Servizi sociali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Per servizi sociali si intendono gli strumenti per garantire assistenza a persone in difficoltà in un sistema di Stato sociale. Il problema della definizione è spesso stato dibattuto in quanto a livello internazionale non ne esiste una univoca. All'attività è preposto un assistente sociale.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Essi costituiscono tutela e garanzia dei diritti sociali fondamentali alla base del welfare che consistono ai cittadini prestazioni dello stato garantendo il principio costituzionale di eguaglianza sostanziale.

Nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Italia[modifica | modifica wikitesto]

La fondamentale definizione di "servizi alla persona e alla comunità" è contenuta nel d.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 che ne individua l'articolazione interna: tutela della salute (articoli 112-127); servizi sociali (articoli 128-134); istruzione scolastica (articoli 135-139); formazione professionale (articoli 140-147); beni e attività culturali (articoli 148-155); spettacolo (articolo 156); sport (articolo 157). La legge quadro sui servizi sociali è la seguente: lgge 8 novembre 2000, n. 328, che prevede che la programmazione e l'organizzazione sia a cura degli enti locali italiani e delle regioni italiane, nonché prevede le tipologie di servizi erogabili, anche col coimvolgimento dei privati e dei soggetti operanti nel campo del no profit.

Una definizione della attività di "servizio sociale" è stata data nel 1987:

«Il servizio sociale è una metaistituzione del sistema organizzato delle risorse sociali e una disciplina di sintesi che, attraverso il lavoro professionale dell’assistente sociale rivolto a individui, famiglie e gruppi in situazioni problematiche di bisogno, concorre:

  • alla rimozione delle cause del bisogno, infatti, ne ricerca la soluzione tramite un rapporto interrelazionale e l’uso delle risorse personali e sociali indirizzati a promuovere la piena e autonoma realizzazione delle persone;
  • a facilitare il rapporto cittadino - istituzioni;
  • a collegare il bisogno dei singoli al sistema dei servizi e viceversa e contribuisce ai processi di modifica delle istituzioni prevalentemente considerate nell’ambito dei servizi sociali.[1]»

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Nuovo dizionario di sociologia" (De Marchi, Ellena, Cattarinussi, 1987)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85124049
Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto