Challenge League

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Challenge League
Brackch-Challenge-League.png
SportFootball pictogram.svg Calcio
TipoClub
FederazioneASF/SFV
PaeseSvizzera Svizzera
OrganizzatoreSwiss Football League
TitoloCampione di Challenge League
Cadenzaannuale
Aperturaluglio
Chiusuragiugno
Partecipanti10
FormulaGirone all'italiana A/R doppia
Promozione inSuper League
Retrocessione inPromotion League
Sito Internetfootball.ch
Storia
Fondazione1944
DetentoreNeuchâtel Xamax
Edizione in corsoChallenge League 2018-2019

La Challenge League, chiamata ufficialmente Brack.ch Challenge League, è la competizione cadetta del campionato svizzero di calcio (corrispondente alla serie B), nonché il torneo più basso organizzato dalla Swiss Football League, la lega professionistica elvetica[1].

Dalla stagione 2012-2013 è composta da 10 squadre, le quali giocano un doppio girone di andata e ritorno, per un totale di 36 partite. La prima classificata è promossa in Super League, mentre l'ultima retrocede in Promotion League.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato nacque nella stagione 1944-1945 come parte del "progetto Wiederkehr", una più ampia riforma di tutto il calcio elvetico che mirava a creare una seconda divisione tra la Lega Nazionale e la Prima Lega[2]. Pertanto l'assemblea straordinaria tenutasi a Lugano il 9 ottobre 1943 decise la scissione della Lega Nazionale in Lega Nazionale A (Nationalliga A in tedesco, Ligue Nationale A in francese) e Lega Nazionale B (Nationalliga B in tedesco, Ligue Nationale B in francese), ciascuna delle quali composta da 14 squadre[3].

La Lega Nazionale B cambiò nome prima della stagione 2003-2004, divenendo Challenge League, e il suo organico fu portato a 18 squadre. Il regolamento prevedeva che la prima classificata venisse promossa direttamente in Super League, mentre la seconda avrebbe disputato una gara di spareggio contro la squadra penultima classificata nel campionato superiore. Il 1º giugno 2007 fu decretato che a partire dalla stagione 2008-2009 le squadre partecipanti diminuissero da 18 a 16[4]; nel 2007-2008 retrocedettero pertanto quattro compagini. Sempre nella stagione 2008-2009 il campionato fu commercialmente denominato Dosenbach Challenge League per motivi di sponsor[5].

A partire dalla stagione 2012-2013 il format cambia nuovamente: le squadre partecipanti scendono a 10 e il torneo ricalca la formula della massima serie. Questa modifica, approvata il 21 maggio 2011[6], ha imposto sei retrocessioni nella stagione 2011-2012. È stata disposta anche l'eliminazione dello spareggio per la promozione, raggiungibile solo tramite la vittoria in campionato.

Denominazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1898-1922: Serie B
    • La Serie B fu torneo misto fra squadre cadette e squadre riserve, strutturato su gruppi interregionali e caratterizzato dal fatto che l'ammissione alla Serie A non era garantita dal risultato sul campo, ma richiedeva un'approvazione discrezionale da parte dell'ASF.
  • 1922-1930: Serie Promozione
    • La Serie Promozione si contraddistinse per garantire la promozione su fattori esclusivamente sportivi, individuati nella vittoria del proprio girone e del successivo spareggio con le peggiori classificate della Serie A.
  • 1930-1931: Seconda Lega
    • La Seconda Lega fu una competizione transitoria senza promozioni per riforma della categoria superiore.
  • 1931-1944: Prima Lega
    • La Prima Lega riprendeva la concezione della vecchia Serie Promozione, introducendo tuttavia le finali interne per interfacciarsi alla nuova struttura a girone unico della sovrastante Lega Nazionale.
  • 1944-2003: Lega Nazionale B
    • La Lega Nazionale B è il torneo che costituisce il vero predecessore storico dell'odierna Challenge League, caratterizzato da un formato nazionale, titolare e professionistico.
  • Dal 2003: Challenge League (con denominazione da sponsor: 2008-2009 Dosenbach Challenge League, 2013-2014 Brack.ch)

Partecipanti 2018-2019[modifica | modifica wikitesto]

Club Città Stadio Capienza
Aarau Aarau Stadion Brügglifeld 9.249
Chiasso Chiasso Stadio Riva IV 11.168
Losanna Losanna Stade Olympique de la Pontaise 15.800
Rapperswil-Jona Rapperswil-Jona Grünfeld 2.500
Sciaffusa Sciaffusa LIPO Park 8.200
Servette Ginevra Stade de Genève 30.084
Vaduz Vaduz Rheinpark 7.838
Wil Wil AFG Arena 19.000
Winterthur Winterthur Stadion Schützenwiese 8.550
Kriens Kriens Kleinfeld 5.100

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Albo d'oro della Challenge League.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Statuten der Swiss Football League des SFV (PDF), football.ch. URL consultato il 25 maggio 2012.
  2. ^ (DE) Die Liga heute, football.ch. URL consultato il 25 maggio 2012.
  3. ^ (EN) Erik Garin, Switzerland 1944/45, Rec.Sport.Soccer Statistics Foundation. URL consultato il 25 maggio 2012.
  4. ^ (DE) Die Challenge League wird um zwei Teams reduziert, football.ch. URL consultato il 25 maggio 2012.
  5. ^ (DE) Dosenbach neuer Titelsponsor der Challenge League, football.ch. URL consultato il 25 maggio 2012.
  6. ^ (DE) Challenge League wird reduziert, football.ch. URL consultato il 25 maggio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]