Alex Cordaz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alex Cordaz
2016-17 Serie A - AC Milan v FC Crotone - Alex Cordaz.jpg
Cordaz con la maglia del Crotone a San Siro nel 2016.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188 cm
Peso 83 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Crotone
Carriera
Giovanili
1994-1998 Conegliano
1998-1999 Reggiana
1999-2002 Inter
Squadre di club1
2002-2003 Spezia 1 (-1)
2003-2005 Inter 0 (0)
2004-2005 Spezia 5 (-6)
2005-2006 Acireale 30 (-28)
2006-2007 Pizzighettone 18 (-25)
2007-2009 Treviso 19 (-31)
2009-2011 Lugano 56 (-58)[1]
2011-2013 Cittadella 80 (-114)
2013 Parma 0 (0)
2013-2014 Gorica 35 (-32)
2014-2015 Parma 0 (0)
2015- Crotone 99 (-108)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 maggio 2017

Alex Cordaz (Vittorio Veneto, 1º gennaio 1983) è un calciatore italiano, portiere del Crotone.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Primavera (1994-2002)[modifica | modifica wikitesto]

Ha dato i primi calci al pallone nel San Martino di Colle Umberto, prima di passare al Conegliano all'età di 11 anni dove rimarrà per quattro stagioni prima di trasferirsi alla Reggiana. Giocando nelle giovanili della squadra emiliana viene notato dagli osservatori dell'Inter, dal quale viene acquistato nella stagione successiva. Rimane nelle giovanili della società nerazzurra per tre stagioni. Nell'ultima vincerà il campionato Primavera con Corrado Verdelli come allenatore.

Inter e prestiti a La Spezia (2002-2005)[modifica | modifica wikitesto]

All'età di 19 anni, nella stagione 2002-2003, venne ceduto in prestito allo Spezia dove diventò il secondo di Hugo Daniel Rubini. Nell'estate del 2003 tornò all'Inter e viene inserito come terzo portiere in prima squadra. Esordisce il 4 febbraio 2004, giocando una frazione della gara di Coppa Italia tra Juventus e Inter (2-2) dopo l'espulsione di Francesco Toldo.

L'anno dopo, nel mercato invernale, venne girato ancora in prestito allo Spezia.[2]

Acireale e Pizzighettone (2005-2007)[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione seguente, la 2005-2006, si trasferisce in prestito in Serie C1 all'Acireale Calcio,[3] e nel 2006-2007 al Pizzighettone.[4] In entrambe le stagioni giocò da titolare.

Treviso (2007-2009)[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 gennaio 2007, ultimo giorno di calciomercato, venne acquistato dal Treviso, neo retrocesso in Serie B, dove fu impiegato come secondo portiere fino all'estate del 2009. Dopo aver giocato 2 partite nelle prime 2 stagioni, trovò un pò più spazio nella terza in cui giocò 15 partite della squadra che retrocesse da ultima in Lega Pro con 35 punti.

Biennio in Svizzera (2009-2011)[modifica | modifica wikitesto]

In seguito ai problemi finanziari della società trevigina culminati nel fallimento nell'estate 2009, Cordaz rimase svincolato e si trasferì a parametro zero al Lugano,[5] squadra partecipante alla Challenge League del Campionato di calcio svizzero.

Cittadella, Nova Gorica e Parma (2011-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2011 viene acquistato dal Cittadella in Serie B, tornando in Italia dopo 2 anni.[6] Questa volta, a differenza della precedente esperienza a Treviso, Cordaz fu per la prima volta il titolare fisso della sua squadra in Serie B e lu fu per tutti e 2 gli anni della sua militanza a Cittadella. Il 30 giugno 2013 il suo contratto giunse alla scadenza, e venne quindi ingaggiato dal Parma che lo mandò in prestito al Gorica, una sua squadra satellite slovena.

Dopo 35 partite con gli sloveni fece ritorno in Emilia-Romagna. Chiuso da Antonio Mirante e da Alessandro Iacobucci non giocò nessuna partita e in gennaio venne ceduto.

Crotone (2015-)[modifica | modifica wikitesto]

Nel mercato di gennaio del 2015 si trasferì in prestito al Crotone.[7] Con il suo arrivo diede un grande aiuto alla squadra, che fino a quel momento aveva avuto poca fortuna con i portieri Caio Secco e Pavol Bajza (quest'ultimo di proprietà proprio del Parma a cui fece ritorno in gennaio) che vennero entrambi ceduti nel mercato invernale. La stagione finì con la salvezza all'ultima giornata della squadra pitagorica.

Dopo essere rimasto svincolato in seguito al fallimento del Parma, società proprietaria del suo cartellino, l'8 luglio 2015 passò a titolo definitivo al Crotone, squadra con cui aveva giocato in prestito i precedenti sei mesi.[8] Il 21 agosto 2016, all'età di 33 anni, esordisce in Serie A nella partita Bologna-Crotone (1-0). Giocò 36 delle 38 partite della squadra calabrese (1 non la giocò per un problema al piede,[9] l'altra per squalifica),[10] contribuendo significativamente con le sue parate alla salvezza miracolosa della squadra (che fece 20 punti nelle ultime 9 partite, frutto di 6 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta), arrivata all'ultima giornata nel successo interno per 3-1 sulla Lazio.[11]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 30 ottobre 2016.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2002-2003 Italia Spezia C1 1 -1 CI+CI-C 1+2 -0 + -1 - - - - - - 4 -2
2003-2004 Italia Inter A 0 -0 CI 1 -1 UCL+CU - - - - - 1 -1
2004-gen. 2005 A 0 -0 CI 0 -0 UCL - - - - - 0 -0
Totale Inter 0 -0 1 -1 - - - - 1 -1
gen.-giu. 2005 Italia Spezia C1 5 -6 CI-C 1 -0 - - - - - - 6 -6
Totale Spezia 6 -7 4 -1 - - - - 10 -8
2005-2006 Italia Acireale C1 30 -28 CI+CI-C 0 -0 - - - - - - 30 -28
2006-gen. 2007 Italia Pizzighettone C1 18 -25 CI-C 0 -0 - - - - - - 18 -25
gen.-giu. 2007 Italia Treviso B 2 -2 CI - - - - - - - - 2 -2
2007-2008 B 2 -2 CI 0 -0 - - - - - - 2 -2
2008-2009 B 15 -27 CI 1 -2 - - - - - - 16 -29
Totale Treviso 19 -31 1 -2 - - - - 20 -33
2009-2010 Svizzera Lugano CL 27+2[12] -26 + -2[12] CS 0 -0 - - - - - - 29 -28
2010-2011 CL 29 -32 CS 2 -3 - - - - - - 31 -35
Totale Lugano 56+2 -58 + -2 2 -3 - - - - 60 -63
2011-2012 Italia Cittadella B 40 -60 CI 2 -4 - - - - - - 42 -64
2012-2013 B 40 -54 CI 2 -0 - - - - - - 42 -54
Totale Cittadella 80 -114 4 -4 - - - - 84 -118
2013-2014 Slovenia Gorica 1. SNL 35 -32 CS 3 -1 - - - - - - 38 -33
2014-gen. 2015 Italia Parma A 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
gen.-giu. 2015 Italia Crotone B 19 -18 CI - - - - - - - - 19 -18
2015-2016 B 42 -36 CI 3 -3 - - - - - - 45 -39
2016-2017 A 36 -54 CI 1 -2 - - - - - - 37 -56
Totale Crotone 99 -108 4 -5 - - - - 101 -113
Totale carriera 341+2 -401+ -2 19 -17 - - - - 362 -422

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Inter: 2001-2002
Inter: 2002

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Spezia: 2004-2005
Gorica: 2013-2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 58 (-60) se si comprendono anche gli spareggi Super League/Challenge League.
  2. ^ (EN) ALEX CORDAZ ON LOAN TO SPEZIA, inter.it, 25 gennaio 2005. URL consultato il 25 gennaio 2010.
  3. ^ (EN) NEW CLUBS FOR FIVE YOUNGSTERS, inter.it, 31 agosto 2005. URL consultato il 25 gennaio 2010.
  4. ^ (EN) DEALS DONE FOR EIGHT YOUTH PLAYERS, inter.it, 31 agosto 2006. URL consultato il 25 gennaio 2010.
  5. ^ MediaTI, A Lugano ecco Cordaz - Ticinonews, su www.ticinonews.ch. URL consultato il 02 giugno 2017.
  6. ^ Alex Cordaz tra i pali: «Dopo due anni a Lugano avevo voglia di Veneto» - Sport - Il Mattino di Padova, in Il Mattino di Padova, 06 luglio 2011. URL consultato il 02 giugno 2017.
  7. ^ (IT) Crotone, arriva il portiere Cordaz dal Parma. Percorso inverso per Bajza, in Crotone Sport, 09 gennaio 2015. URL consultato il 02 giugno 2017.
  8. ^ Crotone, i primi colpi di mercato: Cordaz e Firenze sono rossoblù, www.fccrotone.it, 8 luglio 2015.
  9. ^ (IT) Ultim'ora Crotone-Genoa: Cordaz non ce la fa, gioca Festa | CrotoneNews, in CrotoneNews, 28 agosto 2016. URL consultato il 02 giugno 2017.
  10. ^ Crotone, da 'Mai dire goal' il cartellino rosso a Cordaz contro l'Udinese | Goal.com. URL consultato il 02 giugno 2017.
  11. ^ Crotone-Lazio 3-1, calabresi salvi. Palermo-Empoli 2-1, in La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 02 giugno 2017.
  12. ^ a b Spareggio promozione.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]