Girone all'italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Schema di esempio di un torneo all'italiana con 5 partecipanti. Le linee rappresentano tutti gli incontri diretti di cui si comporrà il torneo.

Il girone all'italiana è una particolare formula delle competizioni con più di due partecipanti, che prevede lo svolgimento di incontri diretti tra tutti i partecipanti in tutti gli abbinamenti possibili. Una competizione di questo tipo può anche essere definita un torneo all'italiana[1]. La formula è comune soprattutto negli sport di squadra.

Funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

Per la sua composizione, è necessaria la presenza minima di 3 partecipanti, siano essi individui oppure squadre (di seguito si parla di squadre per semplicità): un confronto tra 2 porterebbe infatti all'esclusione di una di esse, come avviene nell'eliminazione diretta.[1] Dato il numero di squadre N, il numero totale di incontri necessario può essere calcolato con la formula N×(N-1)/2. Il girone si compone di un calendario che, mediante l'apposito algoritmo, programma l'ordine degli incontri ("giornata" o "turno"). Non è necessario che il numero di partecipanti sia potenza di due[2], ma è solitamente pari.[2] Ciò consente di abbinare, per ogni turno, le squadre: il totale degli incontri risulta perciò la metà del numero di partecipanti.[2] Qualora il numero sia dispari, viene aggiunto l'elemento riposo: ad ogni turno esso è accoppiato ad una squadra.[2] Se le squadre si affrontano con partite di andata e ritorno, ovvero con inversione dei campi di gara, il girone è definito "a doppio turno": ogni squadra usufruisce così del fattore campo lo stesso numero di volte.[2] L'ordine stabilito dal calendario (cronologico) può non coincidere con quello effettivo, per esempio a causa del rinvio di gare.

Schema di un metodo di composizione del calendario di un girone all'italiana con 14 partecipanti. Le linee indicano gli abbinamenti; per ogni giornata successiva i numeri esterni vanno ruotati di 7 posizioni

Per ogni giornata, vengono assegnati dei punti il cui numero varia in funzione dei risultati: di norma non è assegnato alcun punto per la gara persa, mentre in caso di parità le 2 squadre ottengono gli stessi punti.[1] Sulla base degli stessi, viene composta la classifica finale che prevede anche criteri per eventuali situazioni di pari punti: classifica avulsa (punti dei confronti diretti), differenza o quoziente punti (differenza o rapporto tra numero di punti all'attivo ed al passivo), spareggio (le cui statistiche sono escluse dal computo del girone).[1][2][3] Tale sistema non è univoco in quanto, più raramente, si ricorre ad un altro calcolo: viene presa in considerazione la percentuale di partite vinte, rispetto al numero di incontri totali.[4] Ciò è previsto, in particolare, per discipline in cui non è possibile il pareggio.[4][5] Oltre ad assegnare direttamente il titolo, il girone può costituire un percorso di qualificazione per la fase successiva di un torneo.[2]

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ogni squadra affronta ciascuna avversaria, riducendo il rischio aleatorio[2]
  • Tale caratteristica fa, comunemente, considerare il girone il metodo più corretto per lo svolgimento delle competizioni[2]
  • L'assegnazione continuativa di punti non preclude il raggiungimento di obiettivi.[2]

Svantaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Rispetto all'eliminazione diretta, in cui il numero di partecipanti è dimezzato ad ogni turno, richiede maggior tempo per il completamento: per esempio, un torneo con 16 squadre si risolve in 15 partite solitamente suddivise in 4 turni (ottavi, quarti, semifinali e finale) mentre un girone con lo stesso numero richiede 120 partite solitamente suddivise in 15 turni (il tutto raddoppiato in caso di andata e ritorno)[2]
  • La natura del girone, in particolare l'assegnazione di punti, può favorire eventuali "combine" tra le squadre partecipanti.[2]

Schema esplicativo[modifica | modifica wikitesto]

Si riporta, a titolo di esempio, una classifica calcolata con i punti.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Leggendo riga per riga, si hanno i risultati in casa delle squadre.

  Squadra I Squadra II Squadra III
Squadra I ---- 2-0 3-4
Squadra II 1-5 ---- 0-0
Squadra III 1-1 2-0 ----|

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Si consideri di assegnare: 2 punti per la vittoria, 1 punto per il pareggio, nessun punto per la sconfitta.

Pos. Squadra Pt G V N P PA PP DP QP
1. Squadra III 6 4 2 2 0 7 4 3 1.75
2. Squadra I 5 4 2 1 1 11 6 5 1.83
3. Squadra II 1 4 0 1 3 1 9 −8 0.11

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Punti realizzati: 19
  • Media per incontro: 4.75
  • Miglior media-punti in classifica: 1.5 (Squadra III)
  • Peggior media-punti in classifica: 0.25 (Squadra II)
  • Maggior numero di punti all'attivo: 11 (Squadra I)
  • Minor numero di punti all'attivo: 1 (Squadra II)
  • Minor numero di punti al passivo: 3 (Squadra III)
  • Maggior numero di punti al passivo: 9 (Squadra II)
  • Miglior differenza-punti: 5 (Squadra I)
  • Peggior differenza-punti: −8 (Squadra II)
  • Miglior quoziente-punti: 1.83 (Squadra I)
  • Peggior quoziente-punti: 0.11 (Squadra II)

Percentuale[modifica | modifica wikitesto]

Calcolando invece la classifica con le percentuali, si ha che:

Nome squadra Percentuale vittorie Percentuale pareggi Percentuale sconfitte
Squadra III 50 % 50 % 0 %
Squadra I 50 % 25 % 25 %
Squadra II 0 % 25 % 75 %

Esempio esplicativo nella realtà[modifica | modifica wikitesto]

Girone E della Coppa del Mondo - Germania 2006 composto da Italia, Ghana, Repubblica Ceca e Stati Uniti d'America. In quel caso, a passare al turno ad eliminazione diretta furono l'Italia come prima nel girone e il Ghana come seconda classificata. Repubblica Ceca e Stati Uniti d'America furono invece eliminate dalla competizione.

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Italia Italia 7 3 2 1 0 5 1 +4
2. Ghana Ghana 6 3 2 0 1 4 3 +1
3. Rep. Ceca Rep. Ceca 3 3 1 0 2 3 4 −1
4. Stati Uniti Stati Uniti 1 3 0 1 2 2 6 −4

Nell'esempio che segue invece è riportato il Girone A (o Gruppo A) della UEFA Champions League 2014-2015 con partite di A/R. Il questo girone Atlético Madrid e Juventus accedettero al turno successivo rispettivamente come prima e seconda classificata del raggruppamento. Olympiakos in UEFA Europa League 2014-2015 e Malmö FF definitivamente eliminato

Squadra Pt G V P S GF GS DG
Spagna Atlético Madrid 13 6 4 1 1 14 3 +11
Italia Juventus 10 6 3 1 2 7 4 +3
Grecia Olympiakos 9 6 3 0 3 10 13 -3
Svezia Malmö FF 3 6 1 0 5 4 15 -11
1ª giornata
Olympiakos 3–2 Atlético Madrid
Juventus 2–0 Malmö FF
2ª giornata
Malmö FF 2–0 Olympiakos
Atlético Madrid 1–0 Juventus
3ª giornata
Atlético Madrid 5–0 Malmö FF
Olympiakos 1–0 Juventus
4ª giornata
Malmö FF 0–2 Atlético Madrid
Juventus 3–2 Olympiakos
5ª giornata
Atlético Madrid 4–0 Olympiakos
Malmö FF 0–2 Juventus
6ª giornata
Olympiakos 4–2 Malmö FF
Juventus 0–0 Atlético Madrid

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Sistema di svolgimento di tornei all'italiana (PDF), su iuav.it.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l Paolo Alessandrini, La matematica nel pallone, 40K Unofficial, 2015, p. 74.
  3. ^ La classifica può inoltre mutare in caso di penalizzazioni (in termini di punti) comminate dal giudice sportivo.
  4. ^ a b Piero Molineris, Soccer Usa. Uno sport d'altro mondo, Vibo Valentia, Meligrana Giuseppe Editore, 2011, ISBN 8895031989.
  5. ^ Ma è tutta colpa del pareggio?, in la Repubblica, 31 maggio 1987, p. 44.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport