Prva Liga Srbija

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Prva Liga Srbija
Sport Football pictogram.svg Calcio
Paese Serbia Serbia
Cadenza annuale
Apertura agosto
Chiusura maggio/giugno
Partecipanti 16 squadre
Formula Girone all'italiana A/R
Promozione in Superliga serba
Retrocessione in Srpska Liga
Sito Internet www.prvaligasrbije.com
Storia
Fondazione 2004
Detentore Mačva Šabac
Edizione in corso Prva Liga Srbija 2017-2018

La Prva Liga Srbija (Serbo: Прва лига Србијa), è la seconda divisione del campionato serbo di calcio. Il nome significa "Prima Lega Serbia", ove Serbia è intesa come stato; in altre sedi invece il torneo è chiamato Prva Liga Srbije, cioè "Prima Lega della Serbia".

Il torneo è nato nel 2004, due anni prima della separazione tra la Serbia e il Montenegro, con 20 squadre. Successivamente vi è stata una riduzione delle partecipanti fino alle 16 attuali. La formula è sempre stata quella del girone unico con partite di andata e ritorno.

Attualmente (2017-2018) nella Prva Liga ci sono 16 squadre: sono previste due promozioni nella SuperLiga e quattro retrocessioni nella Srpska Liga, la terza serie nazionale.

Organico 2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Jugoslavia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: 2. Savezna liga.

Nelle stagioni dal 1958 al 1968, con la Druga liga jugoslava a due gironi, le squadre serbe erano collocate nel girone est. Dal 1973 al 1988, con la Druga liga di nuovo a due gironi, le squadre della Serbia Centrale e del Kosovo erano ancora nel girone est, mentre quelle della Voivodina nel girone ovest. Queste sono le squadre serbe (dalla Vojvodina, dalla Serbia Centrale e dal Kosovo) che hanno vinto il campionato:

Serbia e Montenegro[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Druga liga Srbije i Crne Gore.

Nel 1999 le squadre del Kosovo hanno abbandonato il sistema calcistico jugoslavo. Dal 2001 al 2004 la Druga liga era impostata su 4 gironi: tre (Nord, Ovest ed Est) per squadre serbe, ed uno (Sud) per quelle montenegrine. Nell'estate 2004 i tre gironi serbi sono stati fusi nella Prva Liga Srbija, mentre quello montenegrino è diventato la Prva crnogorska fudbalska liga. Queste sono le squadre serbe (dalla Vojvodina e dalla Serbia Centrale) che hanno vinto il campionato:

Serbia[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene fino al 2006 Serbia e Montenegro fossero ancora unite, dal 2004 la Prva Liga è composta esclusivamente da squadre serbe.

Stagione Vincitore Altre promozioni Capocannoniere
Reti Naz. Giocatore Squadra
Unione Statale di Serbia e Montenegro
2004-2005 Bud. Banatski Dvor Javor Ivanjica
Rad Belgrado
Voždovac[2]
24 Serbia Srđan Baljak Bud. Banatski Dvor
2005-2006 Bežanija Mladost Apatin 25 Serbia Žarko Lazetić Bežanija
SERBIA
2006-2007 Mladost Lučani Čukarički
Napredak Kruševac[3]
16 Serbia Filip Đorđević Rad Belgrado
2007-2008 Javor Ivanjica Jagodina
Rad Belgrado
17 Serbia Igor Pavlović Jagodina
2008-2009 BSK Borča Smederevo
Mladi Radnik
Spartak Zlatibor Voda
Metalac
13 Serbia Marko Pavićević Sevojno
2009-2010 Inđija Sevojno 12 Serbia Borivoje Filipović Inđija
2010-2011 BASK Belgrado Radnički Kragujevac
Novi Pazar
21 Serbia Slobodan Dinčić BASK Belgrado
2011-2012 Radnički Niš Donji Srem 13 Serbia Ivan Pejčić Radnički Niš
2012-2013 Napredak Kruševac Čukarički 19 Serbia Milanko Rašković Borac Čačak
2013-2014 Mladost Lučani Borac Čačak 15 Serbia Predrag Živadinović Mladost Lučani
2014-2015 Radnik Surdulica Javor Ivanjica 13 Serbia Stefan Dražić Javor Ivanjica
2015-2016 Napredak Kruševac Bačka B. Palanka 15 Serbia Nenad Lukić Bežanija
2016-2017 Mačva Šabac Zemun 19 Bosnia ed Erzegovina Uroš Đerić Sloboda Užice
2017-2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Squadra kosovara.
  2. ^ Promosso in Prva Liga SCG grazie alla fusione con lo Železnik.
  3. ^ Sebbene abbia perso i play-off, viene ripescato in SuperLiga 2007-2008 a coprire il posto lasciato libero dal Mladost Apatin.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]