Serie A 2021-2022

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando gli altri tornei sportivi con lo stesso nome, vedi Serie A 2021-2022 (disambigua).
Serie A 2021-2022
Serie A TIM 2021-2022
Competizione Serie A
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 120ª (90ª di Serie A)
Organizzatore Lega Serie A
Date dal 21 agosto 2021
al 22 maggio 2022
Luogo Italia Italia
Partecipanti 20
Formula girone unico
Risultati
Retrocessioni Genoa
Venezia
Statistiche (al 16 maggio 2022)
Miglior marcatore Italia Ciro Immobile (27)
Incontri disputati 370
Gol segnati 1 063 (2,87 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2020-2021

La Serie A 2021-2022 è la 120ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (la 90ª a girone unico), che si disputa tra il 21 agosto 2021 e il 22 maggio 2022.[1]

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Italia
Milano
Milano
Torino
Torino
Genova
Genova
Roma
Roma
Squadre di Milano
Red pog.svg Inter
Red pog.svg Milan
Squadre di Roma
Red pog.svg Lazio
Red pog.svg Roma
Squadre di Torino
Red pog.svg Juventus
Red pog.svg Torino
Squadre di Genova
Red pog.svg Genoa
Red pog.svg Sampdoria
Ubicazione delle squadre della Serie A 2021-2022

Novità[modifica | modifica wikitesto]

A sostituire Benevento, Crotone e Parma, retrocesse in Serie B nella stagione precedente, ci sono Empoli, vincitore della Serie B 2020-2021 e tornato nella massima serie dopo due stagioni d'assenza, Salernitana, dopo 22 anni d'assenza, e Venezia, dopo 19 anni d'assenza e la promozione in massima serie da vincente dei play-off.

Le regioni più rappresentate sono la Lombardia (Atalanta, Inter e Milan) e la Liguria (Genoa, Sampdoria e Spezia) con tre squadre ciascuna. Con due club a testa ci sono Campania (Napoli e Salernitana), Emilia-Romagna (Bologna e Sassuolo), Lazio (Lazio e Roma), Piemonte (Juventus e Torino), Toscana (Empoli e Fiorentina) e Veneto (Venezia e Verona). Infine vantano una formazione cadauna Friuli-Venezia Giulia (Udinese) e Sardegna (Cagliari).

Sono confermate un massimo di cinque sostituzioni, da effettuare utilizzando un massimo di tre interruzioni di gioco, durante la disputa degli incontri, come accaduto nella stagione precedente.[2]

Calendario e orari di gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato ha avuto inizio sabato 21 agosto 2021 con i primi anticipi della prima giornata, a cui sono poi seguite le restanti gare del turno domenica 22. Il campionato si concluderà domenica 22 maggio 2022, con una pausa natalizia dal 23 dicembre 2021 al 5 gennaio 2022.[1] Sono previsti cinque turni infrasettimanali, in programma per il 22 settembre, 27 ottobre, 1º dicembre e 22 dicembre 2021, e per il 6 gennaio 2022, e cinque soste per gli impegni delle nazionali, in programma per il 5 settembre, 10 ottobre e 14 novembre 2021, e per il 30 gennaio e 27 marzo 2022.[1]

Per la prima volta, il calendario non prevede più la simmetria tra gare di andata e gare di ritorno, che si svolgeranno quindi secondo un ordine diverso rispetto all'andata. La partita di ritorno tra due squadre non potrà essere disputata a meno di otto partite di distanza da quella d'andata.[3]

Gli orari di gioco previsti sono:[4]

  • Sabato: 3 partite
    • 1 anticipo alle 15:00
    • 1 anticipo alle 18:00
    • 1 anticipo alle 20:45
  • Domenica: 6 partite
    • 1 anticipo alle 12:30
    • 3 partite alle 15:00
    • 1 posticipo alle 18:00
    • 1 posticipo alle 20:45
  • Lunedì: 1 partita
    • 1 posticipo alle 20:45

Nelle giornate che precedono le soste per le nazionali (2ª, 7ª, 12ª, 23ª e 30ª) e in quelle che precedono i turni infrasettimanali (4ª, 9ª, 14ª e 18ª), il posticipo del lunedì alle 20:45 può essere sostituito da un anticipo il venerdì alle 20:45. I turni infrasettimanali si disputano con due anticipi martedì alle 18:30, due anticipi martedì alle 20:45, due anticipi mercoledì alle 18:30, due gare mercoledì alle 20:45, un posticipo giovedì alle 18:30 e un posticipo giovedì alle 20:45.[4]

La 1ª giornata si disputa domenica 22 agosto 2021 con due partite alle 18:30, quattro anticipi al sabato, due alle 18:30 e due alle 20:45, e due posticipi al lunedì, uno alle 18:30 e uno alle 20:45.[5] La 2ª giornata si disputa domenica 29 agosto 2021 con due partite alle 18:30, due anticipi al venerdì, uno alle 18:30 e uno alle 20:45, e quattro anticipi al sabato, due alle 18:30 e due alle 20:45.[5] La 19ª giornata si disputa mercoledi 22 dicembre 2021 con due partite alle 16:30, tre alle 18:30 e due alle 20:45, e tre anticipi al martedì, uno alle 18:30 e due alle 20:45.[6]

La 20ª giornata si disputa tutta giovedì 6 gennaio 2022 con due partite alle 12:30, due alle 14:30, due alle 16:30, due alle 18:30 e due alle 20:45. La 21ª giornata si disputa tutta domenica 9 gennaio 2022 con due partite alle 12:30, due alle 14:30, due alle 16:30, due alle 18:30 e due alle 20:45. La 27ª giornata inizia con cinque minuti di ritardo «[...] per evidenziare la grave situazione umanitaria in corso in Ucraina ed inviare un unanime messaggio di pace».[7] La 33ª giornata si disputa sabato 16 aprile 2022 con una partita alle 12:30, due alle 14:30, una alle 16:30, una alle 18:30 e una alle 20:45, due anticipi al venerdì, uno alle 19:00 e uno alle 21:00, e due posticipi al lunedì, uno alle 19:00 e uno alle 21:00.[8] La 38ª giornata si disputa domenica 22 maggio 2022 con una partita alle 12:30, due alle 18:00 e due alle 21:00, un anticipo al venerdì alle 20:45, e quattro anticipi al sabato, uno alle 17:15 e tre alle 20:45.[9]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Edin Džeko è il centravanti scelto dai campioni in carica dell'Inter per rimpiazzare il partente Romelu Lukaku.[10]

L'Inter campione in carica saluta Conte,[11] per divergenze d'intenti sul futuro della squadra,[12] e affida la panchina a Simone Inzaghi, reduce dal quinquennio alla Lazio.[13] I nerazzurri, inoltre, devono far fronte alla partenza di due giocatori fondamentali per la vittoria dello scudetto nell'annata precedente: l'esterno Hakimi si trasferisce al Paris Saint-Germain dopo una sola stagione,[14] mentre il centravanti Lukaku viene ceduto al Chelsea per 115 milioni di euro, diventando la cessione più remunerativa di sempre per un club della Serie A.[15][16] Per sostituire i due partenti, i meneghini acquistano l'esterno olandese Dumfries dal PSV[17] e il centravanti bosniaco Džeko, che dopo sei stagioni lascia la Roma.[10] Per rinforzare la rosa, l'Inter riaccoglie il difensore Dimarco dal Verona, preleva l'attaccante Correa dalla Lazio e mette sotto contratto il centrocampista turco Çalhanoğlu, che, in scadenza di contratto dopo quattro anni al Milan, si accasa dai rivali cittadini.[18]

Anche le antagoniste più accreditate dei nerazzurri devono fare i conti con partenze eccellenti: dopo tre stagioni in Italia, Ronaldo lascia la Juventus e si trasferisce al Manchester Utd,[19][20] venendo sostituito con Kean, in arrivo dall'Everton.[21] In panchina i torinesi, dopo una stagione al di sotto delle aspettative, congedano Pirlo[22] e scelgono di ripartire da Allegri, reduce da un biennio sabbatico.[23] Per quanto riguarda l'organico, i bianconeri si rinforzano con il centrocampista Locatelli dal Sassuolo[24] e l'attaccante Kaio Jorge dal Santos[25] e riaccolgono il portiere Perin e i difensori De Sciglio e Rugani, di ritorno dai rispettivi prestiti. A salutare sono, oltre a Ronaldo, la bandiera Buffon[26] e il difensore turco Demiral, ceduto all'Atalanta.[27] Il Milan vede partire, oltre al sopracitato Çalhanoğlu, anche il portiere Donnarumma, che sceglie di non rinnovare il contratto in scadenza[28] e si trasferisce al Paris Saint-Germain.[29] Per sostituirlo i meneghini scelgono di puntare sul francese Maignan, dal Lilla.[30] Il club rossonero prende anche il centravanti transalpino Giroud dal Chelsea[31] e il fantasista brasiliano Messias dal Crotone[32] e perfeziona gli acquisti a titolo definitivo di due giocatori già in rosa nella stagione precedente come Tomori[33] e Tonali,[34] rispettivamente dal Chelsea e dal Brescia. Sul fronte partenze, saluta Mandžukić, mentre Dalot ritorna al Manchester Utd, venendo rimpiazzato da Florenzi in prestito dalla Roma.[35]

José Mourinho fa ritorno in Italia, undici anni dopo l'ultima esperienza, per guidare la Roma.[36]

L'Atalanta, alla terza partecipazione consecutiva in Champions League, cede il portiere Gollini[37] e il difensore Romero al Tottenham[38] e li sostituisce con l'argentino Musso, acquistato dall'Udinese,[39] e il sopracitato Demiral.[27] I bergamaschi si rinforzano anche con gli arrivi di Zappacosta dal Chelsea[40] e Koopmeiners dall'AZ Alkmaar.[41] Il Napoli saluta Gattuso[42] e affida la guida tecnica a Spalletti,[43] anche lui come Allegri reduce da un biennio sabbatico. I partenopei confermano sostanzialmente la rosa dell'anno precedente, con il ritorno di Ounas e gli arrivi di Juan Jesus e Anguissa, quest'ultimo dal Fulham,[44] a fare da contraltare alle partenze di Maksimović e Bakayoko (che fa ritorno in prestito al Milan). Saluta anche un giocatore di lungo corso come Hysaj, che si trasferisce da svincolato alla Lazio, sostituito dal ritorno di Malcuit.

Anche le due squadre capitoline cambiano guida tecnica: la Roma congeda Fonseca e punta su Mourinho,[36] di ritorno nel campionato italiano undici anni dopo i successi con l'Inter, mentre la Lazio rimpiazza il partente Inzaghi con Sarri, che torna in panchina un anno dopo l'esperienza alla Juventus.[45] I giallorossi operano un'ingente campagna di rafforzamento, acquistando il centravanti inglese Abraham dal Chelsea,[46] che si aggiunge agli acquisti dell'attaccante uzbeko Shomurodov dal Genoa,[47] del portiere portoghese Rui Patrício dal Wolverhampton[48] e del terzino uruguaiano Viña dal Palmeiras.[49] Salutano, oltre ai già citati Džeko e Florenzi, il portiere Pau López, ceduto all'Olympique Marsiglia,[50] e l'attaccante Pedro, ceduto alla Lazio.[51] I biancocelesti, oltre ai sopracitati Pedro e Hysaj, acquistano pure l'esterno brasiliano Felipe Anderson, di ritorno dopo l'esperienza al West Ham Utd, il trequartista argentino Romero[52] ed il centrocampista Zaccagni dal Verona.[53] A lasciare sono il sopracitato Correa e Caicedo, acquistato dal Genoa.[54]

Tra le altre squadre, è da segnalare la Fiorentina, che riparte da Italiano in panchina[55] e acquista l'attaccante argentino González dallo Stoccarda,[56] il centrocampista uruguaiano Torreira dall'Arsenal[57] e i difensori Nastasić e Odriozola, rispettivamente dallo Schalke 04 e dal Real Madrid.[58] Salutano Borja Valero e Ribery,[59] con quest'ultimo che si accorda con la neopromossa Salernitana.[60] Anche Sassuolo e Torino cambiano guida tecnica, scegliendo rispettivamente Dionisi[61] e Jurić.[62] I neroverdi cedono Caputo, che si trasferisce alla Sampdoria[63] del nuovo allenatore D'Aversa.[64] Anche il Bologna acquista un nuovo centravanti, l'austriaco Arnautović.[65]

Sessione invernale[modifica | modifica wikitesto]

La grande protagonista del mercato invernale è la Juventus, che acquista il centravanti Vlahović dalla Fiorentina per 70 milioni di euro[66] e rinforza il centrocampo con l'arrivo dello svizzero Zakaria dal Borussia M'gladbach.[67] I bianconeri operano anche in uscita, cedendo Bentancur e Kulusevski al Tottenham, e Ramsey al Rangers.[68] L'Inter rinforza il centrocampo con l'acquisto dell'esterno Gosens dall'Atalanta[69] e puntella l'attacco con l'arrivo del centravanti Caicedo dal Genoa;[70] in uscita, i nerazzurri cedono Sensi alla Sampdoria.[71] L'Atalanta accoglie gli attaccanti Boga dal Sassuolo[72] e Mihăilă dal Parma, lasciando partire, oltre al già citato Gosens, Lovato e Piccoli, rispettivamente in direzione Cagliari e Genoa. Tra le squadre più attive c'è anche la Roma, che prende il centrocampista portoghese Oliveira dal Porto[73] e l'esterno inglese Maitland-Niles dall'Arsenal;[74] i giallorossi salutano Villar e Mayoral, ceduti entrambi al Getafe, oltre a Calafiori, ceduto al Genoa.

La Lazio tessera e ufficializza il difensore serbo Kamenović[75] e la punta capoverdiana Cabral[76] dallo Sporting Lisbona che sostituisce il partente Muriqi spedito al Maiorca. La Fiorentina, dopo aver ceduto Vlahović alla Juventus, acquista l'attaccante brasiliano Cabral dal Basilea[77] e l'ala francese Ikoné dal Lilla;[78] i viola, inoltre, riportano in Serie A l'attaccante polacco Piątek, prendendolo dall'Hertha Berlino.[79] Di segno opposto il mercato di Napoli e Milan, che si limitano a operazioni minori: gli azzurri rimpiazzano il difensore Manōlas, ceduto all'Olympiakos, con l'inglese Tuanzebe dal Manchester Utd;[80] i rossoneri cedono Conti alla Sampdoria e restituiscono al Monaco l'attaccante Pellegri, che viene poi girato dagli stessi francesi al Torino (che prende pure Ricci dall'Empoli).[81]

Molte attive le squadre in lotta per la salvezza: la Salernitana rivoluziona la squadra, acquistando il portiere Sepe dal Parma, i difensori Fazio e Radovanović, i centrocampisti Bohinen ed Éderson da CSKA Mosca e Corinthians, e gli attaccanti Mousset e Verdi da Sheffield Utd e Torino.[82] Anche il Genoa perfeziona diverse operazioni in entrata, prendendo i difensori Hefti e Østigård da Young Boys e Brighton, il centrocampista Amiri dal Bayer Leverkusen e l'attaccante Yeboah dallo Sturm Graz, oltre ai già citati Piccoli e Calafiori.[83] Il Cagliari accoglie il difensore Goldaniga dal Sassuolo e il centrocampista Baselli dal Torino, oltre al già citato Lovato, mentre a partire sono Godín e Cáceres, finiti ai margini della squadra.[84] Il Venezia prende il difensore Ullmann dal Rapid Vienna, il centrocampista Cuisance dal Bayern Monaco e gli attaccanti Nani[85] e Nsame, quest'ultimo dallo Young Boys. Anche il Bologna preleva un giocatore dalla squadra svizzera, il centrocampista Aebischer,[86] che viene accolto assieme al difensore Kasius dall'Utrecht.[87] La Sampdoria, oltre ai già citati Sensi e Conti, acquista il difensore Magnani dal Verona, il centrocampista Rincón dal Torino e l'attaccante Suprjaha dalla Dinamo Kiev.[88]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Simone Inzaghi, al primo anno sulla panchina dell'Inter, centra il titolo di campione d'inverno a 12 anni di distanza dalla volta precedente per i nerazzurri.[89]

L'avvio di campionato fa registrare l'ottima partenza del Napoli di Spalletti: dopo quattro giornate gli azzurri sono gli unici a punteggio pieno e guidano la classifica in solitaria.[90] All'inseguimento dei partenopei ci sono appaiate le due squadre milanesi, che ottengono tre successi e un pareggio nelle prime quattro gare: se l'Inter di Inzaghi mette in mostra un attacco molto prolifico,[91] il Milan di Pioli evidenzia un'ottima tenuta difensiva.[92] La sorpresa in negativo dell'inizio di stagione è la Juventus di Allegri, che non riesce a cogliere alcuna vittoria come non succedeva ai bianconeri da sessant'anni.[93] A seguito dell'avvio stentato, si registrano già i primi due cambi di guida tecnica, con Verona e Cagliari che sostituiscono rispettivamente Di Francesco e Semplici con Tudor e Mazzarri.[94] La striscia di successi consecutivi dei partenopei si ferma alla 9ª giornata, quando pareggiano in trasferta contro la Roma e vengono agganciati dal Milan,[95] sempre vittorioso nell'inizio di stagione, eccetto che nello scontro diretto con la Juventus alla 4ª giornata.[96] I bianconeri risalgono la classifica infilando quattro vittorie consecutive[97] e nel 9º turno impongono il pari casalingo all'Inter,[98] che conserva la terza posizione solitaria, ma — complice qualche passo falso come la sconfitta esterna contro la Lazio[99] si distacca di sette punti dalla coppia in vetta. Ad occupare la quarta posizione è la Roma di Mourinho, seguita da un trio di squadre composto dall'Atalanta, dalla sopracitata Juventus e dalla Fiorentina di Italiano, una delle rivelazioni dell'inizio di campionato.[100] Altalenante invece la Lazio di Sarri, capace di battere i rivali cittadini nel derby della 6ª giornata[101] e l'Inter, ma anche di rimediare pesanti sconfitte in trasferta contro le provinciali.[102] Nella parte bassa della classifica, appaiono in difficoltà le squadre liguri ed il Cagliari, oltre alle neopromosse Venezia e Salernitana: quest'ultima chiude la graduatoria ed è la terza squadra a cambiare guida tecnica, con Colantuono che sostituisce Castori.[103]

Alla 14ª giornata il Napoli si riprende la vetta solitaria della classifica, battendo la Lazio e approfittando della sconfitta interna del Milan contro il Sassuolo.[104] I rossoneri — alla seconda sconfitta consecutiva dopo quella contro la Fiorentina — devono nel frattempo fare i conti con la rimonta dell'Inter, che riduce la distanza dai rivali a un solo punto:[105] i nerazzurri escono imbattuti dagli scontri diretti con le prime due, impattando al 12º turno contro il Milan[106] e battendo i partenopei in quello successivo, programmato al ritorno dalla sosta di novembre.[107] In quarta posizione sale l'Atalanta, che alla 14ª giornata torna al successo in casa della Juventus dopo trentadue anni ed evidenzia le difficoltà dei bianconeri nell'inizio di stagione.[108] Alle spalle delle squadre in lotta per i piazzamenti europei, è da segnalare l'ottimo rendimento sia del Bologna che del neopromosso Empoli, mentre il Verona beneficia del cambio di guida tecnica e si tira fuori dalla zona bassa della classifica. Sul fondo della graduatoria, il Genoa esonera Ballardini e si affida a Ševčenko.[109] Alla 16ª giornata i partenopei escono sconfitti dallo scontro casalingo con l'Atalanta e vengono scavalcati dalle due squadre meneghine, entrambe vincenti.[110] Il primato solitario del Milan, tuttavia, dura poco: già nel turno successivo i rossoneri vengono fermati in trasferta dall'Udinese — alla prima partita dopo l'avvicendamento in panchina tra Gotti e Cioffi[111] e si vedono superati dall'Inter, che batte nettamente il Cagliari e ne aggrava la situazione in classifica.[112] La lotta per i piazzamenti europei vede emergere la candidatura della Fiorentina, sorretta dalla vena prolifica del giovane centravanti Vlahović.[113] Nella parte bassa della classifica, la Sampdoria supera il Genoa nel derby della 17ª giornata e si risolleva, al contrario dei rivali cittadini che restano ancorati in zona retrocessione.[114] L'anno solare si chiude con l'Inter che allunga a sette la sua striscia di vittorie consecutive in campionato e si laurea campione d'inverno a dodici anni di distanza dalla volta precedente.[115] Alle spalle dei nerazzurri, a quattro lunghezze di distanza, c'è il Milan, che pure esce sconfitto dallo scontro diretto con il Napoli alla 18ª giornata.[116] Il girone d'andata termina con gli azzurri e l'Atalanta ad occupare i restanti posti Champions e un gruppo di squadre, formato dalla Juventus, dalla Fiorentina e dalle due romane, all'inseguimento di partenopei e bergamaschi. In fondo alla graduatoria, lo Spezia batte a sorpresa il Napoli nel 19º turno[117] e allunga rispetto alla zona retrocessione, dove stazionano Genoa, Cagliari e Salernitana, quest'ultima condizionata anche da vicende societarie.[118]

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Il girone di ritorno si apre con il Milan che, complice la mancata disputa di Bologna-Inter,[119] assottiglia la distanza dal vertice, battendo la Roma nell'incrocio casalingo della 20ª giornata.[120] Nelle tre giornate successive i nerazzurri colgono due vittorie ed un pareggio contro l'Atalanta — interrompendo la propria striscia di successi consecutivi a otto gare —[121] e allungano nuovamente in testa alla classifica:[122] il Milan, infatti, cade inaspettatamente in casa contro il pericolante Spezia alla 22ª giornata[123] e non va oltre un pareggio casalingo con la Juventus nel turno seguente.[124] I rossoneri si vedono agganciati nello stesso turno dal Napoli, che infila tre successi consecutivi dopo il pareggio contro la Juventus alla 20ª giornata;[125] proprio i bianconeri — forti di una ritrovata continuità di risultati —[126] accorciano la distanza dall'Atalanta a un solo punto, approfittando anche della mancata disputa di Atalanta-Torino al 20º turno.[127] Nella parte bassa della classifica, il Genoa cambia nuovamente guida tecnica, affidandosi a Blessin dopo l'esonero del subentrato Ševčenko e il breve interregno di Konko;[128] anche i rivali cittadini della Sampdoria, ritrovatisi coinvolti nella lotta per non retrocedere, optano per un cambio in panchina, congedando D'Aversa e richiamando Giampaolo.[129] Alla 24ª giornata il Milan batte l'Inter in rimonta nello scontro diretto e accorcia le distanze dai nerazzurri, che si vedono avvicinati anche dal Napoli.[130] Nel turno successivo sono proprio gli azzurri ad imporre il pareggio all'Inter,[131] che viene scavalcata al vertice della classifica dal Milan, capace di imporsi sulla Sampdoria;[132] nella stessa giornata la Juventus pareggia in casa dell'Atalanta, conservando la quarta posizione guadagnata nel 24º turno.[133] I passi falsi delle squadre milanesi nelle due giornate successive consentono al Napoli (vittorioso in casa della Lazio) di agganciare i rossoneri in testa alla classifica;[134] ad imporsi nello scontro diretto del 28º turno è il Milan, che si riprende la vetta solitaria,[135] mentre gli azzurri vengono scavalcati anche dall'Inter.[136] La lotta per la zona Champions vede la Juventus distanziare di sei lunghezze l'Atalanta,[137] sconfitta dalla Roma nella 28ª giornata.[138] Nella parte bassa della graduatoria, il Cagliari — forte di un buon rendimento dall'arrivo in panchina di Mazzarri —[139] esce dalla zona retrocessione, dove invece precipita il Venezia e stazionano Genoa e Salernitana, che cambia ancora guida tecnica, affidandola a Nicola.[140]

Alla 31ª giornata il Milan, che nel frattempo aveva allungato sull'Inter — incappata in due pareggi consecutivi —, viene bloccato in casa dal Bologna[141] e si vede avvicinato dal Napoli e dalla stessa Inter, che colgono due importanti vittorie esterne, rispettivamente contro Atalanta[142] e Juventus.[143] I bianconeri, che non perdevano in casa coi meneghini da dieci anni, accantonano le residue velleità tricolori,[144] dovendo invece fare i conti con l'ascesa della Roma ai confini della zona Champions.[145] Il successo sul campo della Juventus rilancia l'Inter, che infila una striscia di tre vittorie consecutive[146] e si porta a due punti di distanza dal Milan capolista;[147] al contrario il Napoli cade due volte in tre giornate, con la Fiorentina e con l'Empoli in rimonta, uscendo di fatto dalla lotta per il titolo[148] e sancendo un duello tutto meneghino per la conquista dello stesso.[149] Nella parte bassa della classifica si accende la lotta per non retrocedere: la Salernitana, rinvigorita dall'arrivo in panchina di Nicola, centra tre vittorie consecutive, compreso il recupero della 19ª giornata con l'Udinese, e avvicina il quartultimo posto del Cagliari.[150] La Sampdoria, al contrario, non sembra giovare del cambio di guida tecnica e si avvicina pericolosamente alla zona retrocessione, dove restano il Genoa e il Venezia, che cambia allenatore, sostituendo Zanetti con Soncin.[151]

Alla 35° giornata, si hanno i verdetti definitivi per la zona Champions, con Inter, Milan, Napoli e Juventus che accedono alla massima rassegna continentale.

Milan ed Inter, rimaste da sole a lottare per lo scudetto, si sfidano a distanza. I rossoneri vincono contro la Fiorentina, e a Verona, mentre i nerazzurri vincono ad Udine e contro l'Empoli in casa per 4-2 (rimontando dallo 0-2 iniziale).

In zona salvezza la Salernitana continua a lottare e pareggia dapprima a Bergamo contro l'Atalanta e batte il Venezia nel recupero della 20a giornata, mentre il Cagliari, dopo la sconfitta casalinga contro il Verona, licenzia Mazzarri, reo degli scarsi risultati e di un litigio scoppiato con i giocatori, e lo sostituisce con il tecnico della primavera Agostini, che esordisce pareggiando al 98' nello scontro diretto dell'Arechi contro la Salernitana; il Genoa invece, perde 1-0 il derby con la Sampdoria, con Criscito che sbaglia un rigore nel recupero, ma successivamente batte la Juventus al "Ferraris" per 2-1, con gol decisivo dello stesso Criscito sempre nel finale e su rigore.

Alla penultima giornata, si hanno i primi verdetti nella zona retrocessione; retrocedono il Venezia, condannato dal pareggio tra Empoli e Salernitana, e il Genoa, che perde 3-0 contro il Napoli al "Maradona", nel giorno dell'addio di Insigne al Napoli, e abbandona la Serie A dopo 15 anni consecutivi di militanza. Nello stesso turno si ha anche la certezza matematica della salvezza per Spezia e Sampdoria e la qualificazione in Europa League della Lazio, che pareggia 2-2 a Torino contro la Juventus, nella gara di addio di Chiellini e Dybala ai colori bianconeri. In testa, Milan ed Inter battono rispettivamente l'Atalanta, in lotta per l'Europa League, e il pericolante Cagliari. Il distacco di 2 punti rimane inalterato e l'assegnazione dello scudetto viene rimandata all'ultima giornata, così come la lotta per non retrocedere, che rimane limitata a Salernitana e Cagliari.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Atalanta dettagli Bergamo Gewiss Stadium 3º posto in Serie A
Bologna dettagli Bologna Stadio Renato Dall'Ara 12º posto in Serie A
Cagliari dettagli Cagliari Unipol Domus 16º posto in Serie A
Empoli dettagli Empoli (FI) Stadio Carlo Castellani 1º posto in Serie B, promosso
Fiorentina dettagli Firenze Stadio Artemio Franchi 13º posto in Serie A
Genoa dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 11º posto in Serie A
Inter dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 1º posto in Serie A
Juventus dettagli Torino Allianz Stadium 4º posto in Serie A
Lazio dettagli Roma Stadio Olimpico 6º posto in Serie A
Milan dettagli Milano Stadio Giuseppe Meazza 2º posto in Serie A
Napoli dettagli Napoli Stadio Diego Armando Maradona 5º posto in Serie A
Roma dettagli Roma Stadio Olimpico 7º posto in Serie A
Salernitana dettagli Salerno Stadio Arechi 2º posto in Serie B, promossa
Sampdoria dettagli Genova Stadio Luigi Ferraris 9º posto in Serie A
Sassuolo dettagli Sassuolo (MO) Mapei Stadium – Città del Tricolore (Reggio Emilia) 8º posto in Serie A
Spezia dettagli La Spezia Stadio Alberto Picco 15º posto in Serie A
Torino dettagli Torino Stadio Olimpico Grande Torino 17º posto in Serie A
Udinese dettagli Udine Stadio Friuli 14º posto in Serie A
Venezia dettagli Venezia Stadio Pier Luigi Penzo 5º posto in Serie B, promosso dopo i play-off
Verona dettagli Verona Stadio Marcantonio Bentegodi 10º posto in Serie A

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 16 maggio 2022.

Squadra Allenatore Giocatore più presente
(tra parentesi il numero delle presenze)
Capocannoniere
(tra parentesi il numero dei gol segnati)
Atalanta Italia Gian Piero Gasperini Croazia Mario Pašalić (36) Croazia Mario Pašalić (13)
Bologna Serbia Siniša Mihajlović Polonia Łukasz Skorupski,
Svezia Mattias Svanberg (36)
Austria Marko Arnautović (14)
Cagliari[152][153][154][155] Italia Leonardo Semplici (1ª-3ª)
Italia Walter Mazzarri (4ª-35ª)
Italia Alessandro Agostini (36ª-38ª)
Italia João Pedro (36) Italia João Pedro (13)
Empoli Italia Aurelio Andreazzoli Scozia Liam Henderson,
Italia Guglielmo Vicario (37)
Italia Andrea Pinamonti (13)
Fiorentina Italia Vincenzo Italiano Italia Cristiano Biraghi (36) Serbia Dušan Vlahović (17)
Genoa[156][157][158][159] Italia Davide Ballardini (1ª-12ª)
Ucraina Andrij Ševčenko (13ª-21ª)
Francia Abdoulay Konko (22ª)
Germania Alexander Blessin (23ª-38ª)
Italia Salvatore Sirigu (37) Italia Mattia Destro (9)
Inter Italia Simone Inzaghi Bosnia ed Erzegovina Edin Džeko,
Slovenia Samir Handanovič (36)
Argentina Lautaro Martínez (21)
Juventus Italia Massimiliano Allegri Spagna Álvaro Morata (35) Argentina Paulo Dybala (10)
Lazio Italia Maurizio Sarri Brasile Felipe Anderson (37) Italia Ciro Immobile (27)
Milan Italia Stefano Pioli Belgio Alexis Saelemaekers,
Italia Sandro Tonali (35)
Portogallo Rafael Leão (11)
Napoli Italia Luciano Spalletti Macedonia del Nord Eljif Elmas (36) Nigeria Victor Osimhen (14)
Roma Portogallo José Mourinho Portogallo Rui Patrício (37) Inghilterra Tammy Abraham (15)
Salernitana[160][161][162][163] Italia Fabrizio Castori (1ª-8ª)
Italia Stefano Colantuono (9ª-25ª)
Italia Davide Nicola (26ª-38ª)
Bosnia ed Erzegovina Milan Đurić (32) Italia Federico Bonazzoli (10)
Sampdoria[164][165] Italia Roberto D'Aversa (1ª-22ª)
Italia Marco Giampaolo (23ª-38ª)
Italia Tommaso Augello,
Italia Antonio Candreva,
Italia Francesco Caputo (35)
Italia Francesco Caputo (11)
Sassuolo Italia Alessio Dionisi Francia Grégoire Defrel (37) Italia Gianluca Scamacca (16)
Spezia Italia Thiago Motta Ghana Emmanuel Gyasi (36) Italia Daniele Verde (8)
Torino Croazia Ivan Jurić Costa d'Avorio Wilfried Singo (35) Italia Andrea Belotti (8)
Udinese[166][167] Italia Luca Gotti (1ª-16ª)
Italia Gabriele Cioffi (17ª-38ª)
Italia Marco Silvestri,
Brasile Walace (35)
Spagna Gerard Deulofeu (12)
Venezia[168] Italia Paolo Zanetti (1ª-34ª)
Italia Andrea Soncin (35ª-38ª)
Italia Pietro Ceccaroni (34) Francia Thomas Henry (9)
Verona[169][170] Italia Eusebio Di Francesco (1ª-3ª)
Croazia Igor Tudor (4ª-38ª)
Camerun Adrien Tameze (37) Argentina Giovanni Simeone (16)

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 16 maggio 2022.[171]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Milan 83 37 25 8 4 66 31 +35
2. Inter 81 37 24 9 4 81 32 +49
3. Napoli 76 37 23 7 7 71 31 +40
4. Juventus 70 37 20 10 7 57 35 +22
5. Lazio 63 37 18 9 10 74 55 +19
6. Roma 60 37 17 9 11 56 43 +13
[172] 7. Fiorentina 59 37 18 5 14 57 51 +6
8. Atalanta 59 37 16 11 10 65 47 +18
9. Verona 52 37 14 10 13 62 56 +6
10. Torino 50 37 13 11 13 46 38 +8
11. Sassuolo 50 37 13 11 13 64 63 +1
12. Udinese 44 37 10 14 13 57 58 -1
13. Bologna 43 37 11 10 16 43 55 -12
14. Empoli 38 37 9 11 17 49 70 -21
15. Sampdoria 36 37 10 6 21 46 60 -14
16. Spezia 36 37 10 6 21 41 68 -27
17. Salernitana 31 37 7 10 20 33 74 -41
1downarrow red.svg 18. Cagliari 29 37 6 11 20 34 68 -34
1downarrow red.svg 19. Genoa 28 37 4 16 17 27 59 -32
1downarrow red.svg 20. Venezia 26 37 6 8 23 34 69 -35

Legenda:

      Campione d'Italia e ammessa alla fase a gironi della UEFA Champions League 2022-2023.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Champions League 2022-2023.
      Ammesse alla fase a gironi della UEFA Europa League 2022-2023.
      Ammessa agli spareggi della UEFA Europa Conference League 2022-2023 (salvo eccezioni in nota).
      Retrocesse in Serie B 2022-2023.

Regolamento:

Tre punti per la vittoria, uno per il pareggio, zero per la sconfitta.
In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti, la graduatoria finale verrà stilata secondo la classifica avulsa tra le squadre interessate che prevede, in ordine, i seguenti criteri:
  • Punti negli scontri diretti
  • Differenza reti negli scontri diretti
  • Differenza reti generale
  • Reti realizzate in generale
  • Sorteggio
A campionato in corso fra due o più squadre con eguale numero di punti sono vigenti i piazzamenti a pari merito. In tali casi le squadre sono riportate in classifica secondo un ordinamento grafico convenzionale; il quale prevede che:
  1. qualora non sussista la parità di incontri disputati, le squadre con un minor numero di partite giocate precedano nell'elencazione quelle con un maggior numero di partite giocate;
  2. a parità di incontri disputati, l'ordinamento rispecchi i parametri seguiti per stilare le classifiche avulse finali;
  3. se, dopo avere preso in considerazione i risultati di entrambi gli scontri diretti, la differenza reti generale e le reti realizzate in generale, nell'ordinamento grafico permanga una situazione di ex aequo, sia altresì utilizzato l'ordine alfabetico come ulteriore criterio convenzionale.[173]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 16 maggio 2022.

Ogni riga indica i risultati casalinghi della squadra segnata a inizio della riga, contro le squadre segnate colonna per colonna (che invece avranno giocato l'incontro in trasferta). Al contrario, leggendo la colonna di una squadra si avranno i risultati ottenuti dalla stessa in trasferta, contro le squadre segnate in ogni riga, che invece avranno giocato l'incontro in casa.

ATA BOL CAG EMP FIO GEN INT JUV LAZ MIL NAP ROM SAL SAM SAS SPE TOR UDI VEN VER
Atalanta –––– 0-0 1-2 - 1-2 0-0 0-0 1-1 2-2 2-3 1-3 1-4 1-1 4-0 2-1 5-2 4-4 1-1 4-0 1-2
Bologna 0-1 –––– 2-0 0-0 2-3 2-2 2-1 0-2 3-0 2-4 0-2 1-0 3-2 2-0 1-3 2-1 0-0 2-2 0-1 1-0
Cagliari 1-2 2-1 –––– 0-2 1-1 2-3 1-3 1-2 0-3 0-1 1-1 1-2 1-1 3-1 1-0 2-2 1-1 0-4 1-1 1-2
Empoli 1-4 4-2 1-1 –––– 2-1 2-2 0-2 2-3 1-3 2-4 3-2 2-4 1-1 0-3 1-5 0-0 1-3 3-1 1-2 1-1
Fiorentina 1-0 1-0 3-0 1-0 –––– 6-0 1-3 - 0-3 4-3 1-2 2-0 4-0 3-1 2-2 3-0 2-1 0-4 1-0 1-1
Genoa 0-0 - 1-0 0-0 1-2 –––– 0-0 2-1 1-4 0-3 1-2 0-2 1-1 1-3 2-2 0-1 1-0 0-0 0-0 3-3
Inter 2-2 6-1 4-0 4-2 1-1 4-0 –––– 1-1 2-1 1-2 3-2 3-1 5-0 - 0-2 2-0 1-0 2-0 2-1 2-0
Juventus 0-1 1-1 2-0 0-1 1-0 2-0 0-1 –––– 2-2 1-1 1-1 1-0 2-0 3-2 1-2 1-0 1-1 2-0 2-1 2-0
Lazio 0-0 3-0 2-2 3-3 1-0 3-1 3-1 0-2 –––– 1-2 1-2 3-2 3-0 2-0 2-1 6-1 1-1 4-4 1-0 -
Milan 2-0 0-0 4-1 1-0 1-0 2-0 1-1 0-0 2-0 –––– 0-1 3-1 2-0 1-0 1-3 1-2 1-0 1-1 2-0 3-2
Napoli 2-3 3-0 2-0 0-1 2-3 3-0 1-1 2-1 4-0 0-1 –––– 1-1 4-1 1-0 6-1 0-1 1-0 2-1 2-0 1-1
Roma 1-0 0-0 1-0 2-0 3-1 0-0 0-3 3-4 3-0 1-2 0-0 –––– 2-1 1-1 2-1 2-0 1-0 1-0 1-1 2-2
Salernitana 0-1 1-1 1-1 2-4 2-1 1-0 0-5 0-2 0-3 2-2 0-1 0-4 –––– 0-2 2-2 2-2 0-1 - 2-1 2-2
Sampdoria 1-3 1-2 1-2 2-0 4-1 1-0 2-2 1-3 1-3 0-1 0-4 0-1 1-2 –––– 4-0 2-1 1-2 3-3 1-1 3-1
Sassuolo 2-1 0-3 2-2 1-2 2-1 1-1 1-2 1-2 2-1 - 2-2 2-2 1-0 0-0 –––– 4-1 0-1 1-1 3-1 2-4
Spezia 1-3 0-1 2-0 1-1 1-2 1-1 1-3 2-3 3-4 1-2 - 0-1 2-1 1-0 2-2 –––– 1-0 0-1 1-0 1-2
Torino 1-2 2-1 1-2 2-2 4-0 3-2 1-1 0-1 1-1 0-0 0-1 - 4-0 3-0 1-1 2-1 –––– 2-1 1-2 1-0
Udinese 2-6 1-1 5-1 4-1 0-1 0-0 1-2 2-2 1-1 1-1 0-4 1-1 0-1 2-1 3-2 2-3 2-0 –––– 3-0 1-1
Venezia 1-3 4-3 - 1-1 1-0 1-1 0-2 1-1 1-3 0-3 0-2 3-2 1-2 0-2 1-4 1-2 1-1 1-2 –––– 3-4
Verona 1-2 2-1 0-0 2-1 1-1 1-0 1-3 2-1 4-1 1-3 1-2 3-2 1-2 1-1 2-3 4-0 0-1 4-0 3-1 ––––

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Il calendario è stato sorteggiato il 14 luglio 2021 a Milano nella sede della Lega Serie A.[174]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

1ª giornata
22 ago. Bologna-Salernitana 3-2
23 ago. Cagliari-Spezia 2-2
21 ago. Empoli-Lazio 1-3
Inter-Genoa 4-0
22 ago. Napoli-Venezia 2-0
Roma-Fiorentina 3-1
23 ago. Sampdoria-Milan 0-1
21 ago. Torino-Atalanta 1-2
22 ago. Udinese-Juventus 2-2
21 ago. Verona-Sassuolo 2-3
2ª giornata
28 ago. Atalanta-Bologna 0-0
Fiorentina-Torino 2-1
29 ago. Genoa-Napoli 1-2
28 ago. Juventus-Empoli 0-1
Lazio-Spezia 6-1
29 ago. Milan-Cagliari 4-1
Salernitana-Roma 0-4
Sassuolo-Sampdoria 0-0
27 ago. Udinese-Venezia 3-0
Verona-Inter 1-3


3ª giornata
11 set. Atalanta-Fiorentina 1-2
13 set. Bologna-Verona 1-0
12 set. Cagliari-Genoa 2-3
11 set. Empoli-Venezia 1-2
12 set. Milan-Lazio 2-0
11 set. Napoli-Juventus 2-1
12 set. Roma-Sassuolo 2-1
Sampdoria-Inter 2-2
Spezia-Udinese 0-1
Torino-Salernitana 4-0
4ª giornata
19 set. Empoli-Sampdoria 0-3
18 set. Genoa-Fiorentina 1-2
Inter-Bologna 6-1
19 set. Juventus-Milan 1-1
Lazio-Cagliari 2-2
18 set. Salernitana-Atalanta 0-1
17 set. Sassuolo-Torino 0-1
20 set. Udinese-Napoli 0-4
19 set. Venezia-Spezia 1-2
Verona-Roma 3-2


5ª giornata
21 set. Atalanta-Sassuolo 2-1
Bologna-Genoa 2-2
22 set. Cagliari-Empoli 0-2
21 set. Fiorentina-Inter 1-3
22 set. Milan-Venezia 2-0
23 set. Roma-Udinese 1-0
22 set. Salernitana-Verona 2-2
23 set. Sampdoria-Napoli 0-4
22 set. Spezia-Juventus 2-3
23 set. Torino-Lazio 1-1
6ª giornata
26 set. Empoli-Bologna 4-2
25 set. Genoa-Verona 3-3
Inter-Atalanta 2-2
26 set. Juventus-Sampdoria 3-2
Lazio-Roma 3-2
Napoli-Cagliari 2-0
Sassuolo-Salernitana 1-0
25 set. Spezia-Milan 1-2
26 set. Udinese-Fiorentina 0-1
27 set. Venezia-Torino 1-1


7ª giornata
3 ott. Atalanta-Milan 2-3
Bologna-Lazio 3-0
1º ott. Cagliari-Venezia 1-1
3 ott. Fiorentina-Napoli 1-2
Roma-Empoli 2-0
2 ott. Salernitana-Genoa 1-0
3 ott. Sampdoria-Udinese 3-3
2 ott. Sassuolo-Inter 1-2
Torino-Juventus 0-1
3 ott. Verona-Spezia 4-0
8ª giornata
17 ott. Cagliari-Sampdoria 3-1
Empoli-Atalanta 1-4
Genoa-Sassuolo 2-2
Juventus-Roma 1-0
16 ott. Lazio-Inter 3-1
Milan-Verona 3-2
17 ott. Napoli-Torino 1-0
16 ott. Spezia-Salernitana 2-1
17 ott. Udinese-Bologna 1-1
18 ott. Venezia-Fiorentina 1-0


9ª giornata
24 ott. Atalanta-Udinese 1-1
23 ott. Bologna-Milan 2-4
24 ott. Fiorentina-Cagliari 3-0
Inter-Juventus 1-1
Roma-Napoli 0-0
23 ott. Salernitana-Empoli 2-4
22 ott. Sampdoria-Spezia 2-1
23 ott. Sassuolo-Venezia 3-1
22 ott. Torino-Genoa 3-2
24 ott. Verona-Lazio 4-1
10ª giornata
27 ott. Cagliari-Roma 1-2
Empoli-Inter 0-2
Juventus-Sassuolo 1-2
Lazio-Fiorentina 1-0
26 ott. Milan-Torino 1-0
28 ott. Napoli-Bologna 3-0
27 ott. Sampdoria-Atalanta 1-3
26 ott. Spezia-Genoa 1-1
27 ott. Udinese-Verona 1-1
26 ott. Venezia-Salernitana 1-2


11ª giornata
30 ott. Atalanta-Lazio 2-2
1º nov. Bologna-Cagliari 2-0
31 ott. Fiorentina-Spezia 3-0
Genoa-Venezia 0-0
Inter-Udinese 2-0
Roma-Milan 1-2
Salernitana-Napoli 0-1
Sassuolo-Empoli 1-2
30 ott. Torino-Sampdoria 3-0
Verona-Juventus 2-1
12ª giornata
6 nov. Cagliari-Atalanta 1-2
5 nov. Empoli-Genoa 2-2
6 nov. Juventus-Fiorentina 1-0
7 nov. Lazio-Salernitana 3-0
Milan-Inter 1-1
Napoli-Verona 1-1
Sampdoria-Bologna 1-2
6 nov. Spezia-Torino 1-0
7 nov. Udinese-Sassuolo 3-2
Venezia-Roma 3-2


13ª giornata
20 nov. Atalanta-Spezia 5-2
21 nov. Bologna-Venezia 0-1
20 nov. Fiorentina-Milan 4-3
21 nov. Genoa-Roma 0-2
Inter-Napoli 3-2
20 nov. Lazio-Juventus 0-2
21 nov. Salernitana-Sampdoria 0-2
Sassuolo-Cagliari 2-2
22 nov. Torino-Udinese 2-1
Verona-Empoli 2-1
14ª giornata
26 nov. Cagliari-Salernitana 1-1
27 nov. Empoli-Fiorentina 2-1
Juventus-Atalanta 0-1
28 nov. Milan-Sassuolo 1-3
Napoli-Lazio 4-0
Roma-Torino 1-0
27 nov. Sampdoria-Verona 3-1
28 nov. Spezia-Bologna 0-1
Udinese-Genoa 0-0
27 nov. Venezia-Inter 0-2


15ª giornata
30 nov. Atalanta-Venezia 4-0
1º dic. Bologna-Roma 1-0
30 nov. Fiorentina-Sampdoria 3-1
1º dic. Genoa-Milan 0-3
Inter-Spezia 2-0
2 dic. Lazio-Udinese 4-4
30 nov. Salernitana-Juventus 0-2
1º dic. Sassuolo-Napoli 2-2
2 dic. Torino-Empoli 2-2
30 nov. Verona-Cagliari 0-0
16ª giornata
5 dic. Bologna-Fiorentina 2-3
6 dic. Cagliari-Torino 1-1
Empoli-Udinese 3-1
5 dic. Juventus-Genoa 2-0
4 dic. Milan-Salernitana 2-0
Napoli-Atalanta 2-3
Roma-Inter 0-3
5 dic. Sampdoria-Lazio 1-3
Spezia-Sassuolo 2-2
Venezia-Verona 3-4


17ª giornata
11 dic. Fiorentina-Salernitana 4-0
10 dic. Genoa-Sampdoria 1-3
12 dic. Inter-Cagliari 4-0
Napoli-Empoli 0-1
13 dic. Roma-Spezia 2-0
12 dic. Sassuolo-Lazio 2-1
Torino-Bologna 2-1
11 dic. Udinese-Milan 1-1
Venezia-Juventus 1-1
12 dic. Verona-Atalanta 1-2
18ª giornata
18 dic. Atalanta-Roma 1-4
Bologna-Juventus 0-2
Cagliari-Udinese 0-4
19 dic. Fiorentina-Sassuolo 2-2
17 dic. Lazio-Genoa 3-1
19 dic. Milan-Napoli 0-1
17 dic. Salernitana-Inter 0-5
19 dic. Sampdoria-Venezia 1-1
Spezia-Empoli 1-1
Torino-Verona 1-0


19ª giornata
22 dic. Empoli-Milan 2-4
21 dic. Genoa-Atalanta 0-0
22 dic. Inter-Torino 1-0
21 dic. Juventus-Cagliari 2-0
22 dic. Napoli-Spezia 0-1
Roma-Sampdoria 1-1
Sassuolo-Bologna 0-3
20 apr. Udinese-Salernitana[175] 0-1
22 dic. Venezia-Lazio 1-3
Verona-Fiorentina 1-1

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

20ª giornata
27 apr. Atalanta-Torino[176] 4-4
Bologna-Inter[177] 2-1
Fiorentina-Udinese[178] 0-4
6 gen. Juventus-Napoli 1-1
Lazio-Empoli 3-3
Milan-Roma 3-1
5 mag. Salernitana-Venezia[179] 2-1
6 gen. Sampdoria-Cagliari 1-2
Sassuolo-Genoa 1-1
Spezia-Verona 1-2
21ª giornata
11 gen. Cagliari-Bologna[180] 2-1
9 gen. Empoli-Sassuolo 1-5
Genoa-Spezia 0-1
Inter-Lazio 2-1
Napoli-Sampdoria 1-0
Roma-Juventus 3-4
10 gen. Torino-Fiorentina[181] 4-0
9 gen. Udinese-Atalanta[182] 2-6
Venezia-Milan 0-3
Verona-Salernitana 1-2


22ª giornata
16 gen. Atalanta-Inter 0-0
17 gen. Bologna-Napoli[183] 0-2
Fiorentina-Genoa 6-0
15 gen. Juventus-Udinese 2-0
17 gen. Milan-Spezia 1-2
16 gen. Roma-Cagliari 1-0
15 gen. Salernitana-Lazio 0-3
Sampdoria-Torino 1-2
16 gen. Sassuolo-Verona 2-4
Venezia-Empoli 1-1
23ª giornata
23 gen. Cagliari-Fiorentina 1-1
Empoli-Roma 2-4
22 gen. Genoa-Udinese 0-0
Inter-Venezia 2-1
Lazio-Atalanta 0-0
23 gen. Milan-Juventus 0-0
Napoli-Salernitana 4-1
Spezia-Sampdoria 1-0
Torino-Sassuolo 1-1
21 gen. Verona-Bologna 2-1


24ª giornata
6 feb. Atalanta-Cagliari 1-2
Bologna-Empoli 0-0
5 feb. Fiorentina-Lazio 0-3
Inter-Milan 1-2
6 feb. Juventus-Verona 2-0
5 feb. Roma-Genoa 0-0
7 feb. Salernitana-Spezia 2-2
6 feb. Sampdoria-Sassuolo 4-0
Udinese-Torino 2-0
Venezia-Napoli 0-2
25ª giornata
13 feb. Atalanta-Juventus 1-1
Empoli-Cagliari 1-1
Genoa-Salernitana 1-1
12 feb. Lazio-Bologna 3-0
13 feb. Milan-Sampdoria 1-0
12 feb. Napoli-Inter 1-1
13 feb. Sassuolo-Roma 2-2
14 feb. Spezia-Fiorentina 1-2
12 feb. Torino-Venezia 1-2
13 feb. Verona-Udinese 4-0


26ª giornata
21 feb. Bologna-Spezia 2-1
Cagliari-Napoli 1-1
20 feb. Fiorentina-Atalanta 1-0
Inter-Sassuolo 0-2
18 feb. Juventus-Torino 1-1
19 feb. Roma-Verona 2-2
Salernitana-Milan 2-2
Sampdoria-Empoli 2-0
20 feb. Udinese-Lazio 1-1
Venezia-Genoa 1-1
27ª giornata[184]
28 feb. Atalanta-Sampdoria 4-0
26 feb. Empoli-Juventus 2-3
25 feb. Genoa-Inter 0-0
27 feb. Lazio-Napoli 1-2
25 feb. Milan-Udinese 1-1
26 feb. Salernitana-Bologna 1-1
Sassuolo-Fiorentina 2-1
27 feb. Spezia-Roma 0-1
Torino-Cagliari 1-2
Verona-Venezia 3-1


28ª giornata
6 mar. Bologna-Torino 0-0
5 mar. Cagliari-Lazio 0-3
6 mar. Fiorentina-Verona 1-1
Genoa-Empoli 0-0
4 mar. Inter-Salernitana 5-0
6 mar. Juventus-Spezia 1-0
Napoli-Milan 0-1
5 mar. Roma-Atalanta 1-0
Udinese-Sampdoria 2-1
6 mar. Venezia-Sassuolo 1-4
29ª giornata
13 mar. Atalanta-Genoa 0-0
Fiorentina-Bologna 1-0
14 mar. Lazio-Venezia 1-0
12 mar. Milan-Empoli 1-0
Salernitana-Sassuolo 2-2
Sampdoria-Juventus 1-3
Spezia-Cagliari 2-0
13 mar. Torino-Inter 1-1
Udinese-Roma 1-1
Verona-Napoli 1-2


30ª giornata
20 mar. Bologna-Atalanta 0-1
19 mar. Cagliari-Milan 0-1
20 mar. Empoli-Verona 1-1
18 mar. Genoa-Torino 1-0
19 mar. Inter-Fiorentina 1-1
20 mar. Juventus-Salernitana 2-0
19 mar. Napoli-Udinese 2-1
20 mar. Roma-Lazio 3-0
18 mar. Sassuolo-Spezia 4-1
20 mar. Venezia-Sampdoria 0-2
31ª giornata
3 apr. Atalanta-Napoli 1-3
Fiorentina-Empoli 1-0
Juventus-Inter 0-1
2 apr. Lazio-Sassuolo 2-1
4 apr. Milan-Bologna 0-0
2 apr. Salernitana-Torino 0-1
3 apr. Sampdoria-Roma 0-1
2 apr. Spezia-Venezia 1-0
3 apr. Udinese-Cagliari 5-1
4 apr. Verona-Genoa 1-0


32ª giornata
11 apr. Bologna-Sampdoria 2-0
9 apr. Cagliari-Juventus 1-2
Empoli-Spezia 0-0
10 apr. Genoa-Lazio 1-4
9 apr. Inter-Verona 2-0
10 apr. Napoli-Fiorentina 2-3
Roma-Salernitana 2-1
Sassuolo-Atalanta 2-1
Torino-Milan 0-0
Venezia-Udinese 1-2
33ª giornata
18 apr. Atalanta-Verona 1-2
16 apr. Cagliari-Sassuolo 1-0
Fiorentina-Venezia 1-0
Juventus-Bologna 1-1
Lazio-Torino 1-1
15 apr. Milan-Genoa 2-0
18 apr. Napoli-Roma 1-1
16 apr. Sampdoria-Salernitana 1-2
15 apr. Spezia-Inter 1-3
16 apr. Udinese-Empoli 4-1


34ª giornata
24 apr. Bologna-Udinese 2-2
Empoli-Napoli 3-2
Genoa-Cagliari 1-0
23 apr. Inter-Roma 3-1
24 apr. Lazio-Milan 1-2
Salernitana-Fiorentina 2-1
25 apr. Sassuolo-Juventus 1-2
23 apr. Torino-Spezia 2-1
Venezia-Atalanta 1-3
Verona-Sampdoria 1-1
35ª giornata
2 mag. Atalanta-Salernitana 1-1
30 apr. Cagliari-Verona 1-2
1º mag. Empoli-Torino 1-3
Juventus-Venezia 2-1
Milan-Fiorentina 1-0
30 apr. Napoli-Sassuolo 6-1
1º mag. Roma-Bologna 0-0
30 apr. Sampdoria-Genoa 1-0
Spezia-Lazio 3-4
1º mag. Udinese-Inter 1-2


36ª giornata
9 mag. Fiorentina-Roma 2-0
6 mag. Genoa-Juventus 2-1
Inter-Empoli 4-2
7 mag. Lazio-Sampdoria 2-0
8 mag. Salernitana-Cagliari 1-1
7 mag. Sassuolo-Udinese 1-1
8 mag. Spezia-Atalanta 1-3
7 mag. Torino-Napoli 0-1
8 mag. Venezia-Bologna 4-3
Verona-Milan 1-3
37ª giornata
15 mag. Bologna-Sassuolo 1-3
Cagliari-Inter 1-3
14 mag. Empoli-Salernitana 1-1
16 mag. Juventus-Lazio 2-2
15 mag. Milan-Atalanta 2-0
Napoli-Genoa 3-0
14 mag. Roma-Venezia 1-1
16 mag. Sampdoria-Fiorentina 4-1
14 mag. Udinese-Spezia 2-3
Verona-Torino 0-1


38ª giornata
21 mag. Atalanta-Empoli 20:45
Fiorentina-Juventus 20:45
Genoa-Bologna 17:15
22 mag. Inter-Sampdoria 18:00
21 mag. Lazio-Verona 20:45
22 mag. Salernitana-Udinese 21:00
Sassuolo-Milan 18:00
Spezia-Napoli 12:30
20 mag. Torino-Roma 20:45
22 mag. Venezia-Cagliari 21:00

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Squadre[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
NapoliInterMilan
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª 19ª 20ª 21ª 22ª 23ª 24ª 25ª 26ª 27ª 28ª 29ª 30ª 31ª 32ª 33ª 34ª 35ª 36ª 37ª 38ª
Atalanta 3 4 4 7 10 11 11 14 15 18 19 22 25 28 31 34 37 37 38 38* 41 42 43 43 44 44 47 47 48 51 51 51 51 54 56* 59 59
Bologna 3 4 7 7 8 8 11 12 12 12 15 18 18 21 24 24 24 24 27 27* 27 27 27 28 28 31 32 33 33 33 34 37 38 39 43* 43 43
Cagliari 1 1 1 2 2 2 3 6 6 6 6 6 7 8 9 10 10 10 10 13 16 16 17 20 21 22 25 25 25 25 25 25 28 28 28 29 29
Empoli 0 3 3 3 6 9 9 9 12 12 15 16 16 19 20 23 26 27 27 28 28 29 29 30 31 31 31 32 32 33 33 34 34 37 37 37 38
Fiorentina 0 3 6 9 9 12 12 12 15 15 18 18 21 21 24 27 30 31 32 32 32 35 36 36 39 42 42 43 46 47 50 53 56 56 56 59 59
Genoa 0 0 3 3 4 5 5 6 6 7 8 9 9 10 10 10 10 10 11 12 12 12 13 14 15 16 17 18 19 22 22 22 22 25 25 28 28
Inter 3 6 7 10 13 14 17 17 18 21 24 25 28 31 34 37 40 43 46 46 49 50 53 53 54 54 55 58 59 60 63 66 69 72 75 78 81
Juventus 1 1 1 2 5 8 11 14 15 15 15 18 21 21 24 27 28 31 34 35 38 41 42 45 46 47 50 53 56 59 59 62 63 66 69 69 70
Lazio 3 6 6 7 8 11 11 14 14 17 18 21 21 21 22 25 25 28 31 32 32 35 36 39 42 43 43 46 49 49 52 55 56 56 59 62 63
Milan 3 6 9 10 13 16 19 22 25 28 31 32 32 32 35 38 39 39 42 45 48 48 49 52 55 56 57 60 63 66 67 68 71 74 77 80 83
Napoli 3 6 9 12 15 18 21 24 25 28 31 32 32 35 36 36 36 39 39 40 43 46 49 52 53 54 57 57 60 63 66 66 67 67 70 73 76
Roma 3 6 9 9 12 12 15 15 16 19 19 19 22 25 25 25 28 31 32 32 32 35 38 39 40 41 44 47 48 51 54 57 58 58 59 59 60
Salernitana 0 0 0 0 1 1 4 4 4 7 7 7 7 8 8 8 8 8 8* 8* 11 11 11 12 13 14 15 15 16 16 16 16 19 25* 26 30* 31
Sampdoria 0 1 2 5 5 5 6 6 9 9 9 9 12 15 15 15 18 19 20 20 20 20 20 23 23 26 26 26 26 29 29 29 29 30 33 33 36
Sassuolo 3 4 4 4 4 7 7 8 11 14 14 14 15 18 19 20 23 24 24 25 28 28 29 29 30 33 36 39 40 43 43 46 46 46 46 47 50
Spezia 1 1 1 4 4 4 4 7 7 8 8 11 11 11 11 12 12 13 16 16 19 22 25 26 26 26 26 26 29 29 32 33 33 33 33 33 36
Torino 0 0 3 6 7 8 8 8 11 11 14 14 17 17 18 19 22 25 25 25* 28 31 32 32 32 33 33 34 35 35 38 39 40 43 47* 47 50
Udinese 1 4 7 7 7 7 8 9 10 11 11 14 14 15 16 16 17 20 20 20* 20 20 21 24 24 25 26 29 30 30 33 36 39 40 43* 44 44
Venezia 0 0 3 3 3 4 5 8 8 8 9 12 15 15 15 15 16 17 17 17 17 18 18 18 21 22 22 22 22 22 22 22 22 22 22 25 26
Verona 0 0 0 3 4 5 8 8 11 12 15 16 19 19 20 23 23 23 24 27 27 30 33 33 36 37 40 41 41 42 45 45 48 49 52 52 52

NOTA: l'asterisco indica che l'incontro è stato rinviato o sospeso ed è presente sia in corrispondenza del turno rinviato sia in corrispondenza del turno immediatamente successivo al recupero: esso serve a segnalare che, nella stessa giornata successiva al recupero, la formazione vincente dispone di un punteggio maggiore. L'asterisco non compare con la squadra che esce sconfitta dal recupero (né in corrispondenza del rinvio, né per il recupero stesso), invece è da usare con entrambe le squadre se il recupero termina con un pareggio: in caso di pareggio o vittoria nella partita del recupero, può comportare un incremento potenziale "anomalo" (cioè di 2 punti o superiore ai 3 punti) nella giornata seguente dove il punteggio terrà conto di entrambe le partite (quella recuperata nel turno precedente e quella regolarmente giocata nel turno successivo: pareggio-pareggio = 2 punti; pareggio-vittoria o vittoria-pareggio = 4 punti; vittoria-vittoria = 6 punti).

Classifiche di rendimento[modifica | modifica wikitesto]

Rendimento andata-ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 16 maggio 2022.

Andata Ritorno
Inter 46 Milan 41
Milan 42 Napoli 37
Napoli 39 Juventus 36
Atalanta 38 Inter 35
Juventus 34 Lazio 32
Roma 32 Verona 28
Fiorentina 32 Roma 28
Lazio 31 Fiorentina 27
Empoli 27 Sassuolo 26
Bologna 27 Torino 25
Torino 25 Udinese 24
Sassuolo 24 Atalanta 21
Verona 24 Spezia 20
Udinese 20 Salernitana 20
Sampdoria 20 Cagliari 19
Venezia 17 Genoa 17
Spezia 16 Bologna 16
Salernitana 11 Sampdoria 16
Genoa 11 Empoli 11
Cagliari 10 Venezia 9
Rendimento casa-trasferta[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornato al 16 maggio 2022.

Casa Trasferta
Inter 42 Milan 43
Milan 40 Napoli 40
Fiorentina 38 Inter 39
Napoli 36 Atalanta 39
Roma 36 Juventus 35
Lazio 35 Lazio 28
Juventus 35 Sassuolo 26
Verona 30 Roma 24
Torino 29 Verona 22
Bologna 28 Empoli 21
Udinese 25 Torino 21
Sassuolo 24 Fiorentina 21
Sampdoria 21 Udinese 19
Atalanta 20 Spezia 18
Spezia 18 Bologna 16
Genoa 17 Salernitana 16
Empoli 17 Sampdoria 15
Salernitana 15 Cagliari 14
Cagliari 15 Venezia 13
Venezia 13 Genoa 11

Primati stagionali[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornati al 16 maggio 2022.

Squadre

  • Maggior numero di vittorie: Milan (25)
  • Maggior numero di pareggi: Genoa (16)
  • Maggior numero di sconfitte: Venezia (23)
  • Minor numero di vittorie: Genoa (4)
  • Minor numero di pareggi: Fiorentina (5)
  • Minor numero di sconfitte: Inter e Milan (4)
  • Miglior attacco: Inter (81 gol fatti)
  • Peggior attacco: Genoa (27 gol fatti)
  • Miglior difesa: Milan e Napoli (31 gol subiti)
  • Peggior difesa: Salernitana (74 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Inter (+49)
  • Peggior differenza reti: Salernitana (-41)
  • Miglior serie positiva: Juventus (16, 15ª-30ª giornata)
  • Peggior serie negativa: Venezia (10, 27ª-35ª e 20ª giornata)
  • Maggior numero di vittorie consecutive: Napoli (8, 1ª-8ª giornata) e Inter (8, 13ª-21ª giornata, esclusa la 20ª)

Partite

  • Partite con più gol: Lazio-Udinese 4-4 (8, 15ª giornata), Atalanta-Torino 4-4 (8, 20ª giornata) e Udinese-Atalanta 2-6 (8, 21ª giornata)
  • Pareggio con più gol: Lazio-Udinese 4-4 (8, 15ª giornata) e Atalanta-Torino 4-4 (8, 20ª giornata)
  • Maggior scarto di gol: Fiorentina-Genoa 6-0 (6, 22ª giornata)
  • Maggior numero di reti in una giornata: 39 (21ª giornata)
  • Minor numero di reti in una giornata: 19 (31ª giornata)
  • Maggior numero di espulsioni in una giornata: 7 (1ª e 24ª giornata)
  • Maggior numero di pareggi in una giornata: 6 (26ª giornata)

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 16 maggio 2022.[185]

Gol Rigori Giocatore Squadra
27 7 Italia Ciro Immobile Lazio
24 5 Serbia Dušan Vlahović Fiorentina (17), Juventus (7)
21 3 Argentina Lautaro Martínez Inter
16 1 Italia Gianluca Scamacca Sassuolo
16 Argentina Giovanni Simeone Verona
15 6 Italia Domenico Berardi Sassuolo
15 2 Inghilterra Tammy Abraham Roma
14 Nigeria Victor Osimhen Napoli
14 2 Austria Marko Arnautović Bologna
13 Bosnia ed Erzegovina Edin Džeko Inter
13 3 Italia João Pedro Cagliari
13 Croazia Mario Pašalić Atalanta
13 4 Italia Andrea Pinamonti Empoli
12 1 Spagna Gerard Deulofeu Udinese
12 2 Italia Gianluca Caprari Verona

MVP del mese[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A Player of the Month.

Di seguito i vincitori.[186]

Mese Giocatore Squadra
Settembre Senegal Kalidou Koulibaly Napoli
Ottobre Argentina Giovanni Simeone Verona
Novembre Turchia Hakan Çalhanoğlu Inter
Dicembre Serbia Dušan Vlahović Fiorentina
Gennaio Italia Giacomo Raspadori Sassuolo
Febbraio Ucraina Ruslan Malinovs'kyj Atalanta
Marzo Nigeria Victor Osimhen Napoli
Aprile Croazia Marcelo Brozović Inter
Maggio

MVC del mese[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito i vincitori.[187]

Mese Allenatore Squadra
Settembre Italia Luciano Spalletti Napoli
Ottobre Italia Stefano Pioli Milan
Novembre Italia Gian Piero Gasperini Atalanta
Dicembre Italia Simone Inzaghi Inter
Gennaio Italia Thiago Motta Spezia
Febbraio Italia Luciano Spalletti Napoli
Marzo Italia Stefano Pioli Milan
Aprile Serbia Siniša Mihajlović Bologna
Maggio

Gol del mese[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito i vincitori.[188]

Mese Giocatore Squadra
Settembre Italia Lorenzo Pellegrini Roma
Ottobre Italia Antonio Candreva Sampdoria
Novembre Senegal Keita Cagliari
Dicembre Colombia Juan Cuadrado Juventus
Gennaio Italia Lorenzo Pellegrini Roma
Febbraio Ucraina Ruslan Malinovs'kyj Atalanta
Marzo Italia Lorenzo Pellegrini Roma
Aprile Croazia Ivan Perišić Inter
Maggio
Giugno

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Comunicato ufficiale n. 2 (PDF), su legaseriea.it, 12 luglio 2021.
  2. ^ 5 sostituzioni a partita, l'Ifab estende la deroga fino al 31 dicembre 2022, su gazzetta.it, 28 maggio 2021.
  3. ^ Criteri di compilazione calendario Serie A TIM 2021/2022, su legaseriea.it, 14 luglio 2021.
  4. ^ a b Comunicato ufficiale n. 5 (PDF), su legaseriea.it, 14 luglio 2021. URL consultato il 27 luglio 2021.
  5. ^ a b Comunicato ufficiale n. 8 (PDF), su legaseriea.it, 19 luglio 2021.
  6. ^ Comunicato ufficiale n. 34 (PDF), su legaseriea.it, 1º settembre 2021.
  7. ^ Il calcio italiano scende in campo per la pace, su legaseriea.it, 25 febbraio 2022. URL consultato il 25 febbraio 2022.
  8. ^ Comunicato ufficiale n. 220 (PDF), su legaseriea.it, 21 marzo 2021.
  9. ^ Comunicato ufficiale n. 285 (PDF), su legaseriea.it, 16 maggio 2022. URL consultato il 16 maggio 2022.
  10. ^ a b Dzeko all'Inter, c'è anche l'ufficialità. La Roma: "Ha deciso di proseguire altrove", su corrieredellosport.it, 14 agosto 2021.
  11. ^ Ufficiale l'addio tra l'Inter e Conte. "Resterà per sempre nella storia del club", su gazzetta.it, 26 maggio 2021.
  12. ^ Conte non è più l’allenatore dell'Inter: risolto il contratto, 7 milioni di buonuscita. Allegri e Simone Inzaghi possibili sostituti, su corriere.it, 26 maggio 2021.
  13. ^ Inzaghi-Inter, è ufficiale: 5 ore di visita ad Appiano. Poi la cena con Zhang. Ecco lo staff, su gazzetta.it, 3 giugno 2021.
  14. ^ Psg, ecco Hakimi: all'Inter 60 milioni più 11 di bonus, su gazzetta.it, 6 luglio 2021.
  15. ^ Il Chelsea: Lukaku fino al 2026. "Il club giusto per le mie ambizioni". L'Inter: grazie e auguri, su gazzetta.it, 12 agosto 2021. URL consultato il 12 agosto 2021.
  16. ^ Inter, Lukaku cessione e plusvalenza record del club, su calcioefinanza.it, 13 agosto 2021. URL consultato il 13 agosto 2021.
  17. ^ Dumfries all’Inter, ufficiale: contratto fino al 2025, su corrieredellosport.it, 14 agosto 2021.
  18. ^ L'Inter annuncia Calhanoglu: è ufficiale, su corrieredellosport.it, 22 giugno 2021.
  19. ^ Ufficiale: Ronaldo va al Manchester United, su tuttosport.com, 27 agosto 2021.
  20. ^ Ronaldo al Manchester United, è ufficiale: la Juve rivela le cifre, su corrieredellosport.it, 31 agosto 2021.
  21. ^ Kean torna alla Juve, è ufficiale: prestito con obbligo di riscatto, su corrieredellosport.it, 31 agosto 2021.
  22. ^ La Juve saluta Pirlo: "Buona fortuna mister", su tuttosport.com, 28 maggio 2021.
  23. ^ Allegri torna alla Juve: ecco l'annuncio ufficiale, su tuttosport.com, 28 maggio 2021.
  24. ^ Juve, ufficiale Locatelli: tutte le cifre dell'affare, su corrieredellosport.it, 18 agosto 2021.
  25. ^ Juve, ufficiale: arriva Kaio Jorge dal Santos, su corrieredellosport.it, 17 agosto 2021.
  26. ^ Juve, il saluto a Buffon: "Un grazie non sarà mai abbastanza", su tuttosport.com, 24 maggio 2021.
  27. ^ a b Calciomercato Juve, ufficiale Demiral all'Atalanta, su corrieredellosport.it, 6 agosto 2021.
  28. ^ «Gigio Donnarumma-Milan, le strade si dividono», Maldini sancisce l'addio, su corriere.it, 26 maggio 2021.
  29. ^ Donnarumma al Psg fino al 2026: è ufficiale, su corrieredellosport.it, 14 luglio 2021.
  30. ^ Milan, Maignan è ufficiale: ha firmato fino al 2026, su gazzetta.it, 27 maggio 2021.
  31. ^ Giroud ufficiale al Milan: il comunicato, su tuttosport.com, 17 luglio 2021.
  32. ^ Milan, depositato il contratto di Messias, su tuttosport.com, 31 agosto 2021.
  33. ^ Milan, il lieto fine ora è ufficiale: riscattato Tomori per 28 milioni!, su gazzetta.it, 16 giugno 2021.
  34. ^ Riecco Tonali: "Milan, ora sono pronto per una stagione ad alto livello", su gazzetta.it, 8 luglio 2021.
  35. ^ Florenzi ufficiale al Milan: ha scelto la numero 25, su tuttosport.com, 21 agosto 2021.
  36. ^ a b Roma, clamoroso annuncio: preso Mourinho!, su corrieredellosport.it, 4 maggio 2021.
  37. ^ Calciomercato Atalanta, ufficiale Gollini al Tottenham, su corrieredellosport.it, 24 luglio 2021.
  38. ^ Romero va al Tottenham e... trova Gollini: "Welcome Cuti!", su corrieredellosport.it, 6 agosto 2021.
  39. ^ Calciomercato Atalanta, ufficiale l'arrivo di Musso, su corrieredellosport.it, 2 luglio 2021.
  40. ^ Atalanta, è ufficiale: Zappacosta a titolo definitivo, su tuttosport.com, 24 agosto 2021.
  41. ^ Atalanta, ufficiale: preso Koopmeiners a titolo definitivo, su tuttosport.com, 30 agosto 2021.
  42. ^ Ufficiale, Gattuso via dal Napoli: l'annuncio di De Laurentiis, su corrieredellosport.it, 23 maggio 2021.
  43. ^ Spalletti al Napoli, è ufficiale: il tweet di De Laurentiis, su corrieredellosport.it, 29 maggio 2021.
  44. ^ Napoli, ufficiale Anguissa: il comunicato del club, su corrieredellosport.it, 31 agosto 2021.
  45. ^ Lazio, Sarri è il nuovo allenatore: è ufficiale!, su corrieredellosport.it, 9 giugno 2021.
  46. ^ Roma, ufficiale Abraham: "Un grande onore la numero 9", su tuttosport.com, 17 agosto 2021.
  47. ^ Roma, Shomurodov ha firmato: "Farò di tutto per meritare questa maglia", su corrieredellosport.it, 2 agosto 2021.
  48. ^ Roma, Rui Patricio è ufficiale: "Che sfida, Mou il migliore", su gazzetta.it, 13 luglio 2021.
  49. ^ Roma, ufficiale l'acquisto di Viña: "Un sogno che si realizza", su corrieredellosport.it, 8 agosto 2021.
  50. ^ Roma, ufficiale la cessione di Pau Lopez: le cifre, su corrieredellosport.it, 17 luglio 2021.
  51. ^ Pedro dalla Roma alla Lazio. Ora è ufficiale: avrà la '9', su gazzetta.it, 19 agosto 2021.
  52. ^ Lazio, ufficializzati i colpi Felipe Anderson, Romero e Hysaj, su corrieredellosport.it, 19 agosto 2021.
  53. ^ Zaccagni alla Lazio, è ufficiale: il comunicato, su corrieredellosport.it, 31 agosto 2021.
  54. ^ Genoa scatenato: ufficiali Caicedo, Maksimovic e Touré, su corrieredellosport.it, 31 agosto 2021.
  55. ^ Fiorentina, ufficiale Italiano. Ira Spezia: "Senza rispetto". E Borja Valero lascia il calcio, su gazzetta.it, 30 giugno 2021.
  56. ^ Ufficiale: Nico Gonzalez alla Fiorentina. L'annuncio è originale, su corrieredellosport.it, 23 giugno 2021.
  57. ^ Calciomercato Fiorentina, ufficiale: preso Torreira dall'Arsenal, su corrieredellosport.it, 25 agosto 2021.
  58. ^ Calciomercato Fiorentina, ufficiale: preso Odriozola, su corrieredellosport.it, 28 agosto 2021.
  59. ^ Calciomercato Fiorentina, Ribery saluta, su corrieredellosport.it, 1º luglio 2021.
  60. ^ Calciomercato Salernitana: Ribery è ufficiale, su corrieredellosport.it, 6 settembre 2021.
  61. ^ Sassuolo, ufficiale: Dionisi in panchina fino al 2023, su tuttosport.com, 16 giugno 2021.
  62. ^ Juric è il nuovo allenatore del Torino: è ufficiale, su tuttosport.com, 28 maggio 2021.
  63. ^ Sampdoria, ora è ufficiale: preso Caputo, su tuttosport.com, 31 agosto 2021.
  64. ^ Sampdoria, ufficiale D'Aversa: contratto fino al 2023, su corrieredellosport.it, 4 luglio 2021.
  65. ^ Calciomercato Bologna, ufficiale l'arrivo di Arnautovic, su tuttosport.com, 1º agosto 2021.
  66. ^ Juve, le cifre dell'affare Vlahovic: il comunicato ufficiale, su corrieredellosport.it, 28 gennaio 2022.
  67. ^ Ufficiale, Zakaria dal Borussia M. alla Juve: affare da 8,6 milioni, su tuttosport.com, 31 gennaio 2022.
  68. ^ Kulusevski-Bentancur ufficiali al Tottenham: ecco le cifre dell'affare. Ramsey ai Rangers: l’annuncio, su gazzetta.it, 31 gennaio 2022.
  69. ^ Inter, è ufficiale: preso Gosens. "Spero di fare tanti gol, ho già detto le mie idee a Inzaghi", su gazzetta.it, 27 gennaio 2022.
  70. ^ Caicedo: "Inzaghi ha fatto di tutto per portarmi all'Inter. Fiero di essere il primo ecuadoriano", su gazzetta.it, 29 gennaio 2022.
  71. ^ Sensi in prestito dall'Inter alla Sampdoria: è ufficiale, su corrieredellosport.it, 28 gennaio 2022.
  72. ^ Boga saluta il Sassuolo e va all'Atalanta: prestito con obbligo di riscatto, su corrieredellosport.it, 24 gennaio 2022.
  73. ^ Roma, ufficiale Sergio Oliveira: "Aiuterò la squadra, le cose andranno meglio", su corrieredellosport.it, 12 gennaio 2022.
  74. ^ Roma, ufficiale Maitland-Niles: "Voglio dare il mio contributo". Ok per la Juve, su corrieredellosport.it, 8 gennaio 2022.
  75. ^ Lazio, Kamenovic è ufficiale: depositato il contratto, su corrieredellosport.it, 31 gennaio 2022.
  76. ^ Chiuso il mercato invernale, Cabral-Lazio ultimo colpo, su ansa.it, 31 gennaio 2022.
  77. ^ Calciomercato Fiorentina, ufficiale Cabral: vestirà la maglia numero 9, su corrieredellosport.it, 29 gennaio 2022.
  78. ^ Ikoné si presenta: "Ho scelto la Fiorentina per rilanciarmi", su corrieredellosport.it, 4 gennaio 2022.
  79. ^ Fiorentina, Piatek è ufficiale: vestirà la maglia numero 19, su corrieredellosport.it, 8 gennaio 2022.
  80. ^ Ufficiale, Tuanzebe al Napoli dal Manchester United, su corrieredellosport.it, 7 gennaio 2022.
  81. ^ Pellegri lascia il Milan e va al Torino: “Qui mi sento a casa”, su corrieredellosport.it, 27 gennaio 2022.
  82. ^ Salernitana, ora sarà il campo a parlare, su corrieredellosport.it, 3 febbraio 2022.
  83. ^ Genoa, per Blessin Roma nel mirino coi nuovi acquisti, su corrieredellosport.it, 1º febbraio 2022.
  84. ^ Cagliari, la rivoluzione parte da Lovato e Goldaniga, su corrieredellosport.it, 27 dicembre 2021.
  85. ^ Venezia, ufficiale il colpo Nani, su tuttosport.com, 14 gennaio 2022.
  86. ^ Calciomercato Bologna: ufficiale l'ingaggio di Aebischer, su corrieredellosport.it, 25 gennaio 2022.
  87. ^ Bologna Fc mercato gennaio, arriva Denso Kasius, su ilrestodelcarlino.it, 29 gennaio 2022.
  88. ^ Sampdoria, Giampaolo abbraccia Supryaga, su corrieredellosport.it, 2 febbraio 2022.
  89. ^ Serie A, l'Inter di Inzaghi è campione d'inverno: statistiche e precedenti, su tuttosport.com, 19 dicembre 2021.
  90. ^ I meriti di Spalletti nel primo posto del Napoli, su rivistaundici.com, 21 settembre 2021.
  91. ^ Inter, l’attacco è sempre atomico. Sospiro di sollievo per il Tucu, su gazzetta.it, 19 settembre 2021.
  92. ^ La miglior difesa (col dubbio Maignan) e una da ritrovare: Juve e Milan, chi chiude la porta?, su gazzetta.it, 19 settembre 2021.
  93. ^ Zero vittorie nelle prime quattro: Juve, ti è già successo. E non è finita mai bene..., su gazzetta.it, 20 settembre 2021.
  94. ^ Serie A, gli allenatori sono già “costati” 23 milioni, su calcioefinanza.it, 19 settembre 2021.
  95. ^ Roma-Napoli, mille partite in una ma finisce senza reti. E il Milan raggiunge Spalletti, su gazzetta.it, 24 ottobre 2021.
  96. ^ Morata illude la Juve, Rebic la ricaccia a -8: Milan primo con l'Inter, su gazzetta.it, 19 settembre 2021.
  97. ^ La Juve centra il poker con la Roma. Kean il match winner, Veretout sbaglia un rigore, su gazzetta.it, 17 ottobre 2021.
  98. ^ La Juve agguanta l'Inter con un rigore nel finale: pari e vetta lontana per entrambe, su gazzetta.it, 24 ottobre 2021.
  99. ^ Perisic illude l'Inter poi rimonta Lazio, nel finale rissa e scene da far west, su gazzetta.it, 16 ottobre 2021.
  100. ^ Onda Viola: una bellissima Fiorentina travolge 3-0 il Cagliari, su gazzetta.it, 24 ottobre 2021.
  101. ^ Sarri la spunta su Mou in un derby show: la Lazio supera 3-2 la Roma, su gazzetta.it, 26 settembre 2021.
  102. ^ Lazio, difesa da horror: tutti i numeri che preoccupano, su corrieredellosport.it, 25 ottobre 2021.
  103. ^ Salernitana, ufficiale: il nuovo allenatore è Stefano Colantuono, su gazzetta.it, 17 ottobre 2021.
  104. ^ Napoli travolgente: 4-0 alla Lazio e primo posto solitario, su gazzetta.it, 28 novembre 2021.
  105. ^ Milan, cosa succede? Col Sassuolo altro tonfo in campionato: ora l’Inter è a -1, su gazzetta.it, 28 novembre 2021.
  106. ^ L'Inter spreca troppo, il Milan sfiora il colpo al 90'. E in vetta resta tutto come prima..., su gazzetta.it, 7 novembre 2021.
  107. ^ Inter col cuore in gola. Batte il Napoli 3-2 e arriva a -4 dalla vetta, su gazzetta.it, 21 novembre 2021.
  108. ^ Juve flop anche con l'Atalanta: Zapata affossa i bianconeri, su gazzetta.it, 27 novembre 2021.
  109. ^ Genoa, ufficiale: esonerato Ballardini. In arrivo Shevchenko, su corrieredellosport.it, 6 novembre 2021.
  110. ^ Atalanta, gran colpo a Napoli: c'è anche la Dea alla corsa scudetto, su gazzetta.it, 4 dicembre 2021.
  111. ^ Il Milan è stanco, Ibra lo salva al 92'. L'Udinese di Cioffi sfiora l'impresa, su gazzetta.it, 11 dicembre 2021.
  112. ^ Inter show, Cagliari annichilito: sorpasso al Milan e primato solitario, su gazzetta.it, 12 dicembre 2021.
  113. ^ Vlahovic, altra doppietta. Il suo futuro è incerto, ma il +3 è assicurato, su gazzetta.it, 12 dicembre 2021.
  114. ^ Candreva ispira, Gabbiadini e Caputo segnano: tris Samp, il Genoa si sveglia tardi, su gazzetta.it, 10 dicembre 2021.
  115. ^ Inter campione d'inverno con un turno d'anticipo, +4 su Napoli e Milan, su gazzetta.it, 19 dicembre 2021.
  116. ^ Milan-Napoli 0-1: Elmas rilancia Spalletti, Inter campione d'inverno, su corrieredellosport.it, 19 dicembre 2021.
  117. ^ Colpo Spezia a Napoli: Spalletti scivola a -7 dall'Inter, su gazzetta.it, 22 dicembre 2021.
  118. ^ Salerno non ne può più. Tifosi delusi e scoraggiati: "Meglio ripartire dalla D", su gazzetta.it, 19 dicembre 2021.
  119. ^ Bologna-Inter non si gioca: Inzaghi dirige l'allenamento al Dall'Ara, su corrieredellosport.it, 6 gennaio 2022.
  120. ^ Il Milan schianta la Roma, la vetta (provvisoria) adesso è a -1, su gazzetta.it, 6 gennaio 2022.
  121. ^ L’Inter manca la nona: con l’Atalanta finisce 0-0, su gazzetta.it, 16 gennaio 2022.
  122. ^ L'Inter prova la fuga con un'altra rimonta: Dzeko stende il Venezia al 90', su gazzetta.it, 22 gennaio 2022.
  123. ^ Milan-Spezia 1-2: Pioli fermato da Thiago Motta allo scadere, non basta Leao, su corrieredellosport.it, 17 gennaio 2022.
  124. ^ Milan e Juve non si fanno male. E l’Inter è a +4 sul Diavolo, su gazzetta.it, 23 gennaio 2022.
  125. ^ Napoli-Salernitana 4-1: terza vittoria di fila per Spalletti, su corrieredellosport.it, 23 gennaio 2022.
  126. ^ Inter e Juventus, Sconcerti: sono le più regolari, bianconeri da non sottovalutare. L’Atalanta ha perso semplicità, su corriere.it, 17 gennaio 2022.
  127. ^ Atalanta-Torino, l'Asl vieta la trasferta ai granata di Juric, su corrieredellosport.it, 5 gennaio 2022.
  128. ^ Ufficiale, Blessin è il nuovo allenatore del Genoa, su corrieredellosport.it, 19 gennaio 2022.
  129. ^ Calciomercato Sampdoria, Giampaolo è ufficiale, su corrieredellosport.it, 19 gennaio 2022.
  130. ^ Giroud ribalta l'Inter: il Milan si prende il derby e riapre il campionato!, su gazzetta.it, 10 febbraio 2022.
  131. ^ Dzeko risponde a Insigne, Napoli e Inter non si fanno male. E il Milan vede il sorpasso, su gazzetta.it, 12 febbraio 2022.
  132. ^ Milan, è sorpasso: Leao-gol contro la Samp, il Diavolo è davanti a tutti, su gazzetta.it, 13 febbraio 2022.
  133. ^ Danilo gol: la Juve riacciuffa l'Atalanta a tempo scaduto e resta quarta, su gazzetta.it, 13 febbraio 2022.
  134. ^ Lazio-Napoli 1-2: Insigne e Fabian Ruiz riportano Spalletti al primo posto, su corrieredellosport.it, 27 febbraio 2022.
  135. ^ Milan, impresa a Napoli. Giroud riporta il Diavolo davanti a tutti, su gazzetta.it, 6 marzo 2022.
  136. ^ Milan-Inter, la corsa scudetto è un derby in venti sfide (più una), su gazzetta.it, 7 marzo 2022.
  137. ^ La Juve non si ferma: Morata affonda lo Spezia e fa volare Allegri, su tuttosport.com, 6 marzo 2022.
  138. ^ Roma-Atalanta 1-0, Abraham riaccende i sogni Champions di Mourinho, su corrieredellosport.it, 5 marzo 2022.
  139. ^ Il Cagliari ora vola e Mazzarri invita squadra, staff e dirigenti a cena, su gazzetta.it, 3 marzo 2022.
  140. ^ Salernitana, ufficiale: Davide Nicola è il nuovo allenatore, su corrieredellosport.it, 15 febbraio 2022.
  141. ^ Il Milan frena col Bologna: a San Siro è solo 0-0. Ora il Napoli è a -1 e l'Inter a -4, su gazzetta.it, 4 aprile 2022.
  142. ^ Napoli, che prova di forza! Vince 3-1 in casa dell'Atalanta e prende il Milan in vetta, su gazzetta.it, 3 aprile 2022.
  143. ^ Il doppio rigore di Calhanoglu chiude la striscia Juve: l'Inter rinasce ed è a -3 dalla vetta, su gazzetta.it, 3 aprile 2022.
  144. ^ Juve, Allegri: "Ora si potrà dire che siamo fuori dalla corsa scudetto", su tuttosport.com, 3 aprile 2022.
  145. ^ La Roma può soffiare la Champions alla Juve? Mou ha nuove certezze (ma Allegri il calendario migliore), su ilmessaggero.it, 4 aprile 2022.
  146. ^ Inter-Roma 3-1: Inzaghi travolge Mourinho e si avvicina allo scudetto, su corrieredellosport.it, 23 aprile 2022.
  147. ^ Lazio-Milan 1-2: Giroud e Tonali fanno volare Pioli, su corrieredellosport.it, 24 aprile 2022.
  148. ^ Empoli-Napoli 3-2: incubo Spalletti, rimonta e addio scudetto!, su corrieredellosport.it, 24 aprile 2022.
  149. ^ Inter e Milan, ora lo scudetto è un thriller. E l'unica certezza è che approderà a Milano, su milano.repubblica.it, 26 aprile 2022.
  150. ^ L’improbabile rimonta della Salernitana, su ilpost.it, 25 aprile 2022.
  151. ^ Venezia, ufficiale: Zanetti è stato esonerato. Al suo posto Soncin, su corrieredellosport.it, 27 aprile 2022.
  152. ^ Comunicato della Società, su cagliaricalcio.com, 14 settembre 2021. URL consultato il 14 settembre 2021.
  153. ^ Mazzarri nuovo allenatore del Cagliari, su cagliaricalcio.com, 15 settembre 2021. URL consultato il 15 settembre 2021.
  154. ^ Comunicato della Società, su cagliaricalcio.com, 2 maggio 2022. URL consultato il 2 maggio 2022.
  155. ^ Agostini nuovo allenatore del Cagliari, su cagliaricalcio.com, 3 maggio 2022. URL consultato il 3 maggio 2022.
  156. ^ Comunicato stampa, su genoacfc.it, 6 novembre 2021. URL consultato il 6 novembre 2021.
  157. ^ Shevchenko è il nuovo allenatore del Genoa, su genoacfc.it, 7 novembre 2021. URL consultato il 7 novembre 2021.
  158. ^ Comunicato stampa, su genoacfc.it, 15 gennaio 2022. URL consultato il 15 gennaio 2022.
  159. ^ Alexander Blessin è il nuovo allenatore, su genoacfc.it, 19 gennaio 2022. URL consultato il 19 gennaio 2022.
  160. ^ Comunicato stampa, su ussalernitana1919.it, 17 ottobre 2021. URL consultato il 17 ottobre 2021.
  161. ^ Stefano Colantuono è il nuovo allenatore della Salernitana, su ussalernitana1919.it, 17 ottobre 2021. URL consultato il 17 ottobre 2021.
  162. ^ Comunicato stampa, su ussalernitana1919.it, 15 febbraio 2022. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  163. ^ Davide Nicola è il nuovo allenatore della Salernitana, su ussalernitana1919.it, 15 febbraio 2022. URL consultato il 15 febbraio 2022.
  164. ^ U.C. Sampdoria: comunicato stampa del 17 gennaio 2022, su sampdoria.it, 17 gennaio 2022. URL consultato il 17 gennaio 2022.
  165. ^ Bentornato mister: Giampaolo allenatore della Sampdoria, su sampdoria.it, 19 gennaio 2022. URL consultato il 19 gennaio 2022.
  166. ^ Comunicato Ufficiale: Luca Gotti, su udinese.it, 7 dicembre 2021. URL consultato il 7 dicembre 2021.
  167. ^ Comunicato Ufficiale: Gabriele Cioffi, su udinese.it, 8 dicembre 2021. URL consultato l'8 dicembre 2021.
  168. ^ Paolo Zanetti sollevato dall'incarico, su veneziafc.it, 27 aprile 2022. URL consultato il 27 aprile 2022.
  169. ^ Comunicato del Club: Eusebio Di Francesco, su hellasverona.it, 14 settembre 2021. URL consultato il 14 settembre 2021.
  170. ^ Igor Tudor è il nuovo allenatore del Verona, su hellasverona.it, 14 settembre 2021. URL consultato il 14 settembre 2021.
  171. ^ Serie A TIM – Classifica, su legaseriea.it, 16 maggio 2022.
  172. ^ Il diritto a partecipare alla UEFA Europa Conference League 2022-2023 passa alla settima classificata in quanto l'Inter, vincitore della Coppa Italia, è già qualificato alle coppe europee tramite il piazzamento in campionato.
  173. ^ Comunicato ufficiale n. 30/A (PDF), su figc.it, 28 luglio 2021. URL consultato il 24 agosto 2021.
  174. ^ Comunicato ufficiale n. 4 (PDF), su legaseriea.it, 14 luglio 2021.
  175. ^ La partita, inizialmente prevista il 21 dicembre, non è stata disputata a causa dell'assenza sul terreno di gioco della Salernitana, non presentatosi a Udine adducendo un divieto imposto dall'ASL relativo alla pandemia di COVID-19, cfr. Covid, la Salernitana non parte. La Asl: "Quarantena inevitabile", su gazzetta.it, 21 dicembre 2021. URL consultato il 21 dicembre 2021. Il 23 dicembre 2021 il giudice sportivo ha stabilito che la partita resta sub iudice, cfr. Comunicato ufficiale n. 119 (PDF), su legaseriea.it, 23 dicembre 2021. URL consultato il 23 dicembre 2021. L'8 gennaio 2022 il giudice sportivo annuncia che si pronuncia il 18 gennaio 2022 in merito al ricorso presentato dalla Salernitana sul regolare svolgimento della partita, cfr. Comunicato ufficiale n. 128 (PDF), su legaseriea.it, 8 gennaio 2022. URL consultato l'8 gennaio 2022. Il 18 gennaio 2022 il giudice sportivo assegna la vittoria per 3-0 a tavolino a favore dell'Udinese, e un punto di penalizzazione in classifica alla Salernitana, cfr. Comunicato ufficiale n. 140 (PDF), su legaseriea.it, 18 gennaio 2022. URL consultato il 18 gennaio 2022. Il 14 febbraio 2022 la Corte Sportiva d'Appello della FIGC ribalta la decisione del giudizio sportivo contro la vittoria per 3-0 a tavolino a favore dell'Udinese e il punto di penalizzazione in classifica alla Salernitana, stabilendo che la partita debba disputarsi, cfr. Serie A, Udinese-Salernitana andrà giocata: accolto il ricorso dei campani, su sportmediaset.mediaset.it, 14 febbraio 2022. URL consultato il 14 febbraio 2022. Il 30 marzo 2022 la Lega Serie A riprogramma la partita a tale data, cfr. Comunicato ufficiale n. 229 (PDF), su legaseriea.it, 30 marzo 2022. URL consultato il 30 marzo 2022.
  176. ^ La partita, inizialmente prevista il 6 gennaio, non è stata disputata a causa dell'assenza sul terreno di gioco del Torino, non presentandosi a Bergamo adducendo un divieto imposto dall'ASL relativo alla pandemia di COVID-19, cfr. La Asl vieta al Torino la trasferta a Bergamo per il match con l'Atalanta, su gazzetta.it, 5 gennaio 2022. URL consultato il 5 gennaio 2022. L'8 gennaio 2022 il giudice sportivo ha stabilito che la partita resta sub iudice, cfr. Comunicato ufficiale n. 128 (PDF), su legaseriea.it, 8 gennaio 2022. URL consultato l'8 gennaio 2022. Il 14 gennaio 2022 il giudice sportivo annuncia che si pronuncia il 21 gennaio 2022 in merito al ricorso presentato dal Torino sul regolare svolgimento della partita, cfr. Comunicato ufficiale n. 138 (PDF), su legaseriea.it, 14 gennaio 2022. URL consultato il 14 gennaio 2022. Il 21 gennaio 2022 il giudice sportivo rinvia la pronunzia sulla partita e stabilisce che essa viene assunta e resa nota entro il 31 gennaio 2022, cfr. Comunicato ufficiale n. 147 (PDF), su legaseriea.it, 21 gennaio 2022. URL consultato il 21 gennaio 2022. Il 31 gennaio 2022 il giudice sportivo stabilisce che la partita debba disputarsi, cfr. Comunicato ufficiale n. 157 (PDF), su legaseriea.it, 31 gennaio 2022. URL consultato il 31 gennaio 2022. Il 30 marzo 2022 la Lega Serie A riprogramma la partita all'11 maggio 2022, cfr. Comunicato ufficiale n. 229 (PDF), su legaseriea.it, 30 marzo 2022. URL consultato il 30 marzo 2022. Il 15 aprile 2022, a seguito dell'eliminazione dell'Atalanta dalla fase a eliminazione diretta della UEFA Europa League 2021-2022, la partita è stata spostata a tale data, cfr. Comunicato ufficiale n. 248 (PDF), su legaseriea.it, 15 aprile 2022. URL consultato il 15 aprile 2022.
  177. ^ La partita, inizialmente prevista il 6 gennaio, non è stata disputata a causa dell'assenza sul terreno di gioco del Bologna, adducendo un divieto imposto dall'AUSL relativo alla pandemia di COVID-19, cfr. La Asl stoppa il Bologna: non si gioca con l’Inter. Chiesto il rinvio col Cagliari, su gazzetta.it, 5 gennaio 2022. URL consultato il 5 gennaio 2022. L'8 gennaio 2022 il giudice sportivo ha stabilito che la partita resta sub iudice, cfr. Comunicato ufficiale n. 128 (PDF), su legaseriea.it, 8 gennaio 2022. URL consultato l'8 gennaio 2022. Il 21 gennaio 2022 il giudice sportivo stabilisce che la partita debba disputarsi, cfr. Comunicato ufficiale n. 147 (PDF), su legaseriea.it, 21 gennaio 2022. URL consultato il 21 gennaio 2022. Il 30 marzo 2022 la Lega Serie A riprogramma la partita a tale data, cfr. Comunicato ufficiale n. 229 (PDF), su legaseriea.it, 30 marzo 2022. URL consultato il 30 marzo 2022.
  178. ^ La partita, inizialmente prevista il 6 gennaio, non è stata disputata a causa dell'assenza sul terreno di gioco dell'Udinese, non presentandosi a Firenze adducendo un divieto imposto dall'ASL relativo alla pandemia di COVID-19, cfr. Udinese, l'Asl blocca la squadra in partenza per Firenze, su corrieredellosport.it, 5 gennaio 2022. URL consultato il 5 gennaio 2022. L'8 gennaio 2022 il giudice sportivo ha stabilito che la partita resta sub iudice, cfr. Comunicato ufficiale n. 128 (PDF), su legaseriea.it, 8 gennaio 2022. URL consultato l'8 gennaio 2022. Il 14 gennaio 2022 il giudice sportivo annuncia che si pronuncia il 21 gennaio 2022 in merito al ricorso presentato dall'Udinese sul regolare svolgimento della partita, cfr. Comunicato ufficiale n. 138 (PDF), su legaseriea.it, 14 gennaio 2022. URL consultato il 14 gennaio 2022. Il 21 gennaio 2022 il giudice sportivo rinvia la pronunzia sulla partita e stabilisce che essa viene assunta e resa nota entro il 31 gennaio 2022, cfr. Comunicato ufficiale n. 147 (PDF), su legaseriea.it, 21 gennaio 2022. URL consultato il 21 gennaio 2022. Il 31 gennaio 2022 il giudice sportivo dispone che la reclamante Udinese, entro sette giorni, fornisca ogni elemento utile riguardo i calciatori che erano disponibili per la disputa dell'incontro, che quindi resta ancora sub iudice, cfr. Comunicato ufficiale n. 157 (PDF), su legaseriea.it, 31 gennaio 2022. URL consultato il 31 gennaio 2022. Il 18 febbraio 2022 il giudice sportivo stabilisce che la partita debba disputarsi, cfr. Comunicato ufficiale n. 182 (PDF), su legaseriea.it, 18 febbraio 2022. URL consultato il 18 febbraio 2022. Il 30 marzo 2022 la Lega Serie A riprogramma la partita a tale data, cfr. Comunicato ufficiale n. 229 (PDF), su legaseriea.it, 30 marzo 2022. URL consultato il 30 marzo 2022.
  179. ^ La partita, inizialmente prevista il 6 gennaio, non è stata disputata a causa dell'assenza sul terreno di gioco della Salernitana, adducendo un divieto imposto dall'ASL relativo alla pandemia di COVID-19, cfr. Serie A: saltano Atalanta-Torino, Salernitana-Venezia, Fiorentina-Udinese e Bologna-Inter. Consiglio di Lega: il campionato prosegue, al Tar contro le Asl, su repubblica.it, 5 gennaio 2022. URL consultato il 5 gennaio 2022. L'8 gennaio 2022 il giudice sportivo ha stabilito che la partita resta sub iudice, cfr. Comunicato ufficiale n. 128 (PDF), su legaseriea.it, 8 gennaio 2022. URL consultato l'8 gennaio 2022. Il 14 gennaio 2022 il giudice sportivo annuncia che si pronuncia il 21 gennaio 2022 in merito al ricorso presentato dalla Salernitana sul regolare svolgimento della partita, cfr. Comunicato ufficiale n. 138 (PDF), su legaseriea.it, 14 gennaio 2022. URL consultato il 14 gennaio 2022. Il 21 gennaio 2022 il giudice sportivo rinvia la pronunzia sulla partita e stabilisce che essa viene assunta e resa nota entro il 31 gennaio 2022, cfr. Comunicato ufficiale n. 147 (PDF), su legaseriea.it, 21 gennaio 2022. URL consultato il 21 gennaio 2022. Il 31 gennaio 2022 il giudice sportivo dispone che la reclamante Salernitana, entro sette giorni, fornisca ogni elemento utile riguardo i calciatori che erano disponibili per la disputa dell'incontro, che quindi resta ancora sub iudice, cfr. Comunicato ufficiale n. 157 (PDF), su legaseriea.it, 31 gennaio 2022. URL consultato il 31 gennaio 2022. Il 19 febbraio 2022 il giudice sportivo stabilisce che la partita debba disputarsi, cfr. Comunicato ufficiale n. 184 (PDF), su legaseriea.it, 19 febbraio 2022. URL consultato il 19 febbraio 2022. Il 30 marzo 2022 la Lega Serie A riprogramma la partita al 27 aprile 2022, cfr. Comunicato ufficiale n. 229 (PDF), su legaseriea.it, 30 marzo 2022. URL consultato il 30 marzo 2022. Il 22 aprile 2022, a seguito della fissazione dell'udienza da parte del Collegio di Garanzia dello Sport al 2 maggio 2022, la partita è stata spostata al 5 maggio 2022, cfr. Comunicato ufficiale n. 260 (PDF), su legaseriea.it, 22 aprile 2022. URL consultato il 22 aprile 2022. Il 2 maggio 2022 il Collegio di Garanzia dello Sport respinge il ricorso del Venezia e conferma la disputa della partita in tale data, cfr. C'è l'ultima conferma: Salernitana-Venezia si gioca. Lo scontro salvezza il 5 maggio, su gazzetta.it, 2 maggio 2022. URL consultato il 2 maggio 2022.
  180. ^ La partita, inizialmente prevista il 9 gennaio, è stata posticipata a tale data a causa dell'isolamento domiciliare del Bologna imposto dall'AUSL relativo alla pandemia di COVID-19, cfr. Comunicato ufficiale n. 130 (PDF), su legaseriea.it, 8 gennaio 2022. URL consultato l'8 gennaio 2022.
  181. ^ La partita, inizialmente prevista il 9 gennaio, è stata posticipata a tale data a causa dell'isolamento domiciliare del Torino imposto dall'ASL relativo alla pandemia di COVID-19, cfr. Comunicato ufficiale n. 130 (PDF), su legaseriea.it, 8 gennaio 2022. URL consultato l'8 gennaio 2022.
  182. ^ Il 14 gennaio 2022 il giudice sportivo annuncia che si pronuncia il 25 gennaio 2022 in merito al ricorso presentato dall'Udinese sul regolare svolgimento della partita, cfr. Comunicato ufficiale n. 138 (PDF), su legaseriea.it, 14 gennaio 2022. URL consultato il 14 gennaio 2022. Il 25 gennaio 2022 il giudice sportivo respinge il ricorso presentato dall'Udinese e conferma il risultato della partita, cfr. Comunicato ufficiale n. 154 (PDF), su legaseriea.it, 25 gennaio 2022. URL consultato il 25 gennaio 2022.
  183. ^ La partita, inizialmente prevista il 16 gennaio, è stata posticipata a tale data, cfr. Comunicato ufficiale n. 130 (PDF), su legaseriea.it, 8 gennaio 2022. URL consultato l'8 gennaio 2022.
  184. ^ La 27ª giornata è iniziata con cinque minuti di ritardo «[...] per evidenziare la grave situazione umanitaria in corso in Ucraina ed inviare un unanime messaggio di pace», cfr. Il calcio italiano scende in campo per la pace, su legaseriea.it, 25 febbraio 2022. URL consultato il 25 febbraio 2022.
  185. ^ Serie A TIM – Statistiche calciatori, su legaseriea.it, 16 maggio 2022.
  186. ^ EA Sports Player of The Month – Stagione 2021/2022, su legaseriea.it.
  187. ^ Coach of the month – Stagione 2021/2022, su legaseriea.it.
  188. ^ Goal of the month presented by crypto.com – Stagione 2021/2022, su legaseriea.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio