Coppa Italia 2005-2006

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Coppa Italia 2005-2006 (disambigua).
Coppa Italia 2005-2006
TIM Cup 2005-2006
Competizione Coppa Italia
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 59ª
Organizzatore Lega Calcio
Date dal 6 agosto 2005
all'11 maggio 2006
Luogo Italia Italia
Partecipanti 72
Risultati
Vincitore Inter
(5º titolo)
Secondo Roma
Semi-finalisti Palermo
Udinese
Statistiche
Miglior marcatore Italia Alessandro Del Piero (5)
Incontri disputati 86
Gol segnati 193 (2,24 per incontro)
Inter Coppa Italia cropped.jpg
Il capitano dell'Inter Javier Zanetti alza al cielo la Coppa Italia del 2006
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2004-2005 2006-2007 Right arrow.svg

La Coppa Italia 2005-2006 è stata la 59ª edizione della manifestazione calcistica. È iniziata il 6 agosto 2005 e si è conclusa l'11 maggio 2006. È stata vinta dall'Inter, per la seconda volta consecutiva.

Formula del torneo[modifica | modifica wikitesto]

Da questa edizione, e la novità proseguirà per tutte le annate successive, cambia radicalmente la formula di svolgimento.

L’intera manifestazione si articola su turni successivi ad eliminazione diretta: primo, secondo e terzo turno eliminatorio in gara unica; poi con partite di andata e ritorno: ottavi di finale, quarti di finale, semifinali e finali.

Le 72 squadre partecipanti(20 squadre di Serie A, 22 di Serie B e 30 squadre indicate dalla Lega Professionisti di Serie C sono posizionate in un tabellone di tipo tennistico con posti pre-assegnati dal n.1 al n.72[1]

Le società partecipanti entrano nella competizione in due momenti distinti: 8 squadre (“teste di serie”) a partire dagli ottavi di finale.

Le teste di serie sono costituite dalla Società vincitrice della Coppa Italia 2004-2005, ovvero l'Inter, più le Società partecipanti alla Serie A che hanno acquisito il diritto di partecipare alle Coppe Europee per la stagione 2005/2006 (le posizioni in tabellone sono assegnate secondo l’ordine di classifica 2004/2005).

- le altre 64 squadre a partire dal primo turno eliminatorio;

Il tabellone[2] guida gli accoppiamenti di tutti i turni successivi sino alla finale, senza che si dia luogo a sorteggio per determinare gli stessi.

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Le gare del primo turno si sono svolte il 6 e 7 agosto 2005.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Empoli 2 - 1[N 1] Pizzighettone
Sangiovannese 0 - 2 Crotone
Cavese 0 - 1 Parma
Padova 3 - 0(tav.) Triestina
Cittadella 3 - 2 Modena
Lumezzane 1 - 2 Ternana
Livorno 3 - 0[N 1] Forlì
Genoa 0 - 3(tav.) Catanzaro
Pro Patria 0 - 1 AlbinoLeffe
Treviso 0 - 1[N 1] Manfredonia
San Marino 1 - 3 Cagliari
Grosseto 2 - 0 Mantova
Massese 0 - 1 Atalanta
Pisa 1 - 1 (6-5 dtr) Catania
Juve Stabia 1 - 2 Siena
Frosinone 0 - 3(tav.) Avellino
Pro Sesto 0 - 1 Brescia
Lanciano 0 - 3 Arezzo
Valenzana 0 - 5 Chievo
Sambenedettese 2 - 4 Cremonese
Martina 1 - 2 Bari
Ascoli 2 - 0[N 1] Acireale
Monza 1 - 1
(5-3 dcr)
Lecce
Pavia 2 - 1 L.R. Vicenza
Verona 2 - 0[N 1] Teramo
Lucchese 1 - 2 (dts) Piacenza
Giugliano 1 - 2 (dts) Reggina
Napoli 2 - 0 Pescara
Ravenna 0 - 1 Bologna
Spezia 0 - 1 (dts) Cesena
Fiorentina 4 - 0[N 1] Cisco Roma
Pistoiese 0 - 1 Rimini
Note
  1. ^ a b c d e f Inversione di campo rispetto all'esito del sorteggio.


Empoli
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Empoli2 – 1
(inversione di campo)[3]
referto
PizzighettoneStadio Carlo Castellani (976 spett.)
Arbitro:  Lops (Torino)

San Giovanni Valdarno
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Sangiovannese0 – 2
referto
CrotoneStadio Virgilio Fedini
Arbitro:  Banti (Livorno)

Cava dei Tirreni
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Cavese0 – 1
referto
ParmaStadio Simonetta Lamberti
Arbitro:  Squillace (Catanzaro)

Padova
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Padova3 – 0
(tav.)[4]
referto
TriestinaStadio Euganeo
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Cittadella
7 agosto 2005, ore 18:00 CEST
Primo turno
Cittadella3 – 2
referto
ModenaStadio Piercesare Tombolato
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Lumezzane
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Lumezzane1 – 2
referto
TernanaStadio Comunale
Arbitro:  Girardi (San Donà di Piave)

Livorno
7 agosto 2005, ore 19:00 CEST
Primo Turno
Livorno3 – 0
(inversione di campo)[3]
referto
ForlìStadio Armando Picchi (4.756 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Alessandria
7 agosto 2005, ore 18.00 CEST
Primo turno
Genoa0 – 3
(tav.)[5]
referto
CatanzaroStadio Giuseppe Moccagatta [6]
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Busto Arsizio
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Pro Patria0 – 1
referto
AlbinoLeffeStadio Carlo Speroni
Arbitro:  Romeo (Verona)

Treviso
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Treviso0 – 1
(inversione di campo)[3]
referto
ManfredoniaStadio Omobono Tenni (1 862 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

San Marino
7 agosto 2005, ore 20.30 CEST
Primo turno
San Marino1 – 3
referto
CagliariStadio Olimpico di Serravalle
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Grosseto
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Grosseto2 – 0
referto
MantovaStadio Carlo Zecchini
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Massa
7 agosto 2005, ore 17:00 CEST
Primo turno
Massese0 – 1
referto
AtalantaStadio degli Oliveti (3.200 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Pisa
7 agosto 2005, ore 20.45 CEST
Primo turno
Pisa1 – 1
(d.t.s.)
referto
CataniaStadio Arena Garibaldi-Romeo Anconetani
Arbitro:  Palanca (Roma 1)

Castellammare di Stabia
7 agosto 2005, ore 20.30 CEST
Primo turno
Juve Stabia1 – 2
referto
SienaStadio Romeo Menti
Arbitro:  Herberg (Messina)

Frosinone
7 agosto 2005, ore 20:45 CEST
Primo turno
Frosinone0 – 3
(d.t.s.)
(tav.)[7]
referto
AvellinoStadio Matusa
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Sesto San Giovanni
7 agosto 2005, ore 20.30 CEST
Pro Sesto0 – 1
referto
BresciaStadio Breda (1.500 spett.)
Arbitro:  Gava (Conegliano)

Lanciano
7 agosto 2005, ore 21:00 CEST
Primo turno
Virtus Lanciano0 – 3
referto
ArezzoStadio Guido Biondi
Arbitro:  Ciampi (Roma 1)

Valenza Po
7 agosto 2005, ore 18:00 CEST
Primo turno
Valenzana0 – 5
referto
ChievoStadio Comunale (700 spett.)
Arbitro:  Marelli (Como)

San Benedetto del Tronto
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Sambenedettese2 – 4
referto
CremoneseStadio Riviera delle Palme
Arbitro:  Rodomonti (Roma 1)

Martina Franca
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Martina1 – 2
referto
BariStadio Giuseppe Domenico Tursi
Arbitro:  Giannoccaro (Lecce)

Ascoli Piceno
6 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Ascoli2 – 0
(inversione di campo)[3]
referto
AcirealeStadio Cino e Lillo Del Duca
Arbitro:  De Santis (Roma 1)

Monza
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Monza1 – 1
(d.t.s.)
referto
LecceStadio Brianteo
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Pavia
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Pavia2 – 1
referto
VicenzaStadio Pietro Fortunati
Arbitro:  Brighi (Cesena)

Verona
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Verona2 – 0
(inversione di campo)[3]
referto
TeramoStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Pantana (Macerata)

Lucca
7 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Primo turno
Lucchese1 – 2
(d.t.s.)
referto
PiacenzaStadio Porta Elisa
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Giugliano
7 agosto 2005, ore 20:45 CEST
Primo turno
Giugliano1 – 2
(d.t.s.)
referto
RegginaStadio Alberto De Cristofaro
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Napoli
7 agosto 2005, ore 16:00 CEST
Primo turno
Napoli2 – 0
referto
PescaraStadio San Paolo (5.000 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Ravenna
7 agosto 2005, ore 21:00 CEST
Primo turno
Ravenna0 – 1
referto
BolognaStadio Bruno Benelli
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

La Spezia
6 agosto 2005, ore 18:30 CEST
Primo turno
Spezia0 – 1
(d.t.s.)
referto
CesenaStadio Alberto Picco
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Firenze
7 agosto 2005, ore 21:00 CEST
Primo turno
Fiorentina4 – 0
(inversione di campo)[3]
referto
Cisco RomaStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Pistoia
7 agosto 2005, ore 20:45 CEST
Primo turno
Pistoiese0 – 1
referto
RiminiStadio Comunale
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Le gare del secondo turno si sono svolte il 13-14 e 15 agosto 2005.


Squadra 1 Risultato Squadra 2
Crotone 2 - 3 (dts) Empoli
Cittadella 0 - 0
(7-6 dcr)
Ternana
Catanzaro 0 - 0
(2-4 dcr)
Livorno
Manfredonia 3 - 2 AlbinoLeffe
Grosseto 1 - 2 Cagliari
Napoli 1 - 0 Reggina
Pisa 0 - 1 Atalanta
Avellino 0 - 1 Siena
Arezzo 2 - 2
(6-7 dcr)
Brescia
Cremonese 0 - 1 Chievo
Bari 2 - 1 Ascoli
Monza 1 - 1
(4-5 dcr)
Pavia
Piacenza 2 - 1 Verona
Cesena 1 - 0 Bologna
Rimini 1 - 2 (dts) Fiorentina
Padova 0 - 1 Parma
Crotone
14 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Secondo turno
Crotone2 – 3
(d.t.s.)
referto
EmpoliStadio Ezio Scida (4.335 spett.)
Arbitro:  Marelli (Como)

Cittadella
14 agosto 2005, ore 18:00 CEST
Secondo turno
Cittadella0 – 0
(d.t.s.)
referto
TernanaStadio Piercesare Tombolato
Arbitro:  Lops (Torino)

Catanzaro
14 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Secondo turno
Catanzaro0 – 0
(d.t.s.)
referto
LivornoStadio Nicola Ceravolo (7.633 spett.)
Arbitro:  Gabriele (Frosinone)

Bari
13 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Secondo turno
Manfredonia3 – 2
referto
AlbinoLeffeStadio della Vittoria [8]
Arbitro:  Gava (Conegliano)

Grosseto
14 agosto 2005, ore 20.30 CEST
Secondo turno
Grosseto1 – 2
referto
CagliariStadio Carlo Zecchini
Arbitro:  Ciampi (Roma 1)

Napoli
15 agosto 2005, ore 21:00 CEST
Secondo turno
Napoli1 – 0
referto
RegginaStadio San Paolo (9.410 spett.)
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Pisa
14 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Secondo turno
Pisa0 – 1
referto
AtalantaStadio Arena Garibaldi-Romeo Anconetani (7.000 spett.)
Arbitro:  Pantana (Macerata)

Potenza
14 agosto 2005, ore 18.00 CEST
Secondo turno
Avellino0 – 1
referto
SienaStadio Alfredo Viviani [8]
Arbitro:  Cassarà (Palermo)

Arezzo
14 agosto 2005, ore 21:00 CEST
Secondo turno
Arezzo2 – 2
(d.t.s.)
referto
BresciaStadio Comunale (3.534 spett.)
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Cremona
14 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Secondo turno
Cremonese0 – 1
referto
ChievoStadio Giovanni Zini (3 557 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Bari
14 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Secondo turno
Bari2 – 1
referto
AscoliStadio San Nicola
Arbitro:  Dattilo (Locri)

Monza
14 agosto 2005, ore 17:00 CEST
Secondo turno
Monza1 – 1
(d.t.s.)
referto
PaviaStadio Brianteo
Arbitro:  Herberg (Messina)

Piacenza
14 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Secondo turno
Piacenza2 – 1
referto
VeronaStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Cesena
13 agosto 2005, ore 21:00 CEST
Secondo turno
Cesena1 – 0
referto
BolognaStadio Dino Manuzzi
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Rimini
14 agosto 2005, ore 21:00 CEST
Secondo turno
Rimini1 – 2
(d.t.s.)
referto
FiorentinaStadio Romeo Neri
Arbitro:  Romeo (Verona)

Padova
14 agosto 2005, ore 16:00 CEST
Secondo turno
Padova0 – 1
referto
ParmaStadio Euganeo
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Le gare del terzo turno si sono svolte il 20-21 e 22 agosto 2005.


Squadra 1 Risultato Squadra 2
Empoli 1 - 1
(7-8 dcr)
Parma
Cittadella 3 - 2 Livorno
Manfredonia 2 - 2
(4-6 dcr)
Cagliari
Siena 0 - 4[N 1] Atalanta
Brescia 1 - 0 Chievo
Pavia 0 - 0
(5-6 dcr)
Bari
Napoli 1 - 0 Piacenza
Cesena 0 - 1 Fiorentina
Note
  1. ^ Inversione di campo rispetto all'esito del sorteggio.



Empoli
21 agosto 2005, ore 17:00 CEST
Terzo turno
Empoli1 – 1
(d.t.s.)
referto
ParmaStadio Carlo Castellani (1.171 spett.)
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Cittadella
21 agosto 2005, ore 17:00 CEST
Terzo turno
Cittadella3 – 2
referto
LivornoStadio Piercesare Tombolato (912 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Fasano
21 agosto 2005, ore 20.30 CEST
Terzo turno
Manfredonia2 – 2
(d.t.s.)
referto
CagliariStadio Vito Curlo [8]
Arbitro:  Giannoccaro (Lecce)

Siena
21 agosto 2005, ore 20:30 CEST [9]
Terzo turno
Siena0 – 4
(inversione di campo)[3]
referto
AtalantaStadio Artemio Franchi (1.251 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Brescia
22 agosto 2005, ore 21:00 CEST
Terzo turno
Brescia1 – 0
referto
ChievoStadio Mario Rigamonti (2 500 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Pavia
21 agosto 2005, ore 20:30 CEST
Terzo turno
Pavia0 – 0
(d.t.s.)
referto
BariStadio Pietro Fortunati
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Napoli
21 agosto 2005, ore 21:00 CEST
3º turno
Napoli1 – 0
referto
PiacenzaStadio San Paolo (25.849 spett.)
Arbitro:  Palanca (Roma 1)

Cesena
20 agosto 2005, ore 16:00 CEST
Terzo turno
Cesena0 – 1
referto
FiorentinaStadio Dino Manuzzi
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Le gare di andata degli ottavi di finale si sono svolte tra il 29 novembre e l'8 dicembre 2005.

Milan e Lazio disputarono la partita di andata in casa, ai sensi dell'art.4.2 del regolamento, in quanto inserite nel Tabellone con il numero più alto rispetto a Inter e Roma.

Le partite Milan-Brescia, Atalanta-Udinese, Parma-Inter e Fiorentina-Juventus cominciarono con cinque minuti di ritardo, rispetto all'orario stabilito, per iniziativa della FIGC in seguito agli insulti razzisti rivolti da parte della tifoseria interista al giocatore del Messina Marc Zoro in occasione della gara Messina-Inter del 27 novembre 2005, con il giocatore che minacciò di abbandonare il campo per protesta.[10].

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Milan 7 - 4 Brescia 3 - 1 4 - 3
Atalanta 2 - 3 Udinese 1 - 0 1 - 3
Parma 0 - 1 Inter 0 - 1 0 - 0
Fiorentina 3 - 6 Juventus 2 - 2 1 - 4
Bari 4 - 5 Palermo 0 - 0 4 - 5
Lazio 2 - 0 Cittadella 2 - 0 0 - 0
Napoli 1 - 5 Roma 0 - 3 1 - 2
Cagliari 2 - 3 Sampdoria 1 - 1 1 - 2


Andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
29 novembre 2005, ore 21:05 CET
Milan3 – 1
referto
BresciaStadio Giuseppe Meazza (1.473 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Bergamo
30 novembre 2005, ore 18:05 CET
Atalanta1 – 0
referto
UdineseStadio Atleti Azzurri d'Italia (10.000 spett.)
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Parma
30 novembre 2005, ore 21:05 CET
Parma0 – 1
referto
InterStadio Ennio Tardini (1.754 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Firenze
1º dicembre 2005, ore 21:05 CET
Fiorentina2 – 2
referto
JuventusStadio Artemio Franchi (25.012 spett.)
Arbitro:  Palanca (Roma 1)

Bari
7 dicembre 2005, ore 18:00 CET
Bari0 – 0
referto
PalermoStadio San Nicola (2.969 spett.)
Arbitro:  Brighi (Cesena)

Roma
8 dicembre 2005, ore 15:00 CET
Lazio2 – 0
referto
CittadellaStadio Olimpico (5.000 spett.)
Arbitro:  Pantana (Macerata)

Napoli
8 dicembre 2005, ore 15:00 CET [11]
Napoli0 – 3
referto
RomaStadio San Paolo (60.152 spett.)
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Cagliari
8 dicembre 2005, ore 18:00 CET
Cagliari1 – 1
referto
SampdoriaStadio Sant'Elia (5.000 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Brescia
11 gennaio 2006, ore 21:00 CET
Brescia3 – 4
referto
MilanStadio Mario Rigamonti (2.663 spett.)
Arbitro:  De Marco (Chiavari)

Udine
11 gennaio 2006, ore 17:30 CET
Udinese3 – 1
referto
AtalantaStadio Friuli (4.731 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Milano
12 gennaio 2006, ore 21:00 CET
Inter0 – 0
referto
ParmaStadio Giuseppe Meazza (3.294 spett.)
Arbitro:  Giannoccaro (Lecce)

Torino
10 gennaio 2006, ore 21:00 CET
Juventus4 – 1
referto
FiorentinaStadio Delle Alpi (11.000 spett.)
Arbitro:  Dattilo (Locri)

Palermo
10 gennaio 2006, ore 15:00 CET
Palermo5 – 4
referto
BariStadio Renzo Barbera (32.000 spett.)
Arbitro:  Gabriele (Frosinone)

Padova
12 gennaio 2006, ore 15:30 CET
Cittadella0 – 0
referto
LazioStadio Euganeo [12] (7.569 spett.)
Arbitro:  Girardi (San Donà di Piave)

Roma
11 gennaio 2006, ore 17:00 CET
Roma2 – 1
referto
NapoliStadio Olimpico [13] (43.768 spett.)
Arbitro:  Bergonzi (Genova)

Genova
11 gennaio 2006, ore 20:30 CET
Sampdoria2 – 1
referto
CagliariStadio Luigi Ferraris (15.000 spett.)
Arbitro:  Banti (Livorno)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Le gare di andata dei quarti di finale si sono svolte il 24-25 e 26 gennaio 2006, quelle di ritorno il 31 gennaio e il 1° e 2 febbraio 2006.

Il Milan disputò la partita di andata in casa, ai sensi dell'art.4.2 del regolamento, in quanto inserito nel Tabellone con il numero più alto rispetto all'Inter.


Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Lazio 1 - 2 Inter 1 - 1 0 - 1
Udinese 3 - 3 (gfc) Sampdoria 1 - 1 2 - 2
Milan 1 - 3 Palermo 1 - 0 0 - 3
Juventus 3 - 3 (gfc) Roma 2 - 3 1 - 0

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
24 gennaio 2006, ore 21:00 CET
Lazio1 – 1
referto
InterStadio Olimpico (10.027 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Udine
25 gennaio 2006, ore 18:00 CET
Udinese1 – 1
referto
SampdoriaStadio Friuli (12.000 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Milano
25 gennaio 2006, ore 21:00 CET
Milan1 – 0
referto
PalermoStadio Giuseppe Meazza (2.105 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Torino
26 gennaio 2006, ore 21:00 CET
Juventus2 – 3
referto
RomaStadio Delle Alpi (13.024 spett.)
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
2 febbraio 2006, ore 21:00 CET
Inter1 – 0
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza (10.304 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Genova
1º febbraio 2006, ore 17:30 CET
Sampdoria2 – 2
referto
UdineseStadio Luigi Ferraris (16.000 spett.)
Arbitro:  Rodomonti (Roma 1)

Palermo
31 gennaio 2006, ore 21:00 CET
Palermo3 – 0
referto
MilanStadio Renzo Barbera (10.739 spett.)
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Roma
1º febbraio 2006, ore 21:00 CET
Roma0 – 1
referto
JuventusStadio Olimpico (51.860 spett.)
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Le gare di andata delle semifinali si sono svolte il 22 marzo 2006, quelle di ritorno il 11-12 aprile 2006.

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Inter 3 - 2 Udinese 1 - 0 2 - 2
Palermo 2 - 2 (gfc) Roma 2 - 1 0 - 1

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Milano
22 marzo 2006, ore 21:00 CET
Inter1 – 0
referto
UdineseStadio Giuseppe Meazza (7.603 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Palermo
22 marzo 2006, ore 18:15 CET
Palermo2 – 1
referto
RomaStadio Renzo Barbera (34.521 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Udine
11 aprile 2006, ore 15:30 CEST [14]
Udinese2 – 2
referto
InterStadio Friuli (4.000 spett.)
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Roma
12 aprile 2006, ore 21:00 CEST
Roma1 – 0
referto
PalermoStadio Olimpico (40.000 spett.)
Arbitro:  Racalbuto (Gallarate)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

La finale di andata si è svolta il 3 maggio 2006, mentre quella di ritorno l'11 maggio 2006.

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Roma 2 - 4 Inter 1 - 1 1 - 3
Roma
3 maggio 2006, ore 20:45 CEST [15].
Roma1 – 1
referto
InterStadio Olimpico (70 030 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)


Milano
11 maggio 2006, ore 20:45 CEST [16].
Inter3 – 1
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (49 557 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Gol Rigori Giocatore Squadra
5 1 Italia Alessandro Del Piero Juventus
4 Argentina Mariano González Palermo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cfr. Regolamento Tim Cup 2005-2006. Comunicato ufficiale N. 6 del 14 luglio 2005 (PDF), su img.legaseriea.it.
  2. ^ cfr. Tabellone Tim Cup 2005-2006. Comunicato ufficiale N. 11 del 28 luglio 2005 (PDF), su img.legaseriea.it.
  3. ^ a b c d e f g Inversione di campo ai sensi dell'art. 4.1 del regolamento della competizione.
  4. ^ Risultato sul campo 2-1 per il Padova poi tramutato in 3-0 a tavolino, su decisione del giudice sportivo, perché la Triestina impiegò il calciatore Baù che doveva scontare una squalifica inflittagli in seguito alla gara di Coppa Italia Cagliari-Triestina del 29 settembre 2004. cfr. Comunicato ufficiale N. 14 del 9 agosto 2005 (PDF), su img.legaseriea.it.
  5. ^ Incontro annullato per decisione del giudice sportivo che ha deliberato lo 0-3 a tavolino per il Catanzaro. Gara prima interrotta e poi definitivamente sospesa al 21' del primo tempo dall'arbitro Dondarini sullo 0-0, per lancio di oggetti in campo dal settore genoano. cfr. Comunicato ufficiale N. 14 del 9 agosto 2005 (PDF), su img.legaseriea.it..
  6. ^ Partita giocata in campo neutro ad Alessandria per motivi di ordine pubblico, dopo la condanna in primo grado della CAF che sancì la retrocessione del Genoa in Serie C1, anzichè la promozione in Serie A, per illecito sportivo. cfr No a Taranto, si giocherà ad Alessandria, in la Repubblica, 4 agosto 2005, p. 10.
  7. ^ Risultato sul campo 5-3 per il Frosinone dopo i calci di rigore(0-0 dopo i tempi supplementari) poi tramutato in 0-3 a tavolino per l'Avellino, su decisione del giudice sportivo, perché il Frosinone impiegò il calciatore D'Antoni che doveva scontare la seconda delle due giornate di squalifica inflittegli in seguito alla gara di Coppa Italia Triestina-Venezia del 22 agosto 2004, quando il giocatore militava nel Venezia. cfr. Comunicato ufficiale N. 14 del 9 agosto 2005 (PDF), su img.legaseriea.it.
  8. ^ a b c Partita giocata in campo neutro per indisponibilità dello stadio casalingo.
  9. ^ Partita inizialmente in programma per le ore 20:00 CEST, poi posticipata alle ore 20:30 CEST. cfr. Comunicato ufficiale N. 25 del 18 agosto 2005 (PDF), su img.legaseriea.it.
  10. ^ cfr. Il calcio ritarda per protesta, in La Gazzetta dello Sport, 29 novembre 2005.
  11. ^ cfr. Partita inizialmente in programma per le ore 21:00 CET, poi anticipata alle ore 15:00 CET per motivi di ordine pubblico. cfr. Comunicato ufficiale N. 172 del 5 dicembre 2005 (PDF), su img.legaseriea.it.
  12. ^ Partita giocata in campo neutro a Padova per la maggior capienza dello Stadio Euganeo rispetto allo Stadio Piercesare Tombolato di Cittadella cfr. Comunicato ufficiale N. 198 del 9 gennaio 2006 (PDF), su img.legaseriea.it..
  13. ^ Partita giocata a porte chiuse per decisione del Prefetto di Roma Achille Serra, in seguito ai gravi incidenti avvenuti nella partita di andata all'esterno dello Stadio San Paolo di Napoli cfr. Il Tar: Roma-Napoli a porte chiuse, in La Gazzetta dello Sport, 10 gennaio 2006.
  14. ^ Partita inizialmente in programma per le ore 21:00 CEST, poi anticipata alle ore 17:30 CEST ed ulteriormente anticipata alle ore 15:30 CEST per esigenze televisive. cfr. Comunicato ufficiale N. 311 del 7 aprile 2006 (PDF), su img.legaseriea.it. e cfr. Comunicato ufficiale N. 313 del 8 aprile 2006 (PDF), su img.legaseriea.it.
  15. ^ cfr. L'Inter fugge, Mancini la riprende, in La Gazzetta dello Sport, 4 maggio 2006.
  16. ^ cfr. L'Inter fa il bis in Coppa e Totti ritorna in campo, in La Gazzetta dello Sport, 12 maggio 2006.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabrizio Melegari (a cura di), Almanacco illustrato del calcio 2007, Modena, Edizioni Panini, 2006, pp. 464-473.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio