Serie A 2022-2023

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Disambiguazione – Se stai cercando gli altri tornei sportivi con lo stesso nome, vedi Serie A 2022-2023 (disambigua).
Serie A 2022-2023
Serie A TIM 2022-2023
Logo della competizione
Competizione Serie A
Sport Calcio
Edizione 121ª (91ª di Serie A)
Organizzatore Lega Serie A
Date dal 13 agosto 2022
al 4 giugno 2023
Luogo Bandiera dell'Italia Italia
Partecipanti 20
Formula girone unico asimmetrico
Risultati
Vincitore Napoli
(3º titolo)
Retrocessioni Spezia
Cremonese
Sampdoria
Statistiche
Miglior giocatore Bandiera della Georgia Khvicha K'varatskhelia[1]
Miglior marcatore Bandiera della Nigeria Victor Osimhen (26)
Miglior portiere Bandiera dell'Italia Ivan Provedel[2]
Incontri disputati 380
Gol segnati 974 (2,56 per incontro)
Cronologia della competizione
2021-2022 2023-2024

La Serie A 2022-2023 è stata la 121ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (la 91ª a girone unico), disputata tra il 13 agosto 2022 e il 4 giugno 2023 e conclusa con la vittoria del Napoli, al suo terzo titolo, a distanza di trentatré anni dall'ultimo successo.

Capocannoniere del torneo è stato Victor Osimhen (Napoli) con 26 reti.[3]

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Ubicazione delle squadre della Serie A 2022-2023

Novità[modifica | modifica wikitesto]

A sostituire Cagliari, Genoa e Venezia, retrocesse in Serie B nella stagione precedente, ci sono Lecce, vincitore della Serie B 2021-2022 e tornato nella massima serie dopo due stagioni d'assenza, Cremonese, dopo ventisei anni d'assenza, e Monza, al suo storico esordio in massima serie, in quanto vincente dei play-off.

La regione più rappresentata è la Lombardia, con ben cinque squadre (Atalanta, Cremonese, Inter, Milan e Monza). Con due club a testa ci sono Campania (Napoli e Salernitana), Emilia-Romagna (Bologna e Sassuolo), Lazio (Lazio e Roma), Liguria (Sampdoria e Spezia), Piemonte (Juventus e Torino) e Toscana (Empoli e Fiorentina). Infine, vantano una formazione cadauna Friuli-Venezia Giulia (Udinese), Puglia (Lecce) e Veneto (Verona).

L'IFAB delibera che le cinque sostituzioni, da effettuare utilizzando un massimo di tre interruzioni di gioco, durante la disputa degli incontri, come accaduto in via temporanea nelle due stagioni precedenti, sono confermate in via definitiva,[4] così come l'allargamento della panchina da dodici giocatori, come avvenuto fino al campionato precedente, fino a un massimo di quindici.[5]

Da questa stagione viene, inoltre, reintrodotto lo spareggio per l'assegnazione dello scudetto e per l'ultimo posto salvezza (il diciassettesimo), ma non per la qualificazione alle coppe europee, in caso di arrivo a pari punti tra due o più squadre, che era stato abolito al termine della stagione 2004-2005. Il regolamento prevede che la partita, in campo neutro e in gara secca, veda, in caso di parità, l'esecuzione dei tiri di rigore senza la disputa dei tempi supplementari.[6][7]

A partire dal girone di ritorno, il campionato vede l'introduzione del fuorigioco semi-automatico, utilizzato per la prima volta nella Supercoppa UEFA 2022, a partire dalla fase a gironi della UEFA Champions League 2022-2023, nel campionato mondiale 2022 in Qatar e nella Supercoppa italiana 2022.[8]

Calendario e orari di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato ha avuto inizio sabato 13 agosto 2022 con i primi anticipi della 1ª giornata, a cui sono poi seguite le restanti gare del turno domenica 14 e lunedì 15 agosto. Il campionato si è concluso domenica 4 giugno 2023, con una lunga pausa tra i mesi di novembre 2022 e gennaio 2023 per consentire lo svolgimento del campionato mondiale in Qatar.[9] Sono previsti quattro turni infrasettimanali, in programma per il 31 agosto e il 9 novembre 2022, e per il 4 gennaio e il 3 maggio 2023, e due soste per gli impegni delle nazionali, in programma per il 25 settembre 2022 e il 26 marzo 2023, rispettivamente per la fase a gironi della UEFA Nations League 2022-2023 e per la fase di qualificazione al campionato europeo 2024 (oltre alla sosta che è iniziata il 14 novembre ed è terminata il 18 dicembre 2022 per la disputa del campionato mondiale).[9]

Per la seconda volta, dopo la stagione precedente, il calendario non prevede la simmetria tra gare di andata e gare di ritorno, che si svolgono quindi secondo un ordine diverso rispetto all'andata. La partita di ritorno tra due squadre non può essere disputata a meno di otto partite di distanza da quella d'andata.[10]

Gli orari di gioco previsti sono:[11]

  • Sabato: 3 partite
    • 1 anticipo alle 15:00
    • 1 anticipo alle 18:00
    • 1 anticipo alle 20:45
  • Domenica: 6 partite
    • 1 anticipo alle 12:30
    • 3 partite alle 15:00
    • 1 posticipo alle 18:00
    • 1 posticipo alle 20:45
  • Lunedì: 1 partita
    • 1 posticipo alle 20:45

Nelle giornate che precedono le soste per le nazionali (7ª, 15ª e 27ª) e in quelle che precedono i turni infrasettimanali (3ª, 13ª e 32ª), il posticipo del lunedì alle 20:45 può essere sostituito da un anticipo il venerdì alle 20:45. I turni infrasettimanali si disputano il mercoledì con due partite alle 20:45, due anticipi martedì alle 18:30, due anticipi martedì alle 20:45, due anticipi mercoledì alle 18:30, un posticipo giovedì alle 18:30 e un posticipo giovedì alle 20:45.[11]

La 1ª giornata si disputa domenica 14 agosto 2022 con due partite alle 18:30 e due alle 20:45, quattro anticipi al sabato, due alle 18:30 e due alle 20:45, e due posticipi al lunedì, uno alle 18:30 e uno alle 20:45.[11] La 2ª giornata si disputa domenica 21 agosto 2022 con due partite alle 18:30 e due alle 20:45, quattro anticipi al sabato, due alle 18:30 e due alle 20:45, e due posticipi al lunedì, uno alle 18:30 e uno alle 20:45.[11] La 3ª giornata si disputa domenica 28 agosto 2022 con due partite alle 18:30 e due alle 20:45, due anticipi al venerdì, uno alle 18:30 e uno alle 20:45, e quattro anticipi al sabato, due alle 18:30 e due alle 20:45.[11]

La 16ª giornata si disputa tutta mercoledì 4 gennaio 2023 con due partite alle 12:30, due alle 14:30, due alle 16:30, due alle 18:30 e due alle 20:45. La 29ª giornata si disputa sabato 8 aprile 2023 con una partita alle 12:30, una alle 14:30, due alle 16:30, due alle 18:30 e una alle 20:45, e tre anticipi al venerdì, uno alle 17:00, uno alle 19:00 e uno alle 21:00.[12] La 37ª giornata si disputa domenica 28 maggio 2023 con una partita alle 12:30, due alle 15:00, una alle 18:00 e una alle 20:45, due anticipi al venerdì, uno alle 18:30 e uno alle 20:45, e tre anticipi al sabato, uno alle 15:00, uno alle 18:00 e uno alle 20:45.[13] La 38ª giornata si disputa domenica 4 giugno 2023 con una partita alle 18:30 e cinque alle 21:00, un anticipo al venerdì alle 20:30, e tre anticipi al sabato, uno alle 18:30 e due alle 21:00.[14]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Il centravanti belga Lukaku fa ritorno all'Inter dal Chelsea dopo un solo anno.[15]

Il Milan campione in carica si rinforza con gli arrivi a centrocampo dei trequartisti De Ketelaere[16] e Adli,[17] acquistati rispettivamente dal Club Bruges e dal Bordeaux, e riaccoglie il mediano Pobega dopo il prestito al Torino;[17] in attacco i rossoneri ingaggiano a parametro zero il centravanti Origi, reduce dall'esperienza al Liverpool.[18] A rinforzare la rosa rossonera arrivano anche i difensori Thiaw e Dest, rispettivamente da Schalke 04 e Barcellona, e il centrocampista Vranckx dal Wolfsburg. In uscita i meneghini salutano il difensore Romagnoli[19] e il centrocampista Kessié,[20] che si accasano da svincolati a Lazio e Barcellona, oltre all'attaccante Castillejo, ceduto al Valencia.[21] I rivali cittadini dell'Inter riaccolgono dopo un solo anno il centravanti Lukaku, che torna in prestito dal Chelsea.[22] Oltre al belga, i meneghini si rinforzano con gli arrivi del portiere Onana, ingaggiato a parametro zero dopo l'esperienza all'Ajax,[23] del difensore Acerbi dalla Lazio, dei centrocampisti Asllani[24] e Bellanova,[25] provenienti rispettivamente dall'Empoli e dal Cagliari, e del trequartista Mxit'aryan, messo sotto contratto da svincolato dopo l'esperienza con la Roma.[26] In uscita, si registrano le partenze per fine contratto del difensore Ranocchia e dei centrocampisti Vecino e Perišić, con quest'ultimo che si accorda con il Tottenham.[27] Lasciano anche il difensore Kolarov, che si ritira dal calcio giocato, il centrocampista Vidal,[28] e l'attaccante Sánchez,[29] che risolvono il proprio contratto con i nerazzurri.

Il trequartista argentino Dybala, dopo sette stagioni alla Juventus, si trasferisce alla Roma.[30]

La Juventus, una delle antagoniste più accreditate delle milanesi,[31] si rinforza con due arrivi di rilievo a parametro zero: a centrocampo torna Pogba, reduce dall'esperienza al Manchester Utd,[32] mentre in attacco arriva Di María, dopo la fine del contratto con il Paris Saint-Germain.[33] I bianconeri acquistano pure i difensori Bremer[34] e Gatti, rispettivamente da Torino e Frosinone, i centrocampisti Kostić[35] e Paredes, rispettivamente dall'Eintracht Francoforte e dal Paris Saint-Germain, e l'attaccante Milik dall'Olympique Marsiglia. In uscita si segnalano la cessione del difensore De Ligt, che passa al Bayern Monaco,[36] quelle dei centrocampisti Arthur e Zakaria, rispettivamente al Liverpool e al Chelsea, e la partenza dell'attaccante Morata per fine prestito.[37] I torinesi salutano pure due colonne degli anni precedenti come il difensore Chiellini[38] e l'attaccante Dybala,[39] che non rinnovano il contratto in scadenza con i bianconeri e si accordano con Los Angeles FC e Roma, così come l'attaccante Bernardeschi, che viene ingaggiato dal Toronto FC.[40] Anche il Napoli chiude di fatto un ciclo, salutando diversi giocatori protagonisti delle precedenti stagioni: gli azzurri fanno registrare le cessioni del difensore Koulibaly e del centrocampista Ruiz, ceduti rispettivamente al Chelsea,[41] e al Paris Saint-Germain, e le partenze del portiere Ospina e degli attaccanti Insigne e Mertens, con gli ultimi due che non rinnovano il contratto in scadenza con i partenopei e si accasano rispettivamente al Toronto FC[42] e al Galatasaray. Lasciano anche i terzini Ghoulam e Malcuit, anche loro per fine contratto. In entrata, i partenopei acquistano i difensori Kim[43] e Østigård,[44] rispettivamente da Fenerbahçe e Brighton, il terzino Olivera dal Getafe,[45] il centrocampista Ndombele dal Tottenham[46] e gli attaccanti K'varatskhelia,[47] Simeone,[48] e Raspadori,[49] rispettivamente dalla Dinamo Batumi, dal Verona e dal Sassuolo.

La Roma si dimostra molto attiva sul mercato in entrata: i giallorossi ingaggiano il sopracitato Dybala[39] e rinforzano ulteriormente la rosa con gli arrivi del portiere Svilar[50], del centrocampista Matić,[51] e dell'attaccante Belotti, ingaggiati da svincolati dopo le esperienze rispettivamente al Benfica, al Manchester Utd e al Torino. In giallorosso arrivano pure il terzino Çelik,[52] acquistato dal Lilla, e i centrocampisti Wijnaldum[53] e Camara, presi in prestito dal Paris Saint-Germain e dall'Olympiakos. In uscita i capitolini salutano il portiere Fuzato e il centrocampista Veretout,[54] ceduti rispettivamente a Ibiza e Olympique Marsiglia, il centrocampista Diawara e gli attaccanti Pérez e Afena-Gyan, oltre al sopracitato Mxit'aryan;[26] inoltre i centrocampisti Maitland-Niles e Oliveira fanno ritorno ad Arsenal e Porto dopo i rispettivi prestiti. Anche i rivali cittadini della Lazio operano sul mercato in entrata, rinforzandosi con gli acquisti dei portieri Maximiano dal Granada,[55] e Provedel dallo Spezia, del difensore Casale dal Verona,[56] del centrocampista Marcos Antônio dallo Šachtar[57] e dell'attaccante Cancellieri dal Verona; oltre al sopracitato Romagnoli,[19] viene ingaggiato a parametro zero anche il centrocampista Vecino, reduce dall'esperienza all'Inter.[58] In uscita i biancocelesti salutano, oltre al sopracitato Acerbi, il portiere Strakosha, il difensore Luiz Felipe e il centrocampista Lucas Leiva, tutti per fine contratto, mentre il portiere Reina risolve il proprio contratto con i capitolini.

La Fiorentina si rinforza con il prestito del portiere Gollini dall'Atalanta[59] e con gli acquisti del difensore Dodô,[60] del centrocampista Mandragora[61] e dell'attaccante Jović,[62] arrivati rispettivamente da Šachtar, Juventus e Real Madrid. Salutano il centrocampista Pulgar, ceduto al Flamengo, e l'attaccante Piątek, che fa ritorno all'Hertha Berlino per fine prestito. L'Atalanta acquista il centrocampista Éderson dalla Salernitana[63] e l'attaccante Højlund dallo Sturm Graz, e cede i centrocampisti Pessina[64] e Freuler, rispettivamente al Monza e al Nottingham Forest; l'attaccante Iličić risolve il proprio contratto con i bergamaschi. Il Torino saluta i sopracitati Bremer e Belotti ma acquista il difensore Schuurs dall'Ajax e i trequartisti Mirančuk, Radonjić e Vlašić, rispettivamente dall'Atalanta, dall'Olympique Marsiglia e dal West Ham Utd. Il Sassuolo cede, oltre al sopracitato Raspadori, il centravanti Scamacca al West Ham Utd[65] e li sostituisce con Pinamonti dall'Inter, ma in prestito nella precedente stagione all'Empoli,[66] e Álvarez dal Peñarol.[67] Il Verona prende l'attaccante Henry dal Venezia, mentre la Salernitana si rinforza con gli arrivi del centrocampista Candreva dalla Sampdoria e degli attaccanti Dia e Piątek, rispettivamente dal Villarreal e dall'Hertha Berlino. Tra le neopromosse, la Cremonese acquista l'attaccante Dessers dal Feyenoord, mentre il Lecce accoglie l'attaccante Ceesay dallo Zurigo e il difensore campione del mondo Umtiti. La neopromossa più attiva, però, è il Monza: oltre a Pessina e allo svincolato Ranocchia, prendono in prestito il portiere Cragno dal Cagliari,[68] il centrocampista Sensi dall'Inter[69] e gli attaccanti Caprari dal Verona[70] e Petagna dal Napoli.[71]

Sessione invernale[modifica | modifica wikitesto]

Il mercato invernale non fa segnare movimenti di rilievo.[72] Il Napoli puntella la difesa con l'acquisto di Bereszyński dalla Sampdoria[73] e finalizza uno scambio di portieri con la Fiorentina, con Gollini che si trasferisce in azzurro e Sirigu che compie il percorso inverso.[74] Se le milanesi restano sostanzialmente ferme in entrata e in uscita, la Juventus si limita a cedere il centrocampista McKennie al Leeds Utd.[75] La Roma, che cede Zaniolo al Galatasaray,[76] integra l'attaccante Solbakken dal Bodø/Glimt e il difensore Llorente dal Leeds Utd,[77] mentre la Lazio prende il terzino Pellegrini dall'Eintracht Francoforte (ma di proprietà della Juventus).[78] L'Atalanta cede Malinovs'kyj all'Olympique Marsiglia.[79]

Tra gli altri movimenti, il Torino prende Ilić dal Verona[80] e cede Lukić al Fulham.[81] L'Udinese ingaggia l'attaccante svincolato Thauvin,[82] mentre l'Empoli rinforza l'attacco con Caputo dalla Sampdoria[83] e cede Bajrami al Sassuolo; i neroverdi cedono Traorè al Bournemouth.[84] La Salernitana si rinforza con il portiere Ochoa.[85] Lo Spezia ingaggia l'attaccante Shomurodov dalla Roma e il centrocampista Esposito dalla SPAL, il Verona punta sul centravanti Gaich dal CSKA Mosca e sul centrocampista Duda dal Colonia, mentre la Sampdoria prende l'attaccante Lammers dall'Empoli (ma di proprietà dell'Atalanta) e il centrocampista Cuisance dal Venezia.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

L'attaccante nigeriano Osimhen, trascinatore del Napoli campione d'Italia,[86] risulta il capocannoniere del torneo con 26 reti[87]

L'avvio del campionato vede la buona partenza di Atalanta e Roma, appaiate in vetta alla classifica dopo le prime quattro giornate: se i bergamaschi sono capaci di imporre il pareggio ai campioni in carica del Milan alla 2ª giornata,[88] i capitolini fanno lo stesso con la Juventus nel turno successivo.[89] A seguire la coppia di testa c'è l'Inter, che pure esce battuta nettamente dalla Lazio nello scontro diretto della 3ª giornata.[90] I piazzamenti europei sono occupati da un gruppo numeroso di squadre, che comprende il Napoli e le sopracitate Milan, Juventus e Lazio. Da segnalare la buona partenza di Torino e Udinese, mentre Cremonese e Monza confermano le difficoltà del salto di categoria e non riescono a raccogliere alcun punto dopo le prime quattro gare, stazionando in fondo alla classifica.[91] La 5ª giornata vede l'Atalanta prendersi la testa solitaria della graduatoria,[92] complice il pesante rovescio della Roma con l'Udinese.[93] Il Milan, invece, batte l'Inter nella stracittadina e la supera in classifica.[94] Dopo lo stesso turno si verifica il primo cambio di panchina, con Mihajlović sostituito da Motta (dopo la breve parentesi di Vigiani).[95] Alla 7ª giornata il Napoli batte 2-1 il Milan in trasferta e affianca in vetta l'Atalanta, che nel frattempo aveva perso il primato solitario.[96] Alle spalle dei partenopei e dei bergamaschi c'è l'Udinese, rivelazione dell'inizio di stagione, capace di battere anche un'altalenante Inter.[97] Anche la Juventus evidenza delle difficoltà in avvio di campionato: i bianconeri perdono pure con il neopromosso Monza,[98] guidato da Palladino dopo l'avvicendamento con Stroppa.[99]

Alla 9ª giornata, complice il pareggio dell'Atalanta sul campo dell'Udinese, il Napoli si prende la vetta solitaria della classifica, battendo la Cremonese in trasferta.[100] Nella stessa giornata il Milan supera la Juventus, ribadendo le gerarchie di inizio campionato.[101] Nella parte bassa della classifica cambiano guida tecnica anche Sampdoria e Verona, che congedano Giampaolo e Cioffi per affidarsi rispettivamente a Stanković[102] e Bocchetti.[103] Nei tre turni successivi gli azzurri centrano altrettanti successi, compreso quello esterno contro la Roma,[104] mentre i rossoneri incappano in un passo falso sul campo del Torino, perdendo contatto dalla vetta.[105] Alla 13ª giornata il Napoli supera l'Atalanta in trasferta, consolidando il suo primato solitario.[106] Nello stesso turno la Juventus batte l'Inter e prosegue nella sua risalita,[107] mentre la Lazio supera la Roma nel derby capitolino.[108] L'anno solare si chiude con il Napoli che taglia il traguardo delle undici vittorie consecutive in campionato.[109] Alle spalle dei partenopei seguono il Milan e la Juventus, rispettivamente a otto e dieci lunghezze di distanza. In lotta per la Champions League ci sono anche la Lazio, battuta dalla Juventus alla 15ª giornata,[110] e l'Inter, che supera l'Atalanta nello scontro diretto dello stesso turno.[111] Il Monza, beneficiando del cambio di guida tecnica, si allontana dalla parte bassa della graduatoria. In zona retrocessione sono sempre più evidenti le difficoltà di Verona, Sampdoria e Cremonese, con i grigiorossi distanziati di sei punti dallo Spezia.

Maurizio Sarri, alla seconda stagione sulla panchina della Lazio, riporta i biancocelesti in Champions League dopo tre anni.[112]

Al ritorno dalla sosta mondiale, l'Inter sorprende il Napoli, infliggendogli la prima sconfitta in campionato.[113] Tuttavia, già nella giornata successiva, i partenopei battono una Sampdoria alle prese con una crisi tecnica e societaria[114] e si laureano campioni d'inverno,[115] complice il pareggio in rimonta subito dal Milan con la Roma.[116] Alla 18ª giornata il Napoli rafforza la propria leadership battendo la Juventus, nel frattempo salita al secondo posto, con un roboante 5-1.[117] I torinesi, puniti dalla giustizia sportiva con quindici punti di penalizzazione per il procedimento sulle plusvalenze,[118] crollano a venticinque lunghezze di distanza dagli azzurri e vedono allontanarsi i piazzamenti validi per le coppe europee.[119] Il girone d'andata si chiude con il Napoli che distanzia il Milan, superato nettamente dalla Lazio nel 19º turno,[120] di dodici punti, un distacco record a metà campionato.[121] Alle spalle dei rossoneri segue un terzetto di squadre formato dall'Inter e dalle romane. Nella zona bassa della classifica, il Verona sembra giovare dell'arrivo in panchina di Zaffaroni al fianco di Bocchetti[122] e accorcia le distanze dal Sassuolo, quartultimo al giro di boa del campionato.[123]

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Luciano Spalletti, al secondo anno con il Napoli, vince il primo campionato italiano in carriera, nonché il terzo degli azzurri a 33 anni dal precedente.[124]

Il girone di ritorno si apre con il Napoli che vince di misura con la Roma e allunga ancora sulla seconda in classifica,[125] che non è più il Milan, battuto in maniera netta per 2-5 dal Sassuolo[126] e scavalcato dall'Inter.[127] Alla 21ª giornata i rossoneri vengono sconfitti proprio dai nerazzurri nella stracittadina e scivolano fuori dalla zona Champions, superati anche dalle due squadre romane.[128] Nelle tre giornate successive i partenopei raccolgono altrettanti successi e, complici i passi falsi delle inseguitrici, portano il vantaggio sulla seconda a diciotto lunghezze, lanciandosi verso la conquista del tricolore.[129] Anche la Juventus fa bottino pieno e risale la classifica, arrivando a ridosso dei piazzamenti europei dopo la vittoria nel derby.[130] Nella parte bassa della graduatoria, Salernitana e Spezia cambiano guida tecnica, sostituendo Nicola e Gotti rispettivamente con Sousa[131] e Semplici (quest'ultimo dopo la parentesi Lorieri).[132] Alla 25ª giornata il Napoli incassa la seconda sconfitta del suo campionato, venendo sconfitto di misura dalla Lazio;[133] nello stesso turno la Roma supera la Juventus, interrompendone la risalita,[134] mentre la Fiorentina batte il Milan.[135] Gli azzurri, tuttavia, allungano nuovamente già nella giornata successiva, vincendo la gara contro l'Atalanta, al contrario di tutte le inseguitrici.[136] Alla 27ª giornata l'Inter viene battuta dalla Juventus nello scontro diretto[137] ed è scavalcata al secondo posto dalla Lazio, uscita vittoriosa dalla stracittadina contro la Roma.[138]

Al ritorno dalla sosta di marzo, il Napoli cade in casa contro il Milan per 0-4,[139] ma nelle settimane successive gli azzurri riprendono la loro marcia verso la conquista del tricolore: alla 31ª giornata il Napoli si impone anche in casa della Juventus, alle prese con una crisi di risultati culminata in tre sconfitte consecutive, e avvicina l'obiettivo;[140] nel frattempo i bianconeri si vedono restituire i quindici punti di penalizzazione inflitti a gennaio e rientrano nella zona Champions.[141] Nel turno successivo l'Inter batte la Lazio[142] e aggancia Roma e Milan, che impattano nello scontro diretto, al quarto posto.[143] Alla 33ª giornata arriva il primo verdetto del campionato: il Napoli pareggia sul campo dell'Udinese e si aggiudica il terzo titolo della sua storia, a trentatré anni dal precedente, con cinque gare d'anticipo.[124] Nel turno successivo matura anche il secondo verdetto, con la Sampdoria che retrocede matematicamente in Serie B con quattro giornate d'anticipo, lasciando così la massima serie dopo undici anni di militanza consecutiva.[144] Alla 36ª giornata è la volta anche della Cremonese, che fa ritorno dopo un solo anno nella serie cadetta con due giornate d'anticipo, in seguito alla sconfitta con il Bologna e al pareggio tra le dirette concorrenti per la salvezza Spezia e Lecce.[145] Lo stesso turno segna anche la discesa della Juventus dal secondo al settimo posto, con la giustizia sportiva che infligge ai bianconeri dieci punti di penalizzazione dopo un nuovo giudizio sul caso plusvalenze.[146] La penalizzazione comminata alla Juventus determina anche la qualificazione in Champions League della Lazio.[112] Alla 37ª giornata si completa il quadro delle squadre partecipanti alla fase a gironi della massima competizione continentale, con Inter e Milan che vincono gli scontri diretti rispettivamente con Atalanta[147] e Juventus[148] e si assicurano la qualificazione con un turno d'anticipo. Nella zona bassa della classifica il Lecce supera il Monza e si guadagna la permanenza nella massima serie.[149]

L'epilogo del campionato determina l'accesso alla fase a gironi dell'Europa League per Atalanta e Roma, mentre la Juventus ottiene la qualificazione agli spareggi dell'Europa Conference League; a fine stagione, tuttavia, i bianconeri vengono sanzionati con l'esclusione dalle competizioni UEFA per la violazione delle norme del fair play finanziario, lasciando il loro posto alla Fiorentina.[150] In zona retrocessione, le concomitanti sconfitte di Verona e Spezia, certificano la disputa dello spareggio per decretare la terza retrocessa nella serie cadetta:[151] a dover scendere sono i liguri, che perdono per 1-3 contro i veneti e salutano la massima serie dopo tre anni.[152] L'attaccante del Napoli Osimhen vince la classifica marcatori del torneo con 26 reti.[87]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Atalanta dettagli Bergamo Gewiss Stadium 8º posto in Serie A
Bologna dettagli Bologna Stadio Renato Dall'Ara 13º posto in Serie A
Cremonese dettagli Cremona Stadio Giovanni Zini 2º posto in Serie B, promossa
Empoli dettagli Empoli (FI) Stadio Carlo Castellani 14º posto in Serie A
Fiorentina dettagli Firenze Stadio Artemio Franchi 7º posto in Serie A
Inter dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 2º posto in Serie A
Juventus dettagli Torino Juventus Stadium 4º posto in Serie A
Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 5º posto in Serie A
Lecce dettagli Lecce Stadio Via del mare 1º posto in Serie B, promosso
Milan dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 1º posto in Serie A
Monza dettagli Monza Stadio Brianteo 4º posto in Serie B, promosso dopo i play-off
Napoli dettagli Napoli Stadio Diego Armando Maradona 3º posto in Serie A
Roma dettagli Roma Stadio Olimpico 6º posto in Serie A
Salernitana dettagli Salerno Stadio Arechi 17º posto in Serie A
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 15º posto in Serie A
Sassuolo dettagli Sassuolo (MO) Mapei Stadium – Città del Tricolore (Reggio Emilia) 11º posto in Serie A
Spezia dettagli La Spezia Stadio Alberto Picco 16º posto in Serie A
Torino dettagli Torino Stadio Olimpico Grande Torino 10º posto in Serie A
Udinese dettagli Udine Stadio Friuli 12º posto in Serie A
Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 9º posto in Serie A

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Giocatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Capocannoniere
(tra parentesi il numero dei gol segnati)
Atalanta Bandiera dell'Italia Gian Piero Gasperini Bandiera dei Paesi Bassi Marten de Roon,
Bandiera del Brasile Éderson (35)
Bandiera della Nigeria Ademola Lookman (13)
Bologna[153][154] Bandiera della Serbia Siniša Mihajlović (1ª-5ª)
Bandiera dell'Italia Luca Vigiani (6ª)
Bandiera dell'Italia Thiago Motta (7ª-38ª)
Bandiera della Polonia Łukasz Skorupski (37) Bandiera dell'Italia Riccardo Orsolini (11)
Cremonese[155][156] Bandiera dell'Italia Massimiliano Alvini (1ª-18ª)
Bandiera dell'Italia Davide Ballardini (19ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Emanuele Valeri (37) Bandiera dell'Italia Daniel Ciofani (8)
Empoli Bandiera dell'Italia Paolo Zanetti Bandiera dell'Italia Sebastiano Luperto (36) Bandiera dell'Italia Nicolò Cambiaghi (6)
Fiorentina Bandiera dell'Italia Vincenzo Italiano Bandiera dell'Italia Cristiano Biraghi,
Bandiera del Brasile Dodô,
Bandiera della Francia Jonathan Ikoné (33)
Bandiera del Brasile Arthur Cabral (8)
Inter Bandiera dell'Italia Simone Inzaghi Bandiera dell'Argentina Lautaro Martínez (38) Bandiera dell'Argentina Lautaro Martínez (21)
Juventus Bandiera dell'Italia Massimiliano Allegri Bandiera del Brasile Danilo,
Bandiera della Serbia Filip Kostić (37)
Bandiera della Serbia Dušan Vlahović (10)
Lazio Bandiera dell'Italia Maurizio Sarri Bandiera del Brasile Felipe Anderson,
Bandiera dell'Italia Ivan Provedel (38)
Bandiera dell'Italia Ciro Immobile (12)
Lecce Bandiera dell'Italia Marco Baroni Bandiera dell'Italia Wladimiro Falcone (38) Bandiera del Brasile Gabriel Strefezza (8)
Milan Bandiera dell'Italia Stefano Pioli Bandiera del Portogallo Rafael Leão (35) Bandiera del Portogallo Rafael Leão (15)
Monza[157][158] Bandiera dell'Italia Giovanni Stroppa (1ª-6ª)
Bandiera dell'Italia Raffaele Palladino (7ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Gianluca Caprari,
Bandiera dell'Italia Michele Di Gregorio (37)
Bandiera del Brasile Carlos Augusto,
Bandiera dell'Italia Patrick Ciurria (6)
Napoli Bandiera dell'Italia Luciano Spalletti Bandiera della Slovacchia Stanislav Lobotka (38) Bandiera della Nigeria Victor Osimhen (26)
Roma Bandiera del Portogallo José Mourinho Bandiera dell'Inghilterra Tammy Abraham (38) Bandiera dell'Argentina Paulo Dybala (12)
Salernitana[159][160] Bandiera dell'Italia Davide Nicola (1ª-22ª)
Bandiera del Portogallo Paulo Sousa (23ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Antonio Candreva,
Bandiera del Mali Lassana Coulibaly (35)
Bandiera del Senegal Boulaye Dia (16)
Sampdoria[161][162] Bandiera dell'Italia Marco Giampaolo (1ª-8ª)
Bandiera della Serbia Dejan Stanković (9ª-38ª)
Bandiera dell'Italia Tommaso Augello (37) Bandiera dell'Italia Manolo Gabbiadini (7)
Sassuolo Bandiera dell'Italia Alessio Dionisi Bandiera dell'Italia Davide Frattesi,
Bandiera del Brasile Rogerio (36)
Bandiera dell'Italia Domenico Berardi (12)
Spezia[163][164] Bandiera dell'Italia Luca Gotti (1ª-22ª)
Bandiera dell'Italia Fabrizio Lorieri (23ª)
Bandiera dell'Italia Leonardo Semplici (24ª-38ª e spareggio)
Bandiera del Marocco Mehdi Bourabia (37) Bandiera dell'Angola M'Bala Nzola (13)
Torino Bandiera della Croazia Ivan Jurić Bandiera della Serbia Vanja Milinković-Savić (38) Bandiera del Paraguay Antonio Sanabria (12)
Udinese Bandiera dell'Italia Andrea Sottil Bandiera dell'Italia Marco Silvestri (38) Bandiera del Portogallo Beto (10)
Verona[165][166][167] Bandiera dell'Italia Gabriele Cioffi (1ª-9ª)
Bandiera dell'Italia Salvatore Bocchetti (10ª-15ª)
Bandiera dell'Italia Marco Zaffaroni (16ª-38ª e spareggio)
Bandiera dell'Italia Lorenzo Montipò,
Bandiera del Camerun Adrien Tameze (37)
Bandiera dell'Italia Simone Verdi (5)

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Napoli 90 38 28 6 4 77 28 +49
2. Lazio 74 38 22 8 8 60 30 +30
3. Inter 72 38 23 3 12 71 42 +29
4. Milan 70 38 20 10 8 64 43 +21
5. Atalanta 64 38 19 7 12 66 48 +18
6. Roma 63 38 18 9 11 50 38 +12
[168] 7. Juventus (-10) 62 38 22 6 10 56 33 +23
8. Fiorentina 56 38 15 11 12 53 43 +10
9. Bologna 54 38 14 12 12 53 49 +4
10. Torino 53 38 14 11 13 42 41 +1
11. Monza 52 38 14 10 14 48 52 -4
12. Udinese 46 38 11 13 14 47 48 -1
13. Sassuolo 45 38 12 9 17 47 61 -14
14. Empoli 43 38 10 13 15 37 49 -12
15. Salernitana 42 38 9 15 14 48 62 -14
16. Lecce 36 38 8 12 18 33 46 -13
17. Verona 31 38 7 10 21 31 59 -28
18. Spezia 31 38 6 13 19 31 62 -31
19. Cremonese 27 38 5 12 21 36 69 -33
20. Sampdoria 19 38 3 10 25 24 71 -47

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2023-2024.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Champions League 2023-2024.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Europa League 2023-2024.
      Ammessa agli spareggi della UEFA Europa Conference League 2023-2024.
  Ammesse allo spareggio salvezza.
      Retrocesse in Serie B 2023-2024.

Regolamento:

Tre punti per la vittoria, uno per il pareggio, zero per la sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria finale verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate, ad eccezione dell'assegnazione dello scudetto e del quartultimo posto (ultimo posto salvezza), per i quali è previsto uno spareggio.
La classifica avulsa è compilata sulla base dei seguenti criteri:
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Differenza reti generale
  • Reti realizzate in generale
  • Sorteggio
Nel caso in cui, per lo scudetto e per l'ultimo posto salvezza, si trovassero a pari punti più di due squadre, le due che dovranno partecipare allo spareggio saranno individuate attraverso la classifica avulsa.[169]

Note:

La Juventus ha scontato 10 punti di penalizzazione ed è stata esclusa dagli spareggi della UEFA Europa Conference League 2023-2024 per la violazione delle norme del fair play finanziario.[170][171]

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Società Sportiva Calcio Napoli 2022-2023.
Formazione tipo (4-3-3) Giocatori (presenze)
Bandiera dell'Italia Alex Meret (34)
Bandiera dell'Italia Giovanni Di Lorenzo (37)
Bandiera del Kosovo Amir Rrahmani (29)
Bandiera della Corea del Sud Kim Min-jae (35)
Bandiera del Portogallo Mário Rui (22)
Bandiera del Camerun André-Frank Anguissa (36)
Bandiera della Slovacchia Stanislav Lobotka (38)
Bandiera della Polonia Piotr Zieliński (37)
Bandiera del Messico Hirving Lozano (32)
Bandiera della Nigeria Victor Osimhen (32)
Bandiera della Georgia Khvicha K'varatskhelia (34)
Allenatore: Bandiera dell'Italia Luciano Spalletti
Altri giocatori: Eljif Elmas (36), Tanguy Ndombele (30), Mathías Olivera (30), Matteo Politano (27), Giacomo Raspadori (25), Giovanni Simeone (25), Juan Jesus (15), Alessio Zerbin (10), Gianluca Gaetano (8), Diego Demme (7), Leo Skiri Østigård (7), Pierluigi Gollini (4), Bartosz Bereszyński (3), Karim Zedadka (3), Adam Ounas (2), Alessandro Zanoli (1).

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Ogni riga indica i risultati casalinghi della squadra segnata a inizio della riga, contro le squadre segnate colonna per colonna (che invece avranno giocato l'incontro in trasferta). Al contrario, leggendo la colonna di una squadra si avranno i risultati ottenuti dalla stessa in trasferta, contro le squadre segnate in ogni riga, che invece avranno giocato l'incontro in casa.

ATA BOL CRE EMP FIO INT JUV LAZ LEC MIL MON NAP ROM SAL SAM SAS SPE TOR UDI VER
Atalanta –––– 0-2 1-1 2-1 1-0 2-3 0-2 0-2 1-2 1-1 5-2 1-2 3-1 8-2 2-0 2-1 3-2 3-1 0-0 3-1
Bologna 1-2 –––– 1-1 0-1 2-1 1-0 1-1 0-0 2-0 1-1 0-1 2-2 0-0 1-1 1-1 3-0 2-0 2-1 3-0 1-1
Cremonese 1-3 1-5 –––– 1-0 0-2 1-2 0-1 0-4 0-2 0-0 2-3 1-4 2-1 2-0 0-1 0-0 2-0 1-2 0-0 1-1
Empoli 0-2 3-1 2-0 –––– 0-0 0-3 4-1 0-2 1-0 1-3 1-0 0-2 1-2 2-1 1-0 1-0 2-2 2-2 0-1 1-1
Fiorentina 1-1 1-2 3-2 1-1 –––– 3-4 1-1 0-4 1-0 2-1 1-1 0-0 2-1 2-1 5-0 2-1 1-1 0-1 2-0 2-0
Inter 3-2 6-1 3-1 0-1 0-1 –––– 0-1 3-1 2-0 1-0 0-1 1-0 1-2 2-0 3-0 4-2 3-0 1-0 3-1 1-0
Juventus 3-3 3-0 2-0 4-0 1-0 2-0 –––– 3-0 2-1 0-1 0-2 0-1 1-1 2-2 4-2 3-0 2-0 4-2 1-0 1-0
Lazio 0-2 2-1 3-2 2-2 1-1 3-1 2-1 –––– 2-2 4-0 1-0 1-2 1-0 1-3 1-0 2-0 4-0 0-1 0-0 2-0
Lecce 2-1 2-3 1-1 1-1 1-1 1-2 0-1 2-1 –––– 2-2 1-1 1-2 1-1 1-2 1-1 0-1 0-0 0-2 1-0 0-1
Milan 2-0 2-0 1-1 0-0 2-1 3-2 2-0 2-0 2-0 –––– 4-1 1-2 2-2 1-1 5-1 2-5 2-1 1-0 4-2 3-1
Monza 0-2 1-2 1-1 2-1 3-2 2-2 1-0 0-2 0-1 0-1 –––– 2-0 1-1 3-0 2-2 1-1 2-0 1-2 1-2 2-0
Napoli 2-0 3-2 3-0 2-0 1-0 3-1 5-1 0-1 1-1 0-4 4-0 –––– 2-1 1-1 2-0 4-0 1-0 3-1 3-2 0-0
Roma 0-1 1-0 1-0 2-0 2-0 0-2 1-0 0-1 2-1 1-1 3-0 0-1 –––– 2-2 3-0 3-4 2-1 1-1 3-0 1-0
Salernitana 1-0 2-2 2-2 2-2 3-3 1-1 0-3 0-2 1-2 1-2 3-0 0-2 0-1 –––– 4-0 3-0 1-0 1-1 3-2 2-1
Sampdoria 0-2 1-2 2-3 1-1 0-2 0-0 0-0 1-1 0-2 1-2 0-3 0-2 0-1 0-0 –––– 2-2 1-1 0-2 0-1 3-1
Sassuolo 1-0 1-1 3-2 2-1 1-3 1-2 1-0 0-2 1-0 0-0 1-2 0-2 1-1 5-0 1-2 –––– 1-0 1-1 1-3 2-1
Spezia 2-2 2-2 2-2 1-0 1-2 2-1 0-2 0-3 0-0 2-0 0-2 0-3 0-2 1-1 2-1 2-2 –––– 0-4 1-1 0-0
Torino 1-2 1-0 2-2 1-1 1-1 0-1 0-1 0-0 1-0 2-1 1-1 0-4 0-1 1-1 2-0 0-1 0-1 –––– 1-0 1-1
Udinese 2-2 1-2 3-0 1-1 1-0 3-1 0-1 0-1 1-1 3-1 2-2 1-1 4-0 0-0 2-0 2-2 2-2 1-2 –––– 1-1
Verona 0-1 2-1 2-0 1-1 0-3 0-6 0-1 1-1 2-0 1-2 1-1 2-5 1-3 1-0 2-1 2-1 1-2 0-1 1-2 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario è stato sorteggiato il 24 giugno 2022 a Milano nella sede della Lega Serie A.[172]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

1ª giornata
14 ago. Fiorentina-Cremonese 3-2
15 ago. Juventus-Sassuolo 3-0
14 ago. Lazio-Bologna 2-1
13 ago. Lecce-Inter 1-2
Milan-Udinese 4-2
Monza-Torino 1-2
14 ago. Salernitana-Roma 0-1
13 ago. Sampdoria-Atalanta 0-2
14 ago. Spezia-Empoli 1-0
15 ago. Verona-Napoli 2-5
2ª giornata
21 ago. Atalanta-Milan 1-1
Bologna-Verona 1-1
Empoli-Fiorentina 0-0
20 ago. Inter-Spezia 3-0
21 ago. Napoli-Monza 4-0
22 ago. Roma-Cremonese 1-0
Sampdoria-Juventus 0-0
20 ago. Sassuolo-Lecce 1-0
Torino-Lazio 0-0
Udinese-Salernitana 0-0


3ª giornata
27 ago. Cremonese-Torino 1-2
28 ago. Fiorentina-Napoli 0-0
27 ago. Juventus-Roma 1-1
26 ago. Lazio-Inter 3-1
28 ago. Lecce-Empoli 1-1
27 ago. Milan-Bologna 2-0
26 ago. Monza-Udinese 1-2
28 ago. Salernitana-Sampdoria 4-0
27 ago. Spezia-Sassuolo 2-2
28 ago. Verona-Atalanta 0-1
4ª giornata
1º set. Atalanta-Torino 3-1
Bologna-Salernitana 1-1
31 ago. Empoli-Verona 1-1
30 ago. Inter-Cremonese 3-1
31 ago. Juventus-Spezia 2-0
Napoli-Lecce 1-1
30 ago. Roma-Monza 3-0
31 ago. Sampdoria-Lazio 1-1
30 ago. Sassuolo-Milan 0-0
31 ago. Udinese-Fiorentina 1-0


5ª giornata
4 set. Cremonese-Sassuolo 0-0
3 set. Fiorentina-Juventus 1-1
Lazio-Napoli 1-2
Milan-Inter 3-2
5 set. Monza-Atalanta 0-2
Salernitana-Empoli 2-2
4 set. Spezia-Bologna 2-2
5 set. Torino-Lecce 1-0
4 set. Udinese-Roma 4-0
Verona-Sampdoria 2-1
6ª giornata
11 set. Atalanta-Cremonese 1-1
Bologna-Fiorentina 2-1
12 set. Empoli-Roma 1-2
10 set. Inter-Torino 1-0
11 set. Juventus-Salernitana 2-2
Lazio-Verona 2-0
Lecce-Monza 1-1
10 set. Napoli-Spezia 1-0
Sampdoria-Milan 1-2
11 set. Sassuolo-Udinese 1-3


7ª giornata
17 set. Bologna-Empoli 0-1
18 set. Cremonese-Lazio 0-4
Fiorentina-Verona 2-0
Milan-Napoli 1-2
Monza-Juventus 1-0
Roma-Atalanta 0-1
16 set. Salernitana-Lecce 1-2
17 set. Spezia-Sampdoria 2-1
Torino-Sassuolo 0-1
18 set. Udinese-Inter 3-1
8ª giornata
2 ott. Atalanta-Fiorentina 1-0
1º ott. Empoli-Milan 1-3
Inter-Roma 1-2
2 ott. Juventus-Bologna 3-0
Lazio-Spezia 4-0
Lecce-Cremonese 1-1
1º ott. Napoli-Torino 3-1
2 ott. Sampdoria-Monza 0-3
Sassuolo-Salernitana 5-0
3 ott. Verona-Udinese 1-2


9ª giornata
8 ott. Bologna-Sampdoria 1-1
9 ott. Cremonese-Napoli 1-4
10 ott. Fiorentina-Lazio 0-4
8 ott. Milan-Juventus 2-0
9 ott. Monza-Spezia 2-0
Roma-Lecce 2-1
Salernitana-Verona 2-1
8 ott. Sassuolo-Inter 1-2
9 ott. Torino-Empoli 1-1
Udinese-Atalanta 2-2
10ª giornata
15 ott. Atalanta-Sassuolo 2-1
Empoli-Monza 1-0
16 ott. Inter-Salernitana 2-0
Lazio-Udinese 0-0
17 ott. Lecce-Fiorentina 1-1
16 ott. Napoli-Bologna 3-2
17 ott. Sampdoria-Roma 0-1
16 ott. Spezia-Cremonese 2-2
15 ott. Torino-Juventus 0-1
16 ott. Verona-Milan 1-2


11ª giornata
23 ott. Atalanta-Lazio 0-2
Bologna-Lecce 2-0
24 ott. Cremonese-Sampdoria 0-1
22 ott. Fiorentina-Inter 3-4
21 ott. Juventus-Empoli 4-0
22 ott. Milan-Monza 4-1
23 ott. Roma-Napoli 0-1
22 ott. Salernitana-Spezia 1-0
24 ott. Sassuolo-Verona 2-1
23 ott. Udinese-Torino 1-2
12ª giornata
30 ott. Cremonese-Udinese 0-0
Empoli-Atalanta 0-2
29 ott. Inter-Sampdoria 3-0
30 ott. Lazio-Salernitana 1-3
29 ott. Lecce-Juventus 0-1
31 ott. Monza-Bologna 1-2
29 ott. Napoli-Sassuolo 4-0
30 ott. Spezia-Fiorentina 1-2
Torino-Milan 2-1
31 ott. Verona-Roma 1-3


13ª giornata
5 nov. Atalanta-Napoli 1-2
6 nov. Bologna-Torino 2-1
5 nov. Empoli-Sassuolo 1-0
6 nov. Juventus-Inter 2-0
5 nov. Milan-Spezia 2-1
6 nov. Monza-Verona 2-0
Roma-Lazio 0-1
5 nov. Salernitana-Cremonese 2-2
6 nov. Sampdoria-Fiorentina 0-2
4 nov. Udinese-Lecce 1-1
14ª giornata
8 nov. Cremonese-Milan 0-0
9 nov. Fiorentina-Salernitana 2-1
Inter-Bologna 6-1
10 nov. Lazio-Monza 1-0
9 nov. Lecce-Atalanta 2-1
8 nov. Napoli-Empoli 2-0
9 nov. Sassuolo-Roma 1-1
8 nov. Spezia-Udinese 1-1
9 nov. Torino-Sampdoria 2-0
10 nov. Verona-Juventus 0-1


15ª giornata
13 nov. Atalanta-Inter 2-3
12 nov. Bologna-Sassuolo 3-0
11 nov. Empoli-Cremonese 2-0
13 nov. Juventus-Lazio 3-0
Milan-Fiorentina 2-1
Monza-Salernitana 3-0
12 nov. Napoli-Udinese 3-2
13 nov. Roma-Torino 1-1
12 nov. Sampdoria-Lecce 0-2
13 nov. Verona-Spezia 1-2
16ª giornata
4 gen. Cremonese-Juventus 0-1
Fiorentina-Monza 1-1
Inter-Napoli 1-0
Lecce-Lazio 2-1
Roma-Bologna 1-0
Salernitana-Milan 1-2
Sassuolo-Sampdoria 1-2
Spezia-Atalanta 2-2
Torino-Verona 1-1
Udinese-Empoli 1-1


17ª giornata
9 gen. Bologna-Atalanta 1-2
7 gen. Fiorentina-Sassuolo 2-1
Juventus-Udinese 1-0
8 gen. Lazio-Empoli 2-2
Milan-Roma 2-2
7 gen. Monza-Inter 2-2
8 gen. Salernitana-Torino 1-1
Sampdoria-Napoli 0-2
Spezia-Lecce 0-0
9 gen. Verona-Cremonese 2-0
18ª giornata
15 gen. Atalanta-Salernitana 8-2
14 gen. Cremonese-Monza 2-3
16 gen. Empoli-Sampdoria 1-0
14 gen. Inter-Verona 1-0
Lecce-Milan 2-2
13 gen. Napoli-Juventus 5-1
15 gen. Roma-Fiorentina 2-0
Sassuolo-Lazio 0-2
Torino-Spezia 0-1
Udinese-Bologna 1-2


19ª giornata
23 gen. Bologna-Cremonese 1-1
21 gen. Fiorentina-Torino 0-1
23 gen. Inter-Empoli 0-1
22 gen. Juventus-Atalanta 3-3
24 gen. Lazio-Milan 4-0
22 gen. Monza-Sassuolo 1-1
21 gen. Salernitana-Napoli 0-2
22 gen. Sampdoria-Udinese 0-1
Spezia-Roma 0-2
21 gen. Verona-Lecce 2-0

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

20ª giornata
28 gen. Atalanta-Sampdoria 2-0
27 gen. Bologna-Spezia 2-0
28 gen. Cremonese-Inter 1-2
Empoli-Torino 2-2
29 gen. Juventus-Monza 0-2
Lazio-Fiorentina 1-1
27 gen. Lecce-Salernitana 1-2
29 gen. Milan-Sassuolo 2-5
Napoli-Roma 2-1
30 gen. Udinese-Verona 1-1
21ª giornata
4 feb. Cremonese-Lecce 0-2
5 feb. Fiorentina-Bologna 1-2
Inter-Milan 1-0
6 feb. Monza-Sampdoria 2-2
4 feb. Roma-Empoli 2-0
7 feb. Salernitana-Juventus 0-3
4 feb. Sassuolo-Atalanta 1-0
5 feb. Spezia-Napoli 0-3
Torino-Udinese 1-0
6 feb. Verona-Lazio 1-1


22ª giornata
12 feb. Bologna-Monza 0-1
11 feb. Empoli-Spezia 2-2
12 feb. Juventus-Fiorentina 1-0
11 feb. Lazio-Atalanta 0-2
Lecce-Roma 1-1
10 feb. Milan-Torino 1-0
12 feb. Napoli-Cremonese 3-0
13 feb. Sampdoria-Inter 0-0
12 feb. Udinese-Sassuolo 2-2
13 feb. Verona-Salernitana 1-0
23ª giornata
19 feb. Atalanta-Lecce 1-2
Fiorentina-Empoli 1-1
18 feb. Inter-Udinese 3-1
Monza-Milan 0-1
19 feb. Roma-Verona 1-0
Salernitana-Lazio 0-2
18 feb. Sampdoria-Bologna 1-2
17 feb. Sassuolo-Napoli 0-2
19 feb. Spezia-Juventus 0-2
20 feb. Torino-Cremonese 2-2


24ª giornata
26 feb. Bologna-Inter 1-0
28 feb. Cremonese-Roma 2-1
25 feb. Empoli-Napoli 0-2
28 feb. Juventus-Torino 4-2
27 feb. Lazio-Sampdoria 1-0
25 feb. Lecce-Sassuolo 0-1
26 feb. Milan-Atalanta 2-0
Salernitana-Monza 3-0
Udinese-Spezia 2-2
27 feb. Verona-Fiorentina 0-3
25ª giornata
4 mar. Atalanta-Udinese 0-0
Fiorentina-Milan 2-1
5 mar. Inter-Lecce 2-0
4 mar. Monza-Empoli 2-1
3 mar. Napoli-Lazio 0-1
5 mar. Roma-Juventus 1-0
Sampdoria-Salernitana 0-0
6 mar. Sassuolo-Cremonese 3-2
5 mar. Spezia-Verona 0-0
6 mar. Torino-Bologna 1-0


26ª giornata
11 mar. Bologna-Lazio 0-0
12 mar. Cremonese-Fiorentina 0-2
11 mar. Empoli-Udinese 0-1
12 mar. Juventus-Sampdoria 4-2
Lecce-Torino 0-2
13 mar. Milan-Salernitana 1-1
11 mar. Napoli-Atalanta 2-0
12 mar. Roma-Sassuolo 3-4
10 mar. Spezia-Inter 2-1
12 mar. Verona-Monza 1-1
27ª giornata
17 mar. Atalanta-Empoli 2-1
19 mar. Fiorentina-Lecce 1-0
Inter-Juventus 0-1
Lazio-Roma 1-0
18 mar. Monza-Cremonese 1-1
Salernitana-Bologna 2-2
19 mar. Sampdoria-Verona 3-1
17 mar. Sassuolo-Spezia 1-0
19 mar. Torino-Napoli 0-4
18 mar. Udinese-Milan 3-1


28ª giornata
2 apr. Bologna-Udinese 3-0
1º apr. Cremonese-Atalanta 1-3
3 apr. Empoli-Lecce 1-0
1º apr. Inter-Fiorentina 0-1
Juventus-Verona 1-0
2 apr. Monza-Lazio 0-2
Napoli-Milan 0-4
Roma-Sampdoria 3-0
3 apr. Sassuolo-Torino 1-1
2 apr. Spezia-Salernitana 1-1
29ª giornata
8 apr. Atalanta-Bologna 0-2
Fiorentina-Spezia 1-1
Lazio-Juventus 2-1
7 apr. Lecce-Napoli 1-2
Milan-Empoli 0-0
Salernitana-Inter 1-1
8 apr. Sampdoria-Cremonese 2-3
Torino-Roma 0-1
Udinese-Monza 2-2
Verona-Sassuolo 2-1


30ª giornata
15 apr. Bologna-Milan 1-1
14 apr. Cremonese-Empoli 1-0
17 apr. Fiorentina-Atalanta 1-1
15 apr. Inter-Monza 0-1
16 apr. Lecce-Sampdoria 1-1
15 apr. Napoli-Verona 0-0
16 apr. Roma-Udinese 3-0
Sassuolo-Juventus 1-0
14 apr. Spezia-Lazio 0-3
16 apr. Torino-Salernitana 1-1
31ª giornata
24 apr. Atalanta-Roma 3-1
23 apr. Empoli-Inter 0-3
Juventus-Napoli 0-1
22 apr. Lazio-Torino 0-1
23 apr. Milan-Lecce 2-0
Monza-Fiorentina 3-2
22 apr. Salernitana-Sassuolo 3-0
Sampdoria-Spezia 1-1
23 apr. Udinese-Cremonese 3-0
21 apr. Verona-Bologna 2-1


32ª giornata
30 apr. Bologna-Juventus 1-1
Cremonese-Verona 1-1
Fiorentina-Sampdoria 5-0
Inter-Lazio 3-1
28 apr. Lecce-Udinese 1-0
30 apr. Napoli-Salernitana[173] 1-1
29 apr. Roma-Milan 1-1
30 apr. Sassuolo-Empoli 2-1
28 apr. Spezia-Monza 0-2
29 apr. Torino-Atalanta 1-2
33ª giornata
3 mag. Atalanta-Spezia 3-2
4 mag. Empoli-Bologna 3-1
3 mag. Juventus-Lecce 2-1
Lazio-Sassuolo 2-0
Milan-Cremonese 1-1
Monza-Roma 1-1
Salernitana-Fiorentina 3-3
Sampdoria-Torino 0-2
4 mag. Udinese-Napoli[174] 1-1
3 mag. Verona-Inter 0-6


34ª giornata
7 mag. Atalanta-Juventus 0-2
6 mag. Cremonese-Spezia 2-0
8 mag. Empoli-Salernitana 2-1
7 mag. Lecce-Verona 0-1
6 mag. Milan-Lazio 2-0
7 mag. Napoli-Fiorentina 1-0
6 mag. Roma-Inter 0-2
8 mag. Sassuolo-Bologna 1-1
7 mag. Torino-Monza 1-1
8 mag. Udinese-Sampdoria[175] 2-0
35ª giornata
14 mag. Bologna-Roma 0-0
Fiorentina-Udinese 2-0
13 mag. Inter-Sassuolo 4-2
14 mag. Juventus-Cremonese 2-0
12 mag. Lazio-Lecce 2-2
14 mag. Monza-Napoli 2-0
13 mag. Salernitana-Atalanta 1-0
15 mag. Sampdoria-Empoli 1-1
13 mag. Spezia-Milan 2-0
14 mag. Verona-Torino 0-1


36ª giornata
20 mag. Atalanta-Verona 3-1
Cremonese-Bologna 1-5
22 mag. Empoli-Juventus 4-1
21 mag. Lecce-Spezia 0-0
20 mag. Milan-Sampdoria 5-1
21 mag. Napoli-Inter 3-1
22 mag. Roma-Salernitana 2-2
19 mag. Sassuolo-Monza 1-2
21 mag. Torino-Fiorentina 1-1
Udinese-Lazio 0-1
37ª giornata
28 mag. Bologna-Napoli 2-2
27 mag. Fiorentina-Roma 2-1
Inter-Atalanta 3-2
28 mag. Juventus-Milan 0-1
Lazio-Cremonese 3-2
Monza-Lecce 0-1
27 mag. Salernitana-Udinese[176] 3-2
26 mag. Sampdoria-Sassuolo 2-2
27 mag. Spezia-Torino 0-4
28 mag. Verona-Empoli 1-1


38ª giornata
4 giu. Atalanta-Monza 5-2
3 giu. Cremonese-Salernitana 2-0
Empoli-Lazio 0-2
4 giu. Lecce-Bologna 2-3
Milan-Verona 3-1
Napoli-Sampdoria 2-0
Roma-Spezia 2-1
2 giu. Sassuolo-Fiorentina 1-3
3 giu. Torino-Inter 0-1
4 giu. Udinese-Juventus 0-1

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Spareggio salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Spezia 1-3 Verona Reggio Emilia, 11 giugno 2023

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Napoli
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
Atalanta 3 4 7 10 13 14 17 20 21 24 24 27 27 27 27 28 31 34 35 38 38 41 41 41 42 42 45 48 48 49 52 55 58 58 58 61 61 64
Bologna 0 1 1 2 3 6 6 6 7 7 10 13 16 16 19 19 19 22 23 26 29 29 32 35 35 36 37 40 43 44 44 45 45 46 47 50 51 54
Cremonese 0 0 0 0 1 2 2 3 3 4 4 5 6 7 7 7 7 7 8 8 8 8 9 12 12 12 13 13 16 19 19 20 21 24 24 24 24 27
Empoli 0 1 2 3 4 4 7 7 8 11 11 11 14 14 17 18 19 22 25 26 26 27 28 28 28 28 28 31 32 32 32 32 35 38 39 42 43 43
Fiorentina 3 4 5 5 6 6 9 9 9 10 10 13 16 19 19 20 23 23 23 24 24 24 25 28 31 34 37 40 41 42 42 45 46 46 49 50 53 56
Inter 3 6 6 9 9 12 12 12 15 18 21 24 24 27 30 33 34 37 37 40 43 44 47 47 50 50 50 50 51 51 54 57 60 63 66 66 69 72
Juventus 3 4 5 8 9 10 10 13 13 16 19 22 25 28 31 34 37 37 23 23 26 29 32 35 35 38 41 44 44 44 59 60 63 66 69 59 59 62
Lazio 3 4 7 8 8 11 14 17 20 21 24 24 27 30 30 30 31 34 37 38 39 39 42 45 48 49 52 55 58 61 61 61 64 64 65 68 71 74
Lecce 0 0 1 2 2 3 6 7 7 8 8 8 9 12 15 18 19 20 20 20 23 24 27 27 27 27 27 27 27 28 28 31 31 31 32 33 36 36
Milan 3 4 7 8 11 14 14 17 20 23 26 26 29 30 33 36 37 38 38 38 38 41 44 47 47 48 48 51 52 53 56 57 58 61 61 64 67 70
Monza 0 0 0 0 0 1 4 7 10 10 10 10 13 13 16 17 18 21 22 25 26 29 29 29 32 33 34 34 35 38 41 44 45 46 49 52 52 52
Napoli 3 6 7 8 11 14 17 20 23 26 29 32 35 38 41 41 44 47 50 53 56 59 62 65 65 68 71 71 74 75 78 79 80 83 83 86 87 90
Roma 3 6 7 10 10 13 13 16 19 22 22 25 25 26 27 30 31 34 37 37 40 41 44 44 47 47 47 50 53 56 56 57 58 58 59 60 60 63
Salernitana 0 1 4 5 6 7 7 7 10 10 13 16 17 17 17 17 18 18 18 21 21 21 21 24 25 26 27 28 29 30 33 34 35 35 38 39 42 42
Sampdoria 0 1 1 2 2 2 2 2 3 3 6 6 6 6 6 9 9 9 9 9 10 11 11 11 12 12 15 15 15 16 17 17 17 17 18 18 19 19
Sassuolo 0 3 4 5 6 6 9 12 12 12 15 15 15 16 16 16 16 16 17 20 23 24 24 27 30 33 36 37 37 40 40 43 43 44 44 44 45 45
Spezia 3 3 4 4 5 5 8 8 8 9 9 9 9 10 13 14 15 18 18 18 18 19 19 20 21 24 24 25 26 26 27 27 27 27 30 31 31 31
Torino 3 4 7 7 10 10 10 10 11 11 14 17 17 20 21 22 23 23 26 27 30 30 31 31 34 37 37 38 38 39 42 42 45 46 49 50 53 53
Udinese 0 1 4 7 10 13 16 19 20 21 21 22 23 24 24 25 25 25 28 29 29 30 30 31 32 35 38 38 39 39 42 42 43 46 46 46 46 46
Verona 0 1 1 2 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 6 9 9 12 13 14 17 17 17 18 19 19 19 22 23 26 27 27 30 30 30 31 31

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]
Andata Ritorno
Napoli 50 Napoli 40
Milan 38 Lazio 37
Juventus 38 Inter 35
Lazio 37 Fiorentina 33
Roma 37 Milan 32
Inter 37 Bologna 31
Atalanta 35 Monza 30
Udinese 28 Atalanta 29
Torino 26 Sassuolo 28
Empoli 25 Torino 27
Bologna 23 Roma 26
Fiorentina 23 Juventus (-10) 24
Monza 22 Salernitana 24
Lecce 20 Cremonese 19
Salernitana 18 Verona 19
Spezia 18 Udinese 18
Sassuolo 17 Empoli 18
Verona 12 Lecce 16
Sampdoria 9 Spezia 13
Cremonese 8 Sampdoria 10
Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]
Casa Trasferta
Napoli 45 Napoli 45
Milan 43 Lazio 37
Juventus 42 Atalanta 31
Inter 42 Torino 31
Lazio 37 Juventus 30
Roma 36 Inter 30
Atalanta 33 Milan 27
Fiorentina 33 Roma 27
Bologna 30 Monza 26
Sassuolo 28 Bologna 24
Empoli 28 Fiorentina 23
Salernitana 27 Lecce 19
Udinese 27 Udinese 19
Monza 26 Sassuolo 17
Torino 22 Empoli 15
Verona 21 Salernitana 15
Spezia 20 Cremonese 11
Lecce 17 Spezia 11
Cremonese 16 Verona 10
Sampdoria 10 Sampdoria 9

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Napoli (28)
  • Maggior numero di pareggi: Salernitana (15)
  • Maggior numero di sconfitte: Sampdoria (25)
  • Minor numero di vittorie: Sampdoria (3)
  • Minor numero di pareggi: Inter (3)
  • Minor numero di sconfitte: Napoli (4)
  • Miglior attacco: Napoli (77 gol fatti)
  • Peggior attacco: Sampdoria (24 gol fatti)
  • Miglior difesa: Napoli (28 gol subiti)
  • Peggior difesa: Sampdoria (71 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Napoli (+49)
  • Peggior differenza reti: Sampdoria (-47)
  • Miglior serie positiva: Napoli (15, 1ª-15ª giornata)
  • Peggior serie negativa: Cremonese (23, 1ª-23ª giornata)
  • Maggior numero di vittorie consecutive: Napoli (11, 5ª-15ª giornata)
  • Maggior numero di pareggi consecutivi: Salernitana (6, 25ª-30ª giornata)
  • Maggior numero di sconfitte consecutive: Verona (10, 6ª-15ª giornata)

Partite

  • Partita con più gol: Atalanta-Salernitana 8-2 (10, 18ª giornata)
  • Pareggi con più gol: Juventus-Atalanta 3-3 (6, 19ª giornata) e Salernitana-Fiorentina 3-3 (6, 33ª giornata)
  • Maggior scarto di gol: Atalanta-Salernitana 8-2 (6, 18ª giornata) e Verona-Inter 0-6 (6, 33ª giornata)
  • Maggior numero di reti in una giornata: 35 (18ª e 36ª giornata)
  • Minor numero di reti in una giornata: 13 (2ª giornata)
  • Maggior numero di espulsioni in una giornata: 7 (6ª giornata)
  • Maggior numero di pareggi in una giornata: 6 (2ª giornata)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
26 2 Bandiera della Nigeria Victor Osimhen Napoli
21 1 Bandiera dell'Argentina Lautaro Martínez Inter
16 1 Bandiera del Senegal Boulaye Dia Salernitana
15 Bandiera del Portogallo Rafael Leão Milan
13 3 Bandiera della Nigeria Ademola Lookman Atalanta
13 3 Bandiera dell'Angola M'Bala Nzola Spezia
13 3 Bandiera della Francia Olivier Giroud Milan
12 1 Bandiera del Paraguay Antonio Sanabria Torino
12 2 Bandiera della Georgia Khvicha K'varatskhelia Napoli
12 4 Bandiera dell'Italia Ciro Immobile Lazio
12 5 Bandiera dell'Argentina Paulo Dybala Roma
12 7 Bandiera dell'Italia Domenico Berardi Sassuolo
11 3 Bandiera dell'Italia Riccardo Orsolini Bologna
10 1 Bandiera del Portogallo Beto Udinese
10 1 Bandiera dell'Italia Mattia Zaccagni Lazio
10 2 Bandiera del Belgio Romelu Lukaku Inter
10 2 Bandiera della Serbia Dušan Vlahović Juventus
10 2 Bandiera dei Paesi Bassi Teun Koopmeiners Atalanta
10 3 Bandiera dell'Austria Marko Arnautović Bologna

MVP del mese[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A Player of the Month.

Di seguito i vincitori.[177]

Mese Giocatore Squadra
Agosto Bandiera della Georgia Khvicha K'varatskhelia Napoli
Settembre Bandiera della Corea del Sud Kim Min-jae Napoli
Ottobre Bandiera del Portogallo Rafael Leão Milan
Novembre Bandiera dell'Italia Moise Kean Juventus
Gennaio Bandiera della Nigeria Victor Osimhen Napoli
Febbraio Bandiera della Georgia Khvicha K'varatskhelia Napoli
Marzo Bandiera della Georgia Khvicha K'varatskhelia Napoli
Aprile Bandiera del Portogallo Rafael Leão Milan
Maggio Bandiera del Senegal Boulaye Dia Salernitana

MVC del mese[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A Coach of the Month.

Di seguito i vincitori.[178]

Mese Allenatore Squadra
Agosto Bandiera del Portogallo José Mourinho Roma
Settembre Bandiera dell'Italia Andrea Sottil Udinese
Ottobre Bandiera dell'Italia Luciano Spalletti Napoli
Novembre Bandiera dell'Italia Massimiliano Allegri Juventus
Gennaio Bandiera dell'Italia Luciano Spalletti Napoli
Febbraio Bandiera dell'Italia Thiago Motta Bologna
Marzo Bandiera dell'Italia Maurizio Sarri Lazio
Aprile Bandiera dell'Italia Raffaele Palladino Monza
Maggio Bandiera dell'Italia Vincenzo Italiano Fiorentina

Gol del mese[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A Goal of the Month.

Di seguito i vincitori.[179]

Mese Giocatore Squadra
Agosto Bandiera dell'Italia Lorenzo Colombo Lecce
Settembre Bandiera del Portogallo Rafael Leão Milan
Ottobre Bandiera della Spagna Brahim Díaz Milan
Novembre Bandiera della Scozia Lewis Ferguson Bologna
Gennaio Bandiera della Nigeria Victor Osimhen Napoli
Febbraio Bandiera dell'Italia Cristiano Biraghi Fiorentina
Marzo Bandiera della Georgia Khvicha K'varatskhelia Napoli
Aprile Bandiera del Belgio Alexis Saelemaekers Milan
Maggio Bandiera della Francia Theo Hernández Milan

Premi individuali della Lega Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Premi Lega Serie A.

Di seguito i vincitori.[2][1][180][181]

Premio Giocatore Squadra
Miglior Under 23 Bandiera dell'Italia Nicolò Fagioli Juventus
Miglior portiere Bandiera dell'Italia Ivan Provedel Lazio
Miglior difensore Bandiera della Corea del Sud Kim Min-jae Napoli
Miglior centrocampista Bandiera dell'Italia Nicolò Barella Inter
Miglior attaccante Bandiera della Nigeria Victor Osimhen Napoli
Miglior giocatore Bandiera della Georgia Khvicha K'varatskhelia Napoli
Miglior allenatore Bandiera dell'Italia Luciano Spalletti Napoli
Miglior terreno di gioco Gewiss Stadium Atalanta

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Comunicato stampa n. 160 (PDF), su img.legaseriea.it, 2 giugno 2023. URL consultato il 2 giugno 2023.
  2. ^ a b Comunicato stampa n. 159 (PDF), su img.legaseriea.it, 2 giugno 2023. URL consultato il 2 giugno 2023.
  3. ^ Comunicato stampa n. 163 (PDF), su img.legaseriea.it, 4 giugno 2023. URL consultato il 4 giugno 2023.
  4. ^ La regola delle 5 sostituzioni diventa ufficiale: lo ha deciso l’Ifab, su gazzetta.it, 13 giugno 2022. URL consultato il 24 giugno 2022.
  5. ^ Comunicato ufficiale n. 21/A (PDF), su figc.it, 28 luglio 2022.
  6. ^ FIGC: torna lo spareggio scudetto, definitiva la regola delle 5 sostituzioni, su Sportmediaset.it. URL consultato il 28 giugno 2022.
  7. ^ Determinazione della classifica della Serie A 2022-2023 (PDF), su figc.it.
  8. ^ Serie A, la Figc ufficializza il fuorigioco semiautomatico: la data di partenza, su tuttosport.com, 19 dicembre 2022.
  9. ^ a b Comunicato ufficiale n. 2 (PDF), su img.legaseriea.it, 1º luglio 2022.
  10. ^ Criteri di compilazione calendario Serie A TIM 2022/2023, su legaseriea.it, 23 giugno 2022.
  11. ^ a b c d e Comunicato ufficiale n. 314 (PDF), su img.legaseriea.it, 24 giugno 2022.
  12. ^ Comunicato ufficiale n. 171 (PDF), su img.legaseriea.it, 21 marzo 2023.
  13. ^ Comunicato ufficiale n. 222 (PDF), su img.legaseriea.it, 19 maggio 2023.
  14. ^ Comunicato ufficiale n. 230 (PDF), su img.legaseriea.it, 29 maggio 2023.
  15. ^ Ora è ufficiale: Lukaku è dell'Inter, avrà la maglia numero 90. Ed è subito duetto in terrazza con Zhang!, su gazzetta.it, 29 giugno 2022.
  16. ^ E' ufficiale, De Ketelaere è un giocatore del Milan, su corrieredellosport.it, 2 agosto 2022.
  17. ^ a b Adli e Pobega, Pioli si gode due trasformisti in più, su gazzetta.it, 8 luglio 2022.
  18. ^ Origi al Milan, è ufficiale: depositato il contratto in Lega calcio, su corrieredellosport.it, 5 luglio 2022.
  19. ^ a b Lazio, Romagnoli è ufficiale: il comunicato, su corrieredellosport.it, 12 luglio 2022.
  20. ^ Milan, il Barcellona ufficializza Kessie: incredibile clausola rescissoria, su corrieredellosport.it, 4 luglio 2022.
  21. ^ Milan, Castillejo ufficiale al Valencia di Gattuso: il comunicato dei rossoneri, su tuttosport.com, 12 luglio 2022.
  22. ^ Ufficiale: Lukaku all'Inter. Zhang: "Big Rom è tornato". La promessa dell'attaccante, su corrieredellosport.it, 29 giugno 2022.
  23. ^ Onana-Inter, ora è ufficiale, su corrieredellosport.it, 1º luglio 2022.
  24. ^ Inter, ufficiale l'acquisto di Asllani dall'Empoli, su corrieredellosport.it, 30 giugno 2022.
  25. ^ Ufficiale, Bellanova all’Inter: c’è l’annuncio del club, su corrieredellosport.it, 6 luglio 2022.
  26. ^ a b Mkhitaryan ufficiale all'Inter: “Ricordando Djorkaeff”, su corrieredellosport.it, 2 luglio 2022.
  27. ^ Perisic al Tottenham, è ufficiale: “Inter, esperienza indimenticabile”, su corrieredellosport.it, 31 maggio 2022.
  28. ^ Inter-Vidal, è addio: ufficiale la rescissione consensuale del contratto, su corrieredellosport.it, 11 luglio 2022.
  29. ^ Ufficiale, risoluzione per Sanchez: incassa una cifra super, su corrieredellosport.it, 8 agosto 2022.
  30. ^ Dybala, la "prima" al Colosseo quadrato strega il mondo, su gazzetta.it, 27 luglio 2022.
  31. ^ L’analisi di Sconcerti: Inter e Milan, poi Juventus e Roma. Ecco le favorite per il campionato, su corriere.it, 8 agosto 2022.
  32. ^ Juve, il Pogback ora è ufficiale. Contratto fino al 2026: "Siete pronti? Sono tornato. Per vincere", su gazzetta.it, 11 luglio 2022.
  33. ^ Juve, ufficiale Di Maria. Ha firmato per un anno: "Mi sento già in famiglia", su gazzetta.it, 8 luglio 2022.
  34. ^ Bremer-Juve, c'è l'annuncio ufficiale: il brasiliano ha firmato fino al 2027. Ecco le cifre, su gazzetta.it, 20 luglio 2022.
  35. ^ Kostic alla Juve, è ufficiale: le cifre definitive dell’affare (più basse del previsto), su gazzetta.it, 12 agosto 2022.
  36. ^ Ufficiale, De Ligt al Bayern Monaco: la cifra esatta incassata dalla Juve, su corrieredellosport.it, 19 luglio 2022.
  37. ^ Ufficiale, Morata saluta la Juventus: torna all'Atletico Madrid, su goal.com, 30 giugno 2022.
  38. ^ Chiellini si annuncia al Los Angeles FC: "Il prossimo capitolo", su corrieredellosport.it, 13 giugno 2022.
  39. ^ a b Paulo Dybala ufficiale alla Roma: "Un privilegio lavorare con Mourinho", su corrieredellosport.it, 30 luglio 2022.
  40. ^ Bernardeschi ufficiale al Toronto: contratto fino al 2026, su tuttosport.com, 15 luglio 2022.
  41. ^ Koulibaly, ufficiale il passaggio dal Napoli al Chelsea, su corrieredellosport.it, 16 luglio 2022.
  42. ^ Adesso è ufficiale, Insigne è del Toronto: "Contento di questa nuova avventura", su gazzetta.it, 8 gennaio 2022.
  43. ^ Ufficiale, Kim Min-jae è del Napoli: la firma con De Laurentiis, su corrieredellosport.it, 27 luglio 2022.
  44. ^ Napoli, ufficiale l'acquisto di Ostigard: il benvenuto di De Laurentiis, su corrieredellosport.it, 18 luglio 2022.
  45. ^ Napoli, ufficiale l'acquisto di Olivera: il benvenuto di De Laurentiis, su corrieredellosport.it, 26 maggio 2022.
  46. ^ Napoli, ufficiale l'arrivo di Ndombele: il benvenuto di De Laurentiis, su corrieredellosport.it, 19 agosto 2022.
  47. ^ Kvaratskhelia: "Napoli, non sono qui per sostituire Insigne. Dimostrerò il mio valore", su corrieredellosport.it, 15 luglio 2022.
  48. ^ Simeone al Napoli, ufficiale. De Laurentiis: "Benvenuto Cholito", prende la 18, su corrieredellosport.it, 18 agosto 2022.
  49. ^ Raspadori al Napoli, è ufficiale: arriva il tweet di De Laurentiis, su corrieredellosport.it, 20 agosto 2022.
  50. ^ Roma, ufficiale Svilar: "Sarà incredibile lavorare con Mourinho", su corrieredellosport.it, 1º luglio 2022.
  51. ^ Matic alla Roma, ora è ufficiale: "È stato semplice scegliere questo club", su corrieredellosport.it, 14 giugno 2022.
  52. ^ Roma, ufficiale Celik: “Non mi arrendo mai, lotterò sempre in campo”, su corrieredellosport.it, 5 luglio 2022.
  53. ^ Ufficiale, Wijnaldum è della Roma: indosserà la maglia numero 25, su corrieredellosport.it, 5 agosto 2022.
  54. ^ Roma, ufficiale: Veretout è un giocatore del Marsiglia, su corrieredellosport.it, 5 agosto 2022.
  55. ^ Lazio, Maximiano è ufficiale. E lui si allena già ad Auronzo, su corrieredellosport.it, 13 luglio 2022.
  56. ^ Lazio, ufficiale l'arrivo di Casale: il comunicato, su corrieredellosport.it, 8 luglio 2022.
  57. ^ Lazio, Marcos Antonio è ufficiale: il comunicato, su corrieredellosport.it, 1º luglio 2022.
  58. ^ Vecino è della Lazio: il comunicato ufficiale, su corrieredellosport.it, 1º agosto 2022.
  59. ^ Gollini torna in Serie A: ufficiale il suo approdo alla Fiorentina, su goal.com, 9 luglio 2022.
  60. ^ Fiorentina, ufficiale l'ingaggio di Dodo: il brasiliano arriva dallo Shakhtar, su goal.com, 22 luglio 2022.
  61. ^ Mandragora alla Fiorentina a titolo definitivo: ufficiale l'addio alla Juventus, su goal.com, 4 luglio 2022.
  62. ^ Fiorentina, ufficiale l'arrivo di Luka Jovic dal Real Madrid, su gazzetta.it, 8 luglio 2022.
  63. ^ Atalanta, ufficiale Ederson. Lovato alla Salernitana, su tuttosport.com, 6 luglio 2022.
  64. ^ Il Monza piazza un altro colpo importante: ufficiale il ritorno di Pessina, su goal.com, 6 luglio 2022.
  65. ^ West Ham-Scamacca ufficiale. "Sono felice". Ma nel benvenuto diventa... Scammaca, su gazzetta.it, 27 luglio 2022.
  66. ^ Sassuolo, ufficiale Pinamonti: i dettagli dell'affare con l'Inter, su corrieredellosport.it, 11 agosto 2022.
  67. ^ Il Sassuolo piazza il colpo in attacco: ufficiale l’arrivo di Alvarez, su goal.com, 17 giugno 2022.
  68. ^ Monza, ufficiale: Alessio Cragno è il nuovo portiere, su tuttosport.com, 27 giugno 2022.
  69. ^ Sensi, è ufficiale: il centrocampista in prestito dall'Inter al Monza, su corrieredellosport.it, 2 luglio 2022.
  70. ^ Monza, ufficiale: Gianluca Caprari è biancorosso, su tuttosport.com, 21 luglio 2022.
  71. ^ Monza, ufficiale: dal Napoli ecco Andrea Petagna, su corrieredellosport.it, 12 agosto 2022.
  72. ^ Il mercato più povero di sempre, su panorama.it, 1º febbraio 2023.
  73. ^ Napoli, ufficiale Bereszynski: l'annuncio di De Laurentiis, su corrieredellosport.it, 7 gennaio 2023.
  74. ^ Salvatore Sirigu è ufficialmente un nuovo portiere della Fiorentina. Al Napoli Gollini, su gianlucadimarzio.com, 25 gennaio 2023.
  75. ^ McKennie dalla Juventus al Leeds: il comunicato ufficiale, su tuttosport.com, 30 gennaio 2023.
  76. ^ Ufficiale: Nicolò Zaniolo ceduto al Galatasaray, su asroma.com, 8 febbraio 2023.
  77. ^ Roma, ufficiale: depositato il contratto del nuovo acquisto Llorente, su corrieredellosport.it, 31 gennaio 2023.
  78. ^ Lazio, Pellegrini è ufficiale: "Sono nella squadra del mio cuore", su corrieredellosport.it, 31 gennaio 2023.
  79. ^ Atalanta, ufficiale la cessione di Malinovskyi: va al Marsiglia, su corrieredellosport.it, 9 gennaio 2023.
  80. ^ Ufficiale, Ilic dal Verona al Torino: i dettagli dell'operazione, su tuttosport.com, 30 gennaio 2023.
  81. ^ Calciomercato Torino, Lukic ceduto al Fulham, su tuttosport.com, 31 gennaio 2023.
  82. ^ Udinese, ufficiale Thauvin: comunicato e dettagli, su tuttosport.com, 31 gennaio 2023.
  83. ^ Empoli, ufficiale il ritorno di Caputo: arriva in prestito con obbligo di riscatto, su sport.sky.it, 31 dicembre 2022.
  84. ^ Sassuolo, Carnevali: "Traorè al Bournemouth ha rubato il posto a Zaniolo? Forse sì", su gianlucadimarzio.com, 31 gennaio 2023.
  85. ^ Salernitana, ufficiale l'acquisto di Ochoa: contratto fino a giugno 2023 con opzione, su sport.sky.it, 23 dicembre 2022.
  86. ^ Osimhen supereroe: bomber, trascinatore e imbattibile di testa, su gazzetta.it, 13 novembre 2022.
  87. ^ a b Osimhen nella storia della Serie A: 26 goal, capocannoniere della stagione 2022/23, su goal.com, 4 giugno 2023.
  88. ^ L’Atalanta frena il Milan. Sorpresa Malinovskyi, rimedia Bennacer, su gazzetta.it, 21 agosto 2022.
  89. ^ Vlahovic illude la Juve, Abraham (su assist di Dybala) pareggia: la Roma è prima, su gazzetta.it, 27 agosto 2022.
  90. ^ Inter, che serataccia! Prende tre schiaffi in casa della Lazio, su gazzetta.it, 26 agosto 2022.
  91. ^ Serie A, neopromosse ancora senza vittorie: mai così male dopo 5 giornate, su sport.sky.it, 6 settembre 2022.
  92. ^ Atalanta, che colpo! Col 2-0 al Monza, Dea prima in classifica da sola, su gazzetta.it, 5 settembre 2022.
  93. ^ Roma, che batosta: l'Udinese ne fa 4 e la raggiunge in classifica, su gazzetta.it, 4 settembre 2022.
  94. ^ Doppio Leao e super Maignan: il Milan batte 3-2 l'Inter e vola in testa, su gazzetta.it, 3 settembre 2022.
  95. ^ Bologna: Thiago Motta nuovo allenatore, succede a Mihajlovic, su corrieredellosport.it, 10 settembre 2022.
  96. ^ Colpo Napoli: vince a San Siro ed è primo. Il Milan scivola al quarto posto, su gazzetta.it, 18 settembre 2022.
  97. ^ Inter, che combini? Barella gol, poi si scatena l’Udinese: Inzaghi nella bufera, su gazzetta.it, 18 settembre 2022.
  98. ^ Juve e Allegri, è un disastro senza fine. Prima vittoria in A del Monza, su gazzetta.it, 18 settembre 2022.
  99. ^ Monza, via Stroppa: panchina a Palladino, su corrieredellosport.it, 13 settembre 2022.
  100. ^ Cremonese-Napoli 1-4: poker show, Spalletti in testa da solo, su corrieredellosport.it, 9 ottobre 2022.
  101. ^ Tomori-Diaz: il Milan aggancia la vetta e la Juve sprofonda, su gazzetta.it, 8 ottobre 2022.
  102. ^ Sampdoria, ufficiale: Dejan Stankovic è il nuovo allenatore, su corrieredellosport.it, 6 ottobre 2022.
  103. ^ Verona, ufficiale: Salvatore Bocchetti è il nuovo allenatore, su corrieredellosport.it, 13 ottobre 2022.
  104. ^ Roma-Napoli 0-1: magia di Osimhen, gli azzurri allungano in vetta, su repubblica.it, 23 ottobre 2022.
  105. ^ Torino-Milan 2-1: Djidji e Miranchuk lanciano in fuga il Napoli, su repubblica.it, 30 ottobre 2022.
  106. ^ Atalanta-Napoli 1-2: Osimhen e Elmas fanno volare Spalletti, su corrieredellosport.it, 5 novembre 2022.
  107. ^ Juventus-Inter 2-0: decidono Rabiot e Fagioli, Allegri è quinto, su tuttosport.com, 6 novembre 2022.
  108. ^ Estasi Lazio: derby e sorpasso. Sbaglia Ibanez, Felipe Anderson stende la Roma, su gazzetta.it, 6 novembre 2022.
  109. ^ Il Napoli fa 11 di fila e macina record: goal e vittorie, eguagliata la Juve, su goal.com, 13 novembre 2022.
  110. ^ Juve in volo: 3-0 alla Lazio, sesta vittoria in fila e terzo posto, su gazzetta.it, 13 novembre 2022.
  111. ^ L’Inter sa vincere anche i big match: super Dzeko, colpo a Bergamo, su gazzetta.it, 13 novembre 2022.
  112. ^ a b Lazio, con il -10 alla Juve riecco la Champions: Sarri ha avuto il suo "miracolo", su gazzetta.it, 22 maggio 2023.
  113. ^ Dzeko, capocciata al Napoli. L'Inter riapre la corsa scudetto, su gazzetta.it, 4 gennaio 2023.
  114. ^ Samp vicina al baratro. Garrone: "I responsabili sono Ferrero e l’attuale CdA”, su gazzetta.it, 23 gennaio 2023.
  115. ^ Sampdoria-Napoli risultato 0-2, gol di Osimhen e rigore di Elmas, su corriere.it, 8 gennaio 2023.
  116. ^ Roma, rimonta pazzesca nel finale. Abraham riprende il Milan, Napoli campione d'inverno, su gazzetta.it, 8 gennaio 2023.
  117. ^ Kvara e Osimhen schiantano la Juve. Il Napoli vola a +10 e spacca il campionato, su gazzetta.it, 13 gennaio 2023.
  118. ^ Cosa c’è da sapere sulla penalizzazione alla Juventus, su ultimouomo.com, 23 gennaio 2023.
  119. ^ Juve penalizzata, la nuova classifica di Serie A: la Champions ora è lontanissima, su gazzetta.it, 20 gennaio 2023.
  120. ^ Milan, che figuraccia! La Lazio ne segna 4 senza Immobile, rossoneri cancellati, su gazzetta.it, 24 gennaio 2023.
  121. ^ Napoli a +12, è record all-time dopo il girone d'andata, su gianlucadimarzio.com, 24 gennaio 2023.
  122. ^ Verona, ufficiale: Zaffaroni nuovo allenatore, affiancherà Bocchetti, su corrieredellosport.it, 3 dicembre 2022.
  123. ^ Sassuolo quart'ultimo con una rosa da più di 200 milioni, su gianlucadimarzio.com, 16 gennaio 2023.
  124. ^ a b Napoli, finalmente festa: campione d'Italia per la terza volta!, su gazzetta.it, 4 maggio 2023.
  125. ^ Napoli, il volo scudetto continua. Batte una bella Roma e vola a +13 sull'Inter, su gazzetta.it, 29 gennaio 2023.
  126. ^ Sprofondo Milan: il Sassuolo lo umilia 5-2 a San Siro, è una crisi senza fine, su gazzetta.it, 29 gennaio 2023.
  127. ^ Lautaro ribalta la Cremonese: ora l'Inter è seconda a +2 sul Milan, su gazzetta.it, 28 gennaio 2023.
  128. ^ Lautaro affonda Pioli, il Milan non c'è più: Inter seconda da sola, su gazzetta.it, 5 febbraio 2023.
  129. ^ Napoli a +18 sull’Inter, ecco quando e dove potrebbe festeggiare lo scudetto, su corrieredellosport.it, 26 febbraio 2023.
  130. ^ Juventus-Torino 4-2: Allegri cala il poker derby e ritrova Pogba, su tuttosport.com, 28 febbraio 2023.
  131. ^ Salernitana, ufficiale: Paulo Sousa è il nuovo allenatore, su tuttosport.com, 15 febbraio 2023.
  132. ^ Spezia, ufficiale Semplici: i dettagli del contratto, su tuttosport.com, 23 febbraio 2023.
  133. ^ Sarri ferma la marcia trionfale del Napoli: festa Lazio al Maradona, su gazzetta.it, 3 marzo 2023.
  134. ^ Urlo Mancini! Mou piega la Juve, la Roma torna in zona Champions, su gazzetta.it, 5 marzo 2023.
  135. ^ Ahi Milan, che botta: testa già a Londra? La Fiorentina è super e vince 2-1, su gazzetta.it, 4 marzo 2023.
  136. ^ Scudetto Napoli, riparte il conto alla rovescia: 2-0 all'Atalanta! L'Inter è a -18, su gazzetta.it, 11 marzo 2023.
  137. ^ Kostic fa piangere l'Inter: la Juve sbanca San Siro e va a -7 dal quarto posto, su gazzetta.it, 19 marzo 2023.
  138. ^ Gioia Lazio nel derby: Zaccagni castiga la Roma in 10 per oltre un'ora, su gazzetta.it, 19 marzo 2023.
  139. ^ È Milan show a Napoli: il Diavolo ne fa 4 e si esalta in vista della Champions, su gazzetta.it, 2 aprile 2023.
  140. ^ Raspadori punisce la Juve all'ultimo respiro: il Napoli prepara la festa-scudetto, su gazzetta.it, 23 aprile 2023.
  141. ^ Juventus, i 15 punti restituiti dal Collegio di garanzia: ora una nuova sanzione dalla Corte d'appello, su repubblica.it, 20 aprile 2023.
  142. ^ Lautaro entra e ribalta la Lazio: l'Inter aggancia Milan e Roma al quarto posto, su gazzetta.it, 30 aprile 2023.
  143. ^ Abraham gol al 94', pari Saelemaekers al 97': Roma-Milan, il più pazzo degli 1-1, su gazzetta.it, 29 aprile 2023.
  144. ^ Pereyra e Masina regalano i tre punti all'Udinese: la Samp retrocede in Serie B, su gazzetta.it, 8 maggio 2023.
  145. ^ Lecce e Spezia non si fanno male: lo 0-0 serve solo a mandare la Cremonese in B, su gazzetta.it, 21 maggio 2023.
  146. ^ Juve-plusvalenze, 10 punti di penalizzazione e Nedved prosciolto, su gazzetta.it, 22 maggio 2023.
  147. ^ L'Inter cala il tris e vola in Champions! Barella e la Lu-La stendono l'Atalanta, su gazzetta.it, 27 maggio 2023.
  148. ^ Festa Milan: la Champions è al sicuro. Juve vuota, a Pioli basta Giroud, su gazzetta.it, 28 maggio 2023.
  149. ^ Lecce, una salvezza firmata Falcone-Colombo: espugnata Monza 1-0, su corrieredellosport.it, 28 maggio 2023.
  150. ^ La Uefa: Juve fuori dalle coppe per un anno e 10 milioni di multa, Fiorentina in Conference, su gazzetta.it, 28 luglio 2023.
  151. ^ Serie A, gli ultimi verdetti: Atalanta e Roma in Europa League, spareggio salvezza Verona-Spezia, su gazzetta.it, 4 giugno 2023.
  152. ^ Ngonge colpisce, Montipò para tutto: Spezia battuto 3-1 e il Verona resta in Serie A, su gazzetta.it, 11 giugno 2023.
  153. ^ Nota del Club, su bolognafc.it, 6 settembre 2022.
  154. ^ Thiago Motta è il nuovo allenatore del Bologna, su bolognafc.it, 12 settembre 2022.
  155. ^ Alvini sollevato dalla guida tecnica della prima squadra, su uscremonese.it, 14 gennaio 2023. URL consultato il 14 gennaio 2023 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2023).
  156. ^ Davide Ballardini nuovo allenatore della Cremonese, su uscremonese.it, 15 gennaio 2023. URL consultato il 15 gennaio 2023 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2023).
  157. ^ Comunicato ufficiale, su acmonza.com, 13 settembre 2022.
  158. ^ Comunicato ufficiale: Palladino nuovo allenatore della prima squadra, su acmonza.com, 13 settembre 2022.
  159. ^ Comunicato stampa, su ussalernitana1919.it, 15 febbraio 2023.
  160. ^ Paulo Sousa è il nuovo allenatore della Salernitana, su ussalernitana1919.it, 15 febbraio 2023.
  161. ^ U.C. Sampdoria: comunicato stampa del 2 ottobre 2022, su sampdoria.it, 2 ottobre 2022.
  162. ^ Benvenuto mister: Stankovic è l’allenatore della Sampdoria, su sampdoria.it, 6 ottobre 2022.
  163. ^ Comunicato ufficiale: Luca Gotti, su acspezia.com, 15 febbraio 2023.
  164. ^ Ufficiale | Leonardo Semplici è il nuovo allenatore dello Spezia Calcio, su acspezia.com, 23 febbraio 2023.
  165. ^ Comunicato del Club: Gabriele Cioffi, su hellasverona.it, 11 ottobre 2022. URL consultato l'11 ottobre 2022 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2022).
  166. ^ Salvatore Bocchetti è il nuovo allenatore del Verona, su hellasverona.it, 13 ottobre 2022. URL consultato il 13 ottobre 2022 (archiviato dall'url originale il 13 ottobre 2022).
  167. ^ Marco Zaffaroni è il nuovo allenatore dell'Hellas Verona, su hellasverona.it, 3 dicembre 2022. URL consultato il 3 dicembre 2022 (archiviato dall'url originale il 17 gennaio 2023).
  168. ^ Il diritto a partecipare alla UEFA Europa Conference League 2023-2024 passa alla settima classificata in quanto l'Inter, vincitrice della Coppa Italia, è già qualificata alle coppe europee tramite il piazzamento in campionato. A seguito dell'esclusione della Juventus dalle competizioni confederali 2023-2024, la Fiorentina prende il suo posto.
  169. ^ Comunicato ufficiale n. 304/A (PDF), su figc.it, 30 giugno 2022.
  170. ^ Caso plusvalenze, dieci punti di penalizzazione per la Juventus da scontare nella corrente stagione sportiva (PDF), su figc.it, 22 maggio 2023.
  171. ^ Il CFCB conclude il procedimento contro Juventus e Chelsea FC, su it.uefa.com, 28 luglio 2023.
  172. ^ Serie A TIM – Calendario (PDF), su img.legaseriea.it, 24 giugno 2022.
  173. ^ La partita, inizialmente prevista il 29 aprile, è stata posticipata al 30 aprile per l'attuazione dell'ordinanza del prefetto di Napoli del 27 aprile 2023, cfr. Comunicato ufficiale n. 200 (PDF), su img.legaseriea.it, 28 aprile 2023.
  174. ^ La partita, inizialmente prevista il 2 maggio, è stata posticipata al 4 maggio per l'attuazione dell'ordinanza del prefetto di Napoli del 27 aprile 2023, cfr. Comunicato ufficiale n. 200 (PDF), su img.legaseriea.it, 28 aprile 2023.
  175. ^ La partita, inizialmente prevista il 7 maggio, è stata posticipata all'8 maggio per l'attuazione dell'ordinanza del prefetto di Napoli del 27 aprile 2023, cfr. Comunicato ufficiale n. 200 (PDF), su img.legaseriea.it, 28 aprile 2023.
  176. ^ La partita, inizialmente prevista il 26 maggio, è stata posticipata al 27 maggio a causa di un altro evento concomitante, cfr. Comunicato ufficiale n. 224 (PDF), su img.legaseriea.it, 20 maggio 2023.
  177. ^ Player of the Month, su legaseriea.it.
  178. ^ Coach of the Month, su legaseriea.it.
  179. ^ Goal of the Month, su legaseriea.it.
  180. ^ Comunicato stampa n. 157 (PDF), su img.legaseriea.it, 1º giugno 2023. URL consultato il 1º giugno 2023.
  181. ^ Comunicato stampa n. 164 (PDF), su img.legaseriea.it, 16 giugno 2023. URL consultato il 16 giugno 2023.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio