Serie A 2020-2021

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando gli altri tornei sportivi con lo stesso nome, vedi Serie A 2020-2021 (disambigua).
Serie A 2020-2021
Serie A TIM 2020-2021
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 119ª (89ª di Serie A)
Organizzatore Lega Serie A
Date dal 19 settembre 2020
al 23 maggio 2021
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula Girone unico A/R
Statistiche (al 19 ottobre 2020)
Miglior marcatore 6 giocatori (4)
Incontri disputati 39
Gol segnati 142 (3,64 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2019-2020

La Serie A 2020-2021 è la 119ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (l'89º a girone unico). È iniziata il 19 settembre 2020 e terminerà il 23 maggio 2021.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Italia
Milano
Milano
Torino
Torino
Genova
Genova
Roma
Roma
Squadre di Milano
Red pog.svg Inter
Red pog.svg Milan
Squadre di Roma
Red pog.svg Lazio
Red pog.svg Roma
Squadre di Torino
Red pog.svg Juventus
Red pog.svg Torino
Squadre di Genova
Red pog.svg Genoa
Red pog.svg Sampdoria
Ubicazione delle squadre della Serie A 2020-2021

Novità[modifica | modifica wikitesto]

A sostituire Lecce, Brescia e SPAL, retrocesse in Serie B nella stagione precedente, ci sono Benevento, vincitore della Serie B 2019-2020 e tornato nella massima serie dopo due stagioni d'assenza, Crotone, tornato anch'esso dopo due stagioni d'assenza, e Spezia, che ottiene la sua prima storica promozione in massima serie da vincente dei play-off.

Le regioni più rappresentate sono l'Emilia-Romagna (Bologna, Parma e Sassuolo), la Lombardia (Atalanta, Inter e Milan) e la Liguria (Genoa, Sampdoria e Spezia) con tre squadre ciascuna. Con due club a testa ci sono Lazio (Lazio e Roma), Campania (Benevento e Napoli) e Piemonte (Juventus e Torino). Infine vantano una formazione cadauna Calabria (Crotone), Friuli-Venezia Giulia (Udinese), Sardegna (Cagliari), Toscana (Fiorentina) e Veneto (Verona); in particolare la Liguria per la prima volta nella sua storia vedrà tre squadre nella massima serie.

Sono confermate un massimo di cinque sostituzioni, da effettuare utilizzando un massimo di tre interruzioni di gioco, durante la disputa degli incontri, come accaduto con la ripresa della stagione precedente, sospesa in precedenza a causa della pandemia di COVID-19.

Calendario e orari di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato ha avuto inizio sabato 19 settembre 2020 con i primi anticipi della prima giornata, a cui poi seguono le restanti domenica 20. La conclusione è fissata per domenica 23 maggio 2021. Sono previsti sei turni infrasettimanali, in programma per il 16 e 23 dicembre 2020, 6 gennaio, 3 marzo, 21 aprile e 12 maggio 2021, e tre soste per gli impegni della Nazionale italiana nelle partite di UEFA Nations League 2020-2021 in programma per l'11 ottobre e il 15 novembre e di qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2022 in programma per il 28 marzo.[1]

Dopo le modifiche adottate nella parte finale dello scorso campionato a causa della pandemia di COVID-19, gli orari di gioco tornano ad assumere la forma classica pre-pandemia:[2]

  • Sabato: 3 partite
    • 1 anticipo alle 15:00
    • 1 anticipo alle 18:00
    • 1 anticipo alle 20:45
  • Domenica: 6 partite
    • 1 anticipo alle 12:30
    • 3 partite alle 15:00
    • 1 posticipo alle 18:00
    • 1 posticipo alle 20:45
  • Lunedì: 1 partita
    • 1 posticipo alle 20:45

Nelle giornate che precedono le soste per le nazionali (3ª, 7ª e 28ª) e in quelle che precedono i turni infrasettimanali (11ª, 13ª, 15ª, 24ª, 31ª e 35ª), il posticipo del lunedì alle 20:45 può essere sostituito da un anticipo il venerdì alle 20:45. I turni infrasettimanali si disputano con un anticipo martedì alle 20:45, un anticipo mercoledì alle 18:30, sei gare mercoledì alle 20:45, un posticipo giovedì alle 20:45 e, in alternativa fra loro, un anticipo martedì alle 18:30 o un posticipo giovedì alle 18:30. Nella 14ª giornata il posticipo del giovedì alle 20:45 è sostituito da un anticipo il martedì alle 20:45. La 15ª giornata si disputa domenica 3 gennaio con un anticipo alle 12:30, sette partite alle 15:00, un posticipo alle 18:00 e uno alle 20:45. Stesso programma per la 16ª giornata, mercoledì 6 gennaio, e la 29ª giornata, sabato 3 aprile. L'ultima giornata si gioca domenica 23 maggio 2021, con inizio alle 20:45 in contemporanea.[2]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

L'attaccante spagnolo Álvaro Morata fa ritorno alla Juventus dopo 4 anni.[3]

La Juventus, nonostante la vittoria del nono campionato consecutivo, cambia ancora guida tecnica: dopo un solo anno a Torino, Sarri viene esonerato a causa soprattutto dello scarso feeling instaurato con l'ambiente juventino[4] e sostituito dall'esordiente Pirlo, inizialmente scelto per la guida della seconda squadra bianconera.[5] Per quanto riguarda il mercato dei giocatori, i bianconeri perfezionano con il Barcellona lo scambio di centrocampisti tra il bosniaco Pjanić, che si trasferisce agli spagnoli, e il brasiliano Arthur, che compie il percorso inverso.[6] A centrocampo si segnalano anche gli arrivi di Kulusevski, acquistato dall'Atalanta nella sessione di mercato precedente ma lasciato in prestito al Parma,[7] McKennie dallo Schalke 04[8] e Chiesa dalla Fiorentina.[9] In attacco il rinforzo scelto dai torinesi è Morata, di ritorno dall'Atlético Madrid dopo 4 anni.[3] A salutare sono invece Matuidi[10] e Higuaín[11] che, dopo aver risolto con la Juventus, si trasferiscono all'Inter Miami. Lasciano anche Rugani, De Sciglio e Douglas Costa, che vanno rispettivamente a Rennes, Olympique Lione e Bayern Monaco.[9]

L'esterno marocchino Achraf Hakimi è il colpo più oneroso della campagna acquisti dell'Inter.[12]

L'Inter, accreditata alla vigilia come la principale rivale dei bianconeri dopo il secondo posto dell'anno precedente,[13] riparte con Conte in panchina[14] e si rinforza sulle fasce con gli arrivi del talentuoso Hakimi, di proprietà del Real Madrid ma in prestito al Borussia Dortmund nella stagione precedente,[12] dell'esperto Kolarov dalla Roma e di Darmian dal Parma;[15] in mezzo al campo viene acquistato dal Barcellona Vidal, che torna in Serie A a 5 anni di distanza dall'ultima esperienza con la Juventus,[16] e in attacco ritorna Pinamonti dal Genoa. La rosa interista vede anche la conferma di Sánchez[17] e i ritorni dai prestiti di Nainggolan e Perišić, rispettivamente da Cagliari e Bayern Monaco.[18] Sul fronte partenze, vengono ceduti Godín al Cagliari[19] e Candreva alla Sampdoria.[20] Salutano anche Borja Valero, che non rinnova il suo contratto, Asamoah, che lo risolve, Biraghi e Moses, rientrati a Fiorentina e Chelsea, mentre l'ex capitano Icardi è ceduto a titolo definitivo al Paris Saint-Germain.[21]

L'Atalanta e la Lazio, le altre due squadre impegnate nella massima competizione continentale assieme a Juventus e Inter, si limitano a puntellare la rosa. I nerazzurri di Gasperini acquistano il difensore Romero dalla Juventus[22] e il trequartista Mirančuk dalla Lokomotiv Mosca.[23] Altri arrivi sono Piccini dal Valencia, Lammers dal PSV e Pessina di ritorno dal prestito al Verona. Sul fronte partenze, i bergamaschi cedono Castagne al Leicester City. I biancocelesti di Simone Inzaghi ingaggiano l'esperto portiere Reina[24] e l'attaccante kosovaro Muriqi dal Fenerbahçe;[25] altri rinforzi per i laziali sono Hoedt dal Southampton, Fares dalla SPAL e Pereira dal Manchester Utd. Salutano Jony e Badelj, ceduti rispettivamente all'Osasuna e al Genoa.

La Roma di Fonseca si assicura l'esperto Pedro dal Chelsea, il giovane Kumbulla dal Verona,[26] e Borja Mayoral dal Real Madrid, oltre a confermare Mxit'aryan[27] e Smalling; i giallorossi salutano Kolarov, e sfoltiscono il reparto avanzato: Ünder va al Leicester City,[28] Perotti al Fenerbahçe e Kluivert al RB Lipsia. Il Milan, dopo aver dato fiducia a Pioli,[29] trattiene Ibrahimović e Kjær e scommette sui giovani Tonali,[30] Brahim Díaz e Dalot, rispettivamente da Brescia, Real Madrid e Manchester Utd; i rossoneri cedono Paquetá all'Olympique Lione e non rinnovano il contratto a Bonaventura. Il Napoli di Gattuso, oltre agli arrivi già perfezionati nella sessione di mercato precedente di Rrahmani dal Verona e di Petagna dalla SPAL, investe sull'attaccante nigeriano Osimhen, acquistato dal Lilla per una cifra record nella storia del club, e prende Bakayoko dal Chelsea;[31] sul fronte cessioni, si registrano le partenze di due colonne degli ultimi anni come Allan e Callejón.[32]

La Fiorentina di Iachini accoglie Amrabat dal Verona (già acquistato nella sessione precedente) e Martínez Quarta dal River Plate e fa fronte alla partenza di Chiesa con Callejon, arrivato a parametro zero come Bonaventura[33] e Borja Valero.[34] Il Torino sceglie Marco Giampaolo per ripartire[35] e rinforza la rosa con Rodríguez, Linetty e Bonazzoli, rispettivamente da Milan e Sampdoria (gli ultimi due).[36] Il Genoa, affidato a Maran, prende Zappacosta, Pellegrini e Pjaca, rispettivamente da Chelsea e Juventus (gli ultimi due),[37] mentre la Sampdoria accoglie il già citato Candreva e Keita Baldé dal Monaco. Il Cagliari, oltre al prestigioso acquisto di Godín, prende Marin dall'Ajax, mentre l'Udinese riporta in Italia Pereyra e Deulofeu dal Watford. Tra le neopromosse, molto attivo il Benevento di Filippo Inzaghi che acquista Glik dal Monaco, Caprari dalla Sampdoria e Lapadula dal Genoa.[38]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

L'avvio di campionato fa registrare conferme e qualche sorpresa: dopo quattro giornate, a prendersi la vetta solitaria della classifica è il Milan che, forte di un ottimo rendimento difensivo,[39] fa percorso netto e alla 4ª giornata batte l'Inter nella stracittadina milanese.[40] Alle spalle dei rossoneri c'è il Sassuolo, che mette in mostra un attacco molto prolifico.[41] Più altalenanti gli inizi delle due favorite alla vigilia del torneo:[42] l'Inter coglie due vittorie e un pareggio con la Lazio, prima di capitolare nel derby; la Juventus, vincente all'esordio, pareggia con la Roma e il neopromosso Crotone, mentre il successo con il Napoli è determinato solo dalla decisione della giustizia sportiva,[43] che punisce gli azzurri per la mancata partecipazione all'incontro.[44] I partenopei sono tuttavia protagonista di un buon avvio, che li vede sempre vittoriosi a parte la succitata sconfitta con i torinesi;[45] si conferma l'Atalanta, che pure subisce una pesante sconfitta proprio dal Napoli. Tra le delusioni c'è la Lazio, capace di centrare un solo successo.[42] In fondo alla classifica è preoccupante la situazione del Torino che, vistosi rinviare la gara con il Genoa, è sempre sconfitto nelle altre gare giocate.[46]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Atalanta dettagli Bergamo Gewiss Stadium 3º posto in Serie A
Benevento dettagli Benevento Stadio Ciro Vigorito 1º posto in Serie B, promosso
Bologna dettagli Bologna Stadio Renato Dall'Ara 12º posto in Serie A
Cagliari dettagli Cagliari Sardegna Arena 14º posto in Serie A
Crotone dettagli Crotone Stadio Ezio Scida 2º posto in Serie B, promosso
Fiorentina dettagli Firenze Stadio Artemio Franchi 10º posto in Serie A
Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 17º posto in Serie A
Inter dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 2º posto in Serie A
Juventus dettagli Torino Allianz Stadium 1º posto in Serie A
Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 4º posto in Serie A
Milan dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 6º posto in Serie A
Napoli dettagli Napoli Stadio San Paolo 7º posto in Serie A
Parma dettagli Parma Stadio Ennio Tardini 11º posto in Serie A
Roma dettagli Roma Stadio Olimpico 5º posto in Serie A
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 15º posto in Serie A
Sassuolo dettagli Sassuolo (MO) Mapei Stadium - Città del Tricolore (Reggio Emilia) 8º posto in Serie A
Spezia dettagli La Spezia Orogel Stadium-Dino Manuzzi (Cesena) 3º posto in Serie B, promosso dopo i play-off
Torino dettagli Torino Stadio Olimpico Grande Torino 16º posto in Serie A
Udinese dettagli Udine Stadio Friuli - Dacia Arena 13º posto in Serie A
Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 9º posto in Serie A

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 19 ottobre 2020.

Squadra Allenatore Giocatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Capocannoniere
(tra parentesi il numero dei gol segnati)
Atalanta Italia Gian Piero Gasperini 11 giocatori (4) Argentina Alejandro Gómez (4)
Benevento Italia Filippo Inzaghi 11 giocatori (4) Italia Gianluca Caprari (3)
Bologna Serbia Siniša Mihajlović 10 giocatori (4) Italia Roberto Soriano (3)
Cagliari Italia Eusebio Di Francesco 12 giocatori (4) Argentina Giovanni Simeone (3)
Crotone Italia Giovanni Stroppa 9 giocatori (4) Nigeria Simy (2)
Fiorentina Italia Giuseppe Iachini 9 giocatori (4) Italia Gaetano Castrovilli (2)
Genoa Italia Rolando Maran 5 giocatori (3) Italia Mattia Destro,
Macedonia del Nord Goran Pandev,
Croazia Marko Pjaca,
Italia Davide Zappacosta (1)
Inter Italia Antonio Conte 9 giocatori (4) Belgio Romelu Lukaku (4)
Juventus Italia Andrea Pirlo 7 giocatori (3) Portogallo Cristiano Ronaldo (3)
Lazio Italia Simone Inzaghi 7 giocatori (4) Ecuador Felipe Caicedo,
Italia Ciro Immobile,
Italia Manuel Lazzari,
Serbia Sergej Milinković-Savić (1)
Milan Italia Stefano Pioli 10 giocatori (4) Svezia Zlatan Ibrahimović (4)
Napoli Italia Gennaro Gattuso 10 giocatori (3) Messico Hirving Lozano (4)
Parma Italia Fabio Liverani 6 giocatori (4) Brasile Hernani (2)
Roma Portogallo Paulo Fonseca 9 giocatori (4) Francia Jordan Veretout (3)
Sampdoria Italia Claudio Ranieri 9 giocatori (4) Italia Fabio Quagliarella (3)
Sassuolo Italia Roberto De Zerbi 12 giocatori (4) Italia Francesco Caputo (4)
Spezia Italia Vincenzo Italiano Germania Julian Chabot,
Ghana Emmanuel Gyasi,
Italia Matteo Ricci (4)
Bulgaria Andrej Gălăbinov (3)
Torino Italia Marco Giampaolo 9 giocatori (3) Italia Andrea Belotti (4)
Udinese Italia Luca Gotti 9 giocatori (4) Argentina Ignacio Pussetto,
Brasile Samir (1)
Verona Croazia Ivan Jurić 6 giocatori (4) Italia Andrea Favilli (1)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 19 ottobre 2020.[47]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Milan 12 4 4 0 0 9 1 +8
2. Sassuolo 10 4 3 1 0 13 6 +7
3. Atalanta 9 4 3 0 1 14 9 +5
4. Napoli (-1) 8 4 3 0 1 12 4 +8
4. Juventus 8 4 2 2 0 9 3 +6
6. Inter 7 4 2 1 1 11 8 +3
6. Verona 7 4 2 1 1 4 1 +3
6. Roma 7 4 2 1 1 8 7 +1
9. Sampdoria 6 4 2 0 2 7 7 0
9. Benevento 6 4 2 0 2 8 12 -4
11. Genoa 4 3 1 1 1 4 7 -3
11. Fiorentina 4 4 1 1 2 7 8 -1
11. Cagliari 4 4 1 1 2 6 10 -4
11. Spezia 4 4 1 1 2 5 9 -4
11. Lazio 4 4 1 1 2 4 8 -4
16. Bologna 3 4 1 0 3 7 8 -1
16. Udinese 3 4 1 0 3 3 6 -3
1downarrow red.svg 16. Parma 3 4 1 0 3 4 9 -5
1downarrow red.svg 19. Crotone 1 4 0 1 3 3 11 -8
1downarrow red.svg 20. Torino 0 3 0 0 3 4 8 -4

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2021-2022.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Champions League 2021-2022.
      Ammessa alla fase a gironi della UEFA Europa League 2021-2022.
      Ammessa agli spareggi di UEFA Europa Conference League 2021-2022.
      Retrocesse in Serie B 2021-2022.

Regolamento:

Tre punti per la vittoria, uno per il pareggio, zero per la sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria finale verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Differenza reti generale
  • Reti realizzate in generale
  • Sorteggio
A campionato in corso fra due o più squadre con eguale numero di punti sono vigenti i piazzamenti a pari merito. In tali casi la Lega Serie A riporta le squadre in classifica secondo un ordinamento grafico convenzionale. Tale ordinamento prevede, quando non sussiste la parità di incontri disputati, che le squadre con un minor numero di partite giocate precedano nell'elencazione quelle con un maggior numero di partite giocate. A parità di incontri disputati, invece, l'ordinamento rispecchia i parametri seguiti per stilare le classifiche avulse finali. Se, dopo avere preso in considerazione i risultati di entrambi gli scontri diretti, la differenza reti generale e le reti realizzate in generale, nell'ordinamento grafico permane una situazione di ex aequo, è altresì utilizzato l'ordine alfabetico come ulteriore criterio convenzionale.

Note:

Il Napoli ha scontato 1 punto di penalizzazione.[48]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 19 ottobre 2020.

Ogni riga indica i risultati casalinghi della squadra segnata a inizio della riga, contro le squadre segnate colonna per colonna (che invece avranno giocato l'incontro in trasferta). Al contrario, leggendo la colonna di una squadra si avranno i risultati ottenuti dalla stessa in trasferta, contro le squadre segnate in ogni riga, che invece avranno giocato l'incontro in casa.

ATA BEN BOL CAG CRO FIO GEN INT JUV LAZ MIL NAP PAR ROM SAM SAS SPE TOR UDI VER
Atalanta –––– - - 5-2 - - - - - - - - - - - - - - - -
Benevento - –––– 1-0 - - - - 2-5 - - - - - - - - - - - -
Bologna - - –––– - - - - - - - - - 4-1 - - - - - - -
Cagliari - - - –––– - - - - - 0-2 - - - - - - - - - -
Crotone - - - - –––– - - - 1-1 - 0-2 - - - - - - - - -
Fiorentina - - - - - –––– - - - - - - - - 1-2 - - 1-0 - -
Genoa - - - - 4-1 - –––– - - - - - - - - - - - - -
Inter - - - - - 4-3 - –––– - - 1-2 - - - - - - - - -
Juventus - - - - - - - - –––– - - 3-0 - - 3-0 - - - - -
Lazio 1-4 - - - - - - 1-1 - –––– - - - - - - - - - -
Milan - - 2-0 - - - - - - - –––– - - - - - 3-0 - - -
Napoli 4-1 - - - - - 6-0 - - - - –––– - - - - - - - -
Parma - - - - - - - - - - - 0-2 –––– - - - - - - 1-0
Roma - 5-2 - - - - - - 2-2 - - - - –––– - - - - - -
Sampdoria - 2-3 - - - - - - - 3-0 - - - - –––– - - - - -
Sassuolo - - - 1-1 4-1 - - - - - - - - - - –––– - - - -
Spezia - - - - - 2-2 - - - - - - - - - 1-4 –––– - - -
Torino 2-4 - - 2-3 - - - - - - - - - - - - - –––– - -
Udinese - - - - - - - - - - - - 3-2 0-1 - - 0-2 - –––– -
Verona - - - - - - 0-0 - - - - - - 3-0 - - - - 1-0 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario è stato sorteggiato il 2 settembre 2020 a Milano nella sede della Lega Serie A.[49]

andata (1ª) 1ª giornata ritorno (20ª)
30 set. 2-5 Benevento-Inter - 31 gen.
19 set. 1-0 Fiorentina-Torino -
20 set. 4-1 Genoa-Crotone -
3-0 Juventus-Sampdoria -
30 set. 1-4 Lazio-Atalanta -
21 set. 2-0 Milan-Bologna -
20 set. 0-2 Parma-Napoli -
1-1 Sassuolo-Cagliari -
30 set. 0-2 Udinese-Spezia -
a tav. 3-0 [50]Verona-Roma -
andata (2ª) 2ª giornata ritorno (21ª)
28 set. 4-1 Bologna-Parma - 7 feb.
26 set. 0-2 Cagliari-Lazio -
27 set. 0-2 Crotone-Milan -
26 set. 4-3 Inter-Fiorentina -
27 set. 6-0 Napoli-Genoa -
2-2 Roma-Juventus -
26 set. 2-3 Sampdoria-Benevento -
27 set. 1-4 Spezia-Sassuolo -
26 set. 2-4 Torino-Atalanta -
27 set. 1-0 Verona-Udinese -


andata (3ª) 3ª giornata ritorno (22ª)
4 ott. 5-2 Atalanta-Cagliari - 14 feb.
1-0 Benevento-Bologna -
2 ott. 1-2 Fiorentina-Sampdoria -
4 nov. 17:00 Genoa-Torino -
a tav. 3-0 [51]Juventus-Napoli -
4 ott. 1-1 Lazio-Inter -
3-0 Milan-Spezia -
1-0 Parma-Verona -
3 ott. 4-1 Sassuolo-Crotone -
0-1 Udinese-Roma -
andata (4ª) 4ª giornata ritorno (23ª)
18 ott. 3-4 Bologna-Sassuolo - 21 feb.
17 ott. 1-1 Crotone-Juventus -
1-2 Inter-Milan -
4-1 Napoli-Atalanta -
18 ott. 5-2 Roma-Benevento -
17 ott. 3-0 Sampdoria-Lazio -
18 ott. 2-2 Spezia-Fiorentina -
2-3 Torino-Cagliari -
3-2 Udinese-Parma -
19 ott. 0-0 Verona-Genoa -


andata (5ª) 5ª giornata ritorno (24ª)
24 ott. 15:00 Atalanta-Sampdoria - 28 feb.
25 ott. 15:00 Benevento-Napoli -
15:00 Cagliari-Crotone -
18:00 Fiorentina-Udinese -
24 ott. 18:00 Genoa-Inter -
25 ott. 20:45 Juventus-Verona -
24 ott. 20:45 Lazio-Bologna -
26 ott. 20:45 Milan-Roma -
25 ott. 15:00 Parma-Spezia -
23 ott. 20:45 Sassuolo-Torino -
andata (6ª) 6ª giornata ritorno (25ª)
31 ott. 20:45 Bologna-Cagliari - 3 mar.
15:00 Crotone-Atalanta -
18:00 Inter-Parma -
1º nov. 18:00 Napoli-Sassuolo -
18:00 Roma-Fiorentina -
20:45 Sampdoria-Genoa -
15:00 Spezia-Juventus -
15:00 Torino-Lazio -
12:30 Udinese-Milan -
2 nov. 20:45 Verona-Benevento -


andata (7ª) 7ª giornata ritorno (26ª)
8 nov. 15:00 Atalanta-Inter - 7 mar.
7 nov. 18:00 Benevento-Spezia -
8 nov. 18:00 Bologna-Napoli -
7 nov. 15:00 Cagliari-Sampdoria -
8 nov. 15:00 Genoa-Roma -
12:30 Lazio-Juventus -
20:45 Milan-Verona -
7 nov. 20:45 Parma-Fiorentina -
6 nov. 20:45 Sassuolo-Udinese -
8 nov. 15:00 Torino-Crotone -
andata (8ª) 8ª giornata ritorno (27ª)
21 nov. 15:00 Crotone-Lazio - 14 mar.
22 nov. 12:30 Fiorentina-Benevento -
15:00 Inter-Torino -
21 nov. 20:45 Juventus-Cagliari -
22 nov. 20:45 Napoli-Milan -
15:00 Roma-Parma -
15:00 Sampdoria-Bologna -
21 nov. 18:00 Spezia-Atalanta -
22 nov. 18:00 Udinese-Genoa -
15:00 Verona-Sassuolo -


andata (9ª) 9ª giornata ritorno (28ª)
28 nov. 20:45 Atalanta-Verona - 21 mar.
18:00 Benevento-Juventus -
29 nov. 15:00 Bologna-Crotone -
18:00 Cagliari-Spezia -
30 nov. 20:45 Genoa-Parma -
29 nov. 12:30 Lazio-Udinese -
15:00 Milan-Fiorentina -
20:45 Napoli-Roma -
28 nov. 15:00 Sassuolo-Inter -
30 nov. 18:30 Torino-Sampdoria -
andata (10ª) 10ª giornata ritorno (29ª)
6 dic. 18:00 Crotone-Napoli - 3 apr.
7 dic. 20:45 Fiorentina-Genoa -
5 dic. 20:45 Inter-Bologna -
18:00 Juventus-Torino -
6 dic. 15:00 Parma-Benevento -
15:00 Roma-Sassuolo -
20:45 Sampdoria-Milan -
5 dic. 15:00 Spezia-Lazio -
6 dic. 15:00 Udinese-Atalanta -
12:30 Verona-Cagliari -


andata (11ª) 11ª giornata ritorno (30ª)
13 dic. 15:00 Atalanta-Fiorentina - 11 apr.
15:00 Bologna-Roma -
12:30 Cagliari-Inter -
12 dic. 15:00 Crotone-Spezia -
13 dic. 18:00 Genoa-Juventus -
12 dic. 20:45 Lazio-Verona -
13 dic. 20:45 Milan-Parma -
15:00 Napoli-Sampdoria -
11 dic. 20:45 Sassuolo-Benevento -
12 dic. 18:00 Torino-Udinese -
andata (12ª) 12ª giornata ritorno (31ª)
15 dic. 20:45 Benevento-Lazio - 18 apr.
16 dic. 20:45 Fiorentina-Sassuolo -
20:45 Genoa-Milan -
20:45 Inter-Napoli -
18:30 Juventus-Atalanta -
20:45 Parma-Cagliari -
17 dic. 20:45 Roma-Torino -
16 dic. 20:45 Spezia-Bologna -
15 dic. 18:30 Udinese-Crotone -
16 dic. 20:45 Verona-Sampdoria -


andata (13ª) 13ª giornata ritorno (32ª)
20 dic. 18:00 Atalanta-Roma - 21 apr.
15:00 Benevento-Genoa -
15:00 Cagliari-Udinese -
19 dic. 15:00 Fiorentina-Verona -
20 dic. 15:00 Inter-Spezia -
20:45 Lazio-Napoli -
19 dic. 20:45 Parma-Juventus -
18:00 Sampdoria-Crotone -
20 dic. 15:00 Sassuolo-Milan -
12:30 Torino-Bologna -
andata (14ª) 14ª giornata ritorno (33ª)
23 dic. 20:45 Bologna-Atalanta - 25 apr.
22 dic. 18:30 Crotone-Parma -
20:45 Juventus-Fiorentina -
23 dic. 20:45 Milan-Lazio -
20:45 Napoli-Torino -
20:45 Roma-Cagliari -
20:45 Sampdoria-Sassuolo -
20:45 Spezia-Genoa -
20:45 Udinese-Benevento -
18:30 Verona-Inter -


andata (15ª) 15ª giornata ritorno (34ª)
3 gen. 15:00 Atalanta-Sassuolo - 2 mag.
18:00 Benevento-Milan -
15:00 Cagliari-Napoli -
15:00 Fiorentina-Bologna -
15:00 Genoa-Lazio -
12:30 Inter-Crotone -
20:45 Juventus-Udinese -
15:00 Parma-Torino -
15:00 Roma-Sampdoria -
15:00 Spezia-Verona -
andata (16ª) 16ª giornata ritorno (35ª)
6 gen. 15:00 Atalanta-Parma - 9 mag.
15:00 Bologna-Udinese -
12:30 Cagliari-Benevento -
15:00 Crotone-Roma -
15:00 Lazio-Fiorentina -
20:45 Milan-Juventus -
18:00 Napoli-Spezia -
15:00 Sampdoria-Inter -
15:00 Sassuolo-Genoa -
15:00 Torino-Verona -


andata (17ª) 17ª giornata ritorno (36ª)
10 gen. - Benevento-Atalanta - 12 mag.
- Fiorentina-Cagliari -
- Genoa-Bologna -
- Juventus-Sassuolo -
- Milan-Torino -
- Parma-Lazio -
- Roma-Inter -
- Spezia-Sampdoria -
- Udinese-Napoli -
- Verona-Crotone -
andata (18ª) 18ª giornata ritorno (37ª)
17 gen. - Atalanta-Genoa - 16 mag.
- Bologna-Verona -
- Cagliari-Milan -
- Crotone-Benevento -
- Inter-Juventus -
- Lazio-Roma -
- Napoli-Fiorentina -
- Sampdoria-Udinese -
- Sassuolo-Parma -
- Torino-Spezia -


andata (19ª) 19ª giornata ritorno (38ª)
24 gen. - Benevento-Torino - 23 mag.
- Fiorentina-Crotone -
- Genoa-Cagliari -
- Juventus-Bologna -
- Lazio-Sassuolo -
- Milan-Atalanta -
- Parma-Sampdoria -
- Roma-Spezia -
- Udinese-Inter -
- Verona-Napoli -

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Mil
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
Atalanta 0* 3 9* 9
Benevento 0 3 6 6
Bologna 0 3 3 3
Cagliari 1 1 1 4
Crotone 0 0 0 1
Fiorentina 3 3 3 4
Genoa 3 3 3* 4
Inter 0* 3 7* 7
Juventus 3 4 7 8
Lazio 0 3 4 4
Milan 3 6 9 12
Napoli 3 6 5 8
Parma 0 0 3 3
Roma 0 1 4 7
Sampdoria 0 0 3 6
Sassuolo 1 4 7 10
Spezia 0* 0 3* 4
Torino 0 0 0* 0
Udinese 0 0 0 3
Verona 3 6 6 7

NOTA: l'asterisco indica che l'incontro è stato rinviato o sospeso ed è presente sia in corrispondenza del turno rinviato sia in corrispondenza del turno immediatamente successivo al recupero: esso serve a segnalare che, nella stessa giornata successiva al recupero, la formazione vincente dispone di un punteggio maggiore. L'asterisco non compare con la squadra che esce sconfitta dal recupero (né in corrispondenza del rinvio, né per il recupero stesso), invece è da usare con entrambe le squadre se il recupero termina con un pareggio.

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 19 ottobre 2020.

Andata Ritorno
Milan 12 Atalanta 0
Sassuolo 10 Benevento 0
Atalanta 9 Bologna 0
Napoli 8 (-1) Cagliari 0
Juventus 8 Crotone 0
Inter 7 Fiorentina 0
Verona 7 Genoa 0
Roma 7 Inter 0
Sampdoria 6 Juventus 0
Benevento 6 Lazio 0
Genoa 4 Milan 0
Fiorentina 4 Napoli 0
Cagliari 4 Parma 0
Spezia 4 Roma 0
Lazio 4 Sampdoria 0
Bologna 3 Sassuolo 0
Udinese 3 Spezia 0
Parma 3 Torino 0
Crotone 1 Udinese 0
Torino 0 Verona 0
Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 19 ottobre 2020.

Casa Trasferta
Verona 7 Sassuolo 6
Napoli 6 Milan 6
Juventus 6 Atalanta 6
Milan 6 Inter 4
Roma 4 Cagliari 4
Sassuolo 4 Lazio 3
Atalanta 3 Napoli 3
Genoa 3 Spezia 3
Bologna 3 Benevento 3
Sampdoria 3 Sampdoria 3
Inter 3 Roma 3
Fiorentina 3 Juventus 2
Parma 3 Fiorentina 1
Benevento 3 Genoa 1
Udinese 3 Torino 0
Crotone 1 Udinese 0
Spezia 1 Verona 0
Lazio 1 Bologna 0
Cagliari 0 Parma 0
Torino 0 Crotone 0

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornati al 19 ottobre 2020.

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Milan (4)
  • Maggior numero di pareggi: Juventus (2)
  • Maggior numero di sconfitte: Bologna, Crotone, Parma, Torino e Udinese (3)
  • Minor numero di vittorie: Crotone e Torino (0)
  • Minor numero di pareggi: 9 squadre (0)
  • Minor numero di sconfitte: Juventus, Milan e Sassuolo (0)
  • Miglior attacco: Atalanta (14 gol fatti)
  • Peggior attacco: Crotone e Udinese (3 gol fatti)
  • Miglior difesa: Milan e Verona (1 gol subito)
  • Peggior difesa: Benevento (12 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Milan e Napoli (+8)
  • Peggior differenza reti: Crotone (-8)
  • Miglior serie positiva: Milan (4, 1ª-4ª giornata)
  • Peggior serie negativa: Crotone e Udinese (3, 1ª-3ª giornata); Torino (3, 1ª-2ª e 4ª giornata)
  • Maggior numero di vittorie consecutive: Milan (4, 1ª-4ª giornata)

Partite

  • Partita con più gol: Benevento-Inter 2-5 (1ª giornata), Inter-Fiorentina 4-3 (2ª giornata), Atalanta-Cagliari 5-2 (3ª giornata); Bologna-Sassuolo 3-4 e Roma-Benevento 5-2 (4ª giornata) (7)
  • Pareggio con più gol: Roma-Juventus 2-2 (4, 2ª giornata) e Spezia-Fiorentina 2-2 (4, 4ª giornata)
  • Maggior scarto di gol: Napoli-Genoa 6-0 (6, 2ª giornata)
  • Maggior numero di reti in una giornata: 43 (2ª giornata)
  • Minor numero di reti in una giornata: 32 (1ª giornata)
  • Maggior numero di espulsioni in una giornata: 2 (1ª-2ª-3ª-4ª giornata)
  • Maggior numero di pareggi in una giornata: 3 (4ª giornata)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 19 ottobre 2020.[52]

Gol Rigori Giocatore Squadra
4 1 Svezia Zlatan Ibrahimović Milan
4 1 Italia Andrea Belotti Torino
4 Messico Hirving Lozano Napoli
4 1 Italia Francesco Caputo Sassuolo
4 Argentina Alejandro Gómez Atalanta
4 Belgio Romelu Lukaku Inter
3 1 Portogallo Cristiano Ronaldo Juventus
3 Bulgaria Andrej Gălăbinov Spezia
3 1 Italia Domenico Berardi Sassuolo
3 Italia Gianluca Caprari Benevento
3 Argentina Lautaro Martínez Inter
3 1 Italia Fabio Quagliarella Sampdoria
3 Argentina Giovanni Simeone Cagliari
3 Italia Roberto Soriano Bologna
3 2 Francia Jordan Veretout Roma

MVP del mese[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito i vincitori.[53]

Mese Giocatore Squadra
Settembre
Ottobre
Novembre
Dicembre
Gennaio
Febbraio
Marzo
Aprile
Maggio

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quando inizia la Serie A 2020/2021? Date, calendario e squadre, su goal.com, 17 settembre 2020.
  2. ^ a b Serie A 2020-2021, il programma standard di date e orari delle partite, su spaziocalcio.it, 4 settembre 2020.
  3. ^ a b "Bentornato Alvaro". Ora è ufficiale: Morata è un giocatore della Juve, su gazzetta.it, 21 settembre 2020.
  4. ^ La Juventus esonera Sarri e pensa subito a Pirlo, su repubblica.it, 8 agosto 2020.
  5. ^ Juventus, è Andrea Pirlo il nuovo allenatore, su repubblica.it, 8 agosto 2020.
  6. ^ Ufficiale: Arthur alla Juve per 72 milioni, con Pjanic plusvalenza netta di 42, su gazzetta.it, 29 giugno 2020.
  7. ^ Kulusevski alla Juve, contratto fino al 2024: resta in prestito al Parma fino a giugno, su sport.sky.it, 2 gennaio 2020.
  8. ^ Juve, ufficiale McKennie: tutte le cifre dell'operazione, su gazzetta.it, 29 agosto 2020.
  9. ^ a b Juve, Kulusevski-Chiesa: i botti al via e l'ultimo giorno. Ma quante difficoltà in uscita, su gazzetta.it, 6 ottobre 2020.
  10. ^ Si chiude l’avventura di Matuidi alla Juventus: ufficiale la risoluzione consensuale, su goal.com, 12 agosto 2020.
  11. ^ Juve, risolto il contratto con Higuain. E la perdita sale a 90 milioni, su gazzetta.it, 17 settembre 2020.
  12. ^ a b Inter, Hakimi è ufficiale. Il Real: “Grazie per la tua professionalità”, su gazzetta.it, 2 luglio 2020.
  13. ^ Guida alla lotta per lo Scudetto 2020/21, su ultimouomo.com, 15 settembre 2020.
  14. ^ Conte e Inter, un anno vissuto intensamente: dagli sfoghi alla pace di Villa Bellini, su gazzetta.it, 26 agosto 2020.
  15. ^ Kolarov all'Inter, ufficiale. L'agente: "Conte ha pesato nella scelta", su gazzetta.it, 8 settembre 2020.
  16. ^ Ufficiale: Vidal è un nuovo giocatore dell'Inter. Ora si sta già allenando, su gazzetta.it, 21 settembre 2020.
  17. ^ Ufficiale, Sanchez all'Inter per altri tre anni: "Sono felice, resto in famiglia", su gazzetta.it, 6 agosto 2020.
  18. ^ Inter, Nainggolan e Perisic si allenano ad Appiano. In attesa del calciomercato, su sport.sky.it, 10 settembre 2020.
  19. ^ Godin al Cagliari, è ufficiale: addio Inter, su goal.com, 24 settembre 2020.
  20. ^ Ufficiale, Candreva lascia l'Inter: ha firmato con la Sampdoria, su goal.com, 25 settembre 2020.
  21. ^ Ufficiale: "Icardi è un giocatore del Psg". All'Inter 50 milioni più 8 di bonus. E c'è la clausola anti Juve, su gazzetta.it, 31 maggio 2020.
  22. ^ Romero all'Atalanta, è ufficiale: prestito biennale dalla Juve, su goal.com, 5 settembre 2020.
  23. ^ Miranchuk all'Atalanta, arriva la conferma: c'è il comunicato nerazzurro, su goal.com, 4 settembre 2020.
  24. ^ Comunicato ufficiale acquisto Reina, su sslazio.it, 27 agosto 2020.
  25. ^ Comunicato ufficiale acquisto Muriqi, su sslazio.it, 15 settembre 2020.
  26. ^ Ufficiale, Kumbulla alla Roma, su corrieredellosport.it, 17 settembre 2020.
  27. ^ Adesso è ufficiale: Pedro è un nuovo giocatore della Roma, su goal.com, 25 agosto 2020.
  28. ^ Roma, è ufficiale: Ünder passa al Leicester, su corrieredellosport.it, 20 settembre 2020.
  29. ^ Milan, Pioli confermato. Serietà oltre ai meriti sul campo, su corriere.it, 23 luglio 2020.
  30. ^ Tonali, firma e annuncio: al Milan per 5 anni. Maldini: "Con lui futuro di grandi soddisfazioni", su gazzetta.it, 9 settembre 2020.
  31. ^ Ora è ufficiale: il nigeriano Osimhen è del Napoli, al Lilla 70 milioni in 5 anni più bonus, su gazzetta.it, 31 luglio 2020.
  32. ^ Napoli: addio a Callejon e Allan, Under e Veretout i candidati per sostituirli, su gazzetta.it, 13 agosto 2020.
  33. ^ Bonaventura alla Fiorentina: ora è ufficiale, su corrieredellosport.it, 10 settembre 2020.
  34. ^ Borja Valero, Firenze riabbraccia “il sindaco”. E già sabato Iachini ci punta, su gazzetta.it, 16 settembre 2020.
  35. ^ Giampaolo è ufficialmente l’allenatore del Torino: Cairo lancia il nuovo corso granata, su gazzetta.it, 7 agosto 2020.
  36. ^ Il Torino annuncia Linetty: ufficiale l'acquisto del polacco, su goal.com, 26 settembre 2020.
  37. ^ Pjaca e Zappacosta, doppio colpo Genoa!, su corrieredellosport.it, 19 settembre 2020.
  38. ^ Benevento, è fatta per Lapadula dal Genoa: contratto fino al 2023, su sport.sky.it, 30 agosto 2020.
  39. ^ Questo Milan è un bunker: in Europa nessuno meglio in difesa, su gazzetta.it, 19 ottobre 2020.
  40. ^ Fenomeno Ibra: fa doppietta in 3’, stende l’Inter e il Milan vola in testa da solo, su gazzetta.it, 17 ottobre 2020.
  41. ^ Tre cose sulla quarta giornata di Serie A, su rivistaundici.com, 19 ottobre 2020.
  42. ^ a b Inter e Juve sgonfiate. Lazio in tilt, su corrieredellosport.it, 18 ottobre 2020.
  43. ^ Juve-Napoli 3-0 a tavolino e 1 punto di penalizzazione agli azzurri. ADL fa ricorso, su gazzetta.it, 14 ottobre 2020.
  44. ^ Allo stadio la partita fantasma. Juve-Napoli dichiarata non disputata. Spadafora: "Far prevalere interesse salute", su repubblica.it, 4 ottobre 2020.
  45. ^ Come il Napoli ha ritrovato il vero Lozano, su rivistaundici.com, 19 ottobre 2020.
  46. ^ Giampaolo: "Mi aspettavo un inizio difficile. Però speravo di fare punti", su tuttosport.com, 18 ottobre 2020.
  47. ^ Serie A TIM - Classifica, su legaseriea.it, 20 settembre 2020.
  48. ^ Comunicato ufficiale n. 65 (PDF), su legaseriea.it, 14 ottobre 2020.
  49. ^ Comunicato ufficiale n. 4 (PDF), su legaseriea.it, 2 settembre 2020.
  50. ^ Partita disputata il 18 settembre e inizialmente conclusasi con il risultato di 0-0, ma successivamente assegnata, dal giudice sportivo, per 3-0 a tavolino a favore del Verona a causa dello schieramento del giocatore Diawara, fuori lista, da parte della Roma, cfr. Comunicato ufficiale n. 32 (PDF), su legaseriea.it, 22 settembre 2020.
  51. ^ Partita non disputata il 4 ottobre e successivamente assegnata, dal giudice sportivo, per 3-0 a tavolino a favore della Juventus a causa dell'assenza del Napoli sul terreno di gioco, cfr. Comunicato ufficiale n. 65 (PDF), su legaseriea.it, 14 ottobre 2020.
  52. ^ Serie A TIM - Statistiche calciatori, su legaseriea.it, 27 settembre 2020.
  53. ^ Most Valuable Players Serie A TIM – Stagione 2020/2021, su legaseriea.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]