella storia del calcio italiano.[7]

Estate di segno opposto per le milanesi. L'Inter, nel frattempo passata di mano ai cinesi del Suning Holdings Group, da una parte si segnala per una corposa opera di rafforzamento che vede gli arrivi del neocampione d'Europa con il Portogallo, João Mário, dallo Sporting Lisbona, dei centrocampisti Banega e Candreva rispettivamente da Siviglia e Lazio, e del promettente attaccante Gabigol dal Santos; dall'altra, la società deve affrontare la fine del rapporto in panchina con Roberto Mancini a due settimane dall'inizio del campionato, sostituendolo con l'ex allenatore ajacide Frank de Boer. I concittadini del Milan, che cambiano nuovamente guida tecnica in pochi anni affidandosi stavolta a Vincenzo Montella, optano invece per un mercato di secondo piano che vede principalmente l'approdo di Lapadula, capocannoniere del precedente torneo di Serie B,[8] i ritorni dai prestiti di Paletta e Suso, e la definitiva promozione in prima squadra del giovane Locatelli.

Una Fiorentina in chiaroscuro punta prettamente su giovani e sconosciute promesse, affiancando loro l'esperto Carlos Sánchez dall'Aston Villa. Si muovono anche la Lazio, alle cui file si aggiunge l'attaccante azzurro Immobile,[9] e il Torino di Siniša Mihajlović che, pur a fronte della cessione del capitano Glik al Monaco, veste di granata Ljajić, Iago Falque[10] e Castán. La Sampdoria di Marco Giampaolo rivoluziona il suo organico, acquistando giovani e promettenti stranieri tra cui spicca il capitano dei Diables Rouges Under-21 Praet dall'Anderlecht, mentre i concittadini del Genoa, affidati all'artefice della promozione crotonese, Ivan Jurić, si rafforzano con il nazionale lusitano Veloso nonché i promettente Ocampos e Giovanni Simeone (figlio di Diego). In vista della sua prima esperienza europea, il Sassuolo amplia la rosa con vari prospetti come Lirola, questo ultimo sostituto del partente Vrsaljko, e Sensi, inoltre si avvale in avanti dell'esperienza di Matri.

L'Udinese di Beppe Iachini, alle prese con l'addio della bandiera Di Natale, pensa soprattutto a ringiovanire l'organico attingendo, come sua tradizione, a diversi elementi in giro per il mondo, tra cui de Paul. Simile il mercato del Bologna, che a prospetti quali Federico Di Francesco (figlio del tecnico sassolese Eusebio) e Verdi affianca comunque nomi di provata esperienza come quelli di Džemaili e Torosidīs. L'Atalanta, passata nelle mani di Gian Piero Gasperini, si rinforza in ogni reparto con gli ex laziali Berisha e Konko, il nazionale bosniaco Zukanović, e i promettenti Kessié e Spinazzola. Pochi movimenti al contrario in casa Chievo, che si segnala soprattutto per l'acquisto del portiere ed ex capitano palermitano Sorrentino. Sempre tra le provinciali, l'Empoli affidato all'esordiente Giovanni Martusciello punta su veterani della Serie A quali Gilardino e Pasqual, mentre il Palermo fa fronte alle cessioni di Sorrentino e Vázquez con gli arrivi del fantasista Diamanti e di altri elementi di secondo piano. Tra le neopromosse, il Cagliari compie un'interessante campagna acquisti rinforzandosi con il portoghese e neocampione d'Europa Bruno Alves,[11] i nazionali Isla e Tachtsidīs, e l'esperta punta Borriello. Il Pescara puntella la rosa con gli arrivi di vari giovani, tra cui Manaj e Cristante, affiancati dallo svincolato Aquilani. Infine la matricola Crotone, chiamato Davide Nicola in panchina e ceduti due tra i maggiori artefici della storica promozione, Ricci e Budimir, punta come nelle stagioni precedenti su vari e promettenti elementi, come la coppia d'attacco di ex sassolesi Falcinelli-Trotta.

Sessione invernale (dal 3 al 31 gennaio)[modifica | modifica wikitesto]

Roberto Gagliardini, tra le maggiori rivelazioni della prima parte di campionato, passa dall'Atalanta all'Inter nel mercato invernale.

Il mercato di riparazione è decisamente in tono minore rispetto alla precedente sessione. Le squadre di vertice si limitano al piccolo cabotaggio: la Juventus rimpolpa le seconde linee con il mediano Rincón prelevato dal Genoa, e cede all'O. Marsiglia il terzino Evra nel frattempo finito ai margini;[12] la Roma lascia pressoché immutato il suo organico prendendo solamente l'ex promessa francese Grenier dall'O. Lione, mentre il Napoli si limita all'avvicendamento nel reparto avanzato tra l'ex genoano Pavoletti e Gabbiadini ceduto al Southampton.[12] A segnalarsi è soprattutto l'Inter che, con un cospicuo esborso, si assicura il giovane prospetto Gagliardini messosi in evidenta con l'Atalanta nella prima parte del campionato.[12] Al contrario i concittadini del Milan non riportano operazioni di rilievo[12] limitandosi agli arrivi delle giovani ali Ocampos e Deulofeu, rispettivamente da Genoa ed Everton, e alla cessione di Niang al Watford. La Fiorentina preleva il portiere Sportiello dall'Atalanta e il trequartista Saponara dall'Empoli.

Tra le formazioni di secondo piano, a incassare i maggiori profitti dalle cessioni sono Atalanta e Genoa;[12] in particolare, i rossoblù riaccolgono l'ex Pinilla, svincolatosi dall'Atalanta. Sassuolo e Torino si rinforzano in mezzo al campo, rispettivamente, con l'interno Aquilani e l'ala Iturbe, mentre la Sampdoria, che nel frattempo chiude definitivamente il rapporto con il fuori rosa Cassano, tessera il nazionale polacco Bereszyński. Nella parte bassa della classifica, l'Empoli preleva El Kaddouri dal Napoli, mentre il Palermo si libera dei suoi migliori giocatori cedendo Hiljemark (al Genoa) e Quaison (al Magonza); al contrario il Pescara tenta di invertire la rotta e raggiungere la salvezza rivoluzionando la sua rosa,[12] ricorrendo tra gli altri a elementi di provata esperienza come Bovo, Stendardo, Muntari e Gilardino.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato, che fa registrare la partenza più anticipata nella storia del girone unico[13], vede la Juventus campione uscente del precedente lustro, prendere immediatamente la testa della classifica: l'inaspettata sconfitta del 18 settembre 2016, contro un'altalenante Inter[14] le cui fortune sono legate prettamente alla vena realizzativa di Icardi,[15] non lascia strascichi nei bianconeri che alla sosta di ottobre possono vantare un discreto margine sul terzetto formato dalle romane e dal Milan.[16] Proprio i rossoneri, reduci da un deludente triennio e per questo non accreditati in estate di un cammino di vertice, costituiscono l'iniziale rivelazione;[17] una conferma in tal senso giunge alla nona giornata, quando la vittoria sui campioni d'Italia (alla seconda caduta stagionale, sempre al Meazza) spinge la formazione di Montella al secondo posto, accreditandola di rinnovate velleità tricolori.[18]

Gian Piero Gasperini è autore di una stagione d'esordio all'Atalanta al di sopra delle aspettative, guidando i bergamaschi al 4º posto che vale il loro miglior risultato in Serie A, e il ritorno in Europa dopo 26 anni.

Le posizioni rimangono immutate alla pausa di novembre,[19][20] con gli uomini di Allegri a tenere a distanza le più dirette inseguitrici: un gruppo composto dalla Roma di Spalletti, trascinata da un Džeko apparso rigenerato rispetto alla scialba precedente stagione, dal Milan, dalla Lazio, dall'outsider Atalanta e dal Napoli; proprio in queste settimane si palesa l'interlocutorio momento dei partenopei di Sarri, pure issatisi in testa dopo quattro turni, ma a dispetto delle attese estive scivolati poi lontano dalla vetta, pagando sia le cadute negli scontri diretti contro giallorossi e bianconeri, sia l'infortunio patito con la maglia della Polonia dal loro centravanti Milik, costretto in ottobre a un lungo stop dopo peraltro un convincente avvio sottorete. Tra le sorprese positive di questo primo scorcio di stagione spiccano su tutti i bergamaschi di Gasperini: la squadra orobica, dopo un avvio difficile, emerge alla distanza inanellando una serie di nove risultati utili (in cui eguaglia la propria striscia record di sei successi, ottenuti anche battendo avversarie ben più quotate quali Roma, Napoli e Inter), che la porta sul finire dell'autunno a ridosso della zona Champions. Sul piano opposto, invece, si colloca l'altra squadra nerazzurra, l'Inter: la compagine milanese, nonostante gli importanti investimenti sul mercato, si attanaglia in una crisi tecnica nonché tensioni extrasportive che portano, a inizio novembre, all'avvicendamento tecnico tra de Boer e Stefano Pioli. Per quanto concerne la lotta salvezza, le neopromosse Pescara e Crotone palesano subito difficoltà, con risultati che le inchiodano sul fondo della graduatoria già in autunno, insieme al Palermo e, appena sopra la zona retrocessione, l'Empoli.[21][22] La Juventus si laurea campione d'inverno per la quinta volta in sei anni, con due giornate d'anticipo, battendo 1-0 la Roma in casa con una rete di Higuain. I bianconeri sono i primi a chiudere un anno solare con 100 punti, frutto di 33 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte in tutto l'anno.[23]

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

La Juventus prosegue il suo cammino in testa alla classifica, stabilendo il record di 38 partite di campionato consecutive senza pareggi (interrotto dal pareggio 1-1 in casa dell'Udinese ad inizio marzo). Alle spalle dei bianconeri, Roma e Napoli, staccate, alla sosta di marzo per le nazionali, di 8 e 10 punti, restano saldamente in zona Champions, mentre i risultati in campo europeo delle due squadre non sono soddisfacenti (entrambe eliminate agli ottavi di finale, in Europa League i giallorossi e in Champions League i partenopei). Alle spalle del trio di testa, si delinea il gruppo di squadre destinate a contendersi i posti per l'Europa League: Lazio, Atalanta, Milan, Inter, racchiuse nello spazio di cinque punti. In coda, invece, la situazione sembrava già definita, con Palermo, Crotone e Pescara (la cui prima vittoria sul campo arriva solo alla venticinquesima giornata, la prima con Zeman in panchina) che parevano patire un distacco quasi incolmabile dalla quart'ultima, l'Empoli; tuttavia un lungo digiuno di vittorie dei toscani ha permesso ai calabresi, a 7 giornate dal termine, di accorciare il distacco anche grazie alla sorprendente vittoria casalinga contro l'Inter, successiva al loro primo successo esterno in massima serie, sul campo del Chievo.

Edin Džeko della Roma riscatta la prima annata deludente in Italia, laureandosi capocannoniere della stagione con 29 gol.

Al termine della trentatreesima giornata arriva il primo verdetto del campionato, con la retrocessione aritmetica in Serie B del Pescara con 5 turni di anticipo; giornata altresì caratterizzata dall'elevato numero di segnature, ben 48, che eguaglia il record assoluto per la Serie A risalente alla quinta giornata del campionato 1992-1993 (disputato a 18 squadre). Al termine del trentacinquesimo turno, anche il Palermo, a seguito del futile pareggio per 1-1 in trasferta contro il Chievo, retrocede matematicamente nel campionato cadetto dopo tre anni in massima serie. In coda la corsa inizia a due giornate dal termine, con 3 squadre (Genoa, Empoli, Crotone) ristrette in soli 2 punti e con 2 posti salvezza liberi. Liguri che, però, riescono a salvarsi con 36 punti battendo il Torino alla penultima. Al penultimo turno arriva anche la certezza matematica del sesto titolo consecutivo (record assoluto nella storia del calcio italiano) per la Juventus, dopo la vittoria interna sul Crotone;[24] per la squadra bianconera si tratta anche del terzo double consecutivo, avendo vinto anche la Coppa Italia per la terza stagione di fila, altro risultato senza precedenti. Decise anche le squadre che disputeranno la prossima Europa League: Atalanta, Lazio (entrambe qualificate alla fase a gironi) e Milan, che partirà dal terzo turno preliminare, tornando a disputare una competizione europea dopo tre stagioni consecutive di assenza.[25] All'ultimo turno la Roma conquista l'accesso diretto alla fase a gironi della Champions League, battendo 3-2 in casa il Genoa con il gol decisivo di Diego Perotti nel finale. Questo risultato rende ininfluente la vittoria del Napoli 4-2 in trasferta contro la Sampdoria, con la squadra partenopea che affronterà il play-off della massima competizione europea. In coda invece il Crotone conquista una clamorosa salvezza vincendo sulla Lazio 3-1 (la squadra calabrese ottiene 20 dei suoi 34 punti complessivi nelle ultime nove giornate di campionato), grazie alla contemporanea vittoria interna del Palermo, già retrocesso, sull'Empoli per 2-1, che condanna i toscani alla Serie B dopo tre stagioni di permanenza nella massima serie.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Ubicazione delle squadre della Serie A 2016-2017
Club Stagione Città Stadio Stagione 2015-16
Atalanta Dettagli Bergamo Stadio Atleti Azzurri d'Italia 13º posto in Serie A
Bologna Dettagli Bologna Stadio Renato Dall'Ara 14º posto in Serie A
Cagliari Dettagli Cagliari Stadio Sant'Elia 1º posto in Serie B
Chievo Dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 9º posto in Serie A
Crotone Dettagli Crotone Stadio Ezio Scida[26] 2º posto in Serie B
Empoli Dettagli Empoli (FI) Stadio Carlo Castellani 10º posto in Serie A
Fiorentina Dettagli Firenze Stadio Artemio Franchi 5º posto in Serie A
Genoa Dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 11º posto in Serie A
Inter Dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 4º posto in Serie A
Juventus Dettagli Torino Juventus Stadium 1º posto in Serie A
Lazio Dettagli Roma Stadio Olimpico di Roma 8º posto in Serie A
Milan Dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 7º posto in Serie A
Napoli Dettagli Napoli Stadio San Paolo 2º posto in Serie A
Palermo Dettagli Palermo Stadio Renzo Barbera 16º posto in Serie A
Pescara Dettagli Pescara Stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia 4º posto in Serie B[27]
Roma Dettagli Roma Stadio Olimpico di Roma 3º posto in Serie A
Sampdoria Dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 15º posto in Serie A
Sassuolo Dettagli Sassuolo (MO) Mapei Stadium (Reggio Emilia) 6º posto in Serie A
Torino Dettagli Torino Stadio Olimpico Grande Torino 12º posto in Serie A
Udinese Dettagli Udine Stadio Friuli-Dacia Arena 17º posto in Serie A

Allenatori, capitani e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Capitano Giocatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Capocannoniere
(tra parentesi il numero dei gol segnati)
Atalanta Italia Gian Piero Gasperini Italia Cristian Raimondi Argentina Alejandro Gómez
Slovenia Jasmin Kurtić (37)
Argentina Alejandro Gómez (16)
Bologna Italia Roberto Donadoni Italia Daniele Gastaldello Rep. Ceca Ladislav Krejčí (37) Italia Mattia Destro (11)
Cagliari Italia Massimo Rastelli Italia Daniele Dessena Italia Marco Borriello
Portogallo Bruno Alves (36)
Italia Marco Borriello (16)
Chievo Italia Rolando Maran Italia Sergio Pellissier Slovenia Valter Birsa
Serbia Ivan Radovanović (35)
Italia Roberto Inglese (10)
Crotone Italia Davide Nicola Brasile Claiton Italia Gian Marco Ferrari (37) Italia Diego Falcinelli (13)
Empoli Italia Giovanni Martusciello Italia Massimo Maccarone Italia Daniele Croce
Polonia Łukasz Skorupski (35)
Georgia Levan Mchedlidze (6)
Fiorentina Portogallo Paulo Sousa Argentina Gonzalo Javier Rodríguez Spagna Cristian Tello (36) Croazia Nikola Kalinić (15)
Genoa[28][29][30] Croazia Ivan Jurić (1ª-25ª)
Italia Andrea Mandorlini (26ª-31ª)
Croazia Ivan Jurić (32ª-38ª)
Argentina Nicolás Burdisso Uruguay Diego Laxalt (36) Argentina Giovanni Simeone (12)
Inter[31][32] Paesi Bassi Frank de Boer (1ª-11ª)
Italia Stefano Vecchi (12ª)
Italia Stefano Pioli (13ª-35ª)
Italia Stefano Vecchi (36ª-38ª)
Argentina Mauro Icardi Italia Antonio Candreva (38) Argentina Mauro Icardi (24)
Juventus Italia Massimiliano Allegri Italia Gianluigi Buffon Argentina Gonzalo Higuaín (38) Argentina Gonzalo Higuaín (24)
Lazio Italia Simone Inzaghi Argentina Lucas Biglia Brasile Felipe Anderson
Italia Ciro Immobile (36)
Italia Ciro Immobile (23)
Milan Italia Vincenzo Montella Italia Riccardo Montolivo Italia Gianluigi Donnarumma (38) Colombia Carlos Bacca (13)
Napoli Italia Maurizio Sarri Slovacchia Marek Hamšík Slovacchia Marek Hamšík (38) Belgio Dries Mertens (28)
Palermo[33][34][35][36] Italia Davide Ballardini (1ª-2ª)
Italia Roberto De Zerbi (3ª-14ª)
Italia Eugenio Corini (15ª-21ª)
Uruguay Diego Luis López (22ª-31ª)
Italia Diego Bortoluzzi (32ª-38ª)
Italia Roberto Vitiello Macedonia Ilija Nestorovski (37) Macedonia Ilija Nestorovski (11)
Pescara[37][38] Italia Massimo Oddo (1ª-24ª)
Rep. Ceca Zdeněk Zeman (25ª-38ª)
Albania Ledian Memushaj Albania Ledian Memushaj (36) Italia Gianluca Caprari (9)
Roma Italia Luciano Spalletti Italia Francesco Totti Polonia Wojciech Szczęsny (38) Bosnia ed Erzegovina Edin Džeko (29)
Sampdoria Italia Marco Giampaolo Italia Angelo Palombo Italia Fabio Quagliarella (37) Italia Fabio Quagliarella (12)
Sassuolo Italia Eusebio Di Francesco Italia Francesco Magnanelli Italia Francesco Acerbi (38) Francia Grégoire Defrel (12)
Torino Serbia Siniša Mihajlović Italia Marco Benassi Italia Daniele Baselli (37) Italia Andrea Belotti (26)
Udinese[39] Italia Giuseppe Iachini (1ª-7ª)
Italia Luigi Delneri (8ª-38ª)
Brasile Danilo Colombia Duván Zapata (38) Francia Cyril Théréau (12)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Campione d'Italia Detentore della Coppa Italia Coppacampioni.png 1. Juventus 91 38 29 4 5 77 27 +50
Coppacampioni.png 2. Roma 87 38 28 3 7 90 38 +52
Coppacampioni.png 3. Napoli 86 38 26 8 4 94 39 +55
Coppauefa.png 4. Atalanta 72 38 21 9 8 62 41 +21
Coppauefa.png 5. Lazio 70 38 21 7 10 74 51 +23
Coppauefa.png[40] 6. Milan 63 38 18 9 11 57 45 +12
7. Inter 62 38 19 5 14 72 49 +23
8. Fiorentina 60 38 16 12 10 63 57 +6
9. Torino 53 38 13 14 11 71 66 +5
10. Sampdoria 48 38 12 12 14 49 55 −6
11. Cagliari 47 38 14 5 19 55 76 −21
12. Sassuolo 46 38 13 7 18 58 63 −5
13. Udinese 45 38 12 9 17 47 56 −9
14. Chievo 43 38 12 7 19 43 61 −18
15. Bologna 41 38 11 8 19 40 58 −18
16. Genoa 36 38 9 9 20 38 64 −26
17. Crotone 34 38 9 7 22 34 58 −24
1downarrow red.svg 18. Empoli 32 38 8 8 22 29 61 −32
1downarrow red.svg 19. Palermo 26 38 6 8 24 33 77 −44
1downarrow red.svg 20. Pescara 18 38 3 9 26 37 81 −44

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2017-2018.
      Ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2017-2018.
      Ammessa agli spareggi (percorso piazzate) della UEFA Champions League 2017-2018.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Europa League 2017-2018.
      Ammessa al terzo turno di qualificazione della UEFA Europa League 2017-2018.
      Retrocesse in Serie B 2017-2018.

Note:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria finale verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Differenza reti generale
  • Reti realizzate in generale
  • Sorteggio
A campionato in corso fra due o più squadre con eguale numero di punti sono vigenti i piazzamenti a pari merito. In tali casi la Lega Serie A riporta le squadre in classifica secondo un ordinamento grafico convenzionale. Tale ordinamento prevede, quando non sussiste la parità di incontri disputati, che le squadre con un minor numero di partite giocate precedano nell'elencazione quelle con un maggior numero di partite giocate. A parità di incontri disputati, invece, l'ordinamento rispecchia i parametri seguiti per stilare le classifiche avulse finali. Se, dopo avere preso in considerazione i risultati di entrambi gli scontri diretti, la differenza reti generale e le reti realizzate in generale, nell'ordinamento grafico permane una situazione di ex aequo, è altresì utilizzato l'ordine alfabetico come ulteriore criterio convenzionale.

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Juventus Football Club 2016-2017.
Formazione tipo (4-2-3-1) Giocatori (presenze)
Italia Gianluigi Buffon (30)
Svizzera Stephan Lichtsteiner (26)
Italia Leonardo Bonucci (29)
Italia Giorgio Chiellini (21)
Brasile Alex Sandro (27)
Germania Sami Khedira (31)
Bosnia ed Erzegovina Miralem Pjanić (30)
Colombia Juan Cuadrado (30)
Argentina Paulo Dybala (31)
Croazia Mario Mandžukić (34)
Argentina Gonzalo Higuaín (38)
Altri giocatori: Andrea Barzagli (23), Stefano Sturaro (21), Dani Alves (19), Mario Lemina (19), Kwadwo Asamoah (18), Claudio Marchisio (18), Medhi Benatia (15), Daniele Rugani (15), Marko Pjaca (14), Tomás Rincón (13), Hernanes (10), Norberto Neto (8), Patrice Evra (6), Moise Kean (3), Emil Audero (1), Rolando Mandragora (1), Federico Mattiello (0).

Miglior undici[modifica | modifica wikitesto]

La formazione ideale, basata sulla media dei voti dati dai quotidiani ai giocatori (fonte Televideo).[41]

Media spettatori[modifica | modifica wikitesto]

Media spettatori della Serie A 2016-2017.[42]

Club Pos. Media Max. Min. Totale Abbonamenti
Inter 1 46 622 78 328 33 788 885 818
Milan 2 40 326 77 882 26 464 766 185 16 450
Juventus 3 39 936 41 470 38 144 758 788 29 300
Napoli 4 36 601 53 085 15 912 695 410
Roma 5 32 638 59 716 23 633 620 118 19 022
Fiorentina 6 26 470 34 085 22 049 502 936 20 154
Genoa 7 21 335 31 190 18 686 405 356 18 041
Bologna 8 21 189 29 233 16 998 402 584 13 746
Lazio 9 20 453 40 000 10 000 388 600
Sampdoria 10 19 852 29 824 17 526 377 183 16 789
Torino 11 19 327 26 500 14 827 367 210 11 468
Udinese 12 17 878 26 278 13 239 339 686 10 774
Atalanta 13 16 948 19 656 13 823 322 018 10 873
Pescara 14 13 543 20 088 10 062 257 319 8 483
Palermo 15 13 204 27 039 8 559 250 876 6 323
Cagliari 16 12 998 15 874 6 915 246 954 7 409
Sassuolo 17 12 362 21 584 9 071 234 873 6 502
Chievo 18 11 632 27 000 8 000 221 000 7 558
Crotone 19 9 636 15 354 7 298 154 178 6 243
Empoli 20 9 409 15 424 7 105 178 775 6 561

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Ogni riga indica i risultati casalinghi della squadra segnata a inizio della riga, contro le squadre segnate colonna per colonna (che invece avranno giocato l'incontro in trasferta). Al contrario, leggendo la colonna di una squadra si avranno i risultati ottenuti dalla stessa in trasferta, contro le squadre segnate in ogni riga, che invece avranno giocato l'incontro in casa.

  ATA BOL CAG CHI CRO EMP FIO GEN INT JUV LAZ MIL NAP PAL PES ROM SAM SAS TOR UDI
Atalanta –––– 3-2 2-0 1-0 1-0 2-1 0-0 3-0 2-1 2-2 3-4 1-1 1-0 0-1 3-0 2-1 1-0 1-1 2-1 1-3
Bologna 0-2 –––– 2-1 4-1 1-0 0-0 0-1 0-1 0-1 1-2 0-2 0-1 1-7 3-1 3-1 0-3 2-0 1-1 2-0 4-0
Cagliari 3-0 1-1 –––– 4-0 2-1 3-2 3-5 4-1 1-5 0-2 0-0 2-1 0-5 2-1 1-0 2-2 2-1 4-3 2-3 2-1
Chievo 1-4 1-1 1-0 –––– 1-2 4-0 0-3 0-0 2-0 1-2 1-1 1-3 1-3 1-1 2-0 3-5 2-1 2-1 1-3 0-0
Crotone 1-3 0-1 1-2 2-0 –––– 4-1 0-1 1-3 2-1 0-2 3-1 1-1 1-2 1-1 2-1 0-2 1-1 0-0 0-2 1-0
Empoli 0-1 3-1 2-0 0-0 2-1 –––– 0-4 0-2 0-2 0-3 1-2 1-4 2-3 1-0 1-1 0-0 0-1 1-3 1-1 1-0
Fiorentina 0-0 1-0 1-0 1-0 1-1 1-2 –––– 3-3 5-4 2-1 3-2 0-0 3-3 2-1 2-2 1-0 1-1 2-1 2-2 3-0
Genoa 0-5 1-1 3-1 1-2 2-2 0-0 1-0 –––– 1-0 3-1 2-2 3-0 0-0 3-4 1-1 0-1 0-1 0-1 2-1 1-1
Inter 7-1 1-1 1-2 3-1 3-0 2-0 4-2 2-0 –––– 2-1 3-0 2-2 0-1 1-1 3-0 1-3 1-2 1-2 2-1 5-2
Juventus 3-1 3-0 4-0 2-0 3-0 2-0 2-1 4-0 1-0 –––– 2-0 2-1 2-1 4-1 3-0 1-0 4-1 3-1 1-1 2-1
Lazio 2-1 1-1 4-1 0-1 1-0 2-0 3-1 3-1 1-3 0-1 –––– 1-1 0-3 6-2 3-0 0-2 7-3 2-1 3-1 1-0
Milan 0-0 3-0 1-0 3-1 2-1 1-2 2-1 1-0 2-2 1-0 2-0 –––– 1-2 4-0 1-0 1-4 0-1 4-3 3-2 0-1
Napoli 0-2 3-1 3-1 2-0 3-0 2-0 4-1 2-0 3-0 1-1 1-1 4-2 –––– 1-1 3-1 1-3 2-1 1-1 5-3 3-0
Palermo 1-3 0-0 1-3 0-2 1-0 2-1 2-0 1-0 0-1 0-1 0-1 1-2 0-3 –––– 1-1 0-3 1-1 0-1 1-4 1-3
Pescara 0-1 0-3 1-1 0-2 0-1 0-4 1-2 5-0 1-2 0-2 2-6 1-1 2-2 2-0 –––– 1-4 1-1 1-3 0-0 1-3
Roma 1-1 3-0 1-0 3-1 4-0 2-0 4-0 3-2 2-1 3-1 1-3 1-0 1-2 4-1 3-2 –––– 3-2 3-1 4-1 4-0
Sampdoria 2-1 3-1 1-1 1-1 1-2 0-0 2-2 2-1 1-0 0-1 1-2 0-1 2-4 1-1 3-1 3-2 –––– 3-2 2-0 0-0
Sassuolo 0-3 0-1 6-2 1-3 2-1 3-0 2-2 2-0 0-1 0-2 1-2 0-1 2-2 4-1 0-3 1-3 2-1 –––– 0-0 1-0
Torino 1-1 5-1 5-1 2-1 1-1 0-0 2-1 1-0 2-2 1-3 2-2 2-2 0-5 3-1 5-3 3-1 1-1 5-3 –––– 2-2
Udinese 1-1 1-0 2-1 1-2 2-0 2-0 2-2 3-0 1-2 1-1 0-3 2-1 1-2 4-1 3-1 0-1 1-1 1-2 2-2 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario è stato sorteggiato il 22 luglio 2016.[43]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
21 ago. 3-4 Atalanta-Lazio 1-2 15 gen.
1-0 Bologna-Crotone 1-0 14 gen.
2-0 Chievo-Inter 1-3
0-1 Empoli-Sampdoria 0-0 15 gen.
3-1 Genoa-Cagliari 1-4
20 ago. 2-1 Juventus-Fiorentina 1-2
21 ago. 3-2 Milan-Torino 2-2 16 gen.
0-1 Palermo-Sassuolo 1-4 15 gen.
2-2 Pescara-Napoli 1-3
20 ago. 4-0 Roma-Udinese 1-0
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
28 ago. 2-2 Cagliari-Roma 0-1 22 gen.
1-3 Crotone-Genoa 2-2
1-0 Fiorentina-Chievo 3-0 21 gen.
1-1 Inter-Palermo 1-0 22 gen.
27 ago. 0-1 Lazio-Juventus 0-2
4-2 Napoli-Milan 2-1 21 gen.
28 ago. 2-1 Sampdoria-Atalanta 0-1 22 gen.
a tav.[44] 0-3 Sassuolo-Pescara 3-1
28 ago. 5-1 Torino-Bologna 0-2
2-0 Udinese-Empoli 0-1


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
11 set. 2-1 Atalanta-Torino 1-1 29 gen.
2-1 Bologna-Cagliari 1-1
1-1 Chievo-Lazio 1-0 28 gen.
12 set. 2-1 Empoli-Crotone 1-4 29 gen.
15 dic. 1-0[45] Genoa-Fiorentina 3-3
10 set. 3-1 Juventus-Sassuolo 2-0
11 set. 0-1 Milan-Udinese 1-2
10 set. 0-3 Palermo-Napoli 1-1
11 set. 1-2 Pescara-Inter 0-3 28 gen.
3-2 Roma-Sampdoria 2-3 29 gen.
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
18 set. 3-0 Cagliari-Atalanta 0-2 5 feb.
1-1 Crotone-Palermo 0-1
1-0 Fiorentina-Roma 0-4 7 feb.
2-1 Inter-Juventus 0-1 5 feb.
17 set. 3-0 Lazio-Pescara 6-2
3-1 Napoli-Bologna 7-1 4 feb.
16 set. 0-1 Sampdoria-Milan 1-0 5 feb.
18 set. 2-0 Sassuolo-Genoa 1-0
0-0 Torino-Empoli 1-1
1-2 Udinese-Chievo 0-0


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
21 set. 0-1 Atalanta-Palermo 3-1 12 feb.
2-0 Bologna-Sampdoria 1-3
2-1 Chievo-Sassuolo 3-1
0-2 Empoli-Inter 0-2
0-0 Genoa-Napoli 0-2 10 feb.
4-0 Juventus-Cagliari 2-0 12 feb.
20 set. 2-0 Milan-Lazio 1-1 13 feb.
21 set. 0-0 Pescara-Torino 3-5 12 feb.
4-0 Roma-Crotone 2-0
2-2 Udinese-Fiorentina 0-3 11 feb.
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
26 set. 2-1 Cagliari-Sampdoria 1-1 19 feb.
1-3 Crotone-Atalanta 0-1 18 feb.
25 set. 0-0 Fiorentina-Milan 1-2 19 feb.
1-1 Genoa-Pescara 0-5
1-1 Inter-Bologna 1-0
2-0 Lazio-Empoli 2-1 18 feb.
24 set. 2-0 Napoli-Chievo 3-1 19 feb.
0-1 Palermo-Juventus 1-4 17 feb.
25 set. 1-0 Sassuolo-Udinese 2-1 19 feb.
3-1 Torino-Roma 1-4


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
2 ott. 1-0 Atalanta-Napoli 2-0 25 feb.
0-1 Bologna-Genoa 1-1 26 feb.
2-1 Cagliari-Crotone 2-1
0-3 Empoli-Juventus 0-2 25 feb.
4-3 Milan-Sassuolo 1-0 26 feb.
1º ott. 0-2 Pescara-Chievo 0-2
2 ott. 2-1 Roma-Inter 3-1
1-1 Sampdoria-Palermo 1-1
2-1 Torino-Fiorentina 2-2 27 feb.
1º ott. 0-3 Udinese-Lazio 0-1 26 feb.
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
16 ott. 1-3 Chievo-Milan 1-3 4 mar.
0-0 Fiorentina-Atalanta 0-0 5 mar.
0-0 Genoa-Empoli 2-0
1-2 Inter-Cagliari 5-1
15 ott. 2-1 Juventus-Udinese 1-1
16 ott. 1-1 Lazio-Bologna 2-0
15 ott. 1-3 Napoli-Roma 2-1 4 mar.
17 ott. 1-4 Palermo-Torino 1-3 5 mar.
15 ott. 1-1 Pescara-Sampdoria 1-3 4 mar.
16 ott. 2-1 Sassuolo-Crotone 0-0 5 mar.


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
23 ott. 2-1 Atalanta-Inter 1-7 12 mar.
1-1 Bologna-Sassuolo 1-0
3-5 Cagliari-Fiorentina 0-1
1-2 Crotone-Napoli 0-3
0-0 Empoli-Chievo 0-4
22 ott. 1-0 Milan-Juventus 1-2 10 mar.
23 ott. 4-1 Roma-Palermo 3-0 12 mar.
22 ott. 2-1 Sampdoria-Genoa 1-0 11 mar.
23 ott. 2-2 Torino-Lazio 1-3 13 mar.
3-1 Udinese-Pescara 3-1 12 mar.
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
26 ott. 1-1 Chievo-Bologna 1-4 19 mar.
1-1 Fiorentina-Crotone 1-0
3-0 Genoa-Milan 0-1 18 mar.
2-1 Inter-Torino 2-2
4-1 Juventus-Sampdoria 1-0 19 mar.
4-1 Lazio-Cagliari 0-0
2-0 Napoli-Empoli 3-2
27 ott. 1-3 Palermo-Udinese 1-4
26 ott. 0-1 Pescara-Atalanta 0-3
1-3 Sassuolo-Roma 1-3


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
30 ott. 3-0 Atalanta-Genoa 5-0 2 apr.
29 ott. 0-1 Bologna-Fiorentina 0-1
31 ott. 2-1 Cagliari-Palermo 3-1
30 ott. 2-0 Crotone-Chievo 2-1
0-0 Empoli-Roma 0-2 1° apr.
29 ott. 2-1 Juventus-Napoli 1-1 2 apr.
30 ott. 2-1 Lazio-Sassuolo 2-1 1° apr.
1-0 Milan-Pescara 1-1 2 apr.
1-0 Sampdoria-Inter 2-1 3 apr.
31 ott. 2-2 Udinese-Torino 2-2 2 apr.
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
6 nov. 1-2 Chievo-Juventus 0-2 8 apr.
1-1 Fiorentina-Sampdoria 2-2 9 apr.
1-1 Genoa-Udinese 0-3
3-0 Inter-Crotone 1-2
5 nov. 1-1 Napoli-Lazio 3-0
6 nov. 1-2 Palermo-Milan 0-4
0-4 Pescara-Empoli 1-1 8 apr.
3-0 Roma-Bologna 3-0 9 apr.
0-3 Sassuolo-Atalanta 1-1 8 apr.
5 nov. 5-1 Torino-Cagliari 3-2 9 apr.


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
20 nov. 2-1 Atalanta-Roma 1-1 15 apr.
3-1 Bologna-Palermo 0-0
19 nov. 1-0 Chievo-Cagliari 0-4
20 nov. 0-2 Crotone-Torino 1-1
0-4 Empoli-Fiorentina 2-1
19 nov. 3-0 Juventus-Pescara 2-0
20 nov. 3-1 Lazio-Genoa 2-2
2-2 Milan-Inter 2-2
3-2 Sampdoria-Sassuolo 1-2
19 nov. 1-2 Udinese-Napoli 0-3
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
27 nov. 0-2 Bologna-Atalanta 2-3 22 apr.
2-1 Cagliari-Udinese 1-2 23 apr.
1-1 Crotone-Sampdoria 2-1
26 nov. 1-4 Empoli-Milan 2-1
27 nov. 3-1 Genoa-Juventus 0-4
28 nov. 4-2 Inter-Fiorentina 4-5 22 apr.
1-1 Napoli-Sassuolo 2-2 23 apr.
27 nov. 0-1 Palermo-Lazio 2-6
3-2 Roma-Pescara 4-1 24 apr.
26 nov. 2-1 Torino-Chievo 3-1 23 apr.


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
5 dic. 0-0 Chievo-Genoa 2-1 30 apr.
4 dic. 2-1 Fiorentina-Palermo 0-2
3 dic. 3-1 Juventus-Atalanta 2-2 28 apr.
4 dic. 0-2 Lazio-Roma 3-1 30 apr.
2-1 Milan-Crotone 1-1
2 dic. 3-0 Napoli-Inter 1-0
4 dic. 1-1 Pescara-Cagliari 0-1
2-0 Sampdoria-Torino 1-1 29 apr.
3-0 Sassuolo-Empoli 3-1 30 apr.
5 dic. 1-0 Udinese-Bologna 0-4
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
11 dic. 1-3 Atalanta-Udinese 1-1 7 mag.
0-0 Bologna-Empoli 1-3
0-5 Cagliari-Napoli 1-3 6 mag.
10 dic. 2-1 Crotone-Pescara 1-0 7 mag.
12 dic. 2-1 Fiorentina-Sassuolo 2-2
11 dic. 2-0 Inter-Genoa 0-1
0-2 Palermo-Chievo 1-1
12 dic. 1-0 Roma-Milan 4-1
10 dic. 1-2 Sampdoria-Lazio 3-7
11 dic. 1-3 Torino-Juventus 1-1 6 mag.


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
18 dic. 2-1 Chievo-Sampdoria 1-1 14 mag.
17 dic. 2-0 Empoli-Cagliari 2-3
18 dic. 3-4 Genoa-Palermo 0-1
17 dic. 1-0 Juventus-Roma 1-3
18 dic. 3-1 Lazio-Fiorentina 2-3 13 mag.
17 dic. 0-0 Milan-Atalanta 1-1
18 dic. 5-3 Napoli-Torino 5-0 14 mag.
0-3 Pescara-Bologna 1-3
0-1 Sassuolo-Inter 2-1
2-0 Udinese-Crotone 0-1
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
20 dic. 2-1 Atalanta-Empoli 1-0 21 mag.
8 feb. 0-1 Bologna-Milan 0-3
22 dic. 4-3 Cagliari-Sassuolo 2-6
8 feb. 0-2 Crotone-Juventus 0-3
22 dic. 3-3 Fiorentina-Napoli 1-4 20 mag.
21 dic. 3-0 Inter-Lazio 3-1 21 mag.
22 dic. 1-1 Palermo-Pescara 0-2 22 mag.
3-1 Roma-Chievo 5-3 20 mag.
0-0 Sampdoria-Udinese 1-1 21 mag.
1-0 Torino-Genoa 1-2


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
8 gen. 1-4 Chievo-Atalanta 0-1 27 mag.
7 gen. 1-0 Empoli-Palermo 1-2 28 mag.
8 gen. 0-1 Genoa-Roma 2-3
3-0 Juventus-Bologna 2-1 27 mag.
1-0 Lazio-Crotone 1-3 28 mag.
1-0 Milan-Cagliari 1-2
7 gen. 2-1 Napoli-Sampdoria 4-2
1° feb. 1-2 Pescara-Fiorentina 2-2
8 gen. 0-0 Sassuolo-Torino 3-5
1-2 Udinese-Inter 2-5

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

Juventus Football Club Società Sportiva Calcio Napoli

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

Legenda:

Colore Significato
verde vittoria
bianco pareggio
rosso sconfitta
10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
 
Atalanta 0 0 3 3 3 6 9 10 13 16 19 22 25 28 28 28 29 32 35 35 38 39 42 45 48 51 52 52 55 58 59 60 63 64 65 66 69 72
Bologna 3 3 6 6 9 10 10 11 12 13 13 13 16 16 16 17 20 20 20 23 26 27 27 27 27 28 28 31 34 34 34 35 35 38 38 41 41 41
Cagliari 0 1 1 4 4 7 10 13 13 13 16 16 16 19 20 20 20 23 23 26 26 27 27 27 28 31 31 31 32 35 35 38 38 41 41 44 44 47
Chievo 3 3 4 7 10 10 13 13 14 15 15 15 18 18 19 22 25 25 25 25 25 28 29 32 32 35 35 38 38 38 38 38 38 41 42 43 43 43
Crotone 0 0 0 1 1 1 1 1 1 2 5 5 5 6 6 9 9 9 9 9 10 13 13 13 13 13 14 14 14 17 20 21 24 25 28 31 31 34
Empoli 0 0 3 4 4 4 4 5 6 6 7 10 10 10 10 11 14 14 17 18 21 21 22 22 22 22 22 22 22 22 23 26 29 29 32 32 32 32
Fiorentina 0 3 3 6 7 8 8 9 12 13 16 17 20 20 23 26 26 27 30 33 36 37 37 40 40 41 42 45 48 51 52 52 55 55 56 59 59 60
Genoa 3 6 9 9 10 11 14 15 15 18 18 19 19 22 23 23 23 23 23 23 24 25 25 25 25 26 29 29 29 29 29 30 30 30 33 33 36 36
Inter 0 1 4 7 10 11 11 11 11 14 14 17 18 21 21 24 27 30 33 36 39 42 42 45 48 48 51 54 55 55 55 56 56 56 56 56 59 62
Juventus 3 6 9 9 12 15 18 21 21 24 27 30 33 33 36 39 42 45 48 48 51 54 57 60 63 66 67 70 73 74 77 80 83 84 85 85 88 91
Lazio 3 3 4 7 7 10 13 14 15 18 21 22 25 28 28 31 34 34 37 40 40 40 43 44 47 50 53 56 57 60 60 61 64 67 70 70 70 70
Milan 3 3 3 6 9 10 13 16 19 19 22 25 26 29 32 32 33 36 39 40 40 40 40 41 44 47 50 50 53 54 57 58 58 59 59 60 63 63
Napoli 1 4 7 10 11 14 14 14 17 20 20 21 24 25 28 31 34 35 38 41 44 45 48 51 54 54 57 60 63 64 67 70 71 74 77 80 83 86
Palermo 0 1 1 2 5 5 6 6 6 6 6 6 6 6 6 6 9 10 10 10 10 11 14 14 14 15 15 15 15 15 15 16 16 19 20 23 23 26
Pescara 1 4 4 4 5 6 6 7 7 7 7 7 7 7 8 8 8 9 9 9 9 9 9 9 12 12 12 12 12 13 14 14 14 14 14 14 17 18
Roma 3 4 7 7 10 10 13 16 19 22 23 26 26 29 32 35 35 38 41 44 47 47 50 53 56 59 59 62 65 68 71 72 75 75 78 81 84 87
Sampdoria 3 6 6 6 6 6 7 8 11 11 14 15 18 19 22 22 22 23 23 24 24 27 30 33 34 35 38 41 41 44 45 45 45 46 46 47 48 48
Sassuolo 3 3 3 6 6 9 9 12 13 13 13 13 13 14 17 17 17 17 18 21 24 24 27 27 30 30 31 31 31 31 32 35 36 39 40 43 46 46
Torino 0 3 3 4 5 8 11 14 15 15 16 19 22 25 25 25 25 28 29 30 30 31 32 35 35 36 39 39 40 41 44 45 48 49 50 50 50 53
Udinese 0 3 6 6 7 7 7 7 10 13 14 15 15 15 18 21 24 25 25 25 25 28 29 29 29 29 30 33 36 37 40 40 43 43 44 44 45 45
Note:

Alcune partite si sono disputate in date diverse da quelle previste per le relative giornate di campionato, pertanto la tabella potrebbe non rispecchiare il reale andamento delle squadre nel periodo corrispondente:

  • Genoa-Fiorentina della 3ª giornata è stata effettivamente giocata tra la 16ª e la 17ª giornata.
  • Bologna-Milan della 18ª giornata è stata effettivamente giocata tra la 23ª e la 24ª giornata.
  • Crotone-Juventus della 18ª giornata è stata effettivamente giocata tra la 23ª e la 24ª giornata.
  • Pescara-Fiorentina della 19ª giornata è stata effettivamente giocata tra la 22ª e la 23ª giornata.

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Andata Ritorno
Juventus 48 Napoli 48
Roma 41 Roma 46
Milan 39 Juventus 43
Napoli 38 Atalanta 37
Lazio 37 Lazio 33
Atalanta 35 Fiorentina 30
Inter 33 Inter 29
Fiorentina 30 Sassuolo 28
Torino 29 Sampdoria 25
Chievo 25 Crotone 25
Udinese 25 Cagliari 24
Cagliari 23 Milan 24
Genoa 23 Torino 24
Sampdoria 23 Bologna 21
Bologna 20 Udinese 20
Sassuolo 18 Chievo 18
Empoli 17 Palermo 16
Palermo 10 Empoli 15
Crotone 9 Genoa 13
Pescara 9 Pescara 9
Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]
Casa Trasferta
Juventus 55 Napoli 43
Roma 49 Roma 38
Napoli 43 Juventus 36
Atalanta 40 Lazio 32
Milan 38 Atalanta 32
Lazio 38 Inter 26
Fiorentina 38 Milan 25
Cagliari 36 Fiorentina 22
Inter 36 Sassuolo 22
Torino 35 Chievo 20
Sampdoria 30 Torino 18
Udinese 29 Sampdoria 18
Bologna 26 Udinese 16
Genoa 25 Bologna 15
Sassuolo 24 Empoli 13
Chievo 23 Crotone 12
Crotone 22 Cagliari 11
Empoli 19 Genoa 11
Palermo 15 Palermo 11
Pescara 11 Pescara 7

Record[modifica | modifica wikitesto]

  • Maggior numero di vittorie: Juventus (29)
  • Maggior numero di vittorie in casa: Juventus (18)
  • Maggior numero di vittorie in trasferta: Napoli (13)
  • Minor numero di vittorie: Pescara (3)
  • Minor numero di vittorie in casa: Pescara (2)
  • Minor numero di vittorie in trasferta: Pescara (1)
  • Maggior numero di pareggi: Torino (14)
  • Maggior numero di pareggi in casa: Fiorentina e Torino (8)
  • Maggior numero di pareggi in trasferta: Milan (7)
  • Minor numero di pareggi: Roma (3)
  • Minor numero di pareggi in casa: Juventus e Roma (1)
  • Minor numero di pareggi in trasferta: Cagliari, Chievo, Genoa, Inter e Roma (2)
  • Maggior numero di sconfitte: Pescara (26)
  • Maggior numero di sconfitte in casa: Palermo e Pescara (12)
  • Maggior numero di sconfitte in trasferta: Pescara (14)
  • Minor numero di sconfitte: Napoli (4)
  • Minor numero di sconfitte in casa: Juventus (0)
  • Minor numero di sconfitte in trasferta: Napoli (2)
  • Miglior attacco: Napoli (94 gol fatti)
  • Peggior attacco: Empoli (29 gol fatti)
  • Miglior difesa: Juventus (27 gol subiti)
  • Peggior difesa: Pescara (81 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Napoli (+55)
  • Peggior differenza reti: Palermo e Pescara (-44)
  • Miglior serie positiva: Juventus (15, 21ª-35ª)
  • Maggior numero di vittorie consecutive: Inter (7, 16ª-22ª)
  • Maggior numero di sconfitte consecutive: Palermo (9, 8ª-16ª)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Partite[modifica | modifica wikitesto]

  • Partite con più gol: Lazio-Sampdoria 7-3 (10)
  • Partite con maggiore scarto di gol: Bologna-Napoli 1-7 e Inter-Atalanta 7-1 (6)
  • Partite pareggiate con più gol: Fiorentina-Napoli 3-3 e Fiorentina-Genoa 3-3 (6)
  • Partite a reti inviolate e percentuale sul totale: 19 su 380 (pari al 5,00 %)
  • Partita con più ammoniti: Napoli-Milan[48] e Empoli-Cagliari[49] (11)
  • Partita con più espulsi: Bologna-Genoa e Udinese-Sampdoria (3)
  • Giornata con maggior numero di gol: 33ª (48)
  • Giornata con minor numero di gol: 6ª e 11ª (21)
  • Maggior numero di spettatori: Inter-Milan (78 328)
  • Minor numero di spettatori: Crotone-Palermo (510) (giocata sul neutro di Pescara)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Serie A 2016-17: via il 21 agosto, 3 turni infrasettimanali, si chiude il 28 maggio, 17 maggio 2016.
  2. ^ Marco Calabresi, Crotone, un salto Grosso così. Ti allenerà l'eroe di Berlino, 17 giugno 2016.
  3. ^ Fabio Licari, Moviola in campo. Test in A e B dal prossimo anno? Ma l'Ifab è irritato, 14 aprile 2016.
  4. ^ Moviola in campo, dal 1º ottobre partirà la sperimentazione in Serie A, 18 luglio 2016.
  5. ^ Marco Bellinazzo, Juve, Napoli e Inter sul podio del calciomercato, ilsole24ore.com, 1º settembre 2016.
  6. ^ Fabiana Della Valle, Pogba, Pjanic, Alves: la Juve in mezzo ha l'isola del tesoro, 26 giugno 2016.
  7. ^ a b Guido Vaciago, Juventus, il miglior mercato: il 2016 sfida 2001 e 1957, tuttosport.com, 3 settembre 2016.
  8. ^ Lapadula: "Milan, amore a prima vista. Possiamo tornare grandi", 1º luglio 2016.
  9. ^ Elmar Bergonzini, Lazio, Immobile è sbarcato a Roma: è il primo colpo di Lotito, 24 luglio 2016.
  10. ^ Il Torino piazza i primi botti: ufficiali Iago Falque e Ljajic, gazzetta.it. URL consultato il 25 luglio 2016.
  11. ^ Cagliari, il primo colpo è Bruno Alves. Firmato il contratto fino al 2018, 6 giugno 2016.
  12. ^ a b c d e f Stefano Olivari, Il calciomercato più triste di sempre, blog.guerinsportivo.it, 1º febbraio 2017.
  13. ^ Il precedente record spettava ai tornei 2009-10 e 2015-16, entrambi iniziati il 22 e 23 agosto.
  14. ^ Francesco Carci, Inter-Juventus 2-1: orgoglio nerazzurro, i bianconeri perdono la vetta, repubblica.it, 18 settembre 2016.
  15. ^ Maurizio Crosetti, L'anno dei veri centravanti, in la Repubblica, 22 settembre 2016, p. 50.
  16. ^ Emanuele Gamba, Evoluzione Juve la prima fuga col modulo nuovo, in la Repubblica, 3 ottobre 2016, p. 36.
  17. ^ Antonio Farinola, Chievo-Milan 1-3: rossoneri secondi insieme alla Roma, repubblica.it, 16 ottobre 2016.
  18. ^ Jacopo Gerna, Milan-Juventus 1-0: Locatelli decide, Montella riapre il campionato e va a −2, gazzetta.it, 22 ottobre 2016.
  19. ^ Emanuele Gamba, Chievo-Juventus 1-2, decide una punizione gioiello di Pjanic, repubblica.it, 6 novembre 2016.
  20. ^ Enrico Currò, Palermo-Milan 1-2, la prima volta di Lapadula spinge in alto i rossoneri, repubblica.it, 6 novembre 2016.
  21. ^ Andrea Sorrentino, Subito Icardi, poi Pioli: l'Inter ricomincia così, in la Repubblica, 7 novembre 2016, p. 37.
  22. ^ Federico Sala, Juventus-Pescara 3-0: tutto facile per i bianconeri, repubblica.it, 19 novembre 2016.
  23. ^ Juventus da record: 100 punti nel 2016, ilsole24ore.com, 18 dicembre 2016.
  24. ^ Juventus-Crotone 3-0, bianconeri nella leggenda: gol di Mandzukic, Dybala e Alex Sandro, in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 24 maggio 2017.
  25. ^ Milan-Bologna 3-0: rossoneri ai preliminari di Europa League, in Repubblica.it, 21 maggio 2017. URL consultato il 24 maggio 2017.
  26. ^ Stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia di Pescara per le prime otto giornate.
  27. ^ Promosso dopo i play-off
  28. ^ GENOA CFC – COMUNICATO STAMPA, in genoacfc.it, 19 febbraio 2017.
  29. ^ GENOA CFC – COMUNICATO STAMPA, in genoacfc.it, 19 febbraio 2017.
  30. ^ Ufficiale il ritornodi mister Juric, in genoacfc.it, 10 aprile 2017.
  31. ^ Comunicato di F.C. Internazionale, in inter.it, 1° novembre 2016.
  32. ^ F.C. Internazionale solleva dal proprio incarico l'allenatore Stefano Pioli , in inter.it, 9 maggio 2017.
  33. ^ De Zerbi è il nuovo allenatore, palermocalcio.it, 5 settembre 2016.
  34. ^ Comunicato della società, palermocalcio.it, 30 novembre 2016.
  35. ^ DIEGO LOPEZ È IL NUOVO ALLENATORE palermocalcio.it, 5 febbraio 2017
  36. ^ Comunicato del presidente palermocalcio.it, 12 aprile 2017
  37. ^ Massimo Oddo sollevato dall'incarico biancazzurro, pescaracalcio.com, 14 febbraio 2017.
  38. ^ Zdenek Zeman tecnico del Pescara, pescaracalcio.com, 17 febbraio 2017.
  39. ^ udinese.it, 3 ottobre 2016, http://www.udinese.it/portal/IT/handle/?hil&page=redazione_approfondimenti&vid=5958&vp=7 .
  40. ^ Ha diritto a partecipare alla UEFA Europa League 2017-2018 in quanto la vincitrice della Coppa Italia 2016-2017 (Juventus) è già qualificata alle coppe europee tramite il campionato.
  41. ^ Televideo, televideo.rai.it.
  42. ^ Statistiche spettatori Serie A 2016-2017, stadiapostcards.com.
  43. ^ Serie A, il calendario 2016-17: si parte con Juve-Fiorentina e Milan-Torino, 22 luglio 2016.
  44. ^ Gara giocata il 28 agosto e conclusa con il risultato di 2-1 in favore del Sassuolo, ma successivamente vinta a tavolino 3-0 dal Pescara, avendo la squadra di casa schierato un calciatore assente nella lista depositata in FIGC.
  45. ^ Gara iniziata l'11 settembre e sospesa per maltempo al 28' sul punteggio di 0-0.
  46. ^ Classifica completa marcatori, legaseriea.it.
  47. ^ Top 15 Assist men, legaseriea.it.
  48. ^ Calendario e Risultati | Stagione 2016-17 | 2ª Giornata | Lega Serie A, legaseriea.it.
  49. ^ Calendario e Risultati | Stagione 2016-17 | 17ª Giornata | Lega Serie A, legaseriea.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]